Mondiale 2018 femminile: l’Italia a Sapporo, sabato l’esordio contro la Bulgaria

27/09/2018

Mondiale 2018 femminile: l’Italia a Sapporo, sabato l’esordio contro la Bulgaria
Sapporo. Concluso l’ultimo periodo di preparazione a Sendai oggi la nazionale italiana femminile ha raggiunto Sapporo, sede della Pool B della prima fase Campionato Mondiale 2018 che si svolgerà in Giappone dal 29 settembre al 20 ottobre.        
Le ragazze di Davide Mazzanti esordiranno nella rassegna iridata sabato 29 settembre (ore 6.40 di mattina) contro la Bulgaria. Nelle partite successive Chirichella e compagne se la vedranno con Canada (30 settembre, ore 6.40), Cuba (2 ottobre, ore 6.40), Turchia (3 ottobre, ore 6.40) e Cina (4 ottobre, ore 12.20).    
I primi quattro incontri saranno trasmessi in diretta da RaiDue, mentre la sfida con le campionesse olimpiche cinesi da RaiSport+Hd.         
Al pari del Mondiale maschile la formula del torneo giapponese prevede che nella seconda fase le quattro squadre qualificate si portino dietro le vittorie e i punti, ottenuti contro tutte le avversarie affrontate: motivo per cui le azzurre dovranno cercare di raccogliere il massimo possibile.         
Sarà da seguire lo svolgimento della Pool C, composta da Russia, Trinidad & Tobago, Azerbaigian, USA, Corea del Sud e Thailandia, girone accoppiato con quello dell’Italia per la seconda fase.
L’Italia si presenta al Mondiale dopo una lunga fase di preparazione, che da luglio in poi ha visto le ragazze di Mazzanti alternare collegiali a test sul campo. Nel mese di agosto le azzurre dopo una buona Rabobank cup, hanno faticato nella Gloria Cup in Turchia, ma importanti segnali di crescita si sono registrati a settembre con la vittoria del torneo di Montreux e nelle ultime amichevoli, disputate con Olanda e Azerbaigian.           
Nel giovane gruppo azzurro, età media inferiore ai 23 anni, ben dieci sono le debuttanti a un Mondiale: Ofelia Malinov, Carlotta Cambi, Paola Egonu, Elena Pietrini, Miriam Sylla, Sylvia Nwakalor, Sarah Fahr, Marina Lubian, Anna Danesi, Beatrice Parrocchiale.          
Serena Ortolani ha due partecipazioni al proprio attivo (2006 e 2010), Lucia Bosetti una (2010), così come Monica De Gennaro e Cristina Chirichella: uniche reduci dell’ultima rassegna iridata (2014), svoltasi in Italia.  
A distanza di ormai quattro anni Cristina Chirichella è diventata uno dei punti fermi della nazionale tricolore, tanto da ricoprire il ruolo di capitano. Queste le sue parole in vista del debutto contro la Bulgaria: “Finalmente inizia questo Mondiale, ci siamo preparate tutta l'estate e non vediamo l'ora di poter scendere in campo. Nel gruppo c'è una bella atmosfera, avverto quel giusto Brio e quella elettricità che secondo me fanno bene alla vigilia di ogni competizione.  
Il periodo di avvicinamento è stato lunghissimo e per questo nel corso dei abbiamo imparato a conoscerci ancora meglio sia tra noi ragazze che con lo staff, riuscendo a venirci incontro e a lavorare non soltanto a livello di squadra ma anche proprio su noi stessi. Arriviamo al Mondiale con un bel bagaglio emotivo e con tante partite sulle gambe. Nel corso dell’estate abbiamo avuto degli alti e bassi, però nell’ultimo periodo ci sono stati ottimi segnali di crescita.
Rispetto all’edizione del 2014 sarà un torneo molto diverso per me, quella era la prima grande competizione che giocavo da titolare con la maglia azzurra, mentre adesso ho acquisito più esperienza e più sicurezza nei miei mezzi. Nel mondiale italiano ero forse un po’ condizionata dall’emozione, sentimenti che provo anche oggi, ma il ruolo di capitano mi dà anche più responsabilità.”
“Il fatto di voler emergere è un po' il nostro punto di forza - prosegue la centrale campana - alcune volte ci dimentichiamo anche delle responsabilità che abbiamo credo sia un bene, perché riusciamo a giocare con più serenità e tranquillità. La squadra è giovane, però possiamo contare su giocatrici che hanno tanta esperienza come Monica (De Gennaro), Lucia (Bosetti) e Serena (Ortolani). Alla fine ne viene fuori un gruppo che ha fatto un bel percorso e vuole continuare su questa strada.”
Buone le sensazioni anche della regista azzurra Ofelia Malinov, pronta a debuttare in una rassegna iridata: “Non vediamo l'ora di scendere in campo, è tanto che aspettiamo il Mondiale. Il periodo di preparazione è stato molto lungo e adesso c’è voglia di mettere a frutto tutto il lavoro svolto.
Già lo scorso anno il nostro gruppo era unito, ma sono convinta che il tempo passato assieme lo abbia cementato ancora di più, questi cinque mesi assieme sono stati come un anno di club.
Ci sono stati degli alti e bassi, ma penso che ci abbiamo rinforzato e ora siamo veramente cariche e pronte a mostrare il nostro meglio. L’aspetto che più mi piace di questo gruppo è il darsi forza l'una con l'altra: c’è tanta energia positiva, tutte crediamo tanto in quello stiamo facendo, per questo penso che possiamo fare grandi cose”. 
Ofelia continua parlando del girone dell’Italia: “Penso che tutte le partite saranno toste, nessuna squadra è da sottovalutare, anche se sulla carta le sfide con Turchia e Cina si presentano come quelle più difficili. Dovremo tenere sempre alta la concentrazione e spingere sempre di più partita dopo partita. Già sono emozionata per il debutto nel mondiale e in più anche per giocare la mia prima partita contro la Bulgaria (il paese dei suoi genitori ndr), sarà un’esperienza da ricordare”.
“A livello personale è la mia prima vera grande competizione che disputo - conclude Malinov - sinora ho preso parte a diversi Grand Prix e poi all’Europeo 2015, ma non da titolare. Il Mondiale rappresenterà una grande opportunità e la voglio sfruttare al massimo”.          
Nella prima giornata a Sapporo la nazionale italiana ha sostenuto una seduta pesi, mentre domani è in programma il primo allenamento nel palazzetto di gioco: l’Hokkaido Prefectural Sports Center, impianto che può ospitare sino a 7000 spettatori. 


