Modena dice addio a Stoytchev, Novara vince la prima sfida tricolore con Conegliano

19/04/2018

Rado Stoytchev non è più l’allenatore di Modena. E’ ufficiale. Mentre la finale maschile è Perugia-Civitanova e in quella femminile Novara è avanti 1-0 su Conegliano: in entrambi i campionati protagoniste sono le due squadre che hanno dominato la stagione.
CONCLUSIONE PIROTECNICA. Faccio questo lavoro da quasi 40 anni, e da sempre vivo sottorete. Però, pur facendo uno sforzo con la memoria, non mi viene sinceramente in mente un episodio di questo genere. Non solo nella pallavolo, a pensarci bene. Un processo sommario di una squadra intera a un allenatore è un fatto davvero unico e clamoroso, degno di ancor più rilevanza se – come in questo caso – fatto senza contradittorio. A “Barba e capelli”, la storica trasmissione di Paolo Reggianini in onda sull’emittente modenese Trc, ognuno dei giocatori dell’Azimut ha potuto dire la sua liberamente e devo ammettere che è uscito veramente di tutto. La conseguenza non poteva che essere una: la risoluzione del rapporto con Stoytchev, ancora in essere per altre due stagioni. Da qui la prima delle tante domande che nascono spontanee: è stata la conseguenza degli sfoghi collettivi oppure l’atto finale di un’idea partorita per liberarsi dell’allenatore? La società non sapeva nulla? Perché non è stato fatto nulla prima della messa in onda visto che Stefano Michelini, responsabile dello sport a Trc, aveva iniziato nel pomeriggio a promuovere la trasmissione sui social? Cosa ha fatto, cosa fa e cosa farà la presidente Catia Pedrini? Cosa ha fatto, cosa fa e soprattutto cosa farà la vicepresidente Giulia Gabana? Chi arriverà al posto di Rado? Sarà davvero Andrea Giani come si dice con insistenza da più parti? E se ciò dovesse accadere, come reagirebbe il presidente milanese Lucio Fusaro, forte di un altro anno di contratto con il Giangio? E’ vero che Giani si porterebbe con sé Abdel Aziz, che ha appena firmato il prolungamento con la Revivre (e ha già ufficializzato l'acquisto di Clevenot)? Oppure arriverà Fabio Soli, reduce da un'ottima annata a Ravenna? A questo punto Bruno, di certo non tenero con il suo ex-tecnico, resta davvero sotto la Ghirlandina? E potrei andare ancora avanti a lungo… Mamma mia, che confusione. Quello che è certo è che Stoytchev ha chiuso per la seconda volta anzitempo la sua avventura nonostante ci fosse un contratto in essere: era accaduto di recente a Trento, si è ripetuto adesso a Modena. Dove la storia era davvero annunciata, e non lo dico con il senno di poi: tutti, dico tutti, sapevano che non avrebbe potuto convivere con Earvin Ngapeth. Tutto il resto non è stato che una conseguenza. Modena, città unica nel panorama del volley non solo italiano, sta vivendo questo momento in maniera molto partecipata con i tifosi che anche su social si sono spaccati: una parte sta con l’allenatore non approvando il metodo adottato dai giocatori, una parte sta con i giocatori non approvando la durezza dell’allenatore. E intanto la società sceglie di tacere, come del reso sta a confermare anche lo scarno comunicato di nemmeno due righe con il quale è stato dato l’annuncio ufficiale dell’addio a Stoychev. Siamo solo all’inizio di una lunga telenovela, potete starne certi.
PERUGIA IN FINALE. Anche per aggiudicare lo scudetto si ripete il duello sottorete che ha caratterizzato l'intera stagione: Perugia contro Civitanova Marche. Giovedì sera al PalaEvangelisti la Sir Safety ha infatti piegato per 3-0 la Diatec Trentino nella quinta e decisivo atto di una bellissima serie di semifinale che ha regalato bella pallavolo e tante emozioni: gli umbri di Lorenzo Bernardi hanno interpretato il match in maniera perfetta e hanno avuto 15 punti da Ivan Zaytsev, il più prolifico dei suoi. La formazione di Angelo Lorenzetti è comunque uscita a testa alta dai play off e adesso è già proiettata al prossimo campionato, in cui si rinforzerà con il centrale serbo Lisinac e con il libero francese Grebennikov. Perugia inizia la finale al meglio delle cinque partite forte del fattore-campo favorevole determinato dal primo posto con il quale ha terminato la regular season: si inizia domenica alle 18.00 al Palaevangelisti,poi gara 2 si giocherà mercoledì 25 all'Eurosuole, per proseguire sabato 28 e pi eventualmente martedì 1 maggio e domenica 6 maggio. Ci sarà da divertirsi senza ombra di dubbio gustandosi un elettrizzante faccia a faccia tre le due principali protagoniste di questa stagione: finora sia allaSupercoppa che alla Coppa Coppa ha sempre festeggiato la Sir Safety, all'inseguimento di uno storico triplette, ma negli ultimi tempi la Lube è molto molto cresciuta e non lascerà di certo nulla di intentato per coronare il suo quinto sogno tricolore. 
SCUDETTO ROSA. Novara ha vinto per 3-0 il primo atto della sfida scudetto con Coneglianoiniziando con il piede giusto l’epilogo tricolore femminile che mette di fronte le due principali protagoniste di questa stagione. Igor e Imoco, impegnate a contendersi lo scudetto femminile numero 73 della storia, si sono infatti già contese Supercoppa e Coppa Italia: in entrambe le occasioni a spuntarla sono state le piemontesi di Massimo Barbolini, che mercoledì sera hanno avuto 14 punti da Paola Egonu, 10 a testa dalla coppia Piccinini-Plak e 8 dalla Gibbermeyer, autrice del muro-punto decisivo sulla Folie. Nelle file delle venete di Santarelli solo 8 punti per la bomber Fabris, davvero troppo pochi per sperare di contrastare le campionesse d’Italia. Gara 2 si gioca sabato sera in un Palaverde di Treviso di certo pieno come un uovo, gara 3 di nuovo al PalaIgor mercoledì 25. Poi si vedrà…
A TRENTO CON ELIO E DINO. “Sembra facile”: quanto bisogna lavorare per far emergere il talento. E' questo il momento che avrò il piacere di moderare martedì 24 alle ore 18.00 presso il Cinema Vittoria di Trento. L'evento, promosso dalla Fondazione Cassa Rurale di Trento,metterà a confronto due grandi personaggio come Elio, leader del gruppo musicale “Elio e le storie tese”, e Dino Meneghin, uno degli uomini simbolo della pallacanestro mondiale grazie ai risultati ottenuti nelle tante squadre di club dove ha militato e con la nazionale italiana senza dimenticare il suo ingresso nella Hall of Fame del basket italiano e statunitense. L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti: vi aspetto in tantissimi, ci divertiremo!
NOVITA' SOCIAL. La rete sta sempre più spopolando e anche noi ci diamo da fare: da tempo siamo attivi proponendovi news e interviste su youtube, Instagram e Facebook, dove per far fronte alle vostre tante richieste ho deciso di aprire un profilo di personaggio pubblico: vi invito a metterci "mi piace". Ci trovate news, curiosità, foto e interviste. Vi aspetto.  
SNAI SPORTNEWS. Chiudo raccomandandovi di seguire i miei pronostici sui play off della Superlega e del campionato femminile con le relative quote su snaisportnews. Ci vediamo anche lì.
Buona pallavolo e buoni play off a tutti!
Sigla.com - Internet Partner