Marta Bachis triennale a Novara

29/06/2008

Marta Bechis. Marta Bechis.
Marta Bechis.
L’Asystel Volley Novara prosegue nella sua linea di valorizzazione e promozione di talenti prodotti dal proprio vivaio, siglando un contratto triennale con la regista Marta Bechis.
Classe 1989, originaria di Torino, Marta è arrivata a Novara nell’estate 2006, dopo l’esperienza con il Lingotto in serie C. Partita come regista in seconda, nel corso dell’anno si è guadagnata il ruolo da titolare nella formazione di serie B1 allenata da Stefano Colombo, conquistando con la maglia dell’Under 18 un argento nazionale e una Girl League. Nel corso della scorsa stagione, è entrata a far parte del roster della Serie A1, con cui ha giocato in Coppa Italia e debuttato in Champions League a Zurigo nei quarti di finale, diventando poi la grande protagonista della finale terzo e quarto posto di Murcia, quando con la sua esplosività e il suo estro riuscì a girare a favore dell’Asystel una partita che pareva fortemente compromessa.
Raggiante, la talentuosa palleggiatrice commenta la sua nuova avventura: “Sono ovviamente molto felice dell’accordo raggiunto, poiché a Novara sto molto bene e credo la mia permanenza non sia mai stata in dubbio, sia per la fiducia mostratami dalla società, sia perché per me poter lavorare con Luciano Pedullà è una garanzia molto importante di crescita, e ovviamente questa mia scelta anche a lungo termine è proprio legata alla sua figura”.
Un esame di maturità appena concluso, e lo sguardo già proiettato alla stagione che verrà, e alla voglia ovviamente di farsi trovare pronta quando ce ne sarà bisogno: “So bene che il mio ruolo sarà di seconda palleggiatrice, ma questo non vuol dire che mi debba appiattire, poiché può sempre capitare, da un momento all’altro, che mi venga chiesto di entrare in campo e dimostrare quel che valgo. Dal primo allenamento mi rimboccherò le maniche, lavorando sodo per dimostrare costantemente che sono in grado di reggere il ruolo a me affidato, per ripagare la fiducia che la società mi ha sempre dimostrato, fin dal momento del mio arrivo”.

In due anni ha avuto la grande occasione di crescere con tecnici del calibro di Stefano Colombo e Luciano Pedullà, ora trova nella serie A1 un nuovo punto di partenza: “Ho avuto un biennio fantastico sia dal punto di vista tecnico che da quello umano, poiché con Stefano e Luciano sono cresciuta molto e il rapporto di stima reciproca che si è creato con entrambi è sempre stato un punto di forza per me, perché comunque ci sono giornate più positive e altre meno felici, ma sapere che non era in dubbio questa stima, questa fiducia, mi ha aiutato a rialzarmi sempre in fretta”.

La fiducia, un leit motiv importante per Marta, che a Novara ha sempre avvertito quello della società e dello staff tecnico nei suoi confronti, e che si è manifestata recentemente anche nella scelta di utilizzare il suo volto per promuovere la campagna Avis per la donazione del sangue: “Non è facile, ne sono conscia, affidare il ruolo di palleggiatrice in seconda, ruolo comunque delicato, a una ragazza di diciotto anni, e il fatto che Massimo (De Stefano ndr) abbia effettuato una scelta in tal senso mi da modo di capire quanto la società creda in me. Da Novara ho ricevuto tanto a livello tecnico ma anche e soprattutto a livello umano: fiducia, affetto e stima non sono mai mancati e questo conta molto per me. Per esempio recentemente assieme a Cristina Barcellini e Paola Cardullo mi hanno scelta come testimonial per una importante campagna di sensibilizzazione, associando dunque il nome Asystel Volley al mio volto, e questo è stato un segnale molto importante per me”.

Con la consueta solarità, con la solita grinta: Marta Bechis lega il suo futuro all’Asystel Volley, che lancia così nell’Olimpo del volley un nuovo prodotto del suo prolifico vivaio.
Sigla.com - Internet Partner