Semaforo verde: si parte! Presentazione della prima giornata di A1 femminile

di Maurilio Anfuso

17/09/2020

Dopo la Supercoppa è tempo di campionato, con una prima giornata che presenta già degli scontri molto interessanti.
A dare il via alle danze saranno Perugia e Chieri nell’anticipo del sabato, con le umbre che hanno aggiunto al roster la schiacciatrice Kenia Carcaces per completare una squadra dal potenziale offensivo molto elevato sulle bande. Proprio sul gioco aperto si concentrerà Perugia per affrontare Chieri e cercare di sfruttare gli accoppiamenti favorevoli a muro. Dall’altro lato Chieri ha in Grobelna il punto di riferimento sulle palle alte che saranno fondamentali da sfruttare al meglio grazie al lavoro di seconda linea di Perinelli che avrà il compito di mantenere alto sia il livello della ricezione che quello della difesa.
Le campionesse in carica di Conegliano ospiteranno Casalmaggiore che dovrà fare i conti con l’assenza della futura mamma Carli Lloyd (a cui mi permetto di fare le felicitazioni per la lieta notizia) e che in attesa di novità dal mercato si affiderà alla regia di Francesca Bonciani. Sarà interessante anche vedere in azione con la maglia rosa Elitsa Vasileva che nell’ultimo test contro Busto è stata la miglior realizzatrice con 19 punti ed un ottimo 53% in attacco. Per la squadra di Parisi sarà importante spingere al servizio per cercare di mettere in difficoltà la costruzione del gioco di Conegliano e sfruttare le qualità a muro della coppia Melandri-Stufi.
Derby lombardo per Monza e Busto, con le padrone di casa che in settimana nell’amichevole con Novara hanno potuto contare sull’apporto di Danesi che quindi sembra a disposizione di Gaspari che dovrà scegliere se metterla in campo dall’inizio o affidarsi ancora a Squarcini magari sfruttando anche le sue qualità al servizio. Anche Busto mercoledì ha affrontato Novara in amichevole. Ancora senza Poulter e con Gray e Gennari a mezzo servizio, Fenoglio dovrà presumibilmente affidarsi ancora alle mani di Asia Bonetti che ben ha figurato in Supercoppa. Affascinante la sfida tra Mingardi e Orthmann, due autentiche bombardiere e punti di riferimento per le rispettive palleggiatrici. Spingere tanto sia in attacco che in battuta porta inevitabilmente a giocare sulla soglia dell’errore, trovare il giusto equilibrio farà la differenza tra vittoria e sconfitta.
La Zanetti Bergamo è pronta ad iniziare il suo percorso contro una Scandicci uscita scottata dalla Supercoppa e sicuramente intenzionata a partire con il piede giusto in un campionato dove vuole essere protagonista. Turino può finalmente contare sull’asse portoricana Valentin-Enright e sulla statunitense Juliann Faucette (vista in Italia giovanissima con le maglie di Urbino e Busto Arsizio). Barbolini dall’altro lato cerca conferma dall’asse muro difesa della sua squadra che a Vicenza non ha dato le garanzie che si attendeva. Partita da ex per Popovic che potrà essere la marcia in più per Scandicci. Per le orobiche occhio a Luketic che dopo la stagione di A2 a Montale cercherà di imporsi anche nel massimo campionato.
Cuneo in casa del Bisonte in una sfida tra due squadre che puntano a rafforzare la loro posizione all’interno del campionato e stare subito dietro le prime 4-5 posizioni. Per una squadra giovane come quella di Mencarelli sarà un test per il comparto di ricezione che ha bisogno di stabilità. Da Guerra può arrivare quel pizzico di esperienza in più nell’aiutare le compagne a coprire bene il campo e assumendosi responsabilità maggiori contro una squadra come Cuneo che dispone di una lunga serie di servizi in salto con Candi, Ungureanu, Bici e Degradi.
Infine la neo promossa Trento farà il suo esordio in campionato contro una Brescia fortemente rivoluzionata rispetto alla scorsa stagione ma con il confermatissimo Mazzola in panchina. Per le bresciane forse ci vorrà un po’ di tempo prima di vederle esprimere il livello che sperano, con atlete pronte alla definitiva consacrazione come Angelina, Berti e Nicoletti. Proprio l’opposto ha saltato l’ultima amichevole contro Bergamo per un affaticamento muscolare. Se non dovesse farcela pronta al suo posto Decortes giocatrice su cui mi sento di puntare con convinzione dopo le stagioni da protagonista in A2. Trento tutta da scoprire con Bertini in panchina che si affiderà a gente che conosce già la categoria come Vittoria Piani e Maria Luisa Cumino ed altre che fino ad ora l’hanno solo sfiorata come D’Odorico.
Turno di riposo per la Igor Volley Novara.   
Anche se a porte chiuse o semi-chiuse siamo pronti a ripartire con lo sport che amiamo ed anche questo significa lentamente cercare di tornare alla normalità. Buon Divertimento!
Sigla.com - Internet Partner