Nelle gare di andata dei quarti di finale play off di A2 femminile vittorie per Pesaro e Filottranono

13/04/2016

Nelle gare di andata dei quarti di finale play off di A2 femminile vittorie per Pesaro e Filottranono
Anche nelle gare di andata dei quarti di finale dei Play Off promozione della Master Group Sport Volley Cup A2 la graduatoria già stabilita nel corso della regular season viene rispettata, registrando il doppio trionfo delle formazioni meglio piazzate nella classifica della stagione regolare: se la MyCicero Pesaro non lascia scampo alla Kioto Caserta, conquistando la vittoria per 3-0 in casa delle campane, la Lardini Filottrano concede un solo set alla Delta Informatica Trentino. Ora gli occhi sono puntati sulle decisive sfide di ritorno, in programma domenica alle ore 18: il destino di queste quattro squadre è ancora tutto da scrivere.

KIOTO CASERTA - MYCICERO PESARO 0-3 (21-25, 23-25, 13-25)
Gara uno è di Pesaro, ma la Kioto esce dal campo tra gli applausi di un palazzo gremito quasi in ogni ordine di posti. Ottima la prestazione della formazione di coach Bertini. Caserta ci ha provato, più volte in vantaggio, ma, alla fine muro e battuta di Pesaro hanno fatto la differenza. In questa stagione, purtroppo, le marchigiane si stanno rivelando vera bestia nera per la Volalto. Tre incontri e tre sconfitte. Tutte, però, al termine di gare decisamente intense ed equilibrate. Così è stato anche stavolta. Alla fine fa festa la squadra di coach Bertini rivelatasi più glaciale nel giocare i punti più caldi della contesa, ma, soprattutto più intensa e con la correlazione muro difesa su livelli di eccellenza. Ora a Lubian e socie per garantirsi la semifinale con Monza basterà vincere o perdere anche 3-1 o 3-2.
Pronti via e le squadre mostrano subito i muscoli. Dopo il 3-3 iniziale, le padrone di casa scattano sul 7-4. La Kioto, però, soffre tantissimo in ricezione. Pesaro è insidiosa al servizio. Così si apre il break rossoblù di 1-8 con il quale si va al time out tecnico con la myCicero avanti di quattro. (8-12). Al rientro dalla sospensione le ospiti allungano sino al 8-13. A quel punto per le casertane diventa una impresa riuscire a risalire la china. Le rosanero giocano bene i cambi palla, ma anche la myCicero fa lo stesso sul servizio delle campane. Si va sul 14-19. Gagliardi chiama sospensione. La Kioto ha un sussulto. Risale sul meno tre e adesso è Bertini a chiamare sospensione. (16-19). Di Iulio al servizio propizia un nuovo allungo delle ospiti. (17-22). Sembra finita. Non sarà così. La Percan ne fa due di fila, la Volalto torna ancora sulle rivali. Liliom e due muri della Sestini riportano la myCicero al largo. (20-24). Caserta annulla il primo, poi si arrende. 21-25
Parte bene la Kioto nel secondo set. Casillo è molto reattiva e con lei la Percan (6-4). Pesaro, però, insiste sul servizio. Con la battuta riesce a fare decisamente male alla Kioto che soffre terribilmente in ricezione. Da questi errori in difesa arriva il break delle ospiti che così vanno al time out tecnico avanti di due lunghezze. (10-12). Pesaro difende benissimo, il muro porta spesso ottime notizie anche se è il servizio il fondamentale più importante. Caserta continua a soffrire in difesa ed anche la sua parte offensiva ne risente. Gagliardi chiama sospensione. (14-17). Una contestata decisione degli arbitri dà il più cinque alla myCicero. Il coach della Kioto chiama nuovamente sospensione (15-20). Le rosanero rientrano in campo armate da sano furore agonistico. Percan e Harelik fanno male alla difesa avversaria. Arciprete sbaglia la ricezione. Le padrone di casa prima impattano (21-21), poi mettono la freccia. Pesaro non è arrivata quarta per caso. Mezzasoma e la stessa Arciprete riprendono a martellare. Si procede punto a punto. Il muro della Sestini regala il set point alle compagne. La Kioto sbanda in difesa ed anche il secondo set va in riva all'Adriatico. 23-25
 Dopo il promettente inizio della Kioto andata avanti 4-1 e poi 7-2, le rivali riprendono a macinare gioco. Sempre le stesse le armi. Servizio insidioso, intensità ai massimi livelli, muro decisamente importante. La battuta della Di Iulio continua ad essere foriera di positive notizie per la myCicero e così le ospiti vanno a mettere la freccia. (8-11). Il muro di Pesaro non perdona. In questo frangente la Kioto non riesce proprio a passare. Break di 1-10 delle marchigiane. (8-12). Al rientro dal time out tecnico le campane hanno una importante accelerata. Riescono a ricevere bene ed anche l'attacco ne guadagna. La Kioto risale sul meno uno, ma ancora una volta la differenza la fa il muro. Sestini, la stessa Liliom sono da capolavoro in questo fondamentale. La Kioto si irretisce. Non riesce più a passare. (11-18). Il set è andato. Pesaro controlla e chiude parziale e incontro con un 13-25.
 
