I quarti dei Play off scudetto maschili più incerti della storia

02/04/2023

Sono i quarti di finale dei play off scudetto maschili più entusiasmanti della storia: ben tre delle quattro sfide che portano allo sprint tricolore della SuperLega sono ancora apertissime e tutto verrà deciso nel week end pasquale con il quinto e decisivo atto.

INCREDIBILE! Solo Trento ha trovato la forza di staccare il biglietto per le semifinali grazie al successo per 3-0 colto a Monza in gara 4: il sestetto di Angelo Lorenzetti ha chiuso il discorso con una prestazione concreta, in cui Michieletto e Kaziyski hanno chiuso con 12 punti a testa e Lavia con 11. Il faccia a faccia che sta sorprendendo più di tutti? E’ senza dubbio quello tra Milano e Perugia: per la seconda volta la squadra di Roberto Piazza ha infatti mirabilmente fermato gli umbri di Andrea Anastasi, imponendosi 15-13 al tie break e tenendo viva la serie che alla vigilia pareva per obiettività la più scontata. L’Allianz sta invece interpretando questi play off in maniera perfetta, e dopo aver vinto gara 2 in casa per 3-2 e aver giocato benissimo in gara 3 a Perugia è ancora in corsa, più viva che mai: domenica ha avuto 22 punti da Mergarejo, 18 da Ishikawa e 15 da Patry vanificando i 22 di Leon e i 19 di Herrera, e adesso ha il morale comprensibilmente alle stelle. Una brutta gatta da pelare insomma per quella che resta comunque l’indubbia favorita per la conquista dello scudetto. Tutto possibile anche sull’asse della via Emilia, dopo che Modena inizialmente si è portata avanti 2-0 e Piacenza ha trovato la forza di pareggiare una situazione tutt’altro che semplice: dopo essersi imposta per 3-0 in gara 3 in trasferta, domenica la coriacea formazione di Massimo Botti ha concesso davvero pochissimo a quella di Andrea Giani, affermando il suo gioco e chiudendo con un eloquente 3-0 propiziato anche dai 14 punti messi a segno sia da Lucarelli che da Leal, i suoi principali terminali offensivi. Sarà dunque l’ultimo atto in programma al PalaPanini a decidere chi dovrà vedersela con Trento in semifinale. Incerta anche la situazione tra Verona e Civitanova: dopo che gli scaligeri hanno trovato l’energia per portarsi in vantaggio sul 2-0, i marchigiani hanno riordinato le idee e adesso hanno riportato la situazione in equilibrio in virtù del 3-0 con in quale hanno vinto gara 3 e del 3-1 con il quale hanno violato sabato il palasport veneto gremito da oltre 5.000 spettatori: per Rado Stoytchev sono stati 25 i punti di un ottimo Keita, 21 del gigante russo Sapozhkov e 19 di Mozic, per Chicco Blengini invece 22 dell’mvp Aleksander Nikolov e 17 a testa di Yant e Zaytsev. I quarti di finale stanno regalando un pathos incredibile e di certo le emozioni e le sorprese non sono ancora finite.

TEMPO DI COPPE. Iniziamo dalla Champions League maschile, in cui a difendere i colori dell’Italia c’è Perugia: giovedì sera ospita al PalaEvangelisti i bicampioni in carica del Kedzierzyn Kozle, che in Polonia si sono imposti 3-1. Impresa complicata per gli umbri ma non impossibile quella di staccare il biglietto per le Superfinals di Torino. Nell’altra sfida i polacchi del Jastrzebski Wegiel attendono mercoledì la visita dei turchi dell’Halkbank Ankara, già sconfitti 3-1 all’andata. In Champions femminile c’è invece Novara a rappresentare il nostro movimento, unica squadra non turca delle semifinali: mercoledì gioca in casa contro l’Eczacibasi Istanbul, mentre giovedì c’è il derby Vakifbank-Fenerbahce. La settimana successiva sono in programma i match di ritorno. In Coppa Cev maschile mercoledì sera Modena affronta la complicata trasferta in Belgio sul campo dello Knack Roeselare, che ha espugnato in PalaPanini in gara 1 per 3-0: gli emiliani peraltro sono in ansia per le condizioni di salute di Bruno, infortunatosi alla caviglia destra durante il terzo set a Piacenza. Scandicci affronta invece le abbordabili romene dell’Alba Blaj nella finale della Cev Cup femminile: andata mercoledì in Toscana, ritorno mercoledì 12 in Romania. Massimo Barbolini può arricchire la sua peraltro già fornitissima bacheca. Già andate in archivio invece la Challenge Cup, con la bellissima vittoria di Chieri tra le donne e dell’Olympiakos Atene di Alberto Giuliani tra gli uomini.

