Prima giornata di ritorno di A1 maschile: vincono Piacenza e Perugia in casa, mentre Macerata alza la voce a Molfetta

12/01/2014

Prima giornata di ritorno di A1 maschile: vincono Piacenza e Perugia in casa, mentre Macerata alza la voce a Molfetta
Risultati 1a giornata di ritorno Serie A1 maschile
Andreoli Latina-Diatec Trentino 1-3 (21-25, 25-23, 22-25, 23-25);
Sir Safety Perugia-Bre Lannutti Cuneo 3-0 (25-16, 25-20, 25-17);
Calzedonia Verona-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-21, 25-22, 25-17);
Copra Elior Piacenza-Altotevere Città di Castello 3-1 (16-25, 25-15, 25-20, 25-12);
Exprivia Molfetta-Cucine Lube Banca Marche Macerata 1-3 (21-25, 25-23, 20-25, 22-25)
Si disputa giovedì 16 gennaio 2014, ore 20.30
CMC Ravenna - Casa Modena

SIR SAFETY PERUGIA - BRE LANNUTTI CUNEO 3-0 (25-16, 25-20, 25-17)
SIR SAFETY PERUGIA: Buti 5, Paolucci 1, Petric 13, Giovi (L), Barone, Della Lunga, Mitic, Vujevic 12, Atanasijevic 21, Semenzato 6. Non entrati Della Corte, Cupkovic, Fanuli. All. Kovac.
BRE LANNUTTI CUNEO: Rauwerdink 1, Antonov 8, Gonzalez, De Pandis (L), Casadei 5, Kohut 3, Alletti 5, De Togni 7, Coscione 1, Rouzier 4, Maruotti 13. Non entrati Marchisio. All. Piazza.
ARBITRI: Sampaolo, Pol. NOTE - Spettatori 2300, durata set: 23', 26', 26'; tot: 75'.

Un ciclone la Sir Safety Perugia, che sfoga la rabbia accumulata dopo la sconfitta di mercoledì sulla Bre Lannutti Cuneo, apparsa al contrario contratta e poco reattiva. Il folto pubblico del PalaEvangelisti ha dispensato applausi a scena aperta ai Block Devils del presidente Sirci che si sono imposti con autorità 3-0 in un’ora e quindici minuti. Kovac ha affidato la regia della squadra a Paolucci che ha saputo far girare bene i suoi attaccanti con Atanasijevic e Petric sugli scudi e con capitan Vujevic al solito un gioiello del volley internazionale (il capitano bianconero ha chiuso con il 75% di positività). Il migliore però nella metà campo dei padroni di casa è stato il libero Giovi, fantastico in ricezione (84%) ed autore di tantissime grandi difese.
Nella metà campo piemontese invece ha funzionato ben poco, nonostante Piazza abbia cercato soluzioni attingendo a piene mani dalla panchina. Problemi in posto due con Rouzier ed il suo vice Casadei spesso preda del muro e della difesa di Perugia, problemi anche in ricezione contro l’ottima battuta di stasera della Sir ed in generale poca aggressività per portare via dal PalaEvangelisti qualche punto. Tre set fotocopia con i padroni di casa che hanno preso subito margine già alla sospensione obbligatoria non consentendo mai a Cuneo di avvicinarsi anche in virtù dei pochissimi errori gratuiti del sestetto di Kovac (appena 6 in tre set).
Nel tripudio del PalaEvangelisti è stato capitan Vujevic e mandare i titoli di coda con un attacco dei suoi. MVP: Andrea Giovi

Nemanja Petric (Sir Safety Perugia): “Dopo la sconfitta di mercoledì, abbiamo capito che dobbiamo sempre giocare al massimo e stasera lo abbiamo fatto. La battuta è stato il fondamentale migliore, ma ha funzionato davvero tutto. Una bellissima prestazione e tre punti importantissimi. Ora dobbiamo proseguire così”.

Roberto Piazza (allenatore Bre Lannutti Cuneo): “Mi vergogno di questa prestazione. Al di là dell’ottima gara di Perugia, una delle loro migliori quest’anno soprattutto in battuta, in tante occasioni abbiamo avuto la possibilità di giocare con intelligenza e non lo abbiamo mai fatto”.

