Memorial Mimmo Fusco, vince l'Italia

05/01/2006

Terzo parziale con le azzurre in vantaggio dall’inizio alla fine, grazie ad una complessiva superiorità a muro. Nel frangente è cresciuta la precisione in regia della giovane Rondon, che con il passar delle giocate ha trovato una maggiore sintonia con le sue attaccanti. E la brillante prova della regista classe 1987 è stata completata nel quarto e decisivo set, in cui la ragazza ha mostrato il meglio del suo repertorio non solo in palleggio, ma anche in difesa e a muro, ma specialmente al servizio.
Le azzurre hanno chiuso il match sul 25-21, grazie a Nadia Centoni, grande protagonista della finale e premiata come Mvp della manifestazione.

Finale 3°/4°  posto

Original Marines Arzano-Linea Medica Siram 3-0
(25-18; 25-19;25-23)
Original Marines: Quaranta 15, Iadarola, Siscovich 9 , Cacciatori 1, Rankovic 9, Korukovets 4, Sacco (L), Thomas 16 All. Simonetta Avalle
Linea Medica Roma: Giogoli 4 , Rumes 6, Grassi 4 , Mattiolo 13 , Donà 6, Corvese 7, Prosperi (L). Fanella, Canuti. NonEntrate. Vingaretti, Nagy. Allenatore: Giribaldi
Arbitri: Cesare e Perri
Note: Battute sbagliate Arzano 5 - Roma 6; batute vincenti Arzano 3- Roma 1. Durata set: 20’20’22’.

Finale 1°/2° posto:

Italia-Capitalacque Aim Vicenza 3-1 (31-29 22-25 25-20 25-21)
Italia: Rinieri 11, Anzanello 4, Centoni 20, Fiorin 13, Guiggi 12. Rondon 7. De Gennaro (L). Cella 6, Arrighetti 3, Decordi. Non entrate: Luraschi e Togut. Allenatore: Bonitta.
Capitalacque Aim Vicenza: Skowronska 15, Djerisilio 4, Paccagnella 11, Sliwa 2, Borrelli 7, Astarita 2. Bedin (L). Takahashi 4, Adams 10, Dall’Igna. Allenatore: Benelli.
Arbitri: Achille e Mastrodonato.
Durata set: 26, 22, 21, 20.
Italia: battute sbagliate 11, vincenti 7, muri 11, 2 linea 3, errori 38. Vicenza: bs 12, v 5, m 2, 2l 6, e 27.

Sigla.com - Internet Partner