Segrate e Castellana Grotte conquistano la finale di Coppa Italia di A2 maschile

03/03/2012

Segrate e Castellana Grotte conquistano la finale di Coppa Italia di A2 maschile
FINAL FOUR DI ANDRIA DI COPPA ITALIA DI SERIE A2 MASCHILE
Risultato prima Semifinale Del Monte Coppa Italia Serie A2
Crazy Diamond Segrate - Pallavolo Molfetta 3-2 (25-20, 25-19, 19-25, 22-25, 16-14)
CRAZY DIAMOND SEGRATE: Fabroni 2, Van Den Dries 10, Pesaresi (L), Alletti 17, Pinelli, Botto 11, Russo 18, Baranek 27, Preti, Canzanella. Non entrati Radunovic, Caprotti, Spairani. All. Eccheli.
PALLAVOLO MOLFETTA: Cortina (L), Uchikov 21, Del Vecchio 6, Bacci 3, Botti 12, La Forgia, Alomia Angulo, Giglioli 9, Al Nabhan 18, Illuzzi, Bisci. Non entrati Poli, Mattioli. All. Lorizio.
ARBITRI: Frapiccini, Florian. NOTE - durata set: 26', 28', 27', 28', 21'; tot: 130'.

La Del Monte Final Four di Serie A2 ad Andria si apre con una grande ed equilibrata Semifinale. Tra Crazy Diamond Segrate e Pallavolo Molfetta a spuntarla al quinto set è la formazione lombarda di Massimo Eccheli, che dopo essersi trovata avanti per 2 set a 0 subisce la rimonta dei ragazzi di Giuseppe Lorizio capaci di portare il match al quinto parziale. Sono i vantaggi del parziale decisivo a sancire il passaggio alla Finale di domani, domenica 4 marzo, della Crazy Diamond Segrate che trova in Kamil Baranek (27 punti, 61% in attacco, 2 muri e 3 ace) e nella coppia di posto 3 Massimiliano Russo (18 punti, 67% in attacco e 6 muri) e Aimone Alletti (17 punti, 73% in attacco e 6 muri) i punti di forza per respingere la crescita nell’arco del match di Nikolay Uchikov (21 punti) e Yassim Al Nabhan (18 punti), partiti male ma poi vere spine nel fianco di Segrate.

Le formazioni
Crazy Diamond Segrate: Fabroni-Van Den Dries, Alletti-Russo, Botto-Baranek, Pesaresi (L)
Pallavolo Molfetta: Bacci-Uchikov, Giglioli-Botti, Al Nabhan-Del Vecchio, Cortina (L)