COPRA ELIOR PIACENZA - ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO 3-1 (16-25, 25-15, 25-20, 25-12)
COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux 1, Partenio 2, Fei, Kaliberda 10, Simon 15, Zlatanov 12, Husaj 1, Tencati 5, Vettori 23, De Cecco 2. Non entrati Papi, Smerilli. All. Monti.
ALTOTEVERE CITTÀ DI CASTELLO: Franceschini 1, Fromm 7, Lensi (L), Corvetta 1, Dolfo 3, Sartoretti, Massari 7, Tosi (L), Piano 4, Van Walle 20, Rossi 5, Marchiani. Non entrati Carminati. All. Radici.
ARBITRI: Goitre, Padoan. NOTE - Spettatori 3560, incasso 25075, durata set: 23', 23', 28', 23'; tot: 97'.

La Copra Elior mantiene la sua imbattibilità tra le mura amiche anche nella prima giornata di ritorno. Città di Castello non riesce a replicare il brutto scherzo imposto alla Copra Elior nella gara dell’andata ma da solo un piccolo assaggio di quella prima gara della stagione 2013/2014: gli umbri fanno tremare gli spettatori del PalaBanca in un primo set concluso sul 16-25 per gli ospiti. La prestazione bassa e fiacca degli uomini di Monti cambia però faccia dalle prime battute del secondo parziale: la battuta pungente di Zlatanov e compagni, unita al muro serrato degli emiliani (14 vincenti a fine gara) bloccano e mettono drasticamente sotto pressione gli ospiti che, in numerose occasioni come nel secondo e quarto set, si trovano addirittura a rincorrere i padroni di casa sul +10. La Copra Elior ritrova dal fischio d’inizio il proprio capitano, elemento fondamentale dai 9 metri e che nei momenti di difficoltà si caricherà sulle spalle l’intera squadra supportato anche da Marra, che tenterà di difendere con i denti la propria area di gioco e che chiuderà con il 67% di positività in ricezione. Vettori, eletto MVP della gara, diventa indispensabile nel finale di gara risultando così il miglior realizzatore: per lui 23 punti, di cui 1 ace e 3 muri. De Cecco, illeggibile per gran parte della gara, dirige con grande intelligenza e maestria Simon, particolarmente ispirato in attacco e a muro (73% in attacco, 15 punti di cui 7 muri), Zlatanov (12 di cui 2 muri) e Kaliberda (10 di cui 1 ace e 1 muro).
Dall’altra parte della rete Città di Castello riesce a mettere in difficoltà i biancorossi con il trascinatore Van Walle (20 punti); Corvetta mette sotto pressione i suoi ex compagni di squadra, sorretto anche dalle azioni dei ben noti Piano e Massari.
La Copra Elior chiuderà l’incontro con il 65% di positività in ricezione (contro il 57% di Città di Castello), il 54% in attacco (contro il 44%) e con 14 muri vincenti (contro i 4 umbri). L’incontro termina in parità per quanto riguarda la battuta: 3 gli ace per parte (Le Roux, Kaliberda e Vettori per Piacenza, Corvetta, Dolfo e Piano per Città di Castello).

Davide Marra (Copra Elior Piacenza): “Nel primo parziale siamo partiti scarichi e non troppo concentrati, inoltre c’è da dare anche il giusto merito a Città di Castello, che è riuscita a metterci in difficoltà e a giocare molto bene soprattutto in difesa. Poi tutto si è capovolto nel secondo parziale grazie alla nostra battuta e al nostro muro. Abbiamo iniziato a spingere a mille; è stato questo cambiamento che ci ha permesso di vincere la partita. Monti nell’ultimo set ha dato la possibilità di giocare anche a Partenio e Husaj: il nostro è un ottimo gruppo, tutti i componenti meritano di avere spazio”.

Ludovico Dolfo (Altotevere Città di Castello): “Abbiamo giocato un primo set davvero ottimo, grazie al nostro alto livello di gioco. A seguire siamo calati anche a causa delle individualità di Piacenza. Tutti i meriti sono quindi dei padroni di casa che, nonostante la stanchezza per gli incontri di Champions League, rimangono sempre molto tecnici”.

EXPRIVIA MOLFETTA - CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA 1-3 (21-25, 25-23, 20-25, 22-25)
EXPRIVIA MOLFETTA: Piscopo 6, Mazzone 7, Izzo 2, Del Vecchio 1, Cesarini (L), Sabbi 24, Zanuto 7, Porcelli, Blagojevic, Casoli 8, Saitta 4. Non entrati Diamantini. All. Cichello.
CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Henno (L), Parodi 1, Zaytsev 23, Stankovic 6, Patriarca 1, Kovar 13, Martino 1, Monopoli, Giombini, Kurek 11, Baranowicz 5, Podrascanin 11. Non entrati Paparoni. All. Giuliani.
ARBITRI: Rapisarda, Cesare. NOTE - Spettatori 1800, incasso 17500, durata set: 24', 26', 26', 31'; tot: 107'.

