Matteo Paoletti a Mondovì

15/06/2016

Matteo PaolettiMatteo Paoletti
Matteo Paoletti
Si arricchisce di un altro tassello la rosa del VBC Mondovì. La squadra allenata da Mauro Barisciani ha un nuovo opposto: Matteo Paoletti, anconetano, 34 anni compiuti il 27 maggio scorso, ha siglato un accordo annuale con opzione per la seconda stagione in maglia bianco-blu. Matteo Paoletti lo scorso campionato ha giocato nella Sieco Service Ortona, ma vanta un ricco curriculum personale: cresciuto nelle giovanili di Loreto, è salito prima in B1 quindi in A2 nella stagione 1997/98, completando la formazione pallavolistica in quel di Macerata, dove è arrivato fino alla serie A1 nel campionato 2001/2002. Dopo altre 5 stagioni in B1 (Castellana Grotte, Fasano, Genova e due volte ad Enna) è tornato a giocare nella squadra che lo ha cresciuto, Loreto, nel torneo di A2 per la stagione 2007/2008. Altre due annate in B1, prima a Massa, poi Genova, società con la quale ha centrato una storica promozione nel campionato cadetto, infine le ultime cinque esperienze che lo hanno visto protagonista in quel di Santa Croce sull’Arno, Reggio Emilia, Castellana Grotte, Brescia e Ortona.
Ora la nuova avventura con il VBC Mondovì, dove ritroverà i vecchi amici Davide Manassero e Michele Parusso. “Mi sembrerà un po’di stare in famiglia – racconta il neo monregalese – con loro ho vissuto diversi campionati. In particolare, con Davide Manassero siamo stati tre anni a Genova ed abbiamo vinto cose importanti instaurando una bella amicizia. Questa è stata una spinta, ma la scelta di venire a Mondovì è stata dettata soprattutto dalla buona impressione lasciatami dalla società. Seria, che mi ha prospettato la voglia di crescere: il progetto ha da subito suscitato in me interesse”. Matteo attende con ansia la ripresa degli allenamenti, per conoscere più approfonditamente coach Barisciani: “Un allenatore giovane, che reputo molto interessante. Ci siamo parlati, scambiandoci le opinioni. Sono molto contento di poter lavorare con lui”. Circa la nuova squadra, l’opposto marchigiano dimostra di avere le idee chiare: “Una formazione ben costruita, che saprà dare fastidio a molti. A patto ovviamente di rimanere tutti con i piedi per terra, lavorando sodo in palestra giorno per giorno. Il nostro obiettivo minimo deve essere quello di entrare nei play off, per cercare poi di giocarceli in serenità”. Sul piano personale, Matteo Paoletti alla prossima stagione chiede un po’ di fortuna in più rispetto il passato: “Ad Ortona sono stato costretto a star fuori dal campo di gioco a lungo per un infortunio, la voglia di riscatto è notevole. Fisicamente ho recuperato al 100%, dunque prometto massimo impegno per portare in alto Mondovì”. Infine, un pensiero alla tifoseria: “Quello monregalese è uno dei pubblici più caldi che ho visto in carriera. Quando sono venuti ad Ortona hanno sostenuto la squadra dal primo all’ultimo punto, sembrava di giocare a Mondovì. Un grandissimo pubblico, che non vedo l’ora di conoscere da beniamino e non più come avversario”.
Sigla.com - Internet Partner