Mondiali Juniores femminili: riscatto azzurro, 3-0 a Cuba

23/07/2011

Mondiali Juniores femminili: riscatto azzurro, 3-0 a Cuba
ITALIA-CUBA 3-0 (25-16, 25-12, 26-24)
ITALIA: Bertone 9, Diouf 12, Scarabelli 9, Pisani 8, Camera 2, Bosetti 13, Zardo (L). N.e. Alberti, Vietti, Baggi, Bianchini, Lotti. All. Mencarelli.
CUBA: Rodriguez 5, Gracia 5, Santas 3, Robles 8, Cardona 8, Matienzo 13, Sanchez (L), Diaz. N.e. Wilson, Mendaro, Vilchez, Valdes. All. Robinson Pupo.
Arbitri: Pena Bravo (PER), Roussakis (GRE).
Durata set: 21’, 20’, 28’. Italia: bs 6 a 5 mv 7 et 10. Cuba: bs 4 a 4 mv 8 et 23.
Lima. Pronto riscatto delle azzurrine che oggi, nella seconda gara dei Campionati del Mondo in corso di svolgimento in Perù, hanno battuto con un netto 3-0 (25-16, 25-12, 26-24) Cuba rifacendosi così della sconfitta di ieri contro il Brasile. Ora sarà decisiva la gara di domani contro la Serbia alle ore 16.30 italiane per garantirsi un posto tra le prime due della pool. Mencarelli ha proposto la consueta formazione con Camera in palleggio, Diouf sulla sua diagonale, Scarabelli e Bosetti schiacciatrici, Pisani e Bertone centrali e Zardo libero. Oggi l’Italia ha disputato una gara molto buona, giocando con attenzione e non concedendo quasi mai nulla alle avversarie. Camera è stata brava a far ruotare gli attacchi permettendo a tutte le sue compagne di rendere al meglio. La gara ha avuto un andamento costante con l’Italia sempre avanti con unico passaggio a vuoto nel terzo set quando, a metà e nel finale del parziale, Cuba si è rifatta sotto favorita soprattutto da alcune disattenzioni delle azzurrine che però sono state brave nel momento decisivo a non scomporsi e a riproporsi con convinzione riuscendo a spuntarla 26-24.
MENCARELLI – “Sono soddisfatto della reazione delle ragazze, loro sono una squadra che, se giochi con attenzione tattica come abbiamo fatto noi oggi, vanno in difficoltà. Oggi ci sono stati due momenti nel terzo set in cui non abbiamo fatto le cose con molta precisione e infatti si sono rifatte sotto, ma nel finale tutto è andato per il meglio. Ora pensiamo alla gara di domani con la Serbia”.
SCARABELLI - “Sono molto contenta di come abbiamo giocato. Ci siamo rialzate subito e questo è ciò che conta in una competizione come questa. Siamo state brave a variare i colpi, alternando palle alte con altre spinte”.
Sigla.com - Internet Partner