Le 14 azzurre per il Mondiale
Palleggiatrici: Ofelia Malinov, Carlotta Cambi.         
Opposti: Paola Egonu, Serena Ortolani.          
Schiacciatrici: Lucia Bosetti, Elena Pietrini, Miriam Sylla e Sylvia Nwakalor.       
Centrali: Cristina Chirichella, Sarah Fahr, Marina Lubian e Anna Danesi.
Liberi: Monica De Gennaro, Beatrice Parrocchiale.

10 le atlete esordienti ai Campionati del Mondo: Ofelia Malinov, Carlotta Cambi, Paola Egonu, Elena Pietrini, Miriam Sylla, Sylvia Nwakalor, Sarah Fahr, Marina Lubian, Anna Danesi, Beatrice Parrocchiale.           
2 le atlete reduci dai Campionati del Mondo 2014: Cristina Chirichella e Monica De Gennaro.
22,64 l’età media delle 14 azzurre presenti al Campionato del Mondo    
Serena Ortolani è l’atleta del gruppo con più presenze in nazionale: 308.         
Sylvia Nwakalor è l’atleta con meno presenze: 18.  
Serena Ortolani è l’atleta del gruppo con più partecipazioni ai Campionati del Mondo: 2 (2006 Giappone e 2010 Giappone).     
Serena Ortolani è l’atleta più grande del gruppo: nata a Ravenna, il 7 gennaio 1987.           
Sara Fahr è l’atleta più giovane: Nata a Kulmbach (Germania), il 12 settembre 2001. 

