Voglia di pubblico per il grande volley

07/11/2021

Lorenzo e Filippo Dallari al Forum di Assago

Domenica sono stato al Forum di Assago con mio figlio Filippo e ho finalmente rivisto una partita dal vivo con tanto pubblico: quasi 5.000 spettatori educati, disciplinati, appassionati, felici di essere ad assistere a una partita di pallavolo che ha regalato un po’ di emozioni e il successo a Civitanova, capace di trarre vantaggio da qualche errore di troppo commesso da Milano soprattutto nei momenti decisivi dei tre set. Alla fine ho visto tanti volti sorridenti, sia tra i vincitori che tra gli sconfitti, con i giocatori molto disponibili a condividere qualche momento con i tifosi: sono mancati a tutti questi contatti, importanti per chi va ad assistere a una partita, ma pure ai suoi protagonisti. Speriamo che il grande pubblico torni con continuità e non occasionalmente a vedere le partite, perché il movimento ne ha decisamente bisogno.

MONZA IN VETTA. Dopo le prime cinque giornate in SuperLega c’è aria di novità in cima alla classifica, capeggiata in solitaria da Monza con 13 punti: i brillanti brianzoli di Massimo Eccheli hanno regolato con un netto 3-0 Piacenza, con 18 punti del solito Grozer e 17 di Dzavoronok, ottimamente ispirati dall’mvp Santiago Orduna. Seconda a una lunghezza di ritardo c’è Perugia, capace di aggiudicarsi senza problemi il big match con Trento, condizionata dall’assenza dell’infortunato Michieletto: il migliore in campo è stato Leon con 21 punti, 7 ace (12 in totale per gli umbri) e 2 degli 8 muri vincenti del sestetto di Grbic. Terze appaiate a quota 10 sono adesso Piacenza, Trento e Civitanova, nelle cui file contro l’Allianz (che contro la Lube ha faticato assai dalla zona 4) ha brillato un superlativo Anzani. Con 17 punti di LealModena è passata 3-0 a Ravenna, quest’anno più che mai costretta a stringere i denti per cercare di restare tra le grandi. Sabato Cisterna ha battuto 3-1 una Vibo in evidente difficoltà con 23 punti di Maar e 4 del debuttante Filippo Lanza, mentre domenica c’è stata la prima vittoria stagionale per Verona, capace di piegare 15-13 al tie break Taranto con 25 punti di Mozic (best scorer del campionato con 110 punti), 16 di Jensen e Raphael mvp nonostante i 31 punti di Giulio Sabbi. Il campionato dopo poche giornate ha già delineato i propri valori, anche se qualcosa potrà ovviamente ancora cambiare. La sesta giornata propone la supersfida tra Civitanova e Modena e un avvincente Trento-Monza.

OBIETTIVO A2 MASCHILE. Fattore campo decisivo nel campionato di A2 maschile, con 6 vittorie casalinghe per Bergamo, Castellana Grotte, Cuneo, Porto Viro, Reggio Emilia e Siena. In vetta alla classifica ci sono i pugliesi di Flavio Gulinelli con 12 punti grazie al successo per 3-0 su Mondovì. Secondi sono i piemontesi di Roberto Serniotti con 10 (3-1 al Brescia, con 25 punti di Preti e 24 Pereira Da Silva), i toscani di Douglas (scivolati 3-0 a Bergamo) e Motta di Livenza, incapace di capitalizzare il vantaggio di due set sul campo della Conad. Seconda affermazione di fila per l’Emma Villas cui sta facendo bene la cura-Montagnani: 3-1 al Lagonegro, con 18 punti di Onwuelo, 16 di Kuznetsov e 15 di Ottaviani. E adesso a Siena arriva anche Simone Parodi… Domenica per la sesta giornata da non perdere un interessante Santa Croce-Cuneo.

CONEGLIANO FA 71. Proseguendo la sua serie impressionante, Conegliano ha infilato l’ennesima vittoria pur soffrendo oltremodo con Busto Arsizio, fermata solo 15-11 al quinto set: bellissimo il confronto tra la Egonu, che ha chiuso con 30 punti (ed ora guida la graduatoria con 122 punti al pari della Stysiak), e la Gray, che alla fine di punti ne ha totalizzati 28. Le pantere di Santarelli continuano ovviamente a guidare il gruppo con 16 punti dopo le prime 6 giornate della A1 femminile precedendo di 2 lunghezze Novara (riuscita a domare 3-1 Cuneo con 18 punti di Washington e 16 di Karakurt) e di 4 la coppia Chieri-Firenze: le piemontesi di Bregoli hanno vinto 3-0 con Roma, stesso punteggio con il quale le toscane di Bellano hanno regolato Casalmaggiore. A quota 11 si trova un terzetto formato da Busto Arsizio, Scandicci e Monza (che nel confronto diretto ha visto le brianzole di Gaspari sbancare il campo toscano per 3-1 con 23 punti della Stysiak interrompendo così la striscia vincente di 4 partite al sestetto di Barbolini). Nella parte bassa ci sono appaiate a quota 5 Cuneo, Vallefoglia e Trento (nel faccia a faccia di Urbino vittoria per le padrone di casa, con 25 punti della Kosheleva), mentre in coda da sola c’è Perugia con 4 punti. Domenica obiettivi su Busto-Firenze e su Scandicci-Chieri.
Buona pallavolo a tutti!

Sigla.com - Internet Partner