Lorenzo Tubertini è l'allenatore di Lagonegro

17/11/2020

Arriva dalla Superlega il nuovo tecnico lagonegrese. Sarà Lorenzo Tubertini il nuovo allenatore della Cave del Sole Geomedical Lagonegro per la stagione 20-21. L’ufficializzazione è arrivata nel pomeriggio di martedì 17 novembre. 

L’arrivo del tecnico emiliano, nato a Modena,  classe 1972 è previsto già nella giornata di mercoledì per guidare il primo allenamento di Capitan Fabroni e compagni al Palasport di Sapri. 
Cresciuto con due fari del volley , ovvero Lorenzetti e Velasco, il neo coach proviene da tre stagioni (dal 2018 )alla guida della panchina Top Volley Cisterna, in Superlega. Precedentemente ha guidato in Superlega il Vibo e Modena nella stagione 2016-17 dove è subentrato, da vice allenatore, a primo allenatore .  E proprio alla guida dei campioni d’Italia di Modena , Tubertini ha raggiunto la semifinale dei Play Off Scudetto UnipolSai e i play off a sei di Champions League. 
Nelle stagioni precedenti ha vissuto da protagonista, nel ruolo di vice allenatore al fianco di Angelo Lorenzetti, i successi ottenuti da Modena nelle stagioni 2014-16 : due Coppe Italia, due Supercoppe italiane e la vittoria dello scudetto nel 2016.
Per Tubertini sono le 12 stagioni in A1 , oltre che tante esperienze in passato nella pallavolo femminile dove entra a 19 anni crescendo come secondo allenatore tra le file del Modena nella massima serie femminile, e poi le piazze di Mantova , Piacenza, Bastia Umbra.  
“Siamo soddisfatti di aver portato a Lagonegro un allenatore di elevata caratura come  Tubertini- commenta Nicola Carlomagno- abbiamo sempre voluto vivere un ruolo da protagonisti e alla prime difficoltà non ci siamo arresi. E’ una stagione particolare sotto ogni aspetto , sanitario, organizzativo e logistico, ma vogliamo avere un ruolo importante in questo campionato”. 
“Sono stato molto contento - il primo commento del tecnico- del forte interessamento che la società ha mostrato nei miei confronti- mi hanno voluto e mi hanno fatto sentire già da subito l’entusiasmo nel far parte del loro progetto. Entrare dopo un esonero so cosa vuol dire -sottolinea Tubertini- il volley è diventato sempre più simile al calcio poichè siamo chiamati a raggiungere gli obiettivi delle società. Per me il passaggio richiede un adattamento ma il livello della  serie A2 si avvicina sempre più a quello della Superlega. Sono campionati diversi,  ma non tantissimo e l’obiettivo è sempre quello di tendere ai regimi della SuperLega dove la differenza la fanno la battuta e la costanza nel rendimento. La A2 esprime sempre di più livelli di gioco alti”. Parlando poi della Cave del Sole, Tubertini parla di un “roster potenziato rispetto agli anni precedenti, che ha avuto un inizio difficile rispetto le aspettative, ma dobbiamo cercare di portare sin dalla prima giornata quello che ci si aspetta da questo gruppo”. 
Sigla.com - Internet Partner