Lo staff della Nazionale femminile
Allenatore: Davide Mazzanti
Vice allenatore: Giulio Bregoli
Assistenti allenatori: Simone Bendandi e Luca Pieragnoli
Medico: Alessandra Favoriti
Preparatore atletico: Alessandro Mattiroli
Fisioterapisti: Andrea Marconi, Luca Nocentini
Scout-Man: Massimiliano Taglioli e Lorenzo Librio
Team-Manger: Marcello Capucchio
 
La Formula della rassegna iridata
Il Campionato del Mondo femminile 2018 si disputerà in Giappone dal 29 settembre al 20 ottobre.            
Prima Fase -  Le 24 squadre partecipanti sono state divise in quattro Pool da sei squadre ciascuna, che si disputeranno a Yokohama (Pool A), Sapporo (Pool B), Kobe (Pool C) e Hamamatsu (Pool D). Le migliori quattro di ciascun girone si qualificheranno per la fase successiva.      
Seconda Fase - Nella seconda fase le 16 squadre qualificate (le migliori 4 di ogni pool) saranno divise in due raggruppamenti: il Girone E che avrà luogo a Nagoya (con le migliori 4 dei gironi A e D) e quello F ad Osaka (con le migliori 4 dei giorni B e C). Qui, le 16 nazionali affronteranno, con la formula del Round Robin, tutte le formazioni non ancora affrontate nella fase precedente, per un totale di quattro match per squadra. Come nel Mondiale maschile nella seconda fase ciascuna nazionale si porterà dietro le vittorie e i punti conquistati nella prima fase. Al termine delle gare verrà stilata la classifica e le prime tre di ogni Pool avanzeranno alla terza fase.            
Terza Fase - Le sei squadre che accederanno alla terza fase (Pool G e H) scenderanno in campo a Nagoya (Nippon Gaishi Hall), e verranno suddivise in due differenti Pool. Le prime due di ogni raggruppamento accederanno alle semifinali per le medaglie.  
Quarta fase - Le quattro squadre rimaste gara si affronteranno a Yokohama nelle classiche semifinali incrociate (19 ottobre) e nelle finali per la medaglia di bronzo e per il titolo Mondiale (20 ottobre).           

Il Calendario del Mondiale
Prima fase (29 settembre - 4 ottobre)
Pool A (Yokohama): Giappone, Olanda, Argentina, Camerun, Messico, Germania.
Pool B (Sapporo): Cina, Italia, Turchia, Bulgaria, Canada, Cuba.
Pool C (Kobe): Russia, Trinidad & Tobago, Azerbaijan, USA, Corea del Sud, Thailandia.
Pool D (Hamamatsu): Porto Rico, Brasile, Rep. Dominicana, Serbia, Kazakistan, Kenya.
Seconda Fase a 16 squadre (Nagoya e Osaka, 7-11 ottobre)
Terza Fase a 6 squadre (Nagoya, 14-16 ottobre)
Semifinali e Finali (Yokohama, 19-20 ottobre)
Le gare della prima fase (orari di gioco italiani)
Pool A, Yokohama
Giappone, Olanda, Argentina, Camerun, Messico, Germania.
29 settembre: ore 6.10 Messico-Camerun; ore 8.40 Germania-Olanda; ore 12.20 Giappone-Argentina.
30 settembre: ore 6.40 Camerun-Germania; ore 9.10 Argentina-Messico; ore 12.20 Giappone-Olanda.
1 ottobre: ore 6.40 Germania-Argentina; ore 9.10 Olanda-Camerun; ore 12.20 Messico-Giappone.
3 ottobre: ore 6.40 Argentina-Olanda; ore 9.10 Messico-Germania; ore 12.20 Giappone-Camerun.
4 ottobre: ore 6.40 Olanda-Messico; ore 9.10 Camerun-Argentina; ore 12.20 Germania-Giappone.
Pool B, Sapporo
Cina, Italia, Turchia, Bulgaria, Canada, Cuba.
29 settembre: ore 6.40 Bulgaria-Italia; ore 9.10 Turchia-Canada; ore 12.20 Cina-Cuba.
30 settembre: ore 6.40 Canada-Italia; ore 9.10 Cuba-Bulgaria; ore 12.20 Turchia-Cina.
2 ottobre: ore 6.40 Italia-Cuba; ore 9.10 Bulgaria-Turchia; ore 12.20 Cina-Canada.
3 ottobre: ore 6.40 Turchia-Italia; ore 9.10 Canada-Cuba; ore 12.20 Cina-Bulgaria.
4 ottobre: ore 6.40 Bulgaria-Canada; ore 9.10 Cuba-Turchia, ore 12.20 Italia-Cina.
Pool C, Kobe
Russia, Trinidad & Tobago, Azerbaijan, USA, Corea del Sud, Thailandia
29 settembre: ore 6:40 Russia-Trinidad & Tobago; ore 9:10 Azerbaijan-USA;  ore 12:20 Corea del Sud-Thailandia.
30 settembre:  ore 6:40 USA-Trinidad &Tobago;  ore 9:10 Azerbaijan-Corea del Sud; ore 12:20 Thailandia-Russia.
2 ottobre: ore 6:40 Russia-Azerbaijan; ore 9:10 Trinidad & Tobago-Thailandia; ore 12:20 USA-Corea del Sud.
3 ottobre: ore 6:40 Azerbaijan-Trinidad & Tobago; ore 9:10 Corea del Sud-Russia; ore 12:20 USA-Thailandia.
4 ottobre: ore 6:40 Trinidad & Tobago-Corea del Sud; ore 9:10 Thailandia-Azerbaijan; ore 12:10 Russia-USA.
 
