Play Off Scudetto maschili. In Semifinale Piacenza-Perugia e Macerata-Modena

30/03/2014

Jack Sintini protagonista nella rimonta di Trento che però non è riuscita ad espugnare il PalaPaniniJack Sintini protagonista nella rimonta di Trento che però non è riuscita ad espugnare il PalaPanini
Jack Sintini protagonista nella rimonta di Trento che però non è riuscita ad espugnare il PalaPanini
Risultati Gara 2 Quarti di Finale Play Off Serie A1 maschili UnipolSai
Casa Modena - Diatec Trentino 3-1 (25-18, 25-20, 21-25, 27-25)
Altotevere Città di Castello - Copra Elior Piacenza 0-3 (20-25, 22-25, 21-25)
Bre Lannutti Cuneo - Sir Safety Perugia 1-3 (20-25, 25-17, 20-25, 21-25)
Calzedonia Verona – Cucine Lube Banca Marche Macerata 0-3 (18-25, 18-25, 13-25)

ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO - COPRA ELIOR PIACENZA 0-3 (20-25, 22-25, 21-25)
ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO: Franceschini, Fromm 17, Carminati, Corvetta 2, Dolfo, Massari 12, Tosi (L), Piano 5, Van Walle 5, Rossi 2. N.e. Lensi, Lo Bianco, Marchiani. All. Andrea Radici.
COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux, Papi 10, Fei 5, Kaliberda 10, Simon 13, Tencati, Vettori 22, De Cecco 2. N.e. Partenio, Smerilli, Zlatanov, Husaj. All. Luca Monti.
ARBITRI: Diego Pol e Alessandro Tanasi. NOTE - durata set: 25', 26', 26'; tot: 77'.

