Perugia vince la Supercoppa Italiana maschile

03/11/2019

Risultato Finale Del Monte® Supercoppa 2019
Sir Safety Conad Perugia – Leo Shoes Modena 3-2 (27-25, 23-25, 25-23, 18-25, 15-12)

Sir Safety Conad Perugia – Leo Shoes Modena 3-2 (27-25, 23-25, 25-23, 18-25, 15-12)
Sir Safety Conad Perugia: De Cecco, Leon Venero 21, Ricci 9, Atanasijevic 18, Lanza 7, Podrascanin 9, Burnelli (L), Russo 1, Zhukouski, Colaci (L), Hoogendoorn 1, Taht 1, Plotnytskyi 3. N.e. Piccinelli. All. Vital Heynen.
Leo Shoes Modena: Christenson 2, Anderson 22, Mazzone 11, Zaytsev 30, Bednorz 11, Holt 8, Iannelli (L), Pinali, Rossini (L), Kaliberda 1. N.e. Truocchio, Estrada Mazorra, Bossi, Salsi. All. Andrea Giani.
ARBITRI: Marco Zavater e Daniele Rapisarda. NOTE – durata set: 28′, 35′, 30′, 29′, 20′; tot: 142′. Spettatori 3.960. Incasso 62.192 euro. MVP Leon

Il binomio Eurosuole Forum e Del Monte® Supercoppa portano ancora la Sir Safety Conad Perugia sulle stelle. La formazione umbra ha superato una tenace Leo Shoes Modena al tie break conquistando il trofeo tricolore per la seconda volta nella storia dopo il trionfo del 2017, sempre nell’impianto civitanovese, ma all’epoca centrato contro i padroni di casa della Cucine Lube Civitanova. I Block Devils hanno anche riscattato la beffa del 2016 patita nel testa a testa finale con Modena al PalaPanini. L’allenatore Campione del Mondo Vital Heynen si è dimostrato concreto centrando subito un titolo in Italia alla sua prima occasione utile. Un epilogo che ha consentito al centrale Marko Podrascanin di agganciare Luca Tencati a cinque successi personali nella competizione e al libero Massimo Colaci di firmare un poker di vittorie in carriera nella kermesse. Terza Supercoppa per lo schiacciatore Filippo Lanza.

Per due volte avanti nel corso del match e trainata al servizio da Leon, autore di 6 ace e nominato Del Monte® MVP, Perugia è stata agganciata in entrambe le occasioni da Modena, presa per mano da un super Zaytsev, top scorer con 30 punti ed ex del match insieme a Kaliberda. Al tie break, con la Leo Shoes rinvigorita, il sestetto umbro ha stretto i denti salendo di nuovo in cattedra ribaltando l’inerzia nel finale.

Puntuali le interviste live per il pubblico del giornalista Lorenzo Dallari. Suggestivi gli intermezzi musicali della Del Monte® Volley Band e le esibizioni del trio al femminile sui trampoli, Corona Events, per la regia del direttore artistico Marco Caronna ad orchestrare magistralmente i momenti di spettacolo. Nel prepartita, riflettori spenti e giochi di luci spettacolari nel palazzetto con le tre funambole in veste di farfalle luminose che hanno danzato in mezzo al campo da gioco, poi protagoniste anche a fine gara nello scortare il trofeo sul campo tricolore prima della premiazione.

La partita.
Confermati i sestetti delle Semifinali. Avvio equilibrato con i Block Devils che rispondono colpo su colpo fino all’attacco out di Atanasijevic per il doppio vantaggio modenese (8-10). Perugia reagisce con l’ace di Leon (11-11). Si apre una fase di sorpassi e controsorpassi con Bednorz che sfiora i 113 km/h in battuta e la Leo Shoes di nuovo sul +2 col mani out targato zaytsev (14-16). Lo “Zar” si fa trovare presente sui palloni che contano, ma sono gli acuti in battuta a rilanciare gli umbri come l’ace a 110 km/h di Atanasijevic (21-21). In volata, dopo due palle set annullate agli uomini di Giani, la Sir si conferma spietata dai 9 metri con i due ace di Leon (27-25) che rendono vano l’83% di positività in attacco dei rivali nel set.

Al rientro c’è tensione e a farne le spese è il tecnico Heynen che incassa un giallo. I perugini partono bene (7-5), ma Modena risale la china con aggancio e doppio vantaggio neutralizzando a muro per due volte Leon e imponendosi con Zaytsev (10-12). La nuova parità arriva dopo un errore al servizio degli emiliani (14-14). La fiammata modenese culmina col tocco di Mazzone dopo il servizio non contenuto di Christenson (16-19). Heynen tenta la carta Plotnytskyi, ma l’urlo del 20-20 di Leon resta strozzato in gola per l’intervento del Video Check (19-21). Modena accelera (21-24), ma soffre prima di chiudere con l’undicesimo punto nel set di Zaytsev (23-25).

Il terzo set è quasi una partita a scacchi. Anderson (9-11) e Leon si affrontano dai nove metri (11-11). Si procede punto a punto, ma Perugia è più precisa in attacco. Il muro umbro e l’ace di Leon a 123 km/h spezzano l’equilibrio (20-17). Modena non abbassa la testa e trova l’aggancio con il block di Holt (21-21). Nella volata la Sir è più lucida (24-22) e chiude alla seconda palla set con il diagonale di Leon per il 25-23.