I muri di Massimiliano Russo e Aimone Alletti e le grandi difese di Pesaresi spianano la strada ad inizio match alla Crazy Diamond Segrate (11-7). La Pallavolo Molfetta fatica ad entrare nel match costretta a subire ancora i block (4 nel set, 3 del solo Massimilano Russo) e la caparbietà in difesa dei lombardi (16-11). Al Nabhan non trova sbocchi in attacco (25% di positività) e il muro della squadra di Lorizio fatica a fermare Baranek e compagni (0 block nel set). Senza problemi la Crazy Diamond Segrate va a chiudere il primo set con ottime percentuali in attacco (76%) e in ricezione (86% di positiva e 57% di perfetta). Prova a salire d’intensità la Pallavolo Molfetta spinta da Al Nabhan e Uchikov (6-7), ma l’ace di Botto costringe Lorizio al time out (10-7). Stessa mossa per Eccheli dopo il muro di Botti che riavvicina i pugliesi (14-13), ma la Crazy Diamond riesce ancora ad allungare con un Baranek positivo in tutti fondamentali (67% in attacco e 2 ace) e con il muro del solito Massimilano Russo (24-19). Il lungo linea fuori di Uchikov (20% in attacco) manda Segrate sul 2 a 0. Due muri consecutivi di Alletti (4 totali per lui nel terzo parziale) spezzano l’equilibrio ad inizio di terzo set (10-8). Contro break di Molfetta sul servizio di Uchikov (10-11, tempo Eccheli) che poi tenta la fuga con il muro vincente di Giglioli (2 nel set) su Baranek (sostituito da Canzanella,13-15) e il mani out di Al Nabhan (14-18). Molfetta non sbaglia un colpo a differenza di Segrate (11 errori) ed Uchikov (nonostante il solo 25% in attacco) riapre il match (19-25). I due punti conquistati da Baranek ad inizio quarto set vengono tenuti stretti dalla Crazy Diamond Segrate fino a metà parziale quando Molfetta trova la parità con un ace di Giglioli e il muro di Uchikov (il secondo) su Baranek (14-14). Al Nabhan (cresciuto in attacco fino al 58% nel set) e Uchikov firmano il sorpasso di Molfetta (19-21), Segrate trova la parità (22-22) ma paga il basso rendimento di Van Den Dries (20% in attacco) a differenza dell’opposto di Molfetta Nikolay Uchikov spettacolare in attacco (88%) che sigla l’ultimo punto che vale il tie break (22-25). Al cambio di campo del tie break la Pallavolo Molfetta è avanti di due punti complici due imprecisioni della Crazy Diamond Segrate (6-8). Grande difesa di pesaresi e Baranek non sbaglia per il pareggio (10-10). La Pallavolo Molfetta può giocarsi la prima palla match ma spreca Uchikov mandando in rete il servizio (14-14). Risposta di Segrate con il mani out di Botto che ribalta la situazione (15-14). Alla prima occasione la Crazy Diamond chiude i conti con l’out in attacco di Uchikov che regala il 16-14 e l’accesso alla Finale di domani.

Massimo Eccheli (allenatore Crazy Diamond Segrate): “Arrivare in Finale era il nostro primo obiettivo e siamo riusciti a raggiungerlo sfatando il tabù Molfetta. Abbiamo impattato bene la partita giocando due set di altissimo profilo. Poi si sono evidenziati i nostri soliti problemi di tenuta mentale. Nel tie-break siamo tornati a giocare alla pari con i nostri avversari credendoci e vincendo questo match”.

Massimiliano Russo (Crazy Diamond Segrate): “È stata una partita sofferta come ci capita di fare ultimamente in Campionato. Ci perdiamo molte volte negli errori senza riuscire a reagire e a pensare alla palla successiva. Anche in questa partita abbiamo pagato i due cali nel terzo e quarto parziale che hanno fatto rientrare Molfetta, brava a crederci e a sfruttare le nostre indecisioni. Non abbiamo comunque mai smesso di lottare, credendoci fino alla fine e conquistando questa Finale per noi e per la società molto importante”.

Giuseppe Lorizio (allenatore Pallavolo Molfetta): “Una Semifinale persa per pochi episodi. Forse meritavamo di più per quello che siamo riusciti a fare recuperando uno svantaggio di 2 seta a 0. Mi dispiace per i ragazzi per come hanno giocato e per come hanno creduto fino alla fine a questa vittoria. Noi eravamo già contenti di essere venuti qui a questa Final Four, ma ci siamo presentati con l’obbiettivo di vincere e non esserci riusciti veramente per poco ci fa rimanere con l’amaro in bocca”.

Emiliano Giglioli (Pallavolo Molfetta): “L’unico rammarico è l’aver buttato via i primi due set. Siamo stati bravi a rientrare in campo e ribaltare il risultato. E’ un peccato perché è stata una questione di pochi palloni; usciamo sconfitti ma a testa alta. Abbiamo lavorato molto in palestra per giocare questa grande partita contro Segrate, che ha dimostrato tutto il proprio valore. Ora pensiamo al Campionato, a fare più punti possibili e arrivare il più avanti in classifica al termine della Regular Season”.

