Mondiale per Club maschile 2016: la Diatec Trentino vince il girone e va in Semifinale sabato alle 19 contro Zenit Kazan

21/10/2016

Mondiale per Club maschile 2016: la Diatec Trentino vince il girone e va in Semifinale sabato alle 19 contro Zenit Kazan
Alle 19.00 italiane di questa sera (le 15.00 in Brasile) la Diatec Trentino muove un altro passo avanti nella sua storia sfidando in Semifinale mondiale un’altra delle corazzate europee del volley, la russa Zenit Kazan. Il match è programmato al Ginàsio Poliesportivo Divino Braga di Betim: chi vince accede alla finale. Diretta tv su Fox Sports HD, in radio sulle frequenze di Radio Dolomiti.
Chiusa la prima fase con un importante successo in tre set sull’UPCN, la compagine gialloblù si trova di nuovo davanti al Kazan per andare alla ricerca di un grande risultato. Il remake della finale di Cracovia 2016, che assegnò la Champions League 2016 alla squadra di Alekno, anche in questo caso vede favoriti i russi, che rispetto alla precedente stagione si sono ulteriormente rinforzati.
Il Kazan è davvero una squadra fortissima e ricca di alternative – ha ammesso in sede di presentazione del match l’allenatore Angelo Lorenzetti -, ma siamo venuti in Brasile proprio per giocare partite come quella che ci attende. Siamo curiosi di misurarci con una delle formazioni più forti del mondo e non molleremo sino all’ultimo perché ci siamo meritati questa grande opportunità”.
Per la Trentino Diatec si tratterà della 668a gara ufficiale della sua storia e andrà alla ricerca del successo numero 465 che potrebbe consentirle di tornare a giocare una finale mondiale a quattro anni di distanza dall’ultima (Doha, 19 ottobre 2012).
 
La Diatec Trentino ha conquistato gli ultimi punti per arrivare prima nel girone battendo l’UPCN San Juan di Valerio Vermiglio. Con la certezza del passaggio del turno già sicura ancora prima di entrare in campo, complice il set concesso dal Bolivar al Minas, la squadra di Angelo Lorenzetti è scesa in campo con maggiore serenità, dimostrando però ugualmente di aver meritato la sesta semifinale iridata della sua storia. Lanza e compagni hanno infatti messo in fila la terza vittoria in altrettante gare disputate nella prima fase; dopo Minas e Bolivar, in questo caso ad arrendersi per 3-0 è stato l’UPCN San Juan, contenuto bene nel primo set quando si è giocato il tutto per tutto per provare ad aprirsi uno spiraglio qualificazione. Vinto allo sprint il parziale d’apertura grazie ad una sontuosa prova di Van de Voorde e Solé, poi è stato tutto più semplice per la Diatec Trentino che, con Stokr ancora una volta molto in palla e ben servito da Giannelli nel secondo periodo, ha nettamente preso il largo. A primo posto acquisito, nel terzo set c’è stato spazio poi anche per chi sin qui aveva visto il campo meno, con Nelli che ha dimostrato di poter offrire una bella alternativa in posto 1 e 2. Best scorer per la Diatec Trentino Urnaut e Stokr (gli unici in doppia cifra), ma i numeri più interessanti li ha fatti registrare la ricezione e la coppia titolare di posto 3 (Van de Voorde 75%, Solé 78% in attacco).

UPCN San Juan-Diatec Trentino 0-3 (24-26, 19-25, 23-25)
UPCN SAN JUAN: Lazo 9, Gustavo Boniatti 7, Uchikov 13, Filardi 3, Ramos 4, Vermiglio, Garrocq (L); Vildosola, Brajkovic 1, Guzman. N.e. Scholtis, Llovderas, Alvarez, Salvo. All. Fabian Armoa.
DIATEC TRENTINO: Van de Voorde 9, Giannelli 5, Lanza 6, Solé 7, Stokr 10, Urnaut 10, Colaci (L); Nelli 6, Mazzone D. 2, Burgsthaler 1, Mazzone T., Chiappa (L), Antonov 1. N.e. Blasi. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Zenovich (Russia) e Muranaka (Giappone).
DURATA SET: 26’, 22’, 27’; tot 1h e 15’.
NOTE: 300 spettatori. UPCN San Juan: 5 muri, 2 ace, 12 errori in battuta, 7 errori azione, 44% in attacco, 70% (41%) in ricezione. Diatec Trentino: 5 muri, 3 ace, 18 errori in battuta, 9 errori azione, 56% in attacco, 79% (36%) in ricezione.

