Risultati e tabellini della prima giornata di A1 femminile

26/11/2006

Nella prima giornata della Findomestic Volley tutte le big difendono il fattore campo e sfruttano il calendario con un avvio soft. Tutte o quasi perchè una big che stecca c’è ed è la Despar Perugia di Massimo Barbolini.
Nella giornata di ieri la Play Radio Foppapedretti Bergamo supera le difficoltà dell’esordio sciogliendosi pallone dopo pallone. Il tecnico Fenoglio decide di prolungare il riposo delle reduci dal mondiale e lascia spazio a Barun, Gujska, Ortolani, Poljak, Barazza e Secolo. E’ proprio la schiacciatrice trevigiana a guidare in attacco e con una onnipresenza in tutti i fondamentali la manovra rossoblu. Dall’altra parte della rete una Rebecchi Cariparma Piacenza emozionata per il debutto, ma che dopo aver perso il primo set riesce a reagire e ad impattare la partita. Nel secondo set, infatti, Busso, Nicolini e Koleva fanno buona guardia della rete, spegnendo l’offensiva delle padrone di casa anche grazie ad un ritmo leggermente più basso. Fenoglio non vuole correre rischi ed a poco a poco inserisce Gruen, Lo Bianco e Piccinini. Sono loro, insieme ad un’infinita Manuela Secolo (21 punti, il 56% in attacco ed il 76% in ricezione, con anche due muri punto), ad imprimere l’accelerazione fatale per le piacentine.
Partita a fasi alterne quella tra Scavolini Pesaro e Megius Padova. Belle giocate da una parte e dall’altra si sono date il cambio ad errori piuttosto gravi dettati dalla mancanza di amalgama. La spunta la Scavolini Pesaro che sfrutta il suo gioco veloce e può contare, oltre che sulla presenza costante in attacco di Sheilla, anche ad una Kinga Maculewicz invalicabile. Per la centrale francese 7 muri punto e tanti palloni toccati. Al gioco della formazione ospite manca incisività in attacco e Masacci tenta il cambio di regia sia sul finire del primo set che nel secondo parziale, il più brutto visto a Pesaro. Il Megius infatti perde di efficacia in ricezione e diventa particolarmente falloso. Il passivo 8-1 subito nel set è esplicativo. Nel terzo parziale Padova reagisce: a scatenare il moto d’orgoglio sono i muri e le fast della Buckova. Pachale è implacabile ed è suo il lungolinea che riapre la partita. Nel quarto parziale il Megius segue la scia, ma Pesaro non molla anzi ritrova incisività e ritmo. Nella lotta finale del punto a punto il servizio Scavolini apre qualche falla di troppo. Un primo tempo ed un muro di Maculewicz creano il solco, poi, prima della vittoria delle Colibrì marchigiane, c’è solo il tempo di un errore in palleggio di Buckova e di un muro di Sheilla su Pachale.
Tutto facile per S.Orsola Asystel Novara che ospitava la neopromossa Lines Ecocapitanata Altamura. La formazione guidata da Chiappini scende in campo senza la regista turca Mert, ma Monica Corbellini, dopo l’esperienza accumulata in Coppa Italia, non sembra sentire l’emozione. Ne esce fuori una regia lucida e che consente più o meno a tutte le Asystelle di registrare altissime percentuali in attacco. In casa Lines c’è ancora molto da lavorare. Le percentuali avute in ricezione e attacco consentono davvero poco alla formazione pugliese ancora non al completo considerato le assenze di Cruz e Menchova.
Sulla falsariga di questo match quello visto a Jesi tra Monte Schiavo Banca Marche Jesi e Tecnomec Forlì. Una partita velata dalla grande tristezza delle ragazze forlivesi ancora scosse per la scomparsa di Gian Carlo Falcini. Per la Tecnomec Forlì subito in campo il neo acquisto Mira Topic, la schiacciatrice croata soffre, come un po’ tutta la squadra, il servizio delle marchigiane (10 gli ace subiti). Baraldi prova a dar compattezza al gioco di seconda linea con gli innesti di Poli e Dumler, ma Jesi non si fa sorprendere e soprattutto non perde incisività in attacco. La stella brasiliana Jacqueline è protagonista di un ottimo esordio nel campionato italiano con un 67% in attacco ed un 56% in ricezione.
Vittoria da tre anche per la Minetti Infoplus Vicenza che espugna il campo della BigMat Sanpaolo Chieri. Benelli opta per Radulovic in regia, lasciando un po’ di tempo per recuperare a Dall’Igna, e la palleggiatrice serba ripaga la fiducia con una prova concreta che manda in doppia cifra tutte le attaccanti. In attacco bene Ivana Curcic (59% di positività) e la coppia di centrali Paccagnella – Arrighetti. Qualche difficoltà in più per Mia Jerkov messa sotto pressione in ricezione. Partita sempre in mano alle ospiti, con la BigMat Sanpaolo Chieri realmente pericolosa solo nel terzo parziale e mai particolarmente incisiva in attacco (28% di squadra).
Come detto in apertura, a steccare la prima è solo una delle big, ovvero la Despar Perugia che ad onor del vero aveva sulla carta il match più difficile. Le umbre giocavano in trasferta, a Santeramo, in uno dei campi più caldi della seria A, in casa di una Tena Volley coriacea e ordinata e che già in Coppa Italia era stata capace di infliggere due stop pesanti al sodalizio biancorosso. Un match che è rimasto in sospeso in tutti i parziali, finiti quasi tutti con il minimo scarto. Subito in salita il compito delle umbre che devono rimontare il 2-0 inflitto dalle giocatrici di casa. Cicolari e Dushkyevich subito sugli scudi, coadiuvate dal muro della solita Monica Marulli (10 a fine gara).
La Despar Perugia reagisce con Zetova e Francia, ma nella rimonta biancorossa c’è pure spazio per il ritorno in campo di Simona Gioli. La neo mamma del volley italiano (Gabriele è nato il due settembre scorso) non è voluta assolutamente mancare al primo impegno di questo campionato.
Il tie break è dominato dall’equilibrio. La Despar arriva comunque in prossimità del traguardo (14-9) ma è la Tena Volley Santeramo che riesce a conquistare la prima vittoria della stagione ai vantaggi.