Finisce l'avventura dell'Altotevere Città di Castello nei Play Off Scudetto Serie A1 UnipolSai battuta da una Copra Elior Piacenza presentatasi in Umbria in grande spolvero ed intenzionata a chiudere immediatamente la Serie. Meraviglioso il colpo d'occhio offerto dal PalaKemon tutto esaurito all'inizio del match, con uno striscione che ricorda una frase di Andrea Joan, il figlio prematuramente scomparso del Presidente della squadra tifernate. Al via nessuna novità rispetto ai sestetti di gara 1 di giovedì scorso.
Si va avanti punto a punto con il primo allungo di Piacenza con il muro piazzato di Papi su Van Walle (6-8) dopo la ricezione problematica di Fromm. La ricezione degli ospiti tiene bene il servizio dei tifernati permettendo a De Cecco di armare le sue bocche da fuoco: Simon in primo tempo porta il punteggio sul 10-12 al time out tecnico. Il servizio sbagliato di Kaliberda ed il contrattacco di Fromm consentono l'aggancio (12-12). L'invasione a muro di Piacenza sulla pipe di Massari dà il vantaggio all'Altotevere che allunga con il doppio ace di Fromm (16-13) costringendo Monti al time out discrezionale nella bolgia del Palakemon. Vettori da posto 4 riavvicina Piacenza, ma la pipe di Fromm mantiene le distanze (18-16). Van Walle attacca out il punto della parità (18-18). Il fortunoso ace di Vettori riporta avanti Piacenza (19-20) e stavolta è Radici a chiamare i suoi in panchina. Ancora l'ace di Vettori ed il contrattacco al centro di Simon consentono l'allungo di Piacenza che con l'opposto azzurro, ancora incontenibile al servizio, si porta sul 19-23 con il tecnico tifernate che chiama il secondo time out. Al rientro è ancora Vettori che spara il servizio del primo set point Piacenza (19-24) che chiude poi il parziale con un devastante primo tempo di Simon (20-25).
Il secondo set inizia con due punti di Fei per Piacenza (0-2). Fromm con l'aiuto del nastro riaggancia la squadra emiliana (3-3). Il mani out di Papi su Corvetta vale il punto del 3-5, ma l'attacco out dello stesso Papi riporta tutto in parità (5-5). L'Altotevere deve forzare il servizio e Fromm mette a terra l'ace del sorpasso (6-5). Ancora Papi per il bellissimo mani out su muro a tre (7-7). Lunga ed applaudita l'azione che porta Piano a realizzare il 9-8. Fromm contrattacca il punto del 10-8. Ma Simon alza inesorabile il muro del 10 pari e subito dopo controsorpasso di Piacenza con Vettori. E' ancora Simon al centro a timbrare il punto del 11-12. Al rientro è ancora Vettori al servizio a creare sconquasso nella ricezione tifernate (11-14). Due muri di Piano riavvicinano l'Altotevere (17-19), ma l'infrazione di doppio palleggio sanzionata al centrale azzurro sul 19-20 consente a Piacenza di mantenere le distanze e di andare poi a chiudere il set con Papi e Simon sugli scudi (22-25).
Al via del terzo set ancora equilibrio spezzato dal muro di Kaliberda (2-4) ma Simon spara out il punto del pari (4-4). Vettori entra facile sul muro a uno tifernate di Massari che comunque si rifà sull'attacco successivo (6-6). Contrattacco vincente di Vettori e Piacenza ancora avanti di due (7-9). Il servizio di Fromm consente la free ball all'Altotevere che Massari sfrutta in maniera vincente (10-10). Al time out tecnico si arriva con una magia di De Cecco in palleggio ad una mano per il primo tempo di Simon (11-12). Simon si fa sentire anche al servizio e Vettori sfrutta l'occasione (12-14). Fei attacca un'altra free ball per il 13-17. Piacenza mantiene il vantaggio con un grande Vettori (16-20). Massari non molla, ma una discutibile ricezione di Kaliberda consente a De Cecco di armare la mano pesante di Simon che schiaccia sui due metri (18-22) con time out Radici.L'Altotevere ci prova con Fromm a tenersi in vita (20-23), ma Dolfo sbaglia il servizio del 20-24. E' fatta per la Copra che chiude 21-25 con l'errore al servizio di Van Walle.
MVP: Luciano De Cecco.

Denys Kaliberda (Copra Elior Piacenza): “Stasera siamo stati molto bravi. Partire male in questa gara avrebbe voluto dire probabilmente perderla, ma il nostro servizio ha funzionato molto bene, nel primo set grazie a Vettori, nel secondo grazie a Simon. Ora sotto con le Semifinali, con Perugia sarà molto difficile ma siamo consapevoli delle nostre qualità”.

Jacopo Massari (Altotevere Città di Castello): “Il nostro bilancio è sicuramente positivo, primo perché abbiamo raggiunto i Play Off, secondo perché sia all’andata che al ritorno abbiamo lottato alla pari con quella che a mio parere è la squadra più in forma del Campionato”.

CASA MODENA - DIATEC TRENTINO 3-1 (25-18, 25-20, 21-25, 27-25)
CASA MODENA: Manià (L), Sala 5, Sket 4, Deroo 8, Kampa, Bartman 15, Beretta 9, Mossa De Rezende 2, Kovacevic 6, Ngapeth 16. N.e. Donadio, Bossi, Hendriks. All. Angelo Lorenzetti.
DIATEC TRENTINO: Sintini 2, Birarelli 4, Solé 14, Ferreira 5, Suxho 1, De Paola, Lanza 10, Sokolov 22, Colaci (L), Fedrizzi 8. N.e. Thei, Burgsthaler, Van Dijk. All. Roberto Serniotti.
ARBITRI: Vittorio Sampaolo e Fabrizio Pasquali. NOTE - Spettatori 4600, incasso 43000, durata set: 25', 27', 27', 32'; tot: 111'.