QUI DIATEC TRENTINO Chiusa la prima fase con un importante successo in tre set sull’UPCN, la compagine gialloblù si trova di nuovo davanti al Kazan per andare alla ricerca di un grande risultato. Il remake della finale di Cracovia 2016, che assegnò la Champions League 2016 alla squadra di Alekno, anche in questo caso vede favoriti i russi, che rispetto alla precedente stagione si sono ulteriormente rinforzati.
“Il Kazan è davvero una squadra fortissima e ricca di alternative – ha ammesso in sede di presentazione del match l’allenatore Angelo Lorenzetti - , ma siamo venuti in Brasile proprio per giocare partite come quella che ci attende. Siamo curiosi di misurarci con una delle formazioni più forti del mondo e non molleremo sino all’ultimo perché ci siamo meritati questa grande opportunità”.
Per la Trentino Diatec si tratterà della 668^ gara ufficiale della sua storia e andrà alla ricerca del successo numero 465^ che potrebbe consentirle di tornare a giocare una finale mondiale a quattro anni di distanza dall’ultima (Doha, 19 ottobre 2012).
I NUMERI DELLA TRENTINO VOLLEY NELLE COMPETIZIONI INTERNAZIONALI
Quella di stasera sarà la sesta semifinale di un Mondiale per Club per la Società di via Trener, la dodicesima internazionale di sempre considerando anche le cinque di Champions League giocate fra 2009 e 2012 e nel 2016 e quella di CEV Cup giocata nel 2015. Trentino Volley arriva a questo storico appuntamento con un ruolino di marcia invidiabile, visto che in sette partecipazioni alla rassegna iridata ha sino ad ora ottenuto ventotto vittorie in trentun incontri disputati. Il bilancio complessivo internazionale è di 125 partite disputate: 105 affermazioni e 20 match persi.
GLI AVVERSARI Dopo aver conquistato la sua seconda Champions League consecutiva (la quarta di sempre) superando in finale proprio Trento, lo Zenit Kazan vuole provare a chiudere il cerchio conquistando l’unico trofeo che sin qui non ha mai messo in bacheca: il Mondiale per Club. In due delle ultime tre partecipazioni al torneo iridato, oltretutto, è stata proprio Trentino Volley a sbarrargli la strada in semifinale, mentre nella scorsa edizione il sogno si è infranto in finale contro il Sada Cruzeiro. L’ossatura della squadra allenata ancora da Alekno è pressoché identica a quella dell’anno scorso, con la sola aggiunta di un centrale di livello (Volvich) in una rosa già ricchissima di alternative. Proprio il neo arrivato ed il regista Butko disputarono da avversari, con la maglia del Lokomotiv Novosibirsk, l’ultima semifinale giocata da Trentino Volley (successo russo per 3-1) a Betim tre anni fa. Le stelle di prima grandezza restano quindi l’opposto Mikhaylov, il martello statunitense Anderson e soprattutto il fenomeno cubano Leon, già mvp delle ultime due edizioni di Champions League. Da sei stagioni è sempre presente in Final Four.
Il cammino nel Mondiale per Club 2016 - Pool A: Zenit Kazan-Tala’Ea El-Geish 3-0 (25-14, 25-19, 25-15), Zenit Kazan-Sada Cruzeiro 1-3 (20-25, 25-20, 24-26, 20-25), Zenit Kazan-Taichung Bank 3-0 (25-22, 25-16, 25-17) Secondo posto finale in classifica: sei punti, due vittorie, una sconfitta, sette set vinti, tre persi.
La rosa dello Zenit Kazan (Russia): 1. Matthew Anderson (s), 4. Ivan Demakov (c), 6. Evgeny Sivozhelez (s), 7. Teodor Salparov (l), 9. Wilfredo Leon Venero (s), 10. Artem Volvich (c), 11. Andrey Ashchev (c), 12. Alexander Butko (p), 13. Igor Kobzar (p), 14. Alexander Gutsalyuk (c), 15. Denis Zemchenok (o), 16. Alexei Verbov (l), 17. Maxim Mikhailov (o), 19. Vladimir Melnik (s). All. Vladimir Alekno.