Risultato seconda Semifinale Del Monte Coppa Italia Serie A2
BCC-NEP Castellana Grotte-Sir Safety Perugia 3-2 (22-25, 25-20, 25-12, 16-25, 15-11)

BCC-NEP CASTELLANA GROTTE - SIR SAFETY PERUGIA 3-2 (22-25, 25-20, 25-12, 16-25, 15-11)
BCC-NEP CASTELLANA GROTTE: Cazzaniga, Elia 4, Ricciardello 7, Falaschi 1, Castellano 4, Torre 1, Milushev 27, Rodriguez 25, Salgado 8, Maric 1, Cicola (L). N.e. Rinaldi, Giosa. All. Vincenzo Di Pinto.
SIR SAFETY PERUGIA: Petric 12, Daldello 2, Cesarini (L), Tomassetti 9, Bucaioni 2, Tamburo 26, Corsini 8, Vujevic 4, Belcecchi 7, Bartoli, Lattanzi. N.e. Zamagni, Fusaro. All. Slobodan Kovac.
ARBITRI: Antonino Genna e Maurizio Cardaci.
NOTE - Spettatori 1600, durata set: 30', 28', 22', 25', 17'; tot: 122'.

Ci è voluto ancora il tie break per decretare la seconda Finalista della Del Monte Coppa Italia Serie A2. Altre due ore di gioco, altro spettacolo per il pubblico del PalaSport di Andria che ha festeggiato la vittoria della pugliese BCC-NEP Castellana Grotte. Partita intensa dal primo all’ultimo punto dove a fare la differenza in positivo per Castellana Grotte è stata la potenza in attacco di Danail Milushev (27 punti, 56% di positività offensiva) e Israel Rodriguez (25 punti, 66% in attacco) e l’esuberanza di Antonio Ricciardello entrato nel secondo set al posto di Maurizio Castellano e autore di una partita grintosa. Per la squadra di Slobodan Kovac la non perfetta forma di Goran Vujevic (solo 4 punti nei 2 set e mezzo giocati) ha pesato probabilmente sul risultato finale, ma ha comunque mostrato la forza della formazione Umbra, leader in Serie A2 Sustenium.

Domani alle 17.30 la BCC-NEP Castellana Grotte scenderà in campo per disputare la Finale della Del Monte Coppa Italia affrontando la Crazy Diamond Segrate, vincente nella prima gara di oggi contro la Pallavolo Molfetta. Il match verrà trasmesso in diretta tv su Rai Sport 1 a partire dalle 17.30, integralmente via Web Radio sul sito www.legavolley.it e con aggiornamenti flash su Radio LatteMiele.

Le formazioni
BCC-NEP Castellana Grotte: Falaschi-Milushev, Salgado-Elia, Castellano-Rodriguez, Cicola (L)
Sir Safety Perugia: Daldello-Tamburo, Tomassetti-Corsini, Vujevic-Petric, Cesarini (L)