Casa Modena vola in Semifinale dei Play Off Serie A1 UnipolSai superando 3-1 la Diatec Trento in Gara 2 dei Quarti di Finale. Un match bellissimo vissuto con il fiato sospeso fino all'ultimo punto e con un finale thrilling. I gialloblù di casa dopo aver vinto nettamente i primi due parziali hanno subito la rimonta di una Trento rigenerata dagli ingressi di Sintini e Fedrizzi. Poi il finale di 4° set con Casa Modena capace di rimontare e vincere dal 20-24. Si gioca davanti a ad oltre 4500 spettatori, un mare tutto giallo per un PalaCasaModena che è uno spettacolo nello spettacolo già prima del fischio d'inizio.
I sestetti sono quelli annunciati: Modena con Bruninho-Bartman, Ngapeth-Kovacevic, Beretta-Sala, Manià libero; Trento con Suxho-Sokolov, Lanza-Ferreira, Solè-Birarelli, Colaci libero.
Sono gli ospiti a partire meglio grazie a Sokolov ed ai muri di Ferreira (2-7). Modena si riavvicina con due muri di Beretta ed uno di Ngapeth (8-9). Sokolov e Lanza sono i punti di riferimento in attacco per Suxho, dall'altra parte della rete Ngapeth è scatenato (7 punti personali in attacco con il 100%). I gialloblù sorpassano Trento sul 18-17. Lorenzetti fa il doppio cambio e mette dentro la diagonale Kampa-Sket. E l'opposto sloveno al servizio ad essere micidiale: 6 battute consecutive e l'ace del 25-18. Casa Modena parte fortissimo anche nel secondo set (11-3), Trento cambia: fuori Suxho e Ferreira dentro Sintini e Fedrizzi. Sokolov spinge i suoi che accorciano (14-8). Bartman è ispirato (7 punti con due muri ed il 71% in attacco). Per Modena dentro Kampa, Sket e Deroo. La Diatec non molla e recupera sul 23-20, ma i gialloblù chiudono con attacco di Sala. Nel terzo parziale Lorenzetti conferma nel sestetto Deroo per Kovacevic, mentre Serniotti lascia in campo Sintini e Fedrizzi. E proprio Fedrizzi al servizio ed in attacco propizia il vantaggio della Diatec (1-4 e 6-12). Casa Modena cambia Ngapeth con Kovacevic e Modena completa la rimonta sul 18-18. Ma due attacchi out di Bartman ed ancora la coppia Sokolov-Fedrizzi portano Trento sul 2-1 (21-25). L'inerzia del match sembra cambiata, Trento ha fiducia e va 5-8. La partita si scalda sottorete: doppio rosso per Sintinti e Bruninho. Dal 13-13, Trento piazza un break e va 13-17. Casa Modena commette alcuni errori in attacco, Sokolov e compagni vanno 18-22 e 20-24.
Il 5° set sembra scritto quando entra in scena prima Uros Kovacevic che piazza due muri a uno su Sokolov. Poi Ngapeth (che Lorenzetti inserisce in battuta proprio per Kovacevic) piazza un ace e Bartman completa l'opera con un attacco su rigiocata: il PalaCasaModena impazzisce di gioia (27-25).
MVP: Uros Kovacevic

Angelo Lorenzetti (allenatore Casa Modena): “Siamo felicissimi. Volevamo questa Semifinale, Modena se la meritava. Abbiamo ricreato quell’empatia con l'ambiente che c'era l'anno scorso e che quest'anno invece, per colpa nostra, non c'era stata. Oggi abbiamo avuto anche un po' di fortuna, soprattutto nel finale di 4° set: forse ci siamo ripresi la sfortuna che ci aveva accompagnato l'anno scorso nei Quarti con Cuneo. Macerata? E' un colosso e noi, tutti insieme, ci proveremo. Oggi ci siamo divertiti molto in questo palazzo, vorremmo giocarci almeno altre due volte”.

