Pesaro batte 3-1 la Riso Scotti Pavia nell'anticipo della prima giornata di A1 femminile

27/11/2010

Pesaro batte 3-1 la Riso Scotti Pavia nell'anticipo della prima giornata di A1 femminile
Va alla Scavolini Pesaro il primo anticipo stagionale della Findomestic Volley Cup A1 2010/11. La formazione di Tofoli ha infatti sconfitto 3-1 davanti alle telecamere di Rai Sport una buona Riso Scotti Pavia che ha messo in difficoltà per lunghe fasi del match le tricampionesse d'Italia. Al via Pesaro si presenta in campo senza l'americana Hooker reduce dal mondiale nipponico, Pavia è invece priva di Bal, non ancora tesserata, e di Gonzalez non convocata per motivi disciplinari (rientro in ritardo dopo un permesso) con Corna in cabina di regia. Dopo una buona partenza delle padrone di casa (5-1) Pavia rientra in partita e tenta la fuga a cavallo del secondo time out tecnico (13-16), in un set costellato da molti errori da parte delle padroni di casa (ben 10 in totale). Il team di Tofoli ritrova la parità a quota 21, ma Pavia sprinta con Frigo e Uceda (21-24). Dopo un attacco out della stessa Uceda, è un errore al servizio di Saccomani a consegnare il primo set alle ospiti.
Altra musica nel secondo parziale con la Scavolini Pesaro che entra in campo con un altro piglio e mette in crisi la ricezione di Pavia (11-1). Il muro delle campionesse d'Italia è devastante (5 nel set) e Pesaro riesce così a contenere il tentativo di rimonta delle ospiti che provano a rimanere nel match grazie ad un'ottima Caroli. Manzano e Guiggi però salgono in cattedra ed è proprio il capitano delle colibrì a firmare il punto del 25-12 che riporta in parità il conto dei set.
Salgono le percentuali d'attacco nel terzo set e la partita diventa più bella, con Pesaro a fare l'andatura e Pavia che, aggiustata la ricezione, prova a rimanere incollata al match (10-8). Le colibrì sfruttano i primi tempi di Manzano e gli attacchi di Usic e Flier che entrano decisamente in partita (20-15), Biccheri cerca di tenere a galla le ospiti, ma Usic non sbaglia un colpo e un errore al servizio di Pavia consegna il set nelle mani di Pesaro. Quarto set equilibrato con Biccheri, Caroli e la slovena Cvetanovic pronte a rispondere colpo su colpo agli attacchi di Usic e compagne (10-10). Pesaro cerca più volte lo strappo, ma Pavia ritrova incisività al servizio e vede sempre più concreta la possibilità di arrivare al tie-break. Il parziale si gioca punto a punto (20-20), la formazione di Fresa mette la testa avanti (20-21 e 21-22), ma nel finale del set è Flier la giocatrice in più della Scavolini con quattro attacchi vincenti, l'ultimo dei quali dà il primo match point alle colibrì. Cvetanovic lo annulla, ma due conclusioni vincenti di Usic danno a coach Tofoli la prima soddisfazione da allenatore in A1 e alla Scavolini Pesaro i primi tre punti stagionali.

FINDOMESTIC VOLLEY CUP SERIE A1 - L'anticipo della prima giornata
Sabato 27 novembre
Scavolini Pesaro-Riso Scotti Pavia 3-1 (22-25, 25-12, 25-20, 26-24)

Il tabellino della gara
SCAVOLINI PESARO - RISO SCOTTI PAVIA 3-1 (22-25, 25-12, 25-20, 26-24)
SCAVOLINI PESARO: Usic 20, De Gennaro (L), Saccomani 12, Manzano 13, Ferretti 4, Flier 12, Guiggi 10. Non entrate Olivotto, Mari, Usic, Pascucci. All. Tofoli.
RISO SCOTTI PAVIA: Kano 1, Uceda 9, Biccheri 15, Frigo 9, Corna 7, Poma (L), Caroli 7, Cvetanovic 11. Non entrate Baciottini Barbara, Mastrilli, Gonzalez. All. Fresa.
ARBITRI: Saltalippi, Gentile. NOTE - durata set: 27', 20', 21', 29'; tot: 97'.

Le voci dei protagonisti
Paolo Tofoli (Allenatore Scavolini Pesaro): "Ci sarà da soffrire molto in questa stagione, si è visto anche questa sera. Abbiamo già fatto qualche passo avanti rispetto alla gara di Champions di mercoledì, anche se abbiamo commesso troppe ingenuità. Ci manca ancora un pò di lucidità e di astuzia in certi frangenti, ma stiamo crescendo e dobbiamo solo trovare un pò di tranquillità per giocare ancora meglio".

Mauro Fresa (Allenatore Riso Scotti Pavia): "Abbiamo buttato al vento il quarto set con alcuni errori stupidi, peccati di gioventù. C'è rammarico perchè senza tutte queste ingenuità e se avessimo continuato a giocare con la stessa concentrazione del primo set avremmo potuto portare la gara al tie-break. Comunque possiamo guardare al futuro con ottimismo, siamo una squadra giovane e abbiamo grandi margini di miglioramento".
Sigla.com - Internet Partner