Atmosfera di grande volley al PalaPoli di Molfetta, gremito già tre ore prima dell’inizio del match. Da una parte l’Exprivia, galvanizzata dal tie break di Vibo Valentia, nel quale ha ottenuto il primo punto in trasferta della stagione, dall’altra la Cucine Lube Banca Marche Macerata, sconfitta al quinto set dalla Copra Elior Piacenza giovedì scorso. Stesse formazioni schierate nell’ultimo turno per entrambe le squadre, con Molfetta che scende in campo con Saitta al palleggio opposto alle schiacciate del numero dieci Sabbi, al centro lo spagnolo Fornés insieme a Marco Piscopo, a schiacciare e ricevere capitan Casoli e Bruno Zanuto, il libero è Andrea Cesarini. Negli ospiti, Baranowicz al palleggio, a mettere punti a terra Ivan Zaytsev, al centro Podrascanin e Stankovic. In banda Kovar e il polacco Kurek, libero Henno.La chiave del match è stato il tasso tecnico elevato di Macerata che nel quarto set è venuto fuori grazie alle giocate di Kurek, Zaytsev e Kovar. Molfetta dall’altra parte ha concesso parecchio agli avversari; ha tenuto solo Sabbi con 24 punti finali, top scorer del match. MVP Kovar

Jiri Kovar (Cucine Lube Banca Marche Macerata): “Sapevamo che giocare in casa contro Molfetta sarebbe stata dura. E’ andata così come ci aspettavamo, cioè abbiamo faticato molto giacché venivamo da una sconfitta contro Piacenza. Questa vittoria ci dà una fiducia importante per la Champions dove affronteremo di nuovo gli emiliani”.

Davide Saitta (Exprivia Molfetta): “Ci dispiace per il quarto set dato che eravamo avanti e ci siamo fatti rimontare. Abbiamo fatto un’ottima gara concedendo qualcosa alla Lube. In questo girone di ritorno, avremo molti scontri diretti e le squadre forti verranno a giocare al PalaPoli. Ce la metteremo tutta”.

Classifica
Cucine Lube Banca Marche Macerata 33, Copra Elior Piacenza 28, Diatec Trentino 25, Sir Safety Perugia 22, Calzedonia Verona 21, Casa Modena 16, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 14, Bre Lannutti Cuneo 13, Exprivia Molfetta 12, Altotevere Città di Castello 11, CMC Ravenna 10, Andreoli Latina 8.
1 incontro in meno: Casa Modena, CMC Ravenna

Prossimo turno Posticipo 1a giornata di ritorno Serie A1

Giovedì 16 gennaio 2014, ore 20.30
CMC Ravenna - Casa Modena

2a giornata di ritorno Serie A1
Sabato 18 gennaio 2014, ore 17.30
Altotevere Città di Castello - Exprivia Molfetta Diretta RAI Sport 1
Diretta streaming su www.raisport.rai.it
Domenica 19 gennaio 2014, ore 17.30
Cucine Lube Banca Marche Macerata - Andreoli Latina Diretta RAI Sport 1
Diretta streaming su www.raisport.rai.it
Domenica 19 gennaio 2014, ore 18.00
Diatec Trentino - CMC Ravenna
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia - Copra Elior Piacenza
Casa Modena - Sir Safety Perugia
Bre Lannutti Cuneo - Calzedonia Verona

Tanti ospiti nella puntata di Top Volley di lunedì 13 gennaio
Sarà l’ex Campione Andrea “Lucky” Lucchetta, ora voce e commento tecnico delle dirette di volley di RAI Sport, fra gli ospiti della puntata di Top Volley, che spazierà anche sull’avvincente Del Monte Coppa Italia di Serie A2 e la spettacolare Finale vinta dalla Tonazzo Padova con intervista telefonica al miglior giocatore Stefano Giannotti. Appuntamento lunedì 13 gennaio alle ore 22.15 sul canale 210 del DT in Emilia Romagna, Veneto e Marche. Dalla prossima puntata la trasmissione sarà in onda anche su Teleromagna Sport (canale 192 del DT in Emilia Romagna) il martedì alle ore 19.30 ed il mercoledì alle ore 15.00. Diretta streaming su www.di-tv.net
Conduce Laura Tommasini.
Sigla.com - Internet Partner