Roberto Serniotti (allenatore Diatec Trentino): “Dopo un buon avvio poi ci siamo persi, la testa non era fresca e questo deriva dall'insicurezza che ti dà il periodo degli ultimi mesi con tutte le traversie che abbiamo passato. Avremmo dovuto andare avanti 1-0 sia Gara 1 che Gara 2. Adesso dobbiamo continuare a fare il nostro lavoro al massimo per onorare l'impegno anche dei Play Off per il 5° posto”.

BRE LANNUTTI CUNEO - SIR SAFETY PERUGIA 1-3 (20-25, 25-17, 20-25, 21-25)
BRE LANNUTTI CUNEO: Rauwerdink, Antonov 12, Marchisio (L), Gonzalez 4, De Pandis (L), Casadei 16, Kohut 3, Alletti 5, De Togni 6, Rouzier, Maruotti 15. N.e. Coscione. All. Roberto Piazza. SIR SAFETY PERUGIA: Buti 13, Paolucci, Petric 14, Della Corte, Giovi (L), Cupkovic 19, Mitic 4, Vujevic 7, Atanasijevic 5, Semenzato 7. N.e. Barone, Della Lunga, Fanuli. All. Slobodan Kovac.
ARBITRI: Luca Sobrero e Roberto Boris. NOTE - Spettatori 2200, incasso 9300, durata set: 25', 26', 31', 28'; tot: 110'.

Al PalaBreBanca, Gara 2 dei Quarti di Finale Play Off UnipolSai finisce a favore della Sir Safety Perugia che accede così alle Semifinali Scudetto. Per la Bre Lannutti Cuneo ora si apre l’impegno dei Play Off 5° Posto UnipolSai.
Il primo set inizia con i perugini in vantaggio (6-11), che mantengono le distanze (11-15). La Bre Banca Lannutti però non cede il passo e con la diagonale di Maruotti, si porta a -2 (15-17). Errore in battuta per Perugia (17-18). Gli ospiti avanzano con determinazione e si aggiudicano il set con un muro di Vujevic-Semenzato. Nel secondo parziale sono ancora i perugini a partire avanti (2-4), ma Cuneo recupera e va in parità (6-6), per poi allungare (8-6). Maruotti a segno (10-7). Ace di Gonzalez (12-7). Ancora Maruotti (13-7). La Bre Lannutti mantiene il vantaggio (17-12). Avanti tutta per Cuneo che si porta sul 21-15, per allungare (23-16). Set ball (24-17). Il muro di Kohut pareggia i conti (25-17).
Si torna in campo per la terza frazione di gioco con entrambe le tifoserie che sostengono a suon di tamburi le proprie formazioni. Parte bene Perugia (2-5), ma Cuneo non molla (7-8). Al time out tecnico la Sir Safety è avanti di tre lunghezze. Reazione immediata della Bre Lannutti (13-13), ma i perugini allungano (13-17). Il gioco prosegue in favore degli umbri (16-23). Il set si chiude a favore degli ospiti. Due set ad uno in favore della Sir Safety Perugia. Il quarto parziale inizia in sostanziale parità (9-9), poi al time out tecnico gli ospiti vanno a +1 (11-12). Si gioca punto a punto, poi Perugia allunga (15-18). Il muro di Cuneo riequilibra la situazione (18-19), ma non basta (18-21). Reazione per la Bre Lannutti (20-22). Il match si chiude a favore degli umbri: Semifinale alla Sir Safety Perugia. La Bre Lannutti dovrà ora vedersela contro la Tonno Callipo, nel Play Off Quinto Posto.
MVP dell’incontro, Simone Buti, con 13 punti al suo attivo.