Pool D, Hamamatsu
Porto Rico, Brasile, Rep. Dominicana, Serbia, Kazakistan, Kenya
29 settembre: ore 6:40 Porto Rico-Brasile; ore 9:10 Rep. Dominicana-Serbia; ore 12:20 Kazakistan-Kenya.
30 ottobre, ore 6:40 Brasile-Rep. Dominicana; ore 9:10 Kazakistan-Porto Rico; ore 12:20 Kenya-Serbia.
1 ottobre, ore 6:40 Rep. Dominicana-Kazakistan; ore 9:10 Porto Rico-Kenya; ore 12:20 Serbia-Brasile.
3 ottobre: ore 6:40 Porto Rico-Rep. Dominicana; ore 9:10 Kazakistan-Serbia; ore 12:20 Kenya-Brasile.
4 ottobre: ore 6:40 Serbia-Porto Rico; ore 9:10 Rep. Dominicana-Kenya; ore 12:20 Brasile-Kazakistan.

Il Mondiale 2018 in televisione   

RaiDue trasmetterà in diretta le gare della nazionale italiana femminile, impegnata in Giappone nel Campionato del Mondo 2018.    
La prima partita sarà quella tra Italia e Bulgaria, in programma sabato 29 settembre alle ore 6.40 di mattina. Sempre al solito orario le ragazze di Davide Mazzanti scenderanno in campo contro: Canada (30 settembre), Cuba (2 ottobre) e Turchia (3 ottobre).       
L’unica eccezione è il match tra Italia e Cina che sarà trasmesso in diretta da RaiSport+HD, giovedì 4 ottobre alle ore 12.20.       
Oltre agli incontri delle azzurre RaiSport dedicherà ampio spazio alla rassegna iridata femminile, trasmettendo alcune delle sfide più interessanti della prima fase. Di seguito il programma delle dirette e delle differite.
 
Il palinsesto delle azzurre nella prima fase (orari di gioco italiani)
 29 settembre: Bulgaria-Italia diretta ore 6.40 su RaiDue
30 settembre: Canada-Italia diretta ore 6.40 su RaiDue   
2 ottobre: Italia-Cuba diretta ore 6.40 su RaiDue
3 ottobre: Turchia-Italia diretta ore 6.40 su RaiDue
4 ottobre: Italia-Cina diretta ore 12.20 su RaiSport+HD
 
Le altre gare trasmesse da RaiSport
 29 settembre: (Pool A) Germania-Olanda diretta ore 8.40 su RaiSport+HD
30 settembre: (Pool B) Cina-Cuba differita ore 00.15 su RaiSport+HD; (Pool B) Cuba-Bulgaria differita ore 23 su RaiSport+HD
1 ottobre: (Pool B) Turchia-Cina differita ore 01.10 su RaiSport+HD; (Pool D) Serbia-Brasile diretta ore 12.20 su RaiSport+HD
2 ottobre: (Pool B) Bulgaria-Turchia diretta ore 9.10 su RaiSport+HD;(Pool B) Cina-Canada diretta ore 12.20 su RaiSport+HD
3 ottobre: (Pool B) Canada-Cuba diretta ore 9.10 su RaiSport+HD;(Pool B) Cina-Bulgaria diretta ore 12.20 su RaiSport+HD
4 ottobre: (Pool B) Cuba-Turchia diretta ore 9.10 su RaiSport+HD;(Pool C) Stati Uniti-Russia differita ore 18.50 su RaiSport+HD         
 