LARDINI FILOTTRANO - DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-1 (26-24, 25-17, 21-25, 26-24)
La Lardini si aggiudica il primo round dei quarti di finale playoff, superando 3-1 la Delta Informatica Trentino dopo oltre due ore di adrenalina allo stato puro. Domenica (ore 18:00) al Sanbàpolis di Trento il confronto di ritorno. Per la prima assoluta di Filottrano nei playoff promozione del campionato di serie A2, Agrifoglio riprende il possesso della regìa rosanero, Coneo e Marchioron sono le grandi assenti da una parte e dell’altra della rete. Trento sfrutta bene l’intensità difensiva, i mani-fuori di Segura e Repice danno slancio alle ospiti in avvio (4-8). L’ace di Kiosi riporta sotto la Lardini (7-9) che con Moneta e l’opposto greco firma la parità a quota 10. Segura resta una spina sul fianco di Filottrano (13-15): sul servizio della spagnola Zuleta punisce la ricezione lunga della Lardini (15-20). Nel momento più complicato la reazione della squadra di Pistola produce gli attacchi vincenti di Kiosi e Villani (18-21), ma è soprattutto il servizio a fare la differenza: Moneta prima e Giuliodori poi mettono in difficoltà la ricezione trentina. L’ace della centrale osimana segna la parità a quota 22, i due errori in attacco di Repice consegnano due set-point alla Lardini (24-22), che Guatelli e la stessa Repice annullano (24-24). Villani riporta avanti Filottrano (25-24), il muro di Kiosi trae in inganno Michieletto che lascia cadere una palla che si spegne sulla riga di fondo (26-24).
Due aces di Segura aprono la seconda frazione (0-2), Cogliandro e Villani provano a mandare in fuga la Lardini (5-2), tentativo che si spegne sul muro di Repice (5-5). Quello del muro è il fondamentale che meglio sfrutta la Delta Informatica, che costruisce l’allungo sui block di Guatelli (7-8) e Zuleta (9-11). Il servizio di Agrifoglio e i punti di Kiosi riportano in linea (13-13) una Lardini che nel secondo set attacca al 52% e che sfrutta gli errori di Trento per portarsi sul +2 (16-14). Michieletto dà una bella mano alla Delta Informatica, sia in attacco che con il servizio (16-17), ma a Filottrano vengono i cinque minuti e la parallela di Moneta dà il là a un devastante break di 9-0 che la Lardini costruisce sul servizio di Cogliandro (tre aces) e sui punti di Villani e Kiosi. L’attacco fuori di Repice manda la Lardini sul 2-0.
Nella Delta c’è Antonucci per Michieletto e come nei set precedenti scatta meglio dai blocchi (0-2), ma la Lardini ci mette poco a carburare: Kiosi e Cogliandro agganciano il Trentino (3-3), il muro di Moneta e l’ace di Villani producono il +2 (5-3). Feliziani ci mette alcune difese delle sue, Filottrano prova a correre (8-5), ma la Delta Informatica con Zuleta e Antonucci non glielo permette e sul servizio di Segura piazza un break di 8-0 che la spinge fino all’8-13. Giuliodori spezza l’incantesimo, Il muro di Agrifoglio replica quello di Guatelli (10-15), la Lardini ci prova con Cogliandro (12-16), ma le ospiti allungano ancor più con i muri di Zuleta e Antonucci (14-21). La Lardini però non molla e costruisce un gran recupero con Coppi e Moneta sul turno al servizio di Kiosi che sigla l’ace del -2 (19-21). Zuleta e Guatelli tolgono dall’impasse la Delta (20-23) che alla prima occasione chiude il set con Segura (21-25).
La Lardini riparte da Cogliandro (2-1) e Kiosi (5-3), ma è la difesa-punto di Feliziani a scatenare l’entusiasmo del PalaBaldinelli (8-5). Filottrano viaggia sul triplice vantaggio fino all’11-8, prima di subire il sorpasso di Trento che sfrutta l’ace “baciato” dal net di Antonucci e l’attacco di Guatelli (11-12). Al rientro dal tempo tecnico la Lardini stoppa subito il pericoloso break con il muro di Cogliandro (12-12), a cui Agrifoglio affida un paio di primi tempo che la centrale ottimizza al meglio (14-13). Trento si riprende il vantaggio con Segura (15-17), Giuliodori alza il muro (17-17) e sul suo turno al servizio la Lardini rimette la testa avanti (19-18). Le due squadre danno vita ad un entusiasmante botta e risposta, con le padrone di casa che riescono a mantenere mezzo break di vantaggio con gli attacchi vincenti di Cogliandro, Villani e Moneta (22-21). E’ il 29° punto di Kiosi a dare il doppio vantaggio alle rosanero (23-21), azzerato da Repice e Segura (23-23). Moneta mette giù la palla che porta al match-point (24-23), annullato da Zuleta, e si ripete dopo due difese pazzesche di Coppi e Feliziani (25-24). Giuliodori tocca la palla a muro e sulla rigiocata la sassata di Coppi regala il 3-1 finale alla Lardini. Domenica, a Trento, il secondo atto.