Dore Della Lunga (Sir Safety Perugia): “Siamo molto contenti del risultato. E’ stata una partita strana, noi avevamo qualche problemino fisico e abbiamo dovuto giocare con un modulo del tutto nuovo, che non avevamo mai utilizzato in Campionato. Siamo stati bravi ad aggiudicarci il match. Mi spiace aver eliminato Cuneo, società che conosco bene, ma credo che per come abbiamo giocato finora ce lo siamo meritato. Ora in Semifinale dovremo vedercela con Piacenza, formazione con cui non siamo ancora riusciti a vincere, ma ce la metteremo sicuramente tutta!”

Aimone Alletti (Bre Lannutti Cuneo): “Ci abbiamo creduto e provato fino alla fine. Loro hanno tirato fuori dalla panchina la “carta” Cupkovic, che ha disputato una partita molto buona. Sono stati più bravi e hanno meritato la vittoria. Ora dobbiamo concentrarci sulle prossime gare contro Vibo.”

Domenica 30 marzo 2014, ore 20.30

Calzedonia Verona – Cucine Lube Banca Marche Macerata 0-3 (18-25, 18-25, 13-25)

CALZEDONIA VERONA - CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA 0-3 (18-25, 18-25, 13-25)
CALZEDONIA VERONA: Zingel 3, Blasi, Pesaresi (L), Ter Horst 11, Coali, Gasparini 7, White 4, Boninfante 1, Bellei 4, Kovacevic 3, Anzani 2. N.e. Centomo, Gonzalez. All. Andrea Giani.
CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Henno (L), Parodi 8, Zaytsev 17, Stankovic 7, Kovar 6, Kurek, Baranowicz 4, Podrascanin 6. N.e. Patriarca, Provvisiero, Monopoli, Giombini, Bulfon. All. Alberto Giuliani. ARBITRI: Simone Santi e Luca Saltalippi. NOTE - durata set: 22', 28', 21'; tot: 71'.

Gara 2 tra le mura amiche del PalaOlimpia non sorride alla Calzedonia Verona, superata dalla Cucine Lube Banca Marche Macerata per 0-3 (18-25, 18-25, 13-25). L’opposto Ivan Zaytsev nominato dalla stampa MVP del match e top scorer di gara con 17 punti, di cui 2 ace – 78% di positività in attacco. Boninfante e compagni, eliminati quarti nella corsa ai Play Off Scudetto UnipolSai dai primi in classifica di Regular Season, avranno la possibilità di rifarsi nei Play Off per il 5° posto: la prima gara, in trasferta, vedrà infatti gli scaligeri impegnati sul campo di Ravenna domenica 6 aprile; il ritorno si giocherà invece al PalaOlimpia domenica 13 aprile. Giani ha schierato in campo Boninfante in cabina di regia in diagonale con Bellei, Ter Horst-White schiacciatori, Zingel-Anzani al centro, Pesaresi libero. Da evidenziare l’esordio come titolare tra le mura casalinghe per l’opposto Giacomo Bellei, in sostituzione allo sloveno Mitja Gasparini, inizialmente in panchina a causa di una contusione alla mano destra. Giuliani ha optato per il sestetto titolare con Baranowicz palleggiatore, Zaytsev opposto, Kovar-Parodi schiacciatori, Stankovic-Podrascanin al centro, Henno libero. Nel primo set Macerata si porta avanti fino allo 0-4. Il divario di punteggio cresce, la Calzedonia cerca la rimonta: Ter Horst in attacco trova il 9-14 e 10-14, Zingel dal centro l’11-15. La Lube allunga con Zaytsev in banda (6 i punti nel primo parziale) e Stankovic dal centro (12-19). I biancorossi archiviano il primo set con 7 lunghezze di vantaggio (18-25). Lotta ad armi pari nel secondo set; Gasparini (top scorer di parziale – 5 punti) trova spazio in campo al posto di Bellei. La Calzedonia rimane attaccata all’avversario, con determinazione. Il time out tecnico scatta sull’11-12. Macerata riconquista terreno: Ter Horst e Kovacevic siglano il 12esimo e 13esimo punto scaligero, i biancorossi sono a quota 19. La Calzedonia si porta a meno cinque con Gasparini vincente da posto due (17-22). Zaytsev chiude 18-25. La Calzedonia si trova a subire uno 0-5 nelle prime battute di terzo set; con il contributo dei centrali gialloblù Zingel e Anzani la formazione veronese si porta sul 5-8. La distanza viene mantenuta fino al 10-13. Con Zaytsev esplosivo la Lube cresce ancora (10-16). Il match finisce 13-25. MVP: Ivan Zaytsev - SPETTATORI: 2.632.

