Santeramo batte Imola al tie break

13/12/2007

I Commenti:

Manu Benelli (Imola): Quello di stasera è stato il miglior Santeramo che ho visto giocare da quando ci confrontiamo. Devo congratularmi con il team Tena, per la prestazione e per la vittoria. Se il Santeramo avesse vinto anche il secondo set credo che la gara avrebbe preso un’altra piega. In questo devo dire brave alle mie atlete che non hanno mai mollato. E adesso tuffiamoci in Coppa, con la speranza che, questi 5 set, non restino nelle gambe.
Dragan Nesic (Santeramo): Questa vittoria la voglio dedicare a tutti. Innanzitutto alle atlete, che hanno mostrato carattere e grande spirito di sacrificio. Soninha e Dushkyevich non stavano bene, soprattutto nel 4° e 5° set, ma hanno dimostrato grandissimo attaccamento a questa maglia. Così come la dedica va alla società e anche a coloro che ci hanno appuntato delle critiche costruttive. Sappiamo quanto la gente ci tiene a questa squadra. E’ vero, abbiamo avuto dei cali di tensione, ma stiamo lavorando anche su questo. Alla fine è venuto fuori lo spirito di gruppo. Abbiamo subito il contraccolpo del 2° set perso al fotofinish, ma la reazione della squadra c’è stata e mi è piaciuta. Credo che questa vittoria sia stata più che meritata.
Barbara De Luca (Santeramo): E’ stata una gara strana, a tratti nervosa. Imola non è una squadra da poco e lo ha dimostrato contro Bergamo. Una squadra che non molla mai. Noi siamo partiti bene, ma abbiamo accusato un calo di rendimento sul finire del secondo set. Peccato davvero, la gara avrebbe potuto avere un risultato diverso. Devo complimentarmi con tutte le compagne per quello che dopo siamo riuscite a fare, soprattutto quando eravamo sotto 2-1. Il 3-2 finale premia la nostra volontà e la capacità di aver fatto gruppo e di esserci aiutate l’un con l’altra nei momenti topici del match. Una vittoria che sicuramente fa morale e classifica.
Sigla.com - Internet Partner