Nel recupero di A1 maschile Trento batte 3 a 1 Modena e va a -1 dalla capolista Macerata

28/11/2012

un attacco dell’mvp Matey Kaziyskiun attacco dell’mvp Matey Kaziyski
un attacco dell’mvp Matey Kaziyski
Risultato recupero 3a giornata di andata Serie A1 maschile
ITAS DIATEC TRENTINO - CASA MODENA 3-1 (24-26, 25-9, 25-14, 25-18)
ITAS DIATEC TRENTINO: Kaziyski 17, Sintini, Birarelli 11, Juantorena 17, Vieira De Oliveira 3, Uchikov 1, Lanza 3, Djuric 6, Colaci (L), Stokr 17, Chrtiansky Jr, Bari (L), Burgsthaler 2. All. Stoytchev.
CASA MODENA: Manià (L), Sala 5, Deroo 14, Quesque 3, Celitans 14, Casadei 1, Vesely 3, Molteni 8, Baranowicz 3, Piscopo 1. Non entrati Catellani, Bevilacqua, Pinelli. All. Lorenzetti.
ARBITRI: Saltalippi, Goitre. NOTE - Spettatori 3000, incasso 30000, durata set: 32', 19', 24', 24'; tot: 99'.

Il recupero della terza giornata di Serie A1 premia ancora una volta l’Itas Diatec Trentino. Anche questa sera i Campioni del Mondo si sono fatti trovare in orario con l’appuntamento per la vittoria, guadagnando tre ulteriori punti per la propria classifica che ora li vede ad una sola distanza dalla capolista Macerata. Il 3-1 imposto al PalaTrento a Casa Modena nella gara originariamente prevista per il 21 ottobre scorso, ma poi posticipata per permettere alla squadra di Stoytchev di prendere parte (e vincere) al Mondiale per Club 2012, ha quindi confermato la superiorità dei padroni di casa e le difficoltà, attuali e passate, degli emiliani nella struttura di via Fersina dove non vincono da più di cinque anni e mezzo. Non è quindi bastato alla formazione di Lorenzetti presentarsi con alle spalle la bella prova di domenica con Cuneo e vincere ai vantaggi il primo set per riuscire a minare le sicurezze del gioco trentino; in seguito Juantorena e compagni hanno tenuto saldamente in mano le redini del gioco dimostrando una netta superiorità non solo in attacco ma anche a muro e al servizio. Mvp del match un Matey Kaziyski forse non sempre continuo ma decisivo nella reazione d’orgoglio proposta dai trentini in avvio di secondo set.

