L’Itas Trentino vince il trofeo Del Monte Junior League

25/05/2014

L'Itas Assicurazioni Trentino festeggia la vittoria della Del Monte Junior League 2014L'Itas Assicurazioni Trentino festeggia la vittoria della Del Monte Junior League 2014
L'Itas Assicurazioni Trentino festeggia la vittoria della Del Monte Junior League 2014
Cucine Lube Banca Marche Macerata - Itas Assicurazioni Trentino 1-3 (28-26, 13-25, 23-25, 17-25)
CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Di Silvestre 13, Bulfon 13, Fabi 4, Sitti 3, Vecchi 12, Vitelli 11, Provvisiero (L); Martinez, Alfieri, Pizzichini, Lalloni. N.e. Genevrini. All. Gianni Rosichini.
ITAS ASSICURAZIONI TRENTINO: Giannelli 4, Mazzone 14, Codarin 3, Cristofaletti 11, Cavuto 24, Polo 12, De Angelis (L); Hueller 1, Tomasi, Galassi 7. N.e. Bosetti e Dainese. All. Francesco Conci.
ARBITRI: Giardini di Verona e Cerra di Bologna.
DURATA SET: 31’, 20’, 27’, 24’; tot. 1h e 42’.
NOTE: Cucine Lube Banca Marche Macerata: 14 muri, 2 ace, 12 errori in battuta, 12 errori azione, 36% in attacco, 38% di positività in ricezione. Itas Assicurazioni Trentino: 15 muri, 8 ace, 16 errori in battuta, 8 errori azione, 43% in attacco, 44% di positività in ricezione. Mvp Giannelli.

Il graffio dell’Itas Assicurazioni Trentino arriva sette mesi dopo un altro titolo Del Monte, la vittoria della Del Monte Supercoppa. Il successo torna a sorridere alla squadra del Presidente Diego Mosna che conquista la 23esima edizione della Del Monte Junior League, organizzata dalla Lega Pallavolo Serie A a Loreto e Potenza Picena in collaborazione con le società Pallavolo Loreto e Volley Potentino.
A distanza di un anno l’Itas Assicurazioni Trentino Under 19 riscrive la storia della Del Monte Junior League assicurandosi il titolo al PalaSerenelli, aggiudicandosi il titolo in finale proprio quella Cucine Lube Banca Marche Macerata che nella precedente edizione aveva sbarrato la strada alla Trentino Volley sulla linea del traguardo (successo al tie break sempre a Loreto).
In questa circostanza invece la musica è stata completamente diversa: la formazione di Conci ha messo il miglior sigillo possibile su una cavalcata trionfale (sei vittorie in altrettante partite della fase finale, lasciando agli avversari appena due set) superando la Lube per 3-1 e riportando a Trento il Trofeo Serenelli che la Società aveva già vinto nel 2011, quando in campo c’erano – fra gli altri – Lanza, Fedrizzi e Thei (tutti e tre nella rosa della prima squadra di questa stagione).
Conquistare la Del Monte Junior League non è stato però semplice come potrebbe far presupporre il punteggio finale; la Lube ha infatti provato inizialmente a sorprendere i gialloblù dimostrandosi più fredda. Sotto 0-1, l’Itas Assicurazioni Trentino non si è smarrita e ha ripreso a giocare la propria pallavolo fatta di tanto lavoro fra muro e difesa e pochi errori. Trascinata da Cavuto (best scorer con 24 punti con 4 muri e 2 ace) e Polo, ben guidata in regia da Giannelli (alla fine ancora mvp) ed in difesa da De Angelis, la squadra di Conci ha prima risalito la china e poi è dilagata chiudendo per 3-1 con grandissima personalità. Macerata ha dovuto alzare bandiera bianca e lasciare quindi spazio ai festeggiamenti gialloblù.