I TABELLINI
KIOTO CASERTA - MYCICERO PESARO 0-3 (21-25, 23-25, 13-25)

KIOTO CASERTA: Casillo 4, Percan 13, Harelik 13, Gabbiadini, Facchinetti 5, Porzio (L), Lotti 6, De Lellis 2. N.e. Galazzo, Aquino, Paioletti, Modestino, Barone, Torchia. All. Gaetano Gagliardi.
MYCICERO PESARO: Mastrodicasa 10, Zannini, Sestini 13, Ghilardi (L), Di Iulio 2, Gennari, Arciprete 6, Mezzasoma 11, Liliom 12. N.e. Bordignon, M'bra, Di Marino. All. Matteo Bertini.
ARBITRI: Walter Stancati e Maurizio Nicolazzo.

LARDINI FILOTTRANO - DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-1 (26-24, 25-17, 21-25, 26-24)
LARDINI FILOTTRANO: Stincone, Agrifoglio 2, Feliziani (L), Kiosi 29, Giuliodori 7, Villani 9, Cogliandro 14, Moneta 11, Coppi 2. N..e. Barzetti, Cavestro, Rita, Coneo. All. Andrea Pistola.
DELTA INFORMATICA TRENTINO: Guatelli 13, Michieletto 5, Bogatec, Demichelis 2, Zardo (L), Repice 14, Garcia Zuleta 13, Antonucci 6, Bortoli, Segura 19. N.e. Marchioron, Pistolato. All. Marco Gazzotti.
ARBITRI: Vincenzo Carcione e Davide Morgillo.

IL TABELLONE DEI PLAY OFF
(2) Volley Soverato vs (5) Lardini Filottrano / (6) Delta Informatica Trentino
(3) Saugella Team Monza vs (4) myCicero Pesaro / (7) Kioto Caserta)

PLAY OFF - LE DATE
Quarti di finale
Andata
: mercoledì 13 aprile 2016
Kioto Caserta - myCicero Pesaro 0-3 (21-25, 23-25, 13-25)
Lardini Filottrano - Delta Informatica Trentino 3-1 (26-24, 25-17, 21-25, 26-24) (*)
Ritorno: domenica 17 aprile, ore 18.00
myCicero Pesaro - Kioto Caserta  ARBITRI: Pecoraro-Licchelli
Delta Informatica Trentino - Lardini Filottrano  ARBITRI: Del Vecchio-Marotta
(*) Inversione di campo in accordo tra le due squadre

Semifinali
Gara-1: mercoledì 20 aprile
Gara-2: domenica 24 aprile
Ev. Gara-3: mercoledì 27 aprile

Finale
Gara-1: domenica 1 maggio
Gara-2: mercoledì 4 maggio
Ev. Gara-3: venerdì 6 maggio

PLAY OFF - LA FORMULA
I Play Off coinvolgeranno le squadre classificatesi dal 2° al 7° posto al termine della Regular Season. La 2^ e la 3^ classificata sono qualificate direttamente alle semifinali e affronteranno, rispettivamente, le vincenti dei quarti di finale 5^-6^ e 4^-7^. Ai Quarti di finale partecipano le squadre dalla 4^ alla 7^ posizione, che disputano un turno con gare di andata, ritorno ed eventuale set di spareggio in caso di una vittoria per parte con lo stesso risultato. La gara di ritorno si disputa in casa della migliore classificata. Alle Semifinali partecipano le squadre vincenti i Quarti, oltre alla 2^ e 3^ classificata di Regular Season. La formula prevede le 2 gare vinte su 3. La gara di andata e l’eventuale spareggio si disputano in casa della migliore classificata. Le vincenti le semifinali disputano la Finale con con la formula delle 2 gare vinte su 3. La gara di andata e l’eventuale spareggio si disputano in casa della migliore classificata.
Sigla.com - Internet Partner