Missione compiuta

08/06/2008

L'esultanza degli azzurri qualificati alle Olimpiadi di Pechino 2008L'esultanza degli azzurri qualificati alle Olimpiadi di Pechino 2008
L'esultanza degli azzurri qualificati alle Olimpiadi di Pechino 2008
Successo doveva essere e successo e’ stato, annunciato e sofferto, soprattutto contro il Giappone nella prima giornata e contro l’Argentina nell’ultimo atto del torneo di qualificazione olimpica: a Tokyo, e questo e’ quello che conta, gli azzurri hanno staccato il biglietto per l’Olimpiade di Pechino. E in Cina ci sara’ da divertirsi, potete starne certi…

COMPLIMENTI NANO. Bravo Andrea Anastasi e bravi tutti i suoi ragazzi, che hanno chiuso un torneo massacrante con un significativo e importante percorso netto: con la squadra al completo, lo avevamo detto e lo ribadisco, l’Italia e’ ben altra squadra rispetto a quella che l’obiettivo l’aveva fallito in Turchia. Potra’ sembrare banale ma questi sono i fatti. E i fatti come sempre sono inappellabili. Missione compiuta dunque, e adesso sotto con la World League per preparare nel migliore dei modi l’appuntamento piu’ importante per tutto il nostro movimento: la rassegna a Cinque Cerchi sapra’ riservare nuove soddisfazioni, perche’ di solito quando si vivono situazioni difficili si impara la lezione. Basta chiedere anche al simpatico Roberto Kubica, che l’anno scorso ha rischiato la vita in Canada sbattendo a 220 all’ora e domenica ha vinto la prima gara della sua vita proprio sul circuito intitolato all’indimenticabile e indimenticato Gilles Villeneuve. Per questo sono certo l’Italia fara’ bene a Pechino, potendo ambire al podio e – mi auguro – centrandolo.

DIVERTIMENTO AZZURRO. In Cina ci sara’ da divertirsi anche per le azzurre, che hanno appena terminato il torneo di Montreux e che da mercoledi’ saranno impegnate nel torneo di Courmayeur insieme a Russia, Francia e Germania. La squadra di Massimo Barbolini continua ad amalgamarsi in vista dell’Olimpiade, dove partira’ tra le grandi favorite: anzi, a dire il vero, quale grande favorita. Posseggono di certo la potenzialita’ per centrare un’impresa storica e di certo il ct non lascera’ nulla di intentato: lo conosco troppo bene per pensare il contrario. Poi speriamo che la dea bendata assista lui e le sue meravigliose ragazze.

PREOCCUPAZIONE ROMANA. Sono invece assai piu’ preoccupato per le sorti di Roma, devo ammetterlo. E lo e’ anche il presidente Massimo Mezzaroma, che mi ha chiamato l’altro giorno mentre stavo pranzando insieme a Giancarlo Fisichella nel motor home della Force India sotto il sole di Montreal: mi ha manifestato tutte le sue perplessita’ per il futuro della pallavolo capitolina, alle prese con le difficolta’ legate all’impiantistica. Incredibile, ma vero: in una metropoli come Roma si fatica a trovare un impianto per la pallavolo. A nemmeno due anni dal Mondiale, niente male davvero…

Buona pallavolo a tutti!

P.S. Sta per arrivare il periodo di dichiarazione dei redditi per tutti: sarebbe gradita la vostra sensibilità nei confronti della Casa della Luce e del Sorriso di Modena, di cui potete vedere il link in questa home page. Versare il 5 per mille è molto facile: basta firmare e indicare come numero 94097010360. Grazie a nome di chi soffre.

2° P.S. Leggetevi la lettera del dottor Alessandro Cristani nella sezione medicina e sport e riflettete... 
Sigla.com - Internet Partner