Perugia-Civitanova la finale maschile, ricordando Piero e Paso

08/04/2021

Questo terribile mese di aprile ci ha portato via due grandi amici del volley: dopo Piero Molducci, bravo e simpatico allenatore romagnolo con il quale in 30 e passa anni abbiamo condiviso tantissimi momenti non solo su un campo da pallavolo o da beach, è arrivata una notizia che mi ha lasciato senza parole: se ne è andato anche Michele Pasinato, l’opposto padovano che per lustri ho commentato anche d’azzurro vestito. E’ partito per il grande viaggio a soli 52 anni in sordina, come del resto era nel suo stile: era di poche parole, ma di tanta sostanza e chiarezza. L’importante era avere con lui rapporti franchi. Perché se qualcosa non gli andava bene non te le mandava certo a dire, con semplicità ma con rara efficacia. E’ stato un grande giocatore, un opposto non gigantesco dal punto di vista fisico ma molto intelligente, con una varietà impressionante di colpi. L’ultima volta che ci siamo visti è stato in occasione della meravigliosa serata che per fortuna ho organizzato a Modena richiamando oltre 200 azzurri della storia: incredibile ma vero, è venuto anche lui! Ero nel contempo felice di vederlo, sorridente e vestito di tutto petto con tanto di cravatta, e nel contempo stupito perché mai mi sarei aspettato che avrebbe accettato l’invito. Invece mi ha colpito alle spalle come era solito fare (per lui era un attestato di amicizia nei miei confronti, lo sapevamo entrambi anche se ha rischiato più volte di lussarmi…) e poi mi ha abbracciato manifestandomi la sua gioia sincera e spontanea. Un atteggiamento davvero unico per questo ragazzo che apparentemente viveva nel suo mondo, lontano dalla comunicazione e dalle effusioni soprattutto pubbliche. Lo voglio ricordare con questa foto che lo ritrae nella sublimazione della sua lunga carriera il giorno in cui è diventato campione del mondo nel 1988 a Tokyo con Bebeto in panchina, un altro grande amico che ci ha lasciato troppo presto. Ciao Paso, che tu possa riposare in pace nel paradiso dei pallavolisti.

PLAY OFF SCUDETTO MASCHILI. Gira e rigira le due protagoniste della finale scudetto sono le due squadre più accreditate alla vigilia, vale a dire Perugia e Civitanova. Si tratta delle indiscusse dominatrici della stagione, già avversarie in occasione della Supercoppa vinta a Verona dalla formazione di Vital Heynen e della finale di Coppa Italia festeggiata a Casalecchio di Reno dal sestetto allora allenato da Fefè De Giorgi. I marchigiani, ora affidati alla guida tecnica del ct azzurro Chicco Blengini, hanno chiuso in quattro atti la pratica con Trento andando a vincere gara 4 per 3-0 in trasferta. Migliore in campo è stato votato Osmany Juantorena, capace di mettere a segno 15 punti, anche se best scorer è stato Simon con 17. Nell’epilogo tricolore la Lube se la vedrà con la Sir Safety, che ha archiviato il discorso con Monza in sole tre partite. La prima sfida è in programma a Perugia (gli umbri hanno chiuso al primo posto la regular season) mercoledì 14 aprile alle 17.30 per proseguire fino a martedì 27 aprile in caso di quinta, eventuale partita. Per Trento adesso invece l’obiettivo è la finale di Champions League, in cui sabato 1 maggio affronterà a Verona i polacchi dello Zaksa allenati da Nikola Grbic

PLAY OFF SCUDETTO FEMMINILI. Sono Conegliano e Novara a vedere più vicino il traguardo della finale: l’imbattibile squadra di Daniele Santarelli ha infilato la 60a vittoria di fila battendo nella prima sfida di semifinale Scandicci per 3-0, con 15 punti di Egonu, 14 di Hill (con il 68% in attacco) e una De Kruijf perfetta (100% in fase offensiva!). La compagine di Stefano Lavarini ha invece faticato 5 set prima di domare Monza per 15-10 al tie break, con 20 punti della Daalderop, 17 della Bosetti e 16 della Washington (con 6 muri vincenti). Sabato va in atto gara 2, alle 18.00 in Toscana e alle 20.30 in Brianza, martedì l’eventuale e decisiva gara 3. Ne vedremo ancora delle belle, questo è sicuro.

INTERVISTE LIVE SU INSTAGRAM. Noi ci vediamo ogni lunedì per parlare di pallavolo con il sorriso sulle labbra sulla mia pagina personale Instagram @dallarilorenzo. Stiamo raccontando tante storie bellissime, che poi vi riproponiamo su dallarivolley.com. Lunedì 12 aprile sarà con noi alle ore 21.00 l'allenatore Nicola Negro, fresco vincitore del campionato brasiliano femminile con il Minas Belo Horizonte, alle 21,25 l’ex azzurro Marco Meoni, che ci parlerà della sua esperienza di allenatore negli States, alle 21.50 Rado Stoytchev, l'allenatore della NBV Verona in SuperLega. Vi aspetto: vi assicuro che ci divertiremo.

Buona pallavolo e buona vita a tutti!

Sigla.com - Internet Partner