Il tecnico azzurro Davide Mazzanti
Nato a Fano il 15 ottobre 1976, Davide Mazzanti ha mosso i primi passi nel mondo della pallavolo allenando le squadre giovanili della Volleyball Mondolfo (1997-2011) e Libertas Marotta (2001-2002). Nella stagione 2002-2003 ha svolto il ruolo di secondo allenatore in A2 sulla panchina della Gs Volley Corridonia, mentre l’anno successivo ha preso la guida della Galassia Volley Falconara in B1 (2003-2005). Al 2005 risale il primo contatto con la nazionale azzurra seniores, un rapporto in qualità di componente dello staff tecnico che si è protratto sino al 2012, partecipando sia ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 che a quelli di Londra 2012. A livello di club nella stagione 2005-2006 ha esordito da secondo in A1 con la Alfieri Volley Santeramo per poi sedersi sulla prestigiosa panchina della Teodora Ravenna (2006-2007).
Nel biennio (2007-2009) ha ricoperto il ruolo di secondo a Bergamo. Conclusa l’esperienza bergamasca è stato nominato primo allenatore del gruppo juniores del Club Italia (2009-2010).
L’anno successivo ha fatto ritorno a Bergamo, esordendo da primo allenatore in A1 e nelle due stagioni (2010-2012) alla guida della formazione lombarda ha ottenuto la vittoria dello Scudetto 2011 e della Supercoppa 2011.   
Dopo una breve parentesi sulla panchina della River Volley Piacenza, nel 2013 è stato nominato responsabile del Club Italia e allo stesso tempo ha guidato la nazionale juniores azzurra (2012-2014).           
Successivamente si è seduto sulla panchina di Casalmaggiore, e il suo arrivo ha coinciso con la vittoria del Campionato Italiano 2015.    
Stesso risultato Mazzanti lo ha raggiunto il campionato successivo con l’Imoco Volley Conegliano, sua squadra attuale, che si è aggiudicata il tricolore 2016, la Supercoppa 2016 e la Coppa Italia 2017.
All’esordio sulla panchina italiana Mazzanti ha condotto le azzurre alla qualificazione ai Campionati Mondiali 2018. Nel World Grand Prix ottiene un fantastico secondo posto, eguagliando il miglior risultato dell’Italia nella storica manifestazione. 
Ai Campionati Europei, disputati in Georgia e Azerbaijan, ha ottenuto con l’Italia il quinto posto.
Nella prima edizione della nuova Volleyball Nations League del 2018 si è classificato ottavo con la Nazionale Italiana.
Fuori dal campo Davide è sposato con l’azzurra Serena Ortolani, dalla quale ha avuto la sua primogenita Gaia.   
Davide Mazzanti sulla panchina azzurra    
Esordio: 26 maggio 2017 (Apeldoorn), Olanda-Italia 3-1 (Amichevole).
Gare totali: 64
Vittorie: 44
Sconfitte: 20
Percentuali vittorie: 69%
Palmarès con le azzurre
2017: Argento World Grand Prix


 
Le 14 azzurre in campo al Mondiale (presenze aggiornate al 27 settembre 2018)
N.1 Serena Ortolani: Nata a Ravenna, il 7 gennaio 1987. Altezza 187 cm. Opposto. Gioca nella Saugella Team Monza. 308 presenze in Nazionale.         
In azzurro: Oro World Cup 2007, Oro Europei 2007, Argento Europeo 2005, Argento World Grand Prix 2005, Bronzo World Grand Prix 2007, Bronzo World Grand Prix 2008, Oro Universiadi 2009, Oro Europei 2009, Oro Grand Champions Cup 2009, Bronzo World Grand Prix 2010.
Partecipazione ai Giochi Olimpici: Pechino 2008.      
Partecipazioni ai Campionati del Mondo: Giappone 2006, Giappone 2010.      
Esordio il 17 settembre 2004 a Baku, Italia-Ucraina 3-1.         

