Oltre i confini della pallavolo

15/01/2023

La pallavolo ha bisogno di personaggi che vadano oltre i confini del mondo delle schiacciate, tanto affascinante quanto a volte un po’ troppo riduttivo per le dimensioni che questo sport potrebbe davvero assumere. In questa ottica è molto importante che i (pochi) personaggi che il volley riesce a esprimere diventino autentici ambassador: Simone Giannelli ad esempio un mesetto fa è stato ospite del salotto di Silvia Toffanin su Canale 5, adesso Paola Egonu è stata addirittura scelta per essere una delle co-conduttrici nientepopodimeno che del Festival di Sanremo. Affiancherà Amadeus sul palco del Teatro Ariston, dove in passato sono saliti anche Andrea Lucchetta e Andrea Zorzi: quelli erano altri tempi, ovvero quelli dell’entusiasmo scatenato dal primo Mondiale vinto a Rio de Janeiro nel 1990. Adesso è tutta un’altra storia, siamo nell’epoca dei social e della comunicazione globale: però Sanremo è sempre Sanremo, con la speranza che la pallavolo sappia fare tesoro di questa ghiotta opportunità. Per poi riempirsi d’orgoglio quando il 30 gennaio, in tutt’altro consesso, le nazionali saranno ricevute presso la Sala Clementina del Vaticano in udienza privata da Sua Santità Papa Francesco, un vero uomo di sport. Un’emozione fortissima e indimenticabile per quanti avranno il privilegio di vivere questo momento di rara intensità. 

CHI RIDE E CHI PIANGE. Promossa a pieni voti è Perugia, solitaria capolista della SuperLega con 45 punti in 15 partite: la potente squadra di Andrea Anastasi non ha ancora perso una partita né in Italia né a livello internazionale, dove ha festeggiato la conquista del Mondiale per Club. Note liete anche per Monza e Milano. Il sestetto di Massimo Eccheli con 27 punti del canadese Maar ha vinto 3-1 a Civitanova mettendo nei guai la Lube: verranno presi provvedimenti dalla società biancorossa per risolvere il momento delicato che stanno vivendo i campioni d’Italia? La squadra di Roberto Piazza con 20 punti del giapponese Ishikawa ha invece regolato 3-1 Modena, che ha così interrotto un buon momento e resta comunque seconda da sola con 29 punti. I milanesi sono sesti con 23 punti insieme alla pimpante Cisterna che con 37 punti di un inarrestabile Dirlic  ha regolato 3-2 Trento dopo una lunghissima battaglia meritandosi la lode. Brava Taranto a sbarazzarsi di una spenta Verona, che dopo un buon avvio pare aver smarrito la retta via: 3-0 per la Di Pinto-band pur senza l’infortunato Stefani tirando un bel sospiro in prospettiva salvezza. Abbozza qualche sorriso finalmente anche Siena, pur solitario fanalino di coda con 9 punti: domenica i toscani hanno gioito andando a violare 3-1 il campo di Piacenza, creando non pochi grattacapi ai biancorossi affidati adesso alla guida tecnica di Massimo Botti dopo l’esonero di Lorenzo Bernardi. Evidentemente le parole pesanti nei confronti dei giocatori da parte del presidente senese Giammarco Bisogno hanno scosso l’ambiente facendolo reagire. Ogni weekend cambia quasi tutto, a conferma del grande equilibrio che caratterizza questo campionato. Perugia a parte, questo mi pare ovvio. 

POLLICE SU E POLLICE GIU’. Pollice verso l’alto nel massimo campionato femminile per Conegliano, capolista in solitaria con 41 punti capace di battere 3-1 Busto Arsizio mettendo in luce ancora una volta una straordinaria Isabelle Haak: 21 punti per l’opposto svedese che non sta facendo rimpiangere Egonu con una prestazione-monstre dietro l’altra. Pollice su anche per Firenze, che dopo il cambio dell’allenatore (Carlo Parisi ha sostituito Massimo Bellamo) ha tesserato la regista azzurra Ofelia Malinov al posto di Carlotta Cambi e ha vinto 15-10 al tie break contro la coriacea Bergamo grazie anche ai 20 punti della Nwakalor. Pollice giù per l’ambiziosa Milano, sconfitta 3-2 in casa ad opera di una pimpante Casalmaggiore, trascinata dai 19 punti della Adhuoljok. Pollice su per Chieri, brava nell’aggiudicarsi 3-1 l’ennesimo derby piemontese con Cuneo mettendo in luce Olivia Rozanski, autrice di 15 punti. Infine pollice giù per Pinerolo, restata da sola a chiudere il gruppo con 6 punti dopo aver perso 3-0 sul peraltro difficile campo di Novara in quanto Macerata è andata a strappare un punto a Perugia arrendendosi solo 15-9 al quinto setE’ appena iniziato il girone di ritorno ma i valori paiono ormai delineati in maniera netta sia al vertice che in coda alla classifica. 

FANTINI CLUB LIVE. Dopo la seguitissima ripresa della trasmissione dedicata la mondo dello sport e del turismo con una puntata dedicata a un argomento di estrema attualità come “La riforma del lavoro sportivo”, lunedì 23 gennaio ospite d’eccezione sarà l’avv. Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute. Ancora un bellissimo appuntamento da non perdere in diretta dalle ore 21.00 sul canale Linkedin di Fantini Club e Lorenzo Dallari oltre che sui canali YouTube e Facebook consueti, ovvero Oasport, Dallari Volley e Fantini Club. Vi aspetto numerosi come sempre. Ps Da quest’anno è possibile riascoltare le puntate in formato podcast su Spotify, Googlepodcast e Spreaker!

GUIDA AL VOLLEY 2023. Sempre più completa, sempre ricca di fotografie, sempre più accattivante graficamente pur mantenendo la sua essenza di opera omnia dedicata al nostro bellissimo sport: sulla Guida al Volley potete trovare tutti i dati dei campionati maschili e femminili, della pallavolo internazionale, delle Coppe Europee, del beach volley, dei giocatori e delle giocatrici. Per riceverla cliccate sul banner in questa home page e trovate tutte le informazioni.

Buona pallavolo a tutti!

Sigla.com - Internet Partner