Presentazione ed intitolazione del percorso salute di Casa Luce e Sorriso

08/10/2016

Il Presidente del LILT Modena Onlus Claudio DugoniIl Presidente del LILT Modena Onlus Claudio Dugoni
Il Presidente del LILT Modena Onlus Claudio Dugoni
Si è tenuta oggi la cerimonia di presentazione ed intitolazione del Percorso Salute del Centro di Riabilitazione Oncologica Casa Luce e Sorriso a Casola di Montefiorino.  Il Percorso Salute consentirà agli ospiti di Casa Luce e Sorriso di svolgere attività di movimento all'interno di un percorso presidiato in un contesto verde e rilassante oltre a costituire uno spazio utile allo svolgimento di iniziative di aggregazione e condivisione, che connotano Casa Luce e Sorriso come un Centro operato alla socialità e all'inclusione.
La cerimonia è stata l'occasione speciale che ci consentirà di intitolare il Percorso a una donna ed un uono particolarmente importanti per LILT Onlus.  Si tratta di una storica amica dell'associazione, Antonella Nini, una persona affetta da una grave malformazione ed invalidità sin dalla nascita e con una forza vitale inesauribile che in tutti questi anni ci ha dato coraggio nel proseguire le nostre attività di servizio e di fare empre di più, legatissima a Casa Luce e Sorriso, scomparsa nel 2015 e che ci ha lasciato un piccolo contributo per terminare i lavori.
L'altra figura è quella del Dott. Ghassan Daya, medico di medicina generale, originario di Tartus in Siria, aveva lasciato il suo paese a 17 anni per inseguire il sogno di studiare in una università italiana. Laureatosi in medicina nel 1973, durante la sua carriera, come Presidente della FIMMG, ha traghettato i medici di famiglia abbandonando la dimensine individualistica per cositutirsi in reti di mbulatori attrezzati. In ambito oncologico ha contribuito fortemente e in modo determinante a creare il primo modello di assistenza domiciliare oncologica. Aveva doti rare: comprensione, attenzione e cura verso le persone che soffrono unite a grandi capacità manageriali.
Anche le Associazione di volontariato, come tutti i consessi umani, hanno bisogno di figure si riferimento ed esempi da seguire. Sulla strada da loro tracciata vogliamo continuare ad operare con impegno, dedizione e solidarietà.
Fondamentale da sempre l'importante e costante impegno del Presidente del LILT Modena Onlus Claudio Dugoni che, ringraziando per la'iuto concreto a chi crede ed ha creduto in questo ambizioso progetto possibile grazie all'aiuto di tutti (particolare riferimento al Dott. Gabriele Luppi, resp. del Centro oncologico modenese del padiglione Beccaria del Policlinico) ha mostrato ai presenti come la solidarietà ha portato alla creazione di questo piccolo grande sogno, sono già stati realizzati e resi funzionali ben 7 appartamenti con 18 posti letto, ma il sogno non si ferma qui: nel 2018 si spera di riuscire a realizzare 400 metri quadrati di ambulatori con annessa piscina per la rieducazione.
Il portale dallarivolley.com e gli inserzionisti della Guida al Volley da anni sono vicini in modo concreto alla Casa Luce e Sorriso a Casola di Montefiorino, anche grazie a loro è possibile continuare a sognare aiutando questa fantastica associazione capace di dare speranza ai malati di tumore.

