Rome Beach Finals: bene gli azzurri, male le azzurre

05/09/2019

Buone notizie a livello di risultati per le coppie italiane impegnate nel main draw maschile: è di due successi e una sconfitta, infatti, il bilancio delle tre formazioni tricolori all’esordio nelle Rome Beach Finals.
Bel ritorno al Foro Italico dopo sei anni dall’ultima volta, per i vice campioni olimpici Daniele Lupo e Paolo Nicolai, che hanno superato i messicani Ontiveros-Virgen al tie-break 2-1 (22-20, 18-21, 15-12) al termine di un match combattuto e capace di scaldare il pubblico romano. I due azzurri, scenderanno in campo questa sera alle ore 22 contro gli statunitensi Crabb-Gibb nella sfida valida per il primato nella pool, che vorrebbe dire ottavi di finale senza passare per il primo turno ad eliminazione diretta. Esordio con vittoria anche per Adrian Carambula ed Enrico Rossi, che hanno avuto la meglio su Crabb-Bourne 2-0 (21-13, 21-13). La coppia italiana, però, ha comunicato il forfait per il secondo match di giornata, in programma alle ore 19 contro i norvegesi neo campioni europei Mol-Sorum, a causa di un attacco febbrile che ha colpito Enrico Rossi. I due atleti valuteranno congiuntamente al proprio staff se scendere in campo nella giornata di domani, dato che in virtù del successo ottenuto si erano guadagnati l’accesso al primo turno ad eliminazione diretta.
Nel primo match di giornata, invece, è arrivata una sconfitta 2-0 (21-15, 21-17) per gli azzurrini del Club Italia Jakob Widisch e Samuele Cottafava, maturata però al termine di una gara comunque ben disputata contro i campioni del mondo in carica Stoyanovskiy-Krasilinkov.
Grande gioia per Paolo Nicolai al termine della prima gara: “Partita difficile, il Messico non ci ha regalato niente. Complimenti a noi perché siamo stati davvero bravi, nonostante questa non sia stata certamente la nostra migliore partita. Abbiamo lottato tanto e vinto usando la testa. Il prossimo impegno contro la coppia statunitense Crabb e Gibb? Sono forti, qui si stanno giocando le ultime chance per le Olimpiadi, ma noi abbiamo un’arma in più: questo pubblico meraviglioso”. “È vero, credo sia fantastico giocare in casa con la Grand Stand Arena così piena – ha aggiunto il beacher Daniele Lupo – io sono romano e per me è speciale poter disputare le finali del World Tour davanti a così tanti amici. Il Messico? Non era facile, ma sapevamo del loro ottimo stato di forma. Dopo aver perso il secondo set siamo stati bravi a restare incollati alla partita e a non mollare mentalmente”.
Siamo contenti, abbiamo affrontato i campioni del mondo e ce la siamo giocata alla grande davanti a un grande pubblico e a tanti amici – ha dichiarato Samuele Cottafava al termine della sfida contro Stoyanovskiy-Krasilnikov – la mia passione per il beach volley cresce anno dopo anno. Mi sono appassionato a questa disciplina dopo aver iniziato con la pallavolo. Essere qui è un sogno”. “Sì è davvero straordinario confrontarsi con i beacher più importanti del mondo – le parole di Jakob Windisch – Speriamo di arrivare più lontano possibile. Faremo di tutto per restare a questo livello. Domattina abbiamo l’ultima chance per passare il turno”.
Risultati delle coppie azzurre
4/9: Crabb/Bourne - Rossi/Carambula 0-2 (13-21, 13-21), Windisch/Cottafava - Stoyanovskiy-Krasilnikov 0-2 (15-21, 17-21), Lupo/Nicolai -  Ontiveros/Virgen 2-0 (22-20, 18-21, 15-12), Rossi/Carambula/Mol Sorum (forfait Rossi-Carambula)
Calendario
4/9: ore 22: Lupo/Nicolai-Crabb/Gibb (Grand Stand Arena)

Si sono concluse con tre sconfitte le prime gare della fase a gironi nel main draw femminile per le coppie italiane, che domani si giocheranno la seconda sfida della pool con l’obbiettivo di rimanere in corsa. Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth si sono dovute arrendere all’esordio alla Grand Stand Arena dopo una lunga battaglia conclusa al tie-break in favore delle tedesche Ittinger-Laboreur 2-1 (14-21, 25-23, 15-12), squadra peraltro superata nella fase a gironi dei Mondiali di Amburgo. Domani, le due azzurre saranno chiamate a vincere contro le russe Ukolova-Birlova per continuare il percorso nella tappa romana.
Nella prima gara della mattina, le campionesse del mondo in carica Pavan e Melissa hanno superato 2-0 le ragazze del Club Italia Puccinelli e Scampoli (gara valida per la Pool A), in entrambi i set con il punteggio di (21-13). Nel primo incontro della pool B, invece, le azzurre Zuccarelli-Traballi si sono arrese alle americane Klineman e Ross (argento olimpico): le italiane hanno giocato punto su punto, per poi subire la qualità delle statunitensi nella parte finale sia del primo (21-16) che del secondo (21-17) set.
Viktoria Orsi Toth al termine della gara ha commentato così la sconfitta per 2-1 contro la Germania: “Dopo aver vinto bene il primo set, le tedesche sono state molto più aggressive di noi. Il nostro errore? Forse cercare di velocizzare troppo il gioco. Dovevamo avere più calma in alcune situazioni e leggerle meglio”. Marta Menegatti ha chiesto un tempo medico durante il tie break, ma ha rassicurato sulle sue condizioni fisiche. “Solo un piccolo dolore alla mano – ha spiegato – un fastidio che mi porto dietro da tempo. Non è nulla di grave”. “Domani contro le russe ci attende un'altra partita tosta – ha aggiunto Orsi-Toth – qui ci giochiamo la nostra permanenza nel torneo, non possiamo più sbagliare”. “Ce la possiamo giocare – la fiducia di Marta – Roma è super, l’atmosfera qui al Foro Italico è magica e il pubblico ci trascinerà. Cercheremo di vincere partita dopo partita per continuare a vivere il nostro sogno”.
Risultati e calendario delle coppie azzurre
5/9: Pavan/Melissa (CAN) - Puccinelli/Scampoli (ITA) 2-0 (21-13, 21-13); Klineman/Ross (USA) - Zuccarelli/Traballi (ITA) 2-0 (21-16, 21-17); Ittinger/Laboreur (GER) - Menegatti/Orsi Toth (ITA) 2-1 (14-21, 25-23, 15-12)
6/9:* Menegatti/Orsi Toth (ITA) - Ukolova/Birlova (RUS); Zuccarelli/Traballi (ITA) - Strbova/Dubovkova (SVK), Puccinelli/Scampoli (ITA) - Stubbe Van Iersel (NED)
Sigla.com - Internet Partner