L'Italia non riesce a conquistare il pass per le semifinali dei Mondiali femminili

07/11/2010

Simona Gioli attacca la fasta ispirata da Leo Lo Bianco contro gli Stati UnitiSimona Gioli attacca la fasta ispirata da Leo Lo Bianco contro gli Stati Uniti
Simona Gioli attacca la fasta ispirata da Leo Lo Bianco contro gli Stati Uniti
Doppio incrocio Italia-Usa, al femminile, al Mondiale giopponese a al World Tour di beach volley. Giocando una partita fantastica a Nagoya, la nazionale femminile ha piegato anche gli Stati Uniti della seconda, importantissima partita della seconda fase della rassegna iridata di scena nel Paese del Sol Levante, mantenendo più che mai vive le proprie speranze di accedere alle semifinali che assegneranno le medaglie.

L'ITALIA HA SFIORATO LA SEMIFINALE. Se era certo complicato per le azzurre approcciare la difficile sfida con la Germania, vinta dopo una veemente reazione a metà match, ancor più complicato era affrontare nel modo giusto la vincitrice dell’ultimo Grand Prix, reduce tra l’altro da una lunga e significativa striscia vincente: invece le ragazze del bravissimo Massimo Barbolini hanno confermato ancora una volta la loro forza, fisica, mentale e d’insieme, centrando un risultato di estrema importanza. Gli Stati Uniti sono usciti sconfitti per 3-1 al termine di una partita estremamente delicata, nella quale una superlativa Simona Ortolani ha messo a segno ben 23 punti, risultando il principale punto di riferimento offensivo per la sempre brava Leo Lo Bianco insieme a Simona Gioli, che alla fine di punti ne ha totalizzati 19. Super Italia anche contro la Thailandia, superata con un netto 3 a 0 (in nessun parziale le asiatiche hanno raggiunto quota 20 punti!), best scorer Simona Gioli con 15 punti seguita a quota 13 da Serena Ortolani.  L’Italia non è riuscita nell'impresa di conquistare la semifinale: nell'ultima gara della seconda fase la sconfitta degli Stati Uniti contro il Brasile aveva offerto a Lo Bianco e compagne la chance di entrare tra le prime quattro, ma per farlo avrebbero dovuto fornire una prestazione eccezionale, perfetta, lasciare soltanto 55 punti a Cuba. L'impresa non è riuscita e le azzurre ora dovranno giocarsi le gare dal 5° all'8° posto. 

STORICA IMPRESA. Sempre in tema di donne che caratterizzano sempre più il nostro movimento, Marta Meneghetti e Valeria Rosso hanno conquistato una fantastica medaglia d’argento nell’ultimo appuntamento del 2010 del World Tour di beach volley: nella finale dell’Open di Phuket, sono state piegate per 2-1 ad opera della fortissima coppia statunitense Walsh-Branagh dopo aver vinto il primo set per 23-21. Si tratta della prima volta in assoluto che una nostra coppia sale così in alto sul podio nella storia di questo affascinante sport, a conferma della forza di queste due ragazze che hanno giocato insieme per la seconda volta in carriera ma che potranno senza dubbio a breve consolidare la propria chimica per cercare di ottenere un risultato eccezionale all’Olimpiade di Londra 2012. Significherebbe un impulso notevolissimo a un movimento che ha sempre faticato a decollare, nonostante un’incredibile attività di base e i chilometri infiniti di coste che caratterizzano il nostro Bel Paese.

TRENTO IN FUGA.
Nel derby emiliano tra Piacenza e Modena, uno dei match più attesi della terza giornata della A1 maschile, netta vittoria per la squadra di Angelo Lorenzetti, capace di cancellare tanti dubbi conquistando i primi punti stagionali contro il sestetto di Silvano Prandi, annichilito da Zlataonv e soci. In vetta alla classifica comanda Trento, in trionfo senza troppi patemi contro Monza: i campioni del Mondo hanno 12 punti in classifica grazie al vittorioso anticipo con Piacenza, e sono imbattuti al pari di Macerata, che come previsto non ha incontrato eccessivi problemi contro San Giustino, ancora a quota 0 al pari di Forlì (superata sabato nell'anticipo di Roma). Nell'incerta sfida del Palaverde tra la Sisley e i campioni d’Italia di Cuneo, l'hanno spuntata 15-12 al tie break gli orogranata di Piazza, mentre Castellana Grotte ha festeggiato i primi 2 punti in A1 contro la temibile Verona, passata solo al quinto set, e Latina ha saputo confermare le sue ambizioni contro Vibo Valentia: adesso i pontini sono terzi in classifica affiancati a Cuneo. Il campionato continua a regalare emozioni, nella speranza di trovare ovunque il grande pubblico (sabato ad esempio a Roma c'era davvero poca gente...).

CLUB ITALIA, PRIMI PUNTI. I ragazzini di Gigi Schiavon, confortati dalla presenza di qualche chioccia come Michele De Giorgi, hanno vinto 15-10 al tie break sul campo di Segrate mettendo in difficoltà la neopromossa di Mario Motta. In vetta alla classifica prosegue la marcia positiva di Santa Croce, che pure ha lasciato un punticino a Isernia: adesso i toscani hanno 11 punti, uno in più dell'arrembante Ravenna di Babini, andata a violare d'autorità l'ostico campo di Città di Castello. Bene anche Padova contro Genova e Milano, matricola terribile, contro Loreto. Questo campionato sarà comunque lunghissimo, e ne vedremo certo delle belle, potete starne certi.

Buona pallavolo a tutti!
Sigla.com - Internet Partner