Lo sport e il volley pensano al proprio futuro

26/07/2020

Partita Urs-Usa all'Arena di Verona nel 1988
Nonostante sia arrivata l’estate più strana degli ultimi decenni a causa di un virus malefico che ha complicato la vita a tutti in tutto il mondo, lo sport sta riflettendo su quello che sarà il proprio domani. Pieno di incertezze e di interrogativi. Inevitabilmente anche la pallavolo sta pensando alla tanto attesa ripartenza, caratterizzata però ancora da molti punti interrogativi.
PALLAVOLO 3.0. Del presente e del futuro della pallavolo e del beach volley, ancora fermo per disposizione ministeriale, ho parlato il presidente della Fipav Bruno Cattaneo, con il presidente della Lega Maschile Massimo Righi, con l’ex azzurro Alessandro Fei (recordman del campionato con 9.719 punti, oggi team manager a Piacenza) e con Riccardo Fenili, quattro volte campione d’Italia sulla sabbia e oggi insegnate di beach volley. Una chiacchierata ricca di spunti di rilievo: l’accusa al Comitato Tecnico Scientifico di non far ripartire il beach volley e la difficoltà nell’utilizzo delle palestre (Cattaneo); la possibilità di fare un campionato invernale di beach volley (Fenili); la necessità di riscrivere regole certe per gestire il movimento cercando di capire cosa accadrà in tema di credito di imposta e di affluenza del pubblico nei palasport per poi determinare le date della prossima stagione (Righi); la difficoltà nel gestire la burocrazia dei trasferimenti per i troppi intoppi burocratici (Fei). Non sono mancati i sorrisi e i sogni olimpici azzurri, nella speranza che l’Olimpiade di Tokyo si svolga regolarmente nel 2021. Questi confronti sono importanti per parlare dei problemi e per cercare le soluzioni: il momento è davvero molto complicato, ma tutti insieme si può cercare di trovare la luce in fondo al tunnel della crisi. Nella speranza che il Governo torni ad occuparsi del credito di imposta, provvedimento che purtroppo non è stato inserito nel testo di conversione del “Decreto rilancio” presentato alla Commissione Bilancio della Camera. Una scelta che potrebbe portare alla chiusura di un 30% delle società.
LO SPORT FA VIAGGIARE. Torna al Fantini Club di Cervia il Forum dedicato al turismo sportivo. Giovedì alle 17.30 avrò il piacere di moderare la quarta edizione de "Lo Sport fa Viaggiare", un bellissimo evento che analizza le potenzialità del turismo sportivo insieme ad alcuni dei più autorevoli esperti del settore. Tra i relatori d’eccezione Lorenza Bonaccorsi, Sottosegretaria al Ministero per i Beni Culturali e il turismo; Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna; Luigi Bianchi, presidente della Federazione Italiana Triathlon; l’ex golfista Silvio Grappasonni, oggi voce di Sky Sport; l’ex calciatore Lorenzo Minotti, oggi opinionista per Sky Sport; Genny di Napoli, ex campione d’Europa del mezzofondo; l’ex azzurro di volley Giacomo Sintini; Paolo Bedin, direttore generale Lanerossi Vicenza Calcio; Chicco Blengini, allenatore della nazionale maschile di pallavolo e ovviamente Claudio Fantini. Riflessioni importanti sul presente e sul futuro di una realtà molto importante nell’economia del nostro Paese trasmesse in diretta Facebook e Youtube.
SPORT DEL FUTURO. Martedì sera alle 21.00
 invece ultimo appuntamento in diretta Facebook e Youtube sulla pagina FantiniClub per parlare della delicata riforma dello sport. Con noi ci saranno la senatrice Daniela Sbrollini, responsabile dello sport per Italia Viva, l’onorevole Simone Valente, responsabile dello sport del Movimento Cinque Stelle, Stefano Pillastrini, neo-allenatore del Cividale Basket di serie B, e Massimo Righi, presidente e amministratore delegato della Lega Pallavolo maschile nonché attivissimo nel Comitato 4.0. Sono molto curioso di vivere un’altra serata all’insegna della profondità dei ragionamenti sull’argomento di maggiore attualità dello sport italiano.