PRECEDENTI Per la quarta volta su sei edizioni, Trentino Volley si troverà ad affrontare in semifinale una compagine russa. I tre precedenti sono riferiti alle sfide andate in scena nel 2011 e 2012 con lo Zenit Kazan, sempre uscito sconfitto prima per 3-1 e poi per 3-0, e a quella disputata nel 2013 col Novosibirsk proprio a Betim (sconfitta per 1-3). La sfida col
Kazan è quindi diventata un classico in campo internazionale: in totale gli incontri disputati fra le due squadre sono infatti sei con bilancio favorevole a Trentino Volley per 4-2. La prima vittoria risale al Mondiale per Club 2009: il 4 novembre 2009, nella prima fase del torneo, la formazione gialloblù si impose per 3-2 al termine di una partita molto spettacolare e divertente nonostante l’utilizzo della “Golden Formula”; la seconda avvenne nella finale della 2011 CEV Champions League giocata a Bolzano il 27 marzo 2011. Le uniche due affermazioni russe sono relative a gare del massimo trofeo continentale: il 17 marzo 2012 (semifinale a Lodz), quando la squadra di Alekno si impose per 1-3 e quella recentissima del 17 aprile 2016 in finale a Cracovia (vittoria per 2-3 in rimonta). Contro squadre russe, Trento vanta un totale di diciotto precedenti, tenendo conto anche delle otto gare giocate contro la Dinamo Mosca e delle quattro affrontate contro il Belgorod: il bilancio è di undici vittorie e sette sconfitte.
GLI ARBITRI Come accaduto per le prime tre partite, la FIVB renderà nota la composizione della coppia che arbitrerà il match solo un paio d’ore prima dell’inizio. La rosa dei fischietti può contare su Fabrizio Pasquali (Italia), Shin Muranaka (Giappone), Luis Gerardo Macias (Messico), Josmer Perez Broche (Portorico), Nasr Shaaban (Egitto), Mohammad Shahmiri (Iran), Rogerio Epicalsky (Brasile), Andrey Zenovich (Russia).
TV, RADIO ED INTERNET La semifinale verrà trasmessa in diretta tv integrale da Fox Sports HD, visibile sulla piattaforma satellitare di Sky nel pacchetto Sky Sport con opzione HD al canale numero 204. Il commento sarà affidato a Stefano Locatelli ed Andrea Zorzi.
Prevista anche la diretta radiofonica su Radio Dolomiti, radio partner della Trentino Volley, a partire dalle 18.55. Tutte le frequenze per ascoltare il network regionale sono disponibili sull’home page del sito della Società, www.trentinovolley.it, mentre su www.radiodolomiti.com sarà inoltre possibile ascoltare la radiocronaca in streaming accedendo alla sezione “On Air”.
Su internet, infine, gli aggiornamenti punto a punto saranno curati dalla sezione speciale del sito della Fivb dedicata al torneo (http://clubworldchampionships.2016.men.fivb.com/en) e dallo stesso www.trentinovolley.it e saranno sempre attivi sui Social Network gialloblù (www.trentinovolley.it/facebook e www.trentinovolley.it/twitter).

 Sabato 22 ottobre 2016 - Semifinali
ore 19.00: Diatec Trentino – Zenit Kazan (RUS)  Diretta Fox Sports HD (canale 204 del decoder Sky) – commento di Stefano Locatelli e Andrea Zorzi
ore 22.00: Sada Cruzeiro (BRA) – Bolivar (ARG)
Domenica 23 ottobre 2016
ore 18:00: Finale 3° posto
ore 20.15: Finale per il titolo Mondiale 2016
(diretta del match di Finale giocato da Diatec Trentino)
Sigla.com - Internet Partner