Play off da brividi, ricordando il grande Bebeto

15/03/2018

Se qualcuno voleva vivere emozioni nei play off può ritenersi indiscutibilmente soddisfatto.
CUORI VIBRANTI. Iniziamo dai quarti di finale maschili, incerti, palpitanti, entusiasmanti. Il risultato più eclatante del secondo atto lo ha regalato senza ombra di dubbio Ravenna, capace di piegare contropronostico Perugia 15-12 al tie break impattando la situazione con la squadra che finora ha dominato la stagione. Complimenti vivissimi al sestetto romagnolo, indipendentemente da quello che accadrà il prossimo week end: per il momento si gode con pieno merito questo risultato straordinario, propiziato in primis dall’ottima vena di un incontenibile Paul Buchegger, autore di ben 33 punti che hanno reso vani i 18 di Atanasijevic, i 17 di Berger e i 15 di Zaytsev. Gara 3 decisiva domenica prossima al PalaEvangelisti. Tutto da rifare anche tra Verona e Trento, ma qui era più facile immaginarlo visto l’assoluto equilibrio che caratterizza queste due squadre sia come rendimento che come organico: esattamente come era terminata gara 1, cioè 15-13 al tie break, è andata in archivio anche gara 2. Solo che se nel cuore delle Dolomiti l’aveva spuntata la Diatec, nella città di Romeo e Giulietta ad aggiudicarsi il match al fotofinish è stata la Calzedonia, trascinata dai 23 punti di Stern, dai 17 di Jaeschke e dai 16 di Maar che hanno vanificato i 16 punti a testa messi a segno dall’ex Kovacevic e da capitan Lanza. In questo caso fare un pronostico per la terza e decisiva sfida appare davvero azzardato. Chi ha già staccato il biglietto per le semifinali scudetto sono Civitanova Marche e Modena, avversarie per giocarsi un posto in finale. La Lube ha faticato le proverbiali sette camicie per domare una scatenata Piacenza, arresasi solo 15-13 al quinto set: a fare la differenza sono stati i 30 punti del micidiale Sokolov e i 22 di Juantorena, prossimo al ritorno in nazionale. L’Azimut ha regolato la pratica con Milanoviolando 3-1 il Palayamamay di Busto Arsizio con 22 punti di Ngapeth. Applausi comunque sia alla Lpr che alla Revivre, impegnate adesso nei play off per la Challenge Cup. Chi ama la pallavolo si divertirà.
SOGNANDO L’EUROPA. C’è incertezza anche nei play off per il quinto posto. Sora ha infatti riaperto il discorso con Vibo Valentia vincendo gara 2 con il punteggio di 3-1, esattamente come era finita gara 1 dove a sorridere era stata la Tonno Callipo: il successo della Biosì assume maggior rilievo vista l’assenza del bomber serbo Petkovic. Decisivi però i 23 punti del martello danese Nielsen. Gara 3 è in programma domenica 25. La seconda sfida tra Castellana Grotte e Latina giocata mercoledì sera ha visto i pontini imporsi come in gara 1 con un perentorio 3-0 (17 punti per Savani e 12 per Starovic): Latina ha così conquistato in due partite la qualificazione ai quarti di finale.
DONNE COL BOTTO. Sono scattati anche i quarti di finale dei play off femminile registrando tre vittorie casalinghe. L’unica a festeggiare in trasferta è stata Monza, capace di aggiudicarsi il derby lombardo a Busto Arsizio per 3-1: 28 i punti di una scatenata Ortolani (la rivedremo in azzurro questa estate?), 18 quelli della Begic e 14 della Havelkova per la Saugella, mentre nelle file della Unet ne hanno firmati 18 la Bartsch e 14 la Diouf. Tutto facile per Conegliano conModena, costretta a rinunciare all’infortunata Caterina Bosetti (l’operazione al ginocchio sinistro è perfettamente riuscita: in bocca al lupo!!!). Best scorer per l’Imoco è stata Samanta Fabris con 15 punti. Ha regolato la pratica in fretta anche Scandicci, riuscita a piegare senza eccessivi patemi Pesaro per 3-0, con 19 punti della solita Isabelle Haak. Novara ha invece ceduto un set al sempre combattivo Firenze prima di chiudere la pratica applaudendo i 27 punti di Paola Egonu. Nel prossimo fine settimane si gioca gara 2 a campi invertiti: ne vedremo ancora delle belle, potete starne certi.
CUNEO LEADER. Quando mancano ancora quattro giornate prima di archiviare la regular season della serie A2 femminile, c’è una squadra a capeggiare in solitaria una classifica cortissima: si tratta di Cuneo, davanti a tutti con 64 punti, uno in più di Brescia e due rispetto a Mondovì. PoiChieri è quarta con 59. Nell’ultimo turno le piemontesi di Andrea Pistola hanno battuto il Baronissi 3-0 in trasferta con 29 punti della Vanzurova, mentre le lombarde di Enrico Mazzolahanno regolato Perugia con un facile 3-0 e il sestetto di Luca Secchi ha violato per 3-0 il campo di Montecchio. Tutto è davvero ancora possibile in vetta, mentre in coda il destino di Caserta è da tempo segnato.
CIAO BEBO. Passano i giorni ma non riesco a togliermi dalla testa il mio amico Bebeto. Ci ha lasciato troppo presto, improvvisamente, facendo davvero un brutto scherzo ai tantissimi che gli volevano bene. Basta dare uno sguardo ai social per averne conferma. Era simpatico, scanzonato, divertente, una persona di incredibile intelligenza, spumeggiante e sorprendente come la sua pallavolo-champagne. Anticonformista e fuori dagli schemi, sempre molto diretto nell'esprimere le sue idee. Le sue squadre hanno regalato una pallavolo indimenticabile, fatta di mille varianti tattiche, di soluzioni innovative dalla seconda linea. Un grande, in tutti i sensi. In Italia lo ricorderemo per sempre per i due scudetti incredibili vinti con la Maxicono Parma e per il meraviglioso titolo iridato conquistato con l’Italia a Tokyo nel 1998. Ho voluto riproporvi il suo bellissimo intervento durante la festa organizzata a Modena per la nazionale maschile: ascoltatelo e capirete chi era davvero nell'intimo. Obrigado Bebo, rimarrai sempre dentro di me. Sono onorato di essere tuo amico per sempre. 
MONDO SOCIAL. La rete sta sempre più spopolando e anche noi ci diamo da fare: da tempo siamo attivi proponendovi news e interviste su youtube, Instagram e Facebook, dove vi invito a mettere mi piace nella pagina dallarivolley se non lo avete ancora fatto. Ci trovate news, curiosità, foto e interviste. Vi aspetto.
SNAI SPORTNEWS. Chiudo raccomandandovi di seguire i miei pronostici sulla Superlega e sul campionato femminile con le relative quote su snaisportnews. Venerdì scorso sono stato nello stand Snai all'Enada Primavera organizzata alla Fiera di Rimini: l'occasione è stata davvero ghiotta e divertente per parlare a lungo in radio di pallavolo, di betting e di play off.
Buona pallavolo a tutti!
Sigla.com - Internet Partner