La cronaca del match. Per il 41° derby dell’A22 i due allenatori scelgono le formazioni tipo, con Stoytchev che ripropone Kaziyski fra i titolari dopo la domenica di riposo concessagli a Castellana Grotte e Lorenzetti che lo imita rioffrendo un posto in starting six a Sala in diagonale a Vesely (in panchina va Piscopo). L’inizio di Modena è più spregiudicato; con battuta (ace di Sala) e attacco (Celitans), i canarini si portano subito avanti sul 6-8. Sul 10-12 si scatena Stokr che, in collaborazione con Juantorena (muro su Celitans), produce un break di 3-0 e costringe al time out Lorenzetti (13-12). Un contro break di 1-4 a firma Casa Modena riporta avanti gli ospiti (14-16); i Campioni del Mondo fiutano il pericolo e alzano il livello del proprio gioco. Kaziyski (tre punti quasi consecutivi a rete) e Raphael (ace) spingono i padroni di casa prima al pareggio (22-22) e poi al vantaggio (24-22). Nel momento più importante la squadra di Stoytchev però si smarrisce e subisce uno 0-4 nel segno di Celitans (7 punti solo nel primo set) che vale il 24-26.
L’Itas Diatec Trentino reagisce rabbiosamente in avvio di secondo parziale: Kaziyski al servizio (3 ace consecutivi), Juantorena in attacco e Birarelli a muro (due consecutivi) fissano il punteggio già sull’11-4 dopo pochi minuti. Lorenzetti toglie un falloso Celitans per far posto a Casadei ma la musica non cambia con il capitano trentino sempre protagonista, stavolta anche a rete (13-5). Stokr va a segno anche in battuta e il parziale sul 16-6 è di fatto già chiuso, anche perché poi ancora Kaziyski e il neontrato Lanza contribuiscono ulteriormente a chiudere i conti sul 25-9.
Nel terzo parziale la musica non cambia: Trento scappa via subito (4-1 e 8-4) approfittando delle difficoltà in cambiopalla di Modena e dell’incisività dell’intera batteria di attaccanti, ben orchestrata da Raphael. Lorenzetti ha già inserito Molteni al posto di Quesque e Piscopo per un Vesely molto falloso ma le sue mosse cambiano di poco la situazione (11-5); i padroni di casa controllano sapientemente la situazione di punteggio tenendo un ritmo molto alto in cambiopalla (16-10). Nel finale, assolutamente controllato, di frazione spazio anche a Burgtsthaler, Sintini e Lanza, rispettivamente in campo al posto di Djuric, Raphael e Juantorena. Nonostante la girandola di sostituzioni, l’Itas Diatec Trentino non perde il suo livello di gioco e si impone a mani basse per 25-14.
Il divario creatosi fra le due squadre nel corso di seconda e terza frazione non muta nemmeno nel quarto set, in cui Stokr traccia il solco (5-2 con tre punti personali) e Juantorena prima lo difende e poi lo allunga (8-3). Stoytchev ha lasciato in campo Burgsthaler per Djuric, Trento non si ferma più approfittando degli errori di Celitans (11-5, 16-8) e vola veloce verso il successo per 3-1, che arriva già sul 25-18.
“Sono contento per il risultato e per la bella reazione proposta dopo aver perso il primo parziale – ha analizzato nel post partita Radostin Stoytchev – . Essere andati sotto 0-1 ci ha fatto capire che senza la giusta concentrazione e l’attenzione ad ogni minimo dettaglio questa partita l’avremmo potuta perdere. Non è stato così perché abbiamo reagito benissimo, sfoderando percentuali alte in attacco e una prestazione davvero importante in questo singolo fondamentale. Modena è sicuramente calata a partire dal secondo set ma va anche detto che noi non le abbiamo mai permesso di rialzare la testa dopo quell’ottimo avvio di secondo set”.
I Campioni del Mondo torneranno di scena al PalaTrento già domenica sera, in quel caso contro la Copra Elior Piacenza nel remake delle finali scudetto 2008 e 2009 valevole per il nono turno del girone d’andata. Fischio d’inizio programmato per le ore 17.30, con diretta tv su RAI Sport Uno.

Matey Kaziyski (Itas Diatec Trentino): “Modena ha giocato benissimo il primo parziale, mettendoci in grossa difficoltà e facendoci capire che per vincere avremmo dovuto giocare meglio di quanto avevamo sin lì fatto. Dal secondo parziale ci siamo ritrovati e soprattutto abbiamo cambiato atteggiamento meritandoci questi tre punti che ci riportano a stretto contatto con Macerata”.

Angelo Lorenzetti (allenatore Casa Modena): “E’ un peccato, ovviamente perdere a Trento ci sta, ma la partita andava vissuta in maniera diversa. Nel primo set abbiamo fatto bene le cose che ci eravamo detti poi abbiamo sbagliato troppo. Non abbiamo più trovato il bandolo della matassa. Abbiamo regalato troppo anche su situazioni semplici”.

Classifica
Cucine Lube Banca Marche Macerata 21, Itas Diatec Trentino 20, Andreoli Latina 16, Copra Elior Piacenza 16, Bre Banca Lannutti Cuneo 15, Tonno Callipo Vibo Valentia 14, Sir Safety Perugia 10, Casa Modena 9, Altotevere San Giustino 8, Marmi Lanza Verona 8, BCC-NEP Castellana Grotte 4, CMC Ravenna 3

Prossimo turno

9a giornata di andata Serie A1

Sabato 1 dicembre 2012, ore 17.30
Tonno Callipo Vibo Valentia – Marmi Lanza Verona Diretta RAI Sport 2
Diretta streaming su www.raisport.rai.it
(Longo-Braico)

Domenica 2 dicembre 2012, ore 17.30
Itas Diatec Trentino – Copra Elior Piacenza Diretta RAI Sport 2
(Tanasi-Padoan)
Diretta streaming su www.raisport.rai.it

Domenica 2 dicembre 2012, ore 18.00

BCC-NEP Castellana Grotte - Andreoli Latina
(Bartolini-Pasquali)
Cucine Lube Banca Marche Macerata - Casa Modena Diretta Sportube.tv
(Cesare-La Micela)
Bre Banca Lannutti Cuneo - Altotevere San Giustino
(Prandi-Puecher)
Sir Safety Perugia - CMC Ravenna
(Sampaolo-Frapiccini)
Sigla.com - Internet Partner