La cronaca della finale. L’Itas Assicurazioni Trentino si propone con lo stesso sestetto che il giorni prima ha superato per 3-0 Monza in semifinale: Giannelli al palleggio, Cristofaletti opposto, Mazzone e Cavuto in posto 4, Polo e Codarin al centro, De Angelis libero. Rosichini, tecnico di Macerata, risponde con Sitti in regia, Di Silvestre opposto, Bulfon e Vecchi schiacciatori, Vitelli e e Fabi centrali, Provvisiero libero. L’inizio di partita è nel segno di Cavuto; con tre punti in attacco ed un muro su Vecchi lo schiacciatore gialloblù spinge i suoi sul 6-3 che costringe i marchigiani a rifugiarsi subito in un time out discrezionale. Alla ripresa Di Silvestre con un contrattacco e un invasione di Polo riavvicinano le due squadre (7-6); si gioca a strappi: l’Itas Assicurazioni Trentino riguadagna un certo margine già sull’11-8 ma lo perde immediatamente, trafitta da Bulfon (11-11). Nella seconda metà del parziale l’equilibrio cresce (14-14), rotto solo da un muro di Vitelli su Polo e dal successivo errore in attacco del centrale trentino (14-16); Conci ferma il gioco ma i suoi ragazzi faticano a riprendere la Lube (17-19). Serve allora una ricostruita vincente di Mazzone per agguantare la nuova parità sul 20-20; due muri Lube su Mazzone (di Bulfon e Fabi) rispingono l’ago della bilancia in favore dei biancorossi (20-23), ma i gialloblù hanno la forza di annullare tre palle set, impattando sul 24-24. Ai vantaggi decide ancora un muro di Vitelli su Cavuto per il 26-28 che manda le squadre al cambio di campo col vantaggio per 0-1 di Macerata.
Nel secondo parziale è di nuovo Cavuto a menare le danze, permettendo a Trento di scappare via prima 5-3 e poi 10-7 con un suo ottimo turno al servizio condito anche da due ace non consecutivi. La Lube prova a replicare con Di Silvestre (13-12) ma i gialloblù in questo caso hanno più alternative e trovano un nuovo importante break ispirato da Polo (muro) e dagli errori della squadra di Rosichini (18-13). Anche Mazzone trova maggiore efficacia in attacco, Giannelli si scatena a muro; così la squadra di Conci archivia in fretta il secondo set (25-13) anche grazie ad una lunghissima serie al servizio del neoentrato Hueller.
Sull’onda dell’entusiasmo l’Itas Assicurazioni Trentino domina la scena anche in apertura della terza frazione, in cui Polo continua a fare ottime cose a muro, spalleggiato in attacco da Cristofaletti (6-3, 8-4). Sul 10-5 Rosichini spende un time out, imitato poco dopo dal collega Conci perché nel frattempo con un paio di muri di Vitelli e Bulfon Macerata si è rifatta pericolosamente sotto (11-9). A riallargare la forbice ci pensa ancora Cavuto (14-10), che poi passa il testimone a Mazzone (17-13); la Lube con grande orgoglio risale sino al 19-19 con Vecchi e Bulfon sugli scudi ma dopo aver prodotto il massimo sforzo si disunisce. Trento scappa quindi di nuovo via sfruttando i troppi errori degli avversari, con Cavuto sale sino al 24-21 prima di chiudere sul 25-23 con un primo tempo di Polo.
Nel quarto set mister Francesco Conci conferma in sestetto Galassi al posto di Codarin, come già accaduto nella parte finale del precedente periodo, e proprio un suo muro garantisce il primo spunto ai gialloblù (4-2). Trento conserva il margine acquisito per buona parte del parziale, mettendo in mostra un’ottima fase di cambiopalla (6-4, 8-6, 12-10) in cui Giannelli varia molto la distribuzione del suo gioco. Un muro di Vitelli su Cavuto riporta in parità il punteggio sul 13-13, ma poi è lo stesso centrale marchigiano con un errore ad offrire il nuovo tentativo di fuga di Trento (15-13) che poi allunga sul +3 (19-16). Nel finale i gialloblù dilagano (22-17), chiudendo sul 25-17 con uno slash di Cristofaletti.
“Questa è ancora una vittoria del gruppo che ha saputo soffrire, sacrificarsi durante la stagione ma anche giocare benissimo la fase finale di Del Monte Junior League 2014 – ha spiegato l'allenatore Francesco Conci - . Durante questi ultimi giorni siamo cresciuti tanto come idea di gioco e abbiamo meritato il successo; oggi abbiamo anche saputo soffrire perché Macerata ci ha messo in grossa difficoltà nel primo e terzo set, ma abbiamo trovato il modo per reagire e venirne a capo”.