SANT'ORSOLA ASYSTEL NOVARA - LINES ECOCAPITANATA ALTAMURA 3-0 (25-9, 25-16, 25-19) 
SANT'ORSOLA ASYSTEL NOVARA: Anzanello 10, Skowronska 11, Cardullo (L), Popovic 2, Aguero 12, Osmokrovic Natasa 13, Corbellini 2, Spasojevic 8. Non entrati Ballarini, Cecioni, Barcellini, Elli. All. Chiappini Alessandro. LINES ECOCAPITANATA ALTAMURA: Aldrich 5, Savostianova 4, Romanò 3, Kovacova, Gligorovic 5, Mezzapesa, Gaggiotti (L), Kahumoku 9, Voronina 5, Pilota. Non entrati Ciccamarra. All. Guidetti Ettore. ARBITRI: Giulio Astengo, Andrea Puecher. NOTE - durata set: 17', 21', 24'; tot: 62'.

SCAVOLINI PESARO - MEGIUS VOLLEY PADOVA 3-1 (25-21, 25-12, 19-25, 25-21)
SCAVOLINI PESARO: Berg, Maculewicz Kinga 15, Steinbrecher 14, Di Iulio, Costagrande 13, Tavares De Castro 21, Guiggi 8, Puerari (L), Muri. Non entrati Dall'ora. All. Guimaraes Josè Roberto. MEGIUS VOLLEY PADOVA: Pachale 18, Rosso, Leggeri Manuela 7, Buckova 7, Sangiuliano, Centoni 21, Vannini 4, Barbieri (L), Nikolic 9. Non entrati Boscoscuro, Mifkova. All. Masacci Mauro. ARBITRI: Vittorio Sampaolo, Fabrizio Pasquali. NOTE - Spettatori 800, durata set: 25', 22', 25', 27'; tot: 99'.