Dante Boninfante (Calzedonia Verona): “Rispetto a gara 1 ci è mancato tutto. A turno abbiamo contribuito a rendere più facile la partita a loro, a partire dalla battuta. Non sono per niente soddisfatto. Di per sé la Lube è una squadra fortissima, non possiamo regalargli anche dei punti. Abbiamo giocato male, non c’è molto da dire. Non siamo stati la stessa squadra aggressiva di gara 1”.

Dragan Stankovic (Cucine Lube Banca Marche Macerata): “Abbiamo fatto molto meglio rispetto a gara 1, non c’è che esserne soddisfatti. Siamo subito partiti bene, poi nel secondo set abbiamo giocato alla pari ma ancora una volta siamo riusciti a staccarci e a guadagnare un vantaggio importante. Siamo migliorati nell’approccio rispetto a gara 1. Ora riposiamo una buona settimana aspettando la prossima sfida”.

Play Off Serie A1 UnipolSai – SEMIFINALE Gara 1
Domenica 6 aprile 2014, ore 17.30
A Osimo: Cucine Lube Banca Marche Macerata (1a) – Casa Modena (5a) Diretta RAI Sport 1

Domenica 6 aprile 2014, ore 18.00
Copra Elior Piacenza (2a) – Sir Safety Perugia (3a)

Play Off Serie A1 UnipolSai – SEMIFINALE Gara 2
Mercoledì 9 aprile 2014, ore 20.30
Casa Modena (5a) - Cucine Lube Banca Marche Macerata (1a)
Sir Safety Perugia (3a) - Copra Elior Piacenza (2a) Diretta RAI Sport 2

Play Off Serie A1 UnipolSai – SEMIFINALE Gara 3
Sabato 12 aprile 2014, ore 17.30
Copra Elior Piacenza (2a) – Sir Safety Perugia (3a) Diretta RAI Sport 1

Domenica 13 aprile 2014, ore 18.30
A Osimo: Cucine Lube Banca Marche Macerata (1a) – Casa Modena (5a) Diretta su RAI Sport 2

Play Off Serie A1 UnipolSai – SEMIFINALE Gara 4
Mercoledì 16 aprile 2014, ore 20.30
Casa Modena (5a) – Cucine Lube Banca Marche Macerata (1a)
Sir Safety Perugia (3a) - Copra Elior Piacenza (2a)
Una gara in diretta su RAI Sport 2

Play Off Serie A1 UnipolSai – SEMIFINALE Gara 5
Domenica 20 aprile 2014, ore 18.00
A Osimo: Cucine Lube Banca Marche Macerata (1a) – Casa Modena (5a)
Copra Elior Piacenza (2a) – Sir Safety Perugia (3a)
Una gara in diretta su RAI Sport 1 ore 17.30
Possibile posticipo a lunedì 21 aprile ore 17.30 in diretta RAI Sport 2

Play Off Serie A1 UnipolSai – FINALE Gara 1
Giovedì 24 aprile 2014, ore 20.30
Finalista (migliore Regular Season) – Finalista (peggiore RS) Diretta RAI Sport 1

Play Off Serie A1 UnipolSai – FINALE Gara 2
Domenica 27 aprile 2014, ore 17.30
Finalista (peggiore RS) - Finalista (migliore RS) Diretta RAI Sport 1