Modena battezza il quarto set con l’ace a 127 km/h di Zaytsev. Dopo un avvio a strappi gli emiliani fanno di nuovo il vuoto a muro (6-10) e consolidano il vantaggio dopo l’exploit di Anderson al servizio e l’attacco out di Leon (8-15). Il parziale meno equilibrato del match vede la Sir sotto 9-17. In ritardo nel punteggio Heynen fa girare la squadra nella seconda parte del set in prospettiva tie break. Perugia riduce il gap senza i suoi big in campo spingendo Giani al time out (17-21), ma Modena riprende a macinare gioco e chiude alla seconda palla set con Anderson (18-25).

Leon e compagni rientrano più concentrati, ma dall’altra parte del campo l’ex Zaytsev è indemoniato. Il muro a uno di Bednorz e l’ace di Anderson lanciano Modena (5-7). Perugia trova l’aggancio con il muro di Leon (9-9) e trova il +2 grazie all’errore di Bednorz e all’ace del cubano (11-9). Tra i modenesi in campo c’è Kaliberda, l’altro ex. Il finale è di marca Block Devils con il primo tempo di Podrascanin alla seconda palla match (15-12).

Le premiazioni.
A premiare gli arbitri della manifestazione sono stati Rossano Romiti e Angelo Agnelli, entrambi Consiglieri della Lega Pallavolo.

Michele Giglioli, Direttore Marketing Credem Banca, ha consegnato a Daniele Mazzone, per la Leo Shoes Modena, il Premio Fair Play Credem Banca per il cartellino verde ricevuto nel match.

Dei riconoscimenti per la Leo Shoes Modena, seconda classificata, si sono occupati Michele Miccolis, Vice Presidente Lega Pallavolo e Adriano Bilato, Vice Presidente Fipav. Il compito di premiare come miglior giocatore, Del Monte MVP Wilfredo Leon è spettato a Massimo Righi, Amministratore Delegato della Lega Pallavolo. A mettere al collo dei giocatori della Sir Safety Conad Perugia le medaglie d’oro ci hanno pensato Giuseppe Manfredi, Vice Presidente Fipav, e Luca Ceriscioli, Presidente della Regione Marche, mentre il Vice Presidente Vicario della Lega Volley, Albino Massaccesi, ha consegnato il trofeo della Supercoppa nelle mani di Luciano De Cecco tra il tripudio generale.

MVP Wilfredo Leon (Sir Safety Conad Perugia)
Spettatori 3.960
Incasso 62.192 euro

Vital Heynen (allenatore Sir Safety Conad Perugia): “Il merito del successo è tutto dei miei giocatori. Con impegno, forza di volontà e spirito di squadra hanno vinto un’altra partita molto dura. Nei momenti più difficili i ragazzi hanno avuto la lucidità di guardare avanti. Prima di iniziare gli avevo detto che la vittoria sarebbe arrivata al tie break, me lo sentivo. Ora è importante allenarci insieme e crescere nel gioco”.
Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Conad Perugia): “È normale soffrire quando si gioca contro una squadra di altissimo livello come Modena. In due giorni abbiamo vinto altrettanti match da sfavoriti e ora ci godiamo questa vittoria. Abbiamo dimostrato di essere una squadra unita e di saper giocare le gare importanti. Al tie break eravamo sotto, ma una giocata di Podrascanin ci ha dato la forza di cambiare marcia”.

Andrea Giani (allenatore Leo Shoes Modena):”I piccoli particolari che hanno deciso la partita purtroppo sono diventati grandi nel finale di tie break: nella parte conclusiva della gara abbiamo avuto alcune situazione di side out non ben gestite, potevamo giocare qualche palla alta migliore, ma dobbiamo considerare che davanti a noi c’erano dei grandi campioni. Usciamo comunque a testa alta con tanta consapevolezza dei nostri mezzi”.
Ivan Zaytsev (Leo Shoes Modena): “Non conta niente la mia bella partita, peccato perché ci siamo stati dal primo all’ultimo punto. Abbiamo giocato una battaglia con Perugia e si vedeva che sia noi che loro eravamo un po’ stanchi. Abbiamo dimostrato di esserci e di avere delle belle qualità che potremo sviluppare durante l’anno”.

Albo d’oro Supercoppa Italiana
1996 Alpitour Traco Cuneo
1997 Casa Modena Unibon
1998 Sisley Treviso
1999 TNT Alpitour Cuneo0
2000 Sisley Treviso
2001 Sisley Treviso
2002 Noicom Brebanca Cuneo
2003 Sisley Treviso
2004 Sisley Treviso
2005 Sisley Treviso
2006 Lube Banca Marche Macerata
2007 Sisley Treviso
2008 Lube Banca Marche Macerata
2009 CoprAtlantide Piacenza
2010 Bre Banca Lannutti Cuneo
2011 Itas Diatec Trentino
2012 Cucine Lube Banca Marche Macerata
2013 Diatec Trentino
2014 Cucine Lube Banca Marche Treia
2015 DHL Modena
2016 Azimut Modena
2017 Sir Safety Conad Perugia
2018 Azimut Leo Shoes Modena
2019 Sir Safety Conad Perugia

Sigla.com - Internet Partner