Schiavon coach in India? I retroscena di un contratto mancato

di Adelio Pistelli

28/08/2012

Gigi SchiavonGigi Schiavon
Gigi Schiavon
Il “Corriere dello Sport” di oggi, pubblica una bella e interessante inchiesta (a firma di Andrea Barocci) sulla ‘fuga’ all’estero di tanti tecnici italiani di diverse categorie sportive. Nel volley la lista è in continua ascesa (la potete vedere sotto). Sono un ventina tra maschile e femminile, gli allenatori più famosi che lavorano in Europa. E non solo, considerata la nuova avventura iniziata da giorni di Paolo Montagnani, che sarà impegnato nella prossima stagione ad Osaka, in Giappone. E, se non fossero intervenuti fattori per così dire… esterni , in Oriente sarebbe arrivato anche un altro coach: Gigi Schiavon.
Durante l’estate il veneto Schiavon è tornato sulla sua storica panchina di Padova ma qualche mese prima aveva pronto un incarico per andare ad allenare la nazionale di volley dell'India. Tutto era nato dall’interessamento dall’ex schiacciatore Sridharan indiano, che solo i più ‘maturi’ ricorderanno protagonista, nei primi anni ottanta, con la System Treviso in A/2. Sridharan, un mito nel suo Paese e oggi allenatore delle formazioni giovanili, mesi fa aveva contattato il suo vecchio tecnico e amico Gigi Schiavon, prospettandogli la possibilità di andare a lavorare per la nazionale indiana. Sembrava tutto fatto ma vicenda dei due Marò italiani, ancora prigionieri nei dintorni di Nuova Delhi ha condizionato, anche se indirettamente, la felice opportunità. Ricorderete i militari italiani che, dal 25 febbraio scorso, sono accusati di aver ucciso per errore due pescatori del Kerale durante un’operazione anti-pirateria. Ultimamente, solo durante il Meeting di “Comunione e Liberazione”, a Rimini, si è discusso del problema relativo ai due Marò e sembra che la storia dei due sfortunati militari italiani (dei quali non parla più o quasi nessun organo di informazione) possa da qui a poco chiudersi nel migliore dei modi.
La vicenda-Marò, che speriamo possa davvero finire e positivamente quanto prima, nel periodo del potenziale incarico di direttore tecnico della nazionale indiana a Schiavon diventò, decisamente condizionante sulle scelte del tecnico veneto. Lo ha raccontato recentemente al ‘Mattino’ di Padova, proprio Schiavon che, tra le altre cose dice: “Dopo un lungo colloquio con mia moglie Lorenza, abbiamo deciso di soprassedere proprio per quanto stava accadendo in India ai nostri due soldati. Mi è spiaciuto tanto ma spero se ne possa riparlare. Sarebbe davvero una sfida stimolante. In India, so bene, c’è un potenziale enorme che necessita, però e soprattutto, di un tecnico manager a 360 gradi per iniziare e portare avanti un progetto molto interessante”. Adesso Schiavon, intanto, è tornato sulla panchina di Padova ma il futuro è tutto da scrivere, Almeno così sembra.

GLI ALLENATORI ITALIANI ALL’ESTERO

Volley maschile

Fefè De Giorgi (Novy Urengoy Russia)
Roberto Santilli (Iskra Odincovo Russia)
Lorenzo Bernardi (Jastrzebski Wegiel Polonia)
Camillo Placì (Nazionale Bulgaria)
Angelo Frigoni (Ural Ufa Russia)
Daniele Bagnoli (Fenerbahce Turchia)
Andrea Anastasi (Nazionale Polonia)
Andrea Gardini (Nazionale Polonia)
Giampaolo Medei (Narbonne Francia)
Emanuele Zanini (Bratislava slovacchia)
Sergio Busato (Nazionale Russia)
Julio Velasco (Nazionale Iran)
Paolo Montagnani (Osaka Giappone)
Flavio Gulinelli (Nazionale Portogallo

Volley femminile

Giovanni Guidetti (Nazionale di Germania)
Alessandro Chiappini (Nazionale Turchia)
Lorenzo Miceli (Eczacibasi Turchia)
Massimo Barbolini (Galatasaray Turchia)
Marcello Abbondanza (Nazionale Bulgaria)
Sigla.com - Internet Partner