Il discorso di presentazione del Presidente Claudio Dugoni
"Buongiorno a tutti! Ringrazio tutti voi per essere intervenuti così numerosi a questa inaugurazione: cittadini, autorità e con particolare riguardo i nostri volontari, che sono cuore, cervello e gambe dell'associazione. Grazie!
Per la terza volta ci ritroviamo qui a Casola per rendere pubblico un'altro passo compiuto sul cammino, intrapreso tutti Vi presentiamo il percorso salute, un'ampia area verde presidiata a disposizione degli ospiti di Casa Luce e Sorriso, che esprime nel contempo il carattere peculiare del futuro centro di riabilitazione, ovvero la sua apertura alla socialità, potendo ospitare occasionalmente iniziative di aggregazione e di servizio alla comunità e al territorio con la piazzola di atterraggio dell'elisoccorso.
Quando, anni or sono, presentammo alla comunità locale il progetto sottolineammo con forza che il nostro sarebbe stato un progetto condiviso. Le opere che Vi presentiamo oggi ne sono la testimonianza.
Quando Casa Luce e Sorriso Giovanni Paolo aprirà le porte, ospiterà i pazienti usciti dal ciclo di cura e i loro famigliari, che necessitano di un periodo di convalescenza, sollievo e riabilitazione.
In oltre 84 anni di attività Lega Tumori ha assistito migliaia di malati ed è stata accanto a tanti famigliari. Dare una speranza di Vita oltre la malattia è l’impegno attuale.
L’impegno che ci eravamo assunti con noi stessi e con la comunità, passo dopo passo, lo stiamo mantenendo.
Certo, come potete vedere, lavoro ce n’è ancora da fare, ma l’obiettivo di realizzare l'intero centro di riabilitazione è più che mai forte nell'associazione.
L'obiettivo di realizzare il percorso salute è stato raggiunto, con l’operosità di chi non si è mai perso d’animo anche in anni difficili e con la collaborazione di tutti coloro che hanno condiviso con noi questo percorso di lavori e di impegno aiutandoci e sostenendoci in tanti modi. Chi lo ha fatto ed è qui presente tra Voi lo sa e a loro va tutto il nostro accorato ringraziamento.
Da oggi in poi non ci resta che procede su questo cammino, prossimo passo la realizzazione della struttura ambulatoriale per le terapie di riabilitazione, una struttura polifunzionale che comprenderà una vasca per l’esecuzione di terapie di riabilitazione in acqua ed idro-balneo terapia e ambulatori con attrezzature per il reintegro delle funzionalità organiche, sedute fisioterapiche mirate, di linfodrenaggio e manipolazione, incontri per l'aiuto psicologico e lezioni di riabilitazione per pazienti colonstomizzati e laringectomizzati, per i quali sarà centro nazionale di riferimento.
Anche le associazioni, come ogni consesso di uomini e donne ha bisogno di esempi da seguire, che siano punti di riferimento valoriale e di esperienza alla cui ricchezza di vita attingere sia nei momenti di difficoltà, sia nei momenti di crescita e costruzione del nuovo.
Perchè compito primario delle associazione di volontariato, non mi stancherò mai di ripeterlo, è quello di aprire nuove strade di condivisione e solidarietà partendo da postazioni di difficoltà.
Ecco allora che come LILT abbiamo pensato di non chiamare l'evento di oggi inaugurazione ufficiale del percorso salute, quanto piuttosto di darle nome e forma cerimoniale condivisa volta a presentare il percorso tramite l'intitolazione dello stesso a due figure molto importanti per LILT.
Si tratta di Antonella Nini, una storica amica e associata di LILT Modena Onlus, una persona affetta da una grave malformazione ed invalidità sin dalla nascita ma con una forza vitale inesauribile che in tutti questi anni ci ha dato coraggio nel proseguire le nostre attività di servizio e sprone per fare sempre di più, sempre meglio, con più cuore e investimento emotivo legatissima a Casa Luce e Sorriso, scomparsa nel 2015.
L'altra figura è quella del Dott. Ghassan Daya, medico di medicina generale conosciuto e amato da tantissimi cittadini modenesi, originario di Tartus in Siria, che aveva lasciato il suo paese a 17 anni per inseguire il sogno di studiare in una università italiana. Laureatosi in medicina nel 1973, durante la sua carriera, come Presidente della FIMMG, ha traghettato i medici di famiglia abbandonando la dimensione individualistica per costituirsi in reti di ambulatori attrezzati. In ambito oncologico ha contribuito fortemente e in modo determinante a creare il primo modello di assistenza domiciliare oncologica. Aveva doti rare: comprensione, attenzione e cura verso le persone che soffrono unite a grandi capacità manageriali. E' stato un amico di LILT ed ha creduto sin dal progetto embrionale ancora inespresso su carta, nel progetto Casa Luce e Sorriso. Perchè del medico aveva la più grande qualità, la comprensione e la compassione per i suoi pazienti e i famigliari.
Perchè il loro ricordo ci accompagnerà tutti nel procedere sul cammino che ci condurrà alla piena realizzazione di Casa Luce e Sorriso, un progetto che viene da lontano, un sogno che illumina la vita".
Visita il sito www.lilt.mo.it
Fai la Tua donazione on-line.
Se offri qualcosa alla Speranza, doni Speranza!
Sigla.com - Internet Partner