PUBBLICO NEGLI STADI. Si ipotizza di poter far affluire un 30-40% di spettatori negli stadi a partire dal mese di settembre, vale a dire quando inizierà il prossimo campionato di Serie A. Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora si è detto infatti ottimista sulla riapertura parziale degli impianti “se la curva epidemiolgica lo consentirà". L’okay dovrà arrivare anche dal Ministro della Salute Roberto Speranza e dal Comitato Tecnico Scientifico, cui spetterà tra l’altro il compito di disciplinare i flussi di ingresso e di uscita negli stadi. La pallavolo si augura che possa avvenire altrettanto nei propri palasport… Vivere senza pubblico, senza ticketing e senza merchandising è davvero complicato per uno sport che non può contare su diritti televisivi significativi dal punto di vista economico.
MERCATO MASCHILE. Si è chiuso il mercato della SuperLega. Le note più importanti: nuovo allenatore di Padova è Jacopo Cuttini al posto di Valerio Baldovin, passato a Vibo. Nuovo alzatore a Civitanova è Luciano De Cecco. Aria di novità a Trento con lo schiacciatore brasiliano Lucarelli e l’opposto olandese Abdel-Aziz, arrivati insieme a Kooy, Podrascanin e Rossini. Modena può contare sui ritorni di Vettori e Petric, sulla bravura del libero Grebennikov, sul talento del giovane Lavia e sull’esperienza al centro di Stankovic (cui è stata concessa la cittadinanza italiana). Perugia ha scelto Travica al palleggio e Solé a muro. Milano ha abbracciato Ishikawa, Maar e Patry. L’ambiziosa Piacenza ha cambiato il look acquistando Hierrezuelo, Grozer e Russell. Cisterna si è rinforzata assai con Sabbi, Randazzo e Tillie. Ravenna si affida ai giovani, Monza ha preso Holt al centro, Verona ha firmato un biennale con Kazisky. Ci sarà di che divertirsi, potete starne certi.
SUPERCOPPA A VERONA. E’ quasi certo che proprio a Verona andrà in scena a fine settembre la prossima Supercoppa maschile. Per l’esattezza nella splendida cornice dell’Arena, eccezionalmente riaperta allo sport dopo ben 32 anni. L’ultima volta era accaduto infatti nel maggio del 1988 con una splendida ed emozionante sfida-spettacolo tra Stati Uniti e Unione Sovietica, che poi avrebbero dato vita alla finale olimpica di Seul vinta dalla nazionale Stelle e Strisce. Ho avuto il privilegio di assistere a quella serata magica e ancora mi viene la pelle d’oca a pensarci! Sarà così anche questa volta, non c’è ombra di dubbio. Complimenti alla Lega maschile per la scelta e un ringraziamento al sindaco scaligero Federico Sboarina, che conosco da quando era assessore allo sport e che so essere innamorato del nostro sport.
LE 12 DI A1 DONNE. La Lega Pallavolo Femminile ha iscritto per il momento solo 12 squadre al prossimo campionato di serie A1 in quanto Caserta non è in regola con l’impianto di gioco. Si tratta di Conegliano, Busto Arsizio, Novara, Scandicci, Monza, Casalmaggiore, Chieri, Bergamo, San Casciano, Cuneo, Brescia e  Perugia. Intanto Trento ha chiesto l’ampliamento a 14 società. La situazione non è pertanto ancora stata completamente definita.
EUROPEI UNDER 19. Impegno importante per le azzurrine di Massimo Bellano, che in Lussemburgo disputeranno il Campionato Europeo under 19 femminile dal 22 al 30 agosto in Bosnia ed Erzegovina e Croazia.
L’Italia, detentrice del trofeo continentale, giocheranno nella Pool 1 a Zenica insieme a Bosnia ed Erzegovina, Serbia, Slovacchia, Bielorussia, Polonia. La pool 2 a Osijek è invece composta da Croazia, Russia, Turchia, Germania, Bulgaria e Francia.
Le semifinali e le finali si svolgeranno a Zenica (in Bosnia ed Erzegovina): la prima e la seconda classificata in questo appuntamento si qualificheranno per il Campionato Mondiale U20 del prossimo anno. In bocca al lupo alle azzurrine.
Buona pallavolo e buona vita a tutti!
Sigla.com - Internet Partner