Mondiale femminile: nella seconda fase l’Italia chiamata a riscattarsi

04/11/2010

Mondiale femminile: nella seconda fase l’Italia chiamata a riscattarsi
Nagoya. Le azzurre sono giunte oggi a Nagoya, dove nel 2007 hanno vinto la World Cup e nel pomeriggio hanno preso confidenza con l’impianto di gioco di Kasadera, dove giocheranno le gare della seconda fase.
Sulla strada delle ragazze di Barbolini, nell’ordine Germania (6/11 alle 10), Stati Uniti (7/11 alle 10), Thailandia (9/11 alle 8.15), Cuba (10/11 alle 10.30). Avversarie difficili, contro cui occorrerà cercare di ottenere il massimo dei punti possibili per continuare a coltivare il sogno di arrivare nelle semifinali che contano.
Dopo la doppia sconfitta con Repubblica Ceca e Brasile, l’Italia è chiamata al riscatto, le atlete tricolori lo sanno bene, come hanno sottolineato nelle dichiarazioni odierne.
“Perdere in questa maniera in una manifestazione così importante, da fastidio. – ha detto la capitana Lo Bianco – Anche in passato ci siamo trovate in situazioni come questa, per esempio ai Giochi di Pechino, dove in campo non siamo riuscite a reagire. Non bisogna fare dei drammi, dobbiamo affrontare le prossime gare con la massima concentrazione, qualsiasi sia il nome delle avversarie. Dobbiamo ritrovarci come squadra.”
Francesca Piccinini è delusa, ma convinta in un possibile riscatto: “Mi ero immaginata un inizio diverso per il mio quarto Mondiale. – ha sottolineato la schiacciatrice di Massa – Siamo partite con il piede sbagliato, ma abbiamo carattere e gioco per ribaltare la situazione. Dobbiamo giocare una gara alla volta, cercando di dare tutto in campo come abbiamo sempre fatto, puntando a vincere tutte le partite.”
“Ero contentissima dell’inizio del Mondiale – ha dichiarato la giovane Cristina Barcellini le cose stavano andando bene, poi sono arrivate queste due sconfitte. Ed è subentrata una certa tristezza. La prestazione con il Brasile sicuramente ha risentito della sconfitta che avevamo subito dalla Repubblica Ceca il giorno precedente. Forse abbiamo perduto un po’ di fiducia e la grande prestazione del Brasile, non ci ha permesso di esprimerci come avremmo voluto. Il Mondiale è ancora lungo e spero che riusciremo a rifarci.”
SECONDA FASE - Pool E (Tokyo) - 6 novembre: Perù-Russia, Polonia-Corea del Sud, Serbia-Turchia, Giappone-Cina. 7 novembre: Perù-Corea del Sud, Polonia-Russia, Serbia-Cina, Giappone-Turchia. 8 novembre: riposo. 9 novembre: Perù-Turchia, Polonia-Cina, Serbia-Russia, Giappone-Corea del Sud. 10 novembre: Perù-Cina, Polonia-Turchia, Serbia-Corea del Sud, Giappone-Russia.
Classifica: Russia e Giappone 6, Serbia e Corea del Sud 4, Turchia e Polonia 2, Cina e Perù 0.
Pool F (Nagoya) - 6 novembre: Brasile-Thailandia, Olanda-Cuba, Rep. Ceca-Stati Uniti, Italia-Germania (ore 10). 7 novembre: Brasile-Germania, Olanda-Thailandia, Rep. Ceca-Germania, Italia-Stati Uniti (ore 10),. 8 novembre: riposo. 9 novembre: Brasile-Germania, Olanda-Stati Uniti, Italia-Thailandia (ore 8.15)., Rep. Ceca-Cuba10 novembre: Brasile-Stati Uniti, Olanda-Germania, Rep. Ceca-Thailandia, Italia-Cuba (ore 10.30). Classifica: Stati Uniti e Brasile 6, Germania 4, Cuba, Olanda, Italia, Rep. Ceca 2, Thailandia 0.
Sigla.com - Internet Partner