N.3 Carlotta Cambi: Nata a San Miniato, il 28 maggio 1996. Altezza 177 cm. Alzatrice. Gioca nella Zanetti Bergamo. 43 presenze in Nazionale.    
Esordio il 9 giugno 2016 a Rio de Janeiro, Brasile-Italia 3-1.
N.5 Ofelia Malinov: Nata a Bergamo, il 29 febbraio 1996. Altezza 185 cm. Alzatrice. Gioca nella Savino Del Bene Scandicci. 118 presenze in Nazionale.        
In azzurro: Argento World Grand Prix 2017.      
Esordio il 16 luglio 2014 a Costa Volpino Italia-Giappone 3-0.
N.6 Monica De Gennaro: Nata a Piano di Sorrento, l’8 gennaio 1987. Altezza 174 cm. Libero. Gioca nell’Imoco Volley Conegliano. 228 presenze in Nazionale.
In azzurro: Oro World Cup 2011, Oro Giochi del Mediterraneo 2013, Argento World Grand Prix 2017.            
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Londra 2012, Rio de Janeiro 2016.        
Partecipazioni ai Campionati del Mondo: Italia 2014.                      
Esordio il 3 gennaio 2006 a Roma Italia-Siram Roma 3-1.
N.7 Sylvia Nwakalor: Nata a Lecco, il 12 agosto 1999. Altezza 177 cm. Schiacciatrice. Gioca nel Club Italia Crai. 18 presenze in Nazionale.     
Esordio il 7 agosto 2018 a Hoogeveen Italia-Russia 3-1         

N.10 Cristina Chirichella (C): Nata a Napoli, il 10 febbraio 1994. Altezza 194 cm. Centrale. Gioca nell’Igor Gorgonzola Novara. 163 presenze in Nazionale.    
In azzurro: Argento World Grand Prix 2017.      
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Rio de Janeiro 2016.        
Partecipazioni ai Campionati del Mondo: Italia 2014.                       
Esordio il 29 maggio 2013 a Montreux, Italia-Giappone 2-3.
N.11 Anna Danesi: Nata a Brescia, il 20 aprile 1996. Altezza 198 cm. Centrale. Gioca nell’Imoco Volley Conegliano. 85 presenze in Nazionale.
In azzurro: Argento World Grand Prix 2017.      
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Rio de Janeiro 2016.          
Esordio ad Ankara, 5 gennaio 2016, Italia-Russia 1-3.
N.13 Sara Fahr: Nata a Kulmbach (Germania), il 12 settembre 2001. Altezza 194 cm. Centrale. Gioca nel Club Italia Crai. 30 presenze in Nazionale.       
Esordio il 7 maggio 2018 a Busto Arsizio, Italia-Giappone 1-3.

 
N.14 Elena Pietrini: Nata a Imola, il 17 marzo 2000. Altezza 190 cm. Schiacciatrice. Gioca nel Club Italia Crai. 26 presenze in Nazionale.   
Esordio il 7 maggio 2018 a Busto Arsizio, Italia-Giappone 1-3.
N.15 Marina Lubian: Nata a Moncalieri, l’11 aprile 2000. Altezza 195 cm. Centrale. Gioca nel Club Italia Crai. 34 presenze in Nazionale.   
Esordio il 7 maggio 2018 a Busto Arsizio, Italia-Giappone 1-3.
N.16 Lucia Bosetti: Nata a Tradate, il 9 luglio 1989. Altezza 178 cm. Schiacciatrice. Gioca nella Savino Del Bene Scandicci. 257 presenze in Nazionale.        
In azzurro: Oro World Cup 2011, Oro Grand Champions Cup 2009, Oro Europei 2009, Oro Universiadi 2009, Bronzo World Grand Prix 2008 e 2010, Oro Giochi del Mediterraneo 2013, Argento World Grand Prix 2017.       
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Londra 2012.          
Partecipazioni ai Campionati del Mondo: Giappone 2010. 
Esordio il 27 agosto 2011 ad Anagni (FR) Italia-Bulgaria 3-2.
N.17 Myriam Sylla: Nata a Palermo l’8 gennaio 1995. Altezza 184 cm. Schiacciatrice. Gioca nell’ Imoco Volley Conegliano. 91 presenze in Nazionale.
In azzurro: Argento World Grand Prix 2017.      
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Rio de Janeiro 2016.        
Esordio a Ravenna il 23 maggio 2015, Italia-Cina 3-0.
N.18 Paola Egonu: Nata a Cittadella, il 18 dicembre 1998. Altezza 193 cm. Opposto. Gioca nell’Igor Gorgonzola Novara. 103 presenze in Nazionale.       
In azzurro: Argento World Grand Prix 2017.      
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Rio de Janeiro 2016.
Esordio il 16 maggio 2014 a San Bonifacio (Verona), Italia-Rep. Ceca 0-3.          

