Presentato il Col torinese del prossimo Mondiale maschile

26/02/2009

È stato presentato presso lo Studio Nespolo di Torino, il Comitato Organizzatore Locale dei prossimi Mondiali del 2010. Presidente del C.O.L. sarà Guido Cappio, ambasciatore di Telethon, mentre i vice presidenti saranno due dirigenti sportivi piemontesi di livello internazionale come Mario Scarzella, Presidente della FitArco e dell’Emau, e Gianfranco Porqueddu, Presidente del C.O.N.I. Piemonte.
I consiglieri saranno invece Giovanni Ventura, funzionario del Comune di Torino, e Francesco Angesia, Dottore Commercialista ed ex nazionale juniores di pallavolo.

Padrone di casa il Maestro Ugo Nespolo, da sempre vicino allo sport e alla Federazione di Pallavolo: “Non è la prima volta che la mia arte si intreccia con lo sport, ho avuto la fortuna di collaborare a manifesti di numerosi eventi sportivi. Mi paice soprattutto ricordare quello prodotto in occasione dell’America’s Cup ai tempi di Azzurra. Con la pallavolo e il Comitato presieduto da Ezio Ferro collaboro da molto tempo e sono molto soddisfatto di aver mantenuto dei legami lavorativi con un mondo affascinante e molto interessante”.

Parole d’affetto ricambiate anche dal Presidente del Comitato Regionale, Ezio Ferro, che ha espresso il desiderio di inserire il Maestro nella struttura organizzativa: “Per quanto riguarda il Comitato Locale dei Mondiali 2010 ho puntato su persone fidate e con una notevole esperienza alle spalle. Il Presidente ideale è proprio Guido Cappio, ambasciatore Telethon a Torino, il quale ha già dimostrato un’ottima collaborazione in passato con il mondo dello sport. I due Vice Presidenti, ovvero Mario Scarzella e Gianfranco Porqueddu, nell’ambito sportivo sia nazionale che regionale, non hanno certo bisogno di presentazioni: il primo è il presidente della FitArco e dell’Emau (Federazione Europea di tiro con l’arco), il secondo è presidente del Coni Piemonte. I Consiglieri saranno Francesco Angesia, un passato da pallavolista fino alla nazionale juniores, e Giovanni Ventura, funzionario dell’Assessorato allo Sport con grande esperienza a livello organizzativo. Il Revisore dei conti sarà Roberto Puntoni, anche lui ex pallavolista con la Panini Modena in serie A”.

Infine il Presidente del C.O.L., Guido Cappio, ha sottolineato come “la necessità, adesso, è quella di pensare all’operatività del Comitato. Dobbiamo preparare al meglio questo evento che rappresenta uno dei momenti più importanti per lo sport torinese e piemontese”.

C.O.L. TORINO - MONDIALI 2010
Presidente: Guido Cappio (Ambasciatore Telethon Torino)
Vice Presidenti: Mario Scarzella (Presidente FitArco ed Emau), Gianfranco Porqueddu (Presidente CONI Piemonte)
Consiglieri: Giovanni Ventura (Funzionario Comune di Torino), Francesco Angesia (Dott. Commercialista, ex pallavolista Nazionale)
Revisore conti: Roberto Puntoni (Dott. Commercialista, ex Atleta della Panini Modena in serie A1) 

ITALIA, CINA, GIAPPONE, POLONIA: QUATTRO GRANDI PER UN’ ESTATE DI VOLLEY A TORINO

La presentazione del Comitato Organizzatore Locale di Torino per i Mondiali del 2010 è stata l’occasione anche per il lancio diuna nuova, grande iniziativa da parte del Comitato Regione Piemonte e del Comitato Provinciale di Torino.

Quattro squadre tra le migliori al mondo, la Nazionale di Massimo Barbolini, venti giorni di grande pallavolo per Torino e la sua provincia: si potrebbe riassumere in questo modo il quadrangolare in programma dal 16 al 20 giugno al PalaRuffini di Torino, diretta emanazione del torneo di Courmayeur.

Il torneo sarà inserito all’interno di un collegiale di 20 giorni, dal 1° al 20 giugno, svolto dalla Nazionale femminile nel capoluogo piemontese.

Un torneo di altissimo livello. Quattro tra le migliori squadre del mondo a Torino per uno spettacolo indimenticabile: Italia, Cina, Polonia e Giappone.

Dopo aver ospitato coppe a livello nazionale e continentale (Top Teams Cup, Coppa Cev, Supercoppa Italiana etc.) e dopo aver abbracciato anche le selezioni maschili (World League) e femminili (All Star Game), senza dimenticare la manifestazione principe giovanile della Lega (Girl League), il PalaRuffini aprirà le porte all’ex torneo di Courmayeur. Una competizione seconda solo allo storico torneo di Montreux, in Svizzera, quindi il valore è assoluto.

Un girone all’italiana, poi semifinali e finale. Gli appassionati della grande pallavolo proprio non si possono lamentare. In campo andranno le migliori giocatrici del pianeta, Italia compresa. Per la Nazionale allenata da Massimo Barbolini sarà un test fondamentale in vista dei prossimi impegni, anche perché dovrà cancellare l’amara parentesi dei Giochi Olimpici di Pechino 2008. Però non bisogna dimenticare che le azzurre sono campionesse d’Europa in carica e detentrici della Coppa del Mondo: Torino sarà l’ennesimo test per mettere alla prova Piccinini e compagne. Le rivali non sono avversarie comode: il pubblico subalpino ammirerà le talentuose cinesi orchestrate dalla regista novarese Feng, la Polonia avrà nell’ex gaudenziana Skowronska, oggi leader della Scavolini Pesaro, la mano pesante; il Giappone punta su un collettivo affiatato che più volte negli ultimi anni ha messo il bastone tra le ruote alle migliori squadre del globo. Insomma: ci sarà da divertirsi. Cinque giorni da ricordare: il volley internazionale, per l’ennesima volta, sbarca sotto la Mole.

“La nuova affascinante avventura per il prossimo quadriennio è rappresentata dal torneo estivo riservato alle selezioni nazionali femminili - ha spiegato il Presidente del CR Piemonte, Ezio Ferro - È la diretta emanazione del torneo di Courmayeur che, a seguito degli ottimi standard organizzativi, non ha registrato grande affluenza di pubblico. Puntiamo a farlo diventare il miglior torneo al mondo. In questo momento il torneo internazionale di Montreux è ancora in cima alla classifica, ma le sfide senza obiettivi non sono stimolanti. Ma non sarà solo un torneo, ci sarà un collegiale della Nazionale che si stabilirà a Torino dal primo di giugno al 20 per preparare gli impegni internazionali”.

"Oltre al prestigio e al piacere nell’organizzare questo torneo - aggiunge il Presidente del Comitato Provinciale di Torino, Paolo Marangon - la vera novità che ci riempie d’orgoglio è la consapevolezza di affrontare un impegno quadriennale. Non un’edizione fine a se stessa, ma un progetto a lunga durata. Sarà un ulteriore test in vista dei numerosi impegni che attendono Torino e il Piemonte dal punto di vista organizzativo”.
Sigla.com - Internet Partner