Avvio equilibrato. Le due squadre rimangono vicine per gran parte del primo parziale. Vjuevic prova a dare una spinta sul 15 a 17 ma Castellana risponde con una grande difesa di Cazzaniga, entrato per il servizio, e il fallo di doppia di Daldello (17-17). La Sir Safety però trova il largo, quello decisivo, con le giocate di Tamburo (7 punti nel set con il 50%) e il muro a tre su Milushev (18-22, tempo Di Pinto). Danail Milushev (50% in attacco con 10 punti) interrompe momentaneamente la corsa degli umbri (19-22), che vanno a chiudere con il servizio out dell’opposto bulgaro (22-25). Prova la reazione della BCC-NEP Castellana Grotte ad inizio secondo set: parziale di 4 a 0 con il muro che blocca Vjuevic. Contro break immediato della Sir Safety con un positivo Corsini a muro (3 block), l’ace di Tamburo e l’attacco di Petric (6-9). Dentro Ricciardello per Castellano (subito 2 punti per lui), con Rodriguez (88% in attacco e 2 muri) che poco dopo si scatena: 4 punti consecutivi (tre attacchi ed un muro) per il nuovo sorpasso (13-11). Lo segue Milushev (50% in attacco, 1 muro) mentre per Perugia 0 punti di Vujevic e il 31% in attacco di Tamburo (62% di Petric) permettono alla BCC-NEP di pareggiare (25-20). Inizio strepitoso per Castellana Grotte: Alberto Elia alza il muro piazzandone 3 consecutivi seguito dall’ace di Ricciardello (7-1). Il vantaggio dei pugliesi aumenta d un +8 alla pausa tecnica (16-8) con Falaschi che trova i primi tempi di Salgado e Ricciarello egregio nel lavoro di difesa. Il vantaggio di dieci punti sul 20 a 10 rassicura la BCC-NEP Castellana Grotte (72% di squadra in attacco e 5 muri) mentre la Sir Safety esce dal parziale con il 38% in attacco ed un solo muro ma soprattutto senza l’apporto del proprio giocatore principe, Goran Vujevic (0 punti). Kovac preferisce Belcecchi a Vujevic ad inizio 4° set. Lo schiacciatore marchigiano si fa trovare pronto con un muro su Milushev e due punti in attacco (5-8 Perugia). I punti di Vincenzo Tamburo e Daniele Tomassetti (3 in attacco e 2 a muro) conducono la Sir Safety alla conquista del quarto set (16-25). Il quinto set è il classico da cardiopalma, da emozioni forti: la Sir Safety Perugia mantiene il vantaggio con il cambio palla grazie a Vincenzo Tamburo (8-9), la BCC-NEP Casetllana Grotte risponde con Rodriguez (10-9). Tamburo macchia il suo match con due palle out in attacco (13-10) mentre Rodriguez non sbaglia il pallone del 14 a 10 su tocco a muro di Salgado. Milushev manda la BCC-NEP Castellana Grotte in Finale della Del Monte Coppa Italia Serie A2 (15-11).

Vincenzo Di Pinto (allenatore BCC-NEP Castellana Grotte): “Abbiamo trovato più equilibro con l’ingresso di Ricciardello e siamo cresciuti tantissimo nel livello di gioco soprattutto con il muro-difesa. Ci siamo innervositi ad inizio quarto set, ma poi nel quinto siamo stati molto lucidi. Abbiamo poco tempo per festeggiare perché ci aspetta una finale storica, la prima per questa Società”.

Antonio Ricciardello (BCC-NEP Castellana Grotte): “Sono felicissimo per il mio ingresso in campo che è riuscito a cambiare l’inerzia della partita. Sono contento per tutta la squadra che ora si deve preparare con grande attenzione alla Finale di domani dove cercheremo a tutti i costi la vittoria della Coppa Italia”.

Slobodan Kovac (allenatore Sri Safety Perugia): “Tutto bene, solo qualche errore di troppo. Io ho fatto i miei cambi come con Filippo Belcecchi, come loro dopo il primo set, indovinandoli. Complimenti a Castellana Grotte, forse una palla dubbia sull’11 a 10 del tie break ma nulla di che. Non avevamo Vujevic al 100% e si è sentito”.

Andrea Cesarini (Sir Safety Perugia): “Qualcosa abbiamo sbagliato nel tie break, ma se confrontate i giocatori nostri e i loro uno contro uno, vincono sempre loro. Nel quinto set Milushev e Rodriguez hanno fatto la differenza attaccando tutto”.

Prossimo turno
Del Monte Coppa Italia Serie A2 Final Four
Domenica 4 marzo 2012, ore 17.30
Finale
Crazy Diamond Segrate – BCC-NEP Castellana Grotte Diretta Rai Sport 1
(Pozzato-Piana)
Sigla.com - Internet Partner