Marco Izzo a Castellana Grotte

15/06/2016

Marco Izzo  Marco Izzo
Marco Izzo
Settimane di grandi novità per quanto riguarda il mercato della Materdominivolley.it Castellana Grotte in vista del prossimo campionato nazionale serie A2 Unipolsai di pallavolo maschile. Dopo gli annunci dell’opposto Bellei e dello schiacciatore Casoli, il presidente Michele Miccolis e il direttore sportivo Vito Primavera hanno ufficializzato anche l’ingaggio del palleggiatore Marco Izzo.
Classe 1994, alto 195, il nuovo regista della Materdomini arriva a Castellana dopo la stagione in serie B1 a Bolzano. Nato a Massa Carrara, ma originario di La Spezia, dopo essere cresciuto nelle giovanili del Cuneo, in carriera ha giocato spesso al sud, debuttando ad Atripalda nel 2012/2013 in A2 (alla corte del castellanese Totire e con la conquista della Coppa Italia A2), passando per Molfetta in A1 e per Corigliano ancora in A2. Nel suo palmares, già ricco di trofei, una Junior League con Cuneo nel 2012, un oro agli Europei Juniores nel 2012 in Polonia, un bronzo ai Mondiali U21 nel 2013 in Turchia e un altro bronzo ai Mondiali U23 nel 2015 a Dubai.
 “Ho accettato con grande voglia la proposta di Castellana - ha commentato Izzo - Al Sud ho vissuto finora stagioni importanti e a Castellana in particolare è legato il ricordo della vittoria nella Finale Nazionale U18 con Cuneo. In Puglia si sta bene, per accoglienza e per calore. Sono convinto di affrontare un’altra bella stagione”. In maglia Materdomini ritroverà Casoli, con cui ha condiviso tre anni fa un campionato a Molfetta: “Cristian è un ottimo giocatore, ancora determinante come dimostrano i risultati degli ultimi anni, è un’ottima persona e un grande uomo squadra. Sono contento di ritrovarlo a Castellana”.
“Conosco bene Fanizza, è un allenatore molto bravo che lavora bene con i giovani, come dimostra anche lo scudetto vinto qualche settimana fa - ha detto il 21enne palleggiatore ligure - Per un giovane come me, vivere un contesto come Castellana in cui si da ampia fiducia ai giovani è importante. Fa onore alla società il progetto di valorizzazione dei giovani, consente a tutti i talenti di crescere e migliorare”.
Anche l’esperienza di Bolzano, nella sua unica stagione in B1, lo scorso anno, è stata positiva per Izzo: “A livello di squadra non siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo prefissato, ma a livello personale posso ritenermi soddisfatto. Aver giocato accanto a giocatori del calibro di Gavotto, Leonardi, Paoli, è stato fantastico e mi ha aiutato a migliorare ancora”.
Come detto, Izzo torna in serie A2 dopo un solo anno e la ritrova in una nuova formula: “Una veste nuova a cui dovremo adattarci in fretta - ha concluso il regista ex Bolzano - Ma al di là di quelle che saranno le novità dei gironi e della lunghezza del torneo, dovremo lavorare al nostro interno per creare subito l’amalgama e la sintonia necessarie per costruire un gruppo che sia in grado di affrontare un cammino difficile”.
Sigla.com - Internet Partner