Play Off Serie A1 UnipolSai – FINALE Gara 3
Giovedì 1 maggio 2014, ore 17.30
Finalista (migliore RS) – Finalista (peggiore RS) Diretta RAI Sport 1

Play Off Serie A1 UnipolSai – FINALE Gara 4
Domenica 4 maggio 2014, ore 17.30
Finalista (peggiore RS) - Finalista (migliore RS) Diretta RAI Sport 1

Play Off Serie A1 UnipolSai – FINALE Gara 5
Giovedì 8 maggio 2014, ore 20.30 oppure
Domenica 11 maggio 2014, ore 17.30
Finalista (migliore RS) – Finalista (peggiore RS) Diretta RAI Sport 1

FORMULA PLAY OFF SCUDETTO
Le squadre classificatesi dal 1° all’8° posto partecipano ai Play Off Scudetto. I Quarti di Finale al meglio di 3 gare mentre Semifinali e Finali si disputano al meglio delle 3 vittorie su 5 partite. Le gare 1, 3 e 5 si disputano in casa delle squadre con la miglior classifica al termine della Regular Season, gara 2 ed eventuale gara 4 in casa delle squadre con peggior classifica.


Il Play Off 5° Posto UnipolSai 2013/2014

FORMULA PLAY OFF 5° POSTO
Otto squadre accedono ai Play Off 5° posto che assegnano un posto in Challenge Cup 2014/15. Per gli accoppiamenti si tiene come riferimento la classifica finale di Regular Season: le squadre perdenti i Quarti di Finale Play Off Scudetto affrontano le ultime quattro squadre della classifica (9a, 10a, 11a e 12a)
A causa delle nuove date (differenti fasi dei tabelloni dei due Play Off erano infatti sincronizzate), è cambiata la formula del Play Off 5° posto: la competizione verrà organizzata con Quarti e Semifinali andata e ritorno (con Golden set)
L’uscita dai Play Off Scudetto della Diatec Trentino, esclude l’ipotesi 1 del planning (date delle Semifinali e formula della Finale differente) ed attiva in automatico l’ipostesi 2 di seguito descritta.

IPOTESI 2: se una (o più squadre) tra Cucine Lube Banca Marche Macerata, Sir Safety Perugia e Diatec Trentino (esclusa Copra Elior Piacenza, che ha già diritto di partecipazione alla Coppa CEV grazie alla vittoria della Del Monte Coppa Italia) fosse eliminata dai Quarti Play Off Scudetto
Nuove date semifinali. Finale in gara secca in casa della squadra con miglior classifica al termine della Regular Season.
Se una (o più di una) tra le squadre che hanno disputato i quarti dei Play Off 5° posto conseguisse il diritto a partecipare ad una Coppa Europea (Champions o CEV) a seguito dei risultati delle Semifinali dei Play Off Scudetto, non prenderà parte alle Semifinali dei Play Off 5° posto e il tabellone verrà completato ripescando la squadra (o le squadre) eliminata da entrambi i Play Off (Scudetto o 5° posto) avente la miglior classifica al termine della Regular Season e che non abbia ancora acquisito un diritto di partecipazione ad alcuna Coppa Europea.

Play Off 5° posto UnipolSai – QUARTI DI FINALE Gara 1

Domenica 6 aprile 2014, ore 18.00
Andreoli Latina – Diatec Trentino
CMC Ravenna – Calzedonia Verona
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Bre Lannutti Cuneo
Exprivia Molfetta – Altotevere Città di Castello

Play Off 5° posto UnipolSai – QUARTI DI FINALE Gara 2
Domenica 13 aprile 2014, ore 18.00
Diatec Trentino - Andreoli Latina
Calzedonia Verona - CMC Ravenna
Bre Lannutti Cuneo - Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia
Altotevere Città di Castello - Exprivia Molfetta
Sigla.com - Internet Partner