FINALE 3° posto
Bre Lannutti Cuneo – MC Vero Volley Monza 3-1 (25-15, 28-26, 17-25, 25-23)

Bre Lannutti Cuneo: Mariotti, Miglietta 8, Salomone 9, Garnero, Amouha ne, Pistolesi 8, D’Odorico ne, Fumero ne, Mangano 5, Gerbino 24, Martina (L), Esposito 13, Repetto (L). All. Cresta.
MC Vero Volley Monza: Monesi 4, Araswoman 16, Brunetti (L), Lucherini 6, Cominetti 1. Borini (L), Domenighini 1, Giardini, Gaggini 17, Mazza 7, Berrini 5, Baratti ne. All. Fumagalli
Arbitri: Scarfò di Reggio Calabria e Grassia di Roma
Note: Durata totale 1h 40’. Cuneo: battute sbagliate 13, ace 4, muri 11.Monza: battute sbagliate 13, ace 1, muri 8.

Tanto agonismo e volate thrilling degne di un grande evento nella finale per il terzo posto della Del Monte Junior League al PalaPrincipi di Potenza Picena. La Bre Lannutti Cuneo se la vede brutta nel tempio della pallavolo potentina, ma riesce a domare la Mc Vero Volley Monza in quattro set dopo la prova altalenante del top scorer Gerbino (24 punti), capace di mettere a segno 10 sigilli nel secondo set e di finire il terzo con appena il 27% in attacco. Dopo un primo parziale agevole (25-15), i piemontesi partono a razzo nel successivo, ma si complicano la vita da soli e chiudono in affanno alla quarta palla set (28-26). Nel terzo parziale si spegne la luce per i ragazzi di Monica Cresta (17-25). Il tecnico di Monza Marco Fumagalli capisce che è il momento di insistere e sprona i suoi, ma a pochi metri dal tie-break (18-21) i brianzoli finiscono la benzina e incassano il sorpasso fatale (25-23). Grande festa a fine gara tra i flash dei fotografi per la consegna ufficiale dei riconoscimenti, con l’Amministratore Delegato della Lega Pallavolo Serie A Massimo Righi e dal Presidente del Volley Potentino Giuseppe Massera.

Domenica 25 maggio 2014
PalaPrincipi - Potenza Picena
Finale 3° - 4° posto: Bre Lannutti Cuneo - MC Vero Volley Monza 3-1 (25-15, 28-26, 17-25, 25-23)
PalaSerenelli - Loreto
Finale 1° - 2° posto: Cucine Lube Banca Marche Macerata – Itas Assicurazioni Trentino 1-3 (28-26, 13-25, 23-25, 17-25)

ALBO D’ORO JUNIOR LEAGUE
1991/92 Il Messaggero Ravenna
1992/93 Sidis Baker Falconara
1993/94 Cassa di Risparmio Ravenna
1994/95 Cassa di Risparmio Ravenna
1995/96 Cassa di Risparmio Ravenna
1996/97 Sisley Treviso
1997/98 Sisley Treviso
1998/99 TNT Alpitour Cuneo
1999/00 Lube Banca Marche Macerata
2000/01 Esse-Ti Carilo Loreto
2001/02 Sisley Treviso
2002/03 Sira Ancona
2003/04 Icom Latina
2004/05 Sisley Treviso
2005/06 Sisley Treviso
2006/07 Lube Banca Marche Macerata
2007/08 Sisley Treviso
2008/09 Sisley Treviso
2009/10 Bre Banca Lannutti Cuneo
2010/11 Itas Diatec Trentino
2011/12 Bre Banca Lannutti Cuneo
2012/13 Cucine Lube Banca Marche Macerata
2013/14 Itas Assicurazioni Trentino
Sigla.com - Internet Partner