Novara: confermata Natasa Osmokrovic

14/05/2008

Un pensiero particolare anche ai tifosi novaresi, con cui si è instaurato un bellissimo rapporto nel tempo, fatto di affetto e stima reciproci: “i tifosi sono eccezionali, sono parte integrante di una squadra e quando le cose non vanno bene spesso ti danno forza. Sono anche io tifosa e so che in determinati momenti non si ragiona con la testa ma col cuore, e che quindi possono sorgere alcune reazioni legate alla delusione alla tristezza. Però ci sono molte persone che sono sempre e comunque al nostro fianco, sono quelle che quando le cose si mettono male non smettono di sostenerci, sono le persone che davvero ti fanno trovare la forza per uscire dalle difficoltà. Per questo alla fine di ogni partita, vinta o persa, giocata bene o male, io vado a salutarli e ringraziarli per il sostegno”.
Per il terzo anno sotto al numero 13 sarà stampata la fascetta che indica il ruolo di capitano: “Non è facile essere la capitana di una squadra, si è sottoposti a maggiori responsabilità, e non sempre è una cosa semplice da affrontare. Ma io sono fiera del mio ruolo ed è una pressione che sopporto volentieri”.
Un ritorno al passato che ha il nome di Luciano Pedullà: “Una persona eccezionale, una scelta della società che mi rende davvero contenta e fiduciosa in vista del lavoro da svolgere assieme. Ho sempre stimato Luciano, appena sono arrivata in Italia, poi quando l’ho affrontato da avversario e ancora fuori dal campo, da semplice amico. So che il suo lavoro da sempre frutti, perché l’ho vissuto sulla mia pelle: sono davvero felice di ripartire con lui”.
La ricerca dell’entusiasmo è l’obiettivo del nuovo, se così si può dire, allenatore e per ritrovare lo slancio originario la capitana ha la sua ricetta: “per rivivere l’entusiasmo del passato, bisogna dimenticarsi del passato. Non dico che bisogna cancellare tutto quello di bello che ci ha regalato, ma semplicemente non dobbiamo proiettarlo nel futuro. Nella vita non si creeranno mai le condizioni per rivivere qualcosa di già andato, quindi non bisogna crearsi false aspettative guardandosi alle spalle, ma solo a dare il meglio possibile nel presente, se possibile con il sorriso e la serenità necessari. L’entusiasmo verrà…”

Novara c’è, la sua capitana anche!
Sigla.com - Internet Partner