VINI MONTE SCHIAVO BANCA MARCHE JESI - TECNOMEC FORLì 3-0 (25-14, 25-19, 25-21)
VINI MONTE SCHIAVO BANCA MARCHE JESI: Petkova 7, Togut Elisa 11, Giogoli, Marinova 3, Rinieri 10, Bown 12, Zilio (L), Pereira De Carvalho 11, Calloni, Zamora Gil 2. Non entrati Padua. All. Abbondanza Marcello. TECNOMEC FORLì: Stacchiotti 1, Garzaro 9, Poli 2, Brussa 9, Caponi 9, Florentino 1, Dumler 1, Vecchi (L), Sintoni, Crozzolin 3, Topic 4. Non entrati Lombardi. All. Baraldi Davide. ARBITRI: Vito Sante Achille, Fabrizio Saltalippi. NOTE - Spettatori 1100, durata set: 21', 24', 24'; tot: 69'.

BIGMAT SANPAOLO CHIERI - MINETTI INFOPLUS VICENZA 1-3 (23-25, 15-25, 25-17, 11-25)
BIGMAT SANPAOLO CHIERI: Coimbra 14, Baliana Das Chagas 12, Fiorin 11, Angeloni 4, Ferretti, Borri (L), Vincenzi 8, Merlotti. Non entrati Ambrosino, Pilotti, Petrolo. All. Guidetti Giovanni. MINETTI INFOPLUS VICENZA: Curcic 12, Arrighetti 11, Conti 1, Petrauskaite 13, Dall'igna, Jerkov 16, Radulovic, Ikic 1, Paccagnella 11, De Gennaro (L). Non entrati Bedin, Srobbe Mariline. All. Benelli Manuela. ARBITRI: Paolo Barbero, Roberto Locatelli. NOTE - Spettatori 1100, incasso 6500, durata set: 26', 23', 24', 19'; tot: 92'.

TENA SANTERAMO - DESPAR PERUGIA 3-2 (25-23, 27-25, 21-25, 20-25, 17-15)
TENA SANTERAMO: Boteva 15, Benedito 10, Dushkyevich 21, Cicolari 21, Porzio (L), Luraschi 1, Mataloni, Marulli 16. Non entrati Melean, Porfido, Rodrigues. All. Salvagni Francois. DESPAR PERUGIA: Moreira De Oliveira 4, Grbac 6, Crisanti 11, Zetova 21, Decordi 2, Arcangeli (L), Sacco, Usic, Francia Vasconcelos 25, Del Core 10, Gioli. Non entrati Rogerio De Souza. All. Barbolini Massimo. ARBITRI: Marcello Cammera, Pantaleo Coppola. NOTE - Spettatori 1200, incasso 1800, durata set: 28', 26', 26', 22', 17'; tot: 119'.

PLAY RADIO FOPPAPEDRETTI BERGAMO - REBECCHI CARIPARMA PIACENZA VOLLEY 3-1 (25-21, 18-25, 25-21, 25-10) 
PLAY RADIO FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Ortolani 5, Gruen 11, Croce (L), Gujska 1, Barazza 5, Barun 10, Secolo 20, Piccinini 6, Lo Bianco 1, Poljak 12. Non entrati Sorokaite, Paggi. All. Fenoglio Marco. REBECCHI CARIPARMA PIACENZA VOLLEY: Koleva 16, D'agostino, Seguì Lleonart 3, Tripiedi (L), Nicolini 6, Nnamani 8, Busso 10, Ginanneschi 9, Korkmaz, Przybysz 1. Non entrati Alletti, Poggi. All. Barbieri Leonardo. ARBITRI: Marco Cerquoni, Gabriele Balboni. NOTE - Spettatori 900, incasso 1900, durata set: 23', 23', 25', 18'; tot: 89'.
Sigla.com - Internet Partner