Roma e Bologna in A2 uomini, Giani nella Hall of fame

30/06/2008

Andrea Giani in attaccoAndrea Giani in attacco
Andrea Giani in attacco
Pensieri in libertà di mezza estate, con il volley-mercato che sta raggiungendo la temperatura che sta caratterizzando queste afose giornate di inizio luglio. Le società per fortuna paiono vive e vegete, almeno stando alle tantissime operazioni che stanno andando in porto: speriamo solo che la prossima stagione sia più tranquilla da punto di vista economico/finanziario rispetto a quella da poco archiviata con la chiusura di Milano e la minacciata chiusura di Roma.

CAPITALE SALVA IN EXTREMIS. Proprio sul filo di lana il presidente Massimo Mezzaroma ha sciolto le riserve e ha iscritto la sua squadra alla serie A2, scegliendo Ermanno Piacentini per la panchina e optando per una squadra molto “romana”, con qualche giovane e in più la coppia Tofoli-Osvaldo Hernandez. Un grande sospiro di sollievo per tutto il movimento, che comunque non perde la capitale, aspetto di certo non trascurabile pure in vista del prossimo Mondiale italiano (a proposito, qualcuno sa qualcosa di come sta procedendo il progetto?). Insieme a Roma (che ha speso parole di fuoco all’indirizzo di Gigi Mastrangelo, non sceso a patti con la società rifiutando la transazione) la serie A2 ritrova anche Bologna, che ha fallito la promozione diretta ma si è iscritta grazie alla passione di quel malato di volley che corrisponde al nome di Paolo Penazzi (sfidando ancora una volta la passione cestistica della città delle Due Torri). Sono contento, per il movimento maschile e per i diretti interessati. E anche per la Lega maschile, che ha seriamente rischiato di dare vita a una serie A2 con sole 14 squadre.

TANTI CAMPIONI SUL MERCATO. La situazione romana ha messo sul mercato un fiume inatteso di giocatori, per lo più già accasatisi: Marshall è tornato a Piacenza (anche sulla spinta della mamma) dove troverà l'opposto spagnolo Falasca; Kooistra è andato a Modena, Savani a Perugia, Coscione a Taranto, Leandro Vissotto a Trento, Molteni alla neo-promossa Forlì: un’autentica manna, inattesa, per tante società. Miljkovic è destinato alla Russia (all’Ufa, dove è ds Angiolino Frigoni), mentre sono ancora disponibili Henno e Semenzato (a Forlì?), oltre a Martino, oggetto del desiderio di Treviso, Montichiari e Macerata (dove pare destinato: ha raggiunto l'accordo con la Lube, ma manca l'accordo tra le società). Mancano ancora alcuni giorni alla chiusura del mercato, poi dall’8 al 10 luglio gran finale a Bologna grazie all’ormai consueta organizzazione della Lega maschile, che in quella circostanza presenterà anche il calendario del prossimo campionato.

PANCHINE DEFINITE. Tutto deciso anche in quanto ai nomi degli allenatori che il prossimo anno guideranno le 14 squadre maschili di A1. Tantissime le conferme: Bruno Bagnoli a Padova, Prandi a Cuneo, Giani a Modena, Lorenzetti a Piacenza, Stoytchev a Trento, De Giorgi a Macerata, Lattari a Taranto (o meglio Martina Franca), Di Pinto a Perugia, Giuliani a Verona, Molducci a Forlì, Renan a Treviso (dove arriverà in regia Ricardo, lo abbiamo anticipato tre mesi fa, alla Final Four di Champions League!). Poche le novità: sono Mauro Berruto a Montichiari, Flavio Gulibelli a Vibo Valentia (Travica è andato in Polonia) e il debuttante Paolo Montagnani a Pineto (ve lo ricordate titolare nella finale scudetto del 1993 con la maglia della Misura Milano contro la Maxicono Parma complice l’infortunio di Jeff Stork?).

GIANGIO GRANDE TRA I GRANDI. Un abbraccio forte forte al grande, unico Andrea Giani, inserito con merito indubbio nella Hall of Fame, secondo italiano di sempre dopo Andrea Gardini (senza dimenticare ovviamente Julio Velasco). La motivazione del mio amico Doug Beal è ineccepibile: “A un grande giocatore che ha fatto della duttilità il suo punto di forza nell’epoca della specializzazione”. Congratulazioni sincere al Giangio a nome di tutti quelli che gli hanno voluto bene e amano questo meraviglioso sport che ha saputo interpretare in maniera sopraffina.

CHI ALLE LEGA DONNE? Chiudo con l’interrogativo che si e mi stanno ponendo in tanti in questi giorni: chi sarà il successore di Massimo Morelli nel ruolo di direttore generale alla Lega femminile? Non lo so, devo dirvi la verità. L’unico nome che sento girare è quello di Marco Brunale, cui il presidente Mauro Fabris (se resterà numero uno del movimento rosa) vorrebbe dare fiducia. Se sono rose…

Buona pallavolo a tutti!

P.S.
Grandissimo successo di pubblico e di tecnica in occasione del Torneo Sigla.com di beach volley andato in scena domenica a Mantova (in onda martedì sera su Sky Sport 2 alle ore 20.00). Ghiotto prologo il Challenge "dallarivolley.com", con in campo tanti campioni che ringrazio di cuore per la loro simpatia e la loro disponibilità! 
Sigla.com - Internet Partner