N.20 Beatrice Parrocchiale: Nata a Milano, il 26 dicembre 1995. Altezza 168 cm. Libero. Gioca nel Bisonte Firenze. 81 presenze in Nazionale.       
In azzurro: Argento World Grand Prix 2017.      
Esordio il 23 maggio 2015 a Ravenna Italia-Cina 3-0.

Le partecipazioni delle azzurre ai Campionati del Mondo
2 partecipazioni: Serena Ortolani (2006 Giappone, 2010 Giappone).      
1 partecipazione: Lucia Bosetti (2010 Giappone), Monica De Gennaro (2014 Italia), Cristina Chirichella (2014 Italia).  
Esordienti al Mondiale: Ofelia Malinov, Carlotta Cambi, Paola Egonu, Elena Pietrini, Miriam Sylla, Sylvia Nwakalor, Sarah Fahr, Marina Lubian, Anna Danesi, Beatrice Parrocchiale.

 I precedenti dell’Italia contro le squadre del Mondiale
Giappone: 80 totali 44 vittorie 36 sconfitte
Olanda: 114 totali, 56 vittorie, 58 sconfitte
Argentina: 16 totali, 16 vittorie, 0 sconfitte
Camerun: nessun precedente
Messico: 5 totali, 1 vittoria, 4 sconfitte
Cina: 75 totali, 28 vittorie, 47 sconfitte
Turchia: 55 totali, 42 vittorie, 13 sconfitte
Bulgaria: 39 totali, 19 vittorie, 20 sconfitte
Canada: 21 totali, 15 vittorie, 6 sconfitte
Cuba: 76 totali, 25 sconfitte, 51 sconfitte
Russia: 72 totali, 21 vittorie, 51 sconfitte
Trinidad & Tobago: nessun precedente
Azerbaijan: 20 totali, 15 vittorie, 5 sconfitte
Stati Uniti: 73 totali, 32 vittorie, 41 sconfitte
Corea del Sud: 29 totali, 14 vittorie, 15 sconfitte
Thailandia: 15 totali, 13 vittorie, 2 sconfitte
Porto Rico: 5 totali, 5 vittorie, 0 sconfitte
Brasile: 76 totali, 16 vittorie, 60 sconfitte
Rep. Dominicana: 31 totali, 26 vittorie, 5 sconfitte
Serbia: 23 totali, 16 vittorie, 7 sconfitte
Trinidad & Tobago: nessun precedente
Kazakistan: 4 totali, 4 vittorie, 0 sconfitte
Kenya: 4 totali, 4 vittorie, 0 sconfitte
L’albo d’oro del Mondiale
Nelle precedenti sedici edizioni l’Italia ha colto una vittoria nel 2002.
1952    Mosca 1.U.R.S.S., 2.Polonia, 3. Cecoslovacchia
1956    Parigi 1.U.R.S.S., 2. Romania, 3.Polonia  
1960    Rio de Janeiro 1.U.R.S.S., 2.Giappone, 3.Cecoslovacchia
1964    Mosca 1.Giappone, 2. U.R.S.S., 3. Polonia
1967    Tokyo 1. Giappone, 2. U.S.A., 3. Corea del Sud
1970    Varna 1.U.R.S.S., 2.Giappone, 3.Corea del Nord        
1974    Città del Messico 1.Giappone, 2. U.R.S.S., 3.Corea del Sud 
1978    Leningrado 1.Cuba, 2.Giappone, 3. U.R.S.S. (20. Italia)
1982    Lima 1.Cina, 2 Perù, 3 U.S.A. (15. Italia)
1986    Praga 1.Cina, 2.Cuba, 3.Perù (9. Italia)
1990    Pechino 1.U.R.S.S., 2. Cina, 3. U.S.A. (10. Italia)
1994    San Paolo 1.Cuba, 2.Brasile, 3.Russia (13. Italia)
1998    Osaka 1.Cuba, 2.Cina, 3.Russia (5. Italia)
2002    Berlino 1.Italia, 2.Stati Uniti, 3.Russia       
2006    Osaka            1. Russia, 2.Brasile, 3. Serbia Mont. (4. Italia)
2010    Tokyo 1.Russia, 2.Brasile, 3.Giappone (5. Italia)
2014    Milano. 1.Stati Uniti 2.Cina 3.Brasile (4.Italia)
Sigla.com - Internet Partner