LOTTA SALVEZZA. A una giornata dalla conclusione della regular season del campionato di A1 femminile serve un autentico miracolo a Perugia per evitare la retrocessione: dopo aver perso 3-0 a Chieri (per le piemontesi 16 punti di Brobelna e 15 dell’mvp Cazaute) la formazione umbra si trova infatti a quota 17 in penultima posizione con due lunghezze di ritardo nei confronti di Pinerolo, capace di realizzare un autentico miracolo. Il sestetto di Michele Marchiaro con un guizzo incredibile ha infatti espugnato per 3-1 il campo di Cremona dove gioca abitualmente Casalmaggiore venendo trascinata dai 28 punti di una inarrestabile Valentina Zago, e ha fatto un allungo forse decisivo nei confronti delle dirette concorrenti per restare sul massimo palcoscenico pallavolistico italiano. Sabato per Perugia c’è infatti il proibitivo impegno casalingo con Conegliano, mentre Pinerolo ospita Chieri: salvo sorprese imprevedibili (ma comunque sempre possibili) si dovrebbe conoscere il nome della seconda squadra che farà compagna a Macerata in A2. In vetta invece non è cambiato nulla: le campionesse d’Italia capeggiano il gruppo con 69 punti dopo il facile 3-0 inflitto alla cenerentola Macerata (16 punti per l’mvp Kathryn Plummer, 14 per Lubian e 13 per GrayHaak tenuta a riposo). Scandicci è seconda a quota 61 dopo aver piegato Bergamo per 3-1 con 19 punti della Zhu e 15 dell’mvp Yvon Belien. Milano è terza a quota 58 dopo il 3-0 con cui ha annichilito Firenze, con 21 punti di Stysiak e il libero Beatrice Parrocchiale premiato migliore in campo. Quarta è Chieri con 51 punti, quinta Novara con 48 dopo aver vinto 3-1 sul campo del Vallefoglia con 19 punti di Karakurt e con Ilaria Battistini mvp, più staccata al sesto posto c’è Casalmaggiore con 37 punti e poi via via tutte le altre. Dopo Pasqua scatteranno i play off, e lì ne vedremo certamente delle belle. Intanto complimenti sinceri a Roma che il mio vecchio amico Beppe Cuccarini ha guidato in A1 dopo aver festeggiato la Coppa Italia di A2 a Casalecchio di Reno.

FANTINI CLUB LIVE. Continua la seguitissima programmazione della trasmissione dedicata la mondo dello sport e del turismo con una puntata dedicata a “Lo sport italiano di oggi”: eccezionalmente martedì 4 aprile ospiti d’eccezione saranno il Presidente del Coni Giovanni Malagò e il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini. Un bellissimo appuntamento da non perdere in diretta dalle ore 20.30 sul canale Linkedin di Fantini Club e Lorenzo Dallari oltre che sui canali YouTube e Facebook consueti, ovvero Oasport, Dallari Volley e Fantini Club. Vi aspetto numerosi come sempre. E segnatevi che da quest’anno è possibile riascoltare le puntate in formato podcast su Spotify, Googlepodcast e Spreaker.

GUIDA AL VOLLEY 2023. Sempre più completa, sempre ricca di fotografie, sempre più accattivante graficamente pur mantenendo la sua essenza di opera omnia dedicata al nostro bellissimo sport: sulla Guida al Volley potete trovare tutti i dati dei campionati maschili e femminili, della pallavolo internazionale, delle Coppe Europee, del beach volley, dei giocatori e delle giocatrici. Per riceverla cliccate sul banner in questa home page e trovate tutte le informazioni.

Buona pallavolo a tutti!

Sigla.com - Internet Partner