Semifinale scudetto maschile gara 2: Piacenza pareggia i conti con Macerata

10/04/2013

Zlatanov contrastato a muro da Stankovic e ZaytsevZlatanov contrastato a muro da Stankovic e Zaytsev
Zlatanov contrastato a muro da Stankovic e Zaytsev
Risultato Linkem Cup Play Off A1 maschile – SEMIFINALI Gara 2

COPRA ELIOR PIACENZA - CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA 3-1 (17-25, 25-20, 25-17, 29-27)
COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Corvetta, Papi 11, Fei 13, Simon 13, Zlatanov 13, Holt 13, Tencati, Vettori 7, De Cecco 3. N.e. Latelli, Ogurcak, Maruotti. All. Luca Monti.
CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Lampariello, Pajenk, Savani 9, Zaytsev 21, Parodi 6, Stankovic 4, Henno (L), Travica 4, Kooy 4, Podrascanin 9. N.e. Monopoli, Starovic. All. Alberto Giuliani.
ARBITRI: Nico Castagna e Andrea Puecher. NOTE - Spettatori 2889, incasso 35710, durata set: 24', 26', 26', 35'; tot: 111'.

La Copra Elior Piacenza, tra le mura amiche, in gara 2 Semifinali Linkem Cup pareggia i conti con la Cucine Lube Banca Marche Macerata e riapre i giochi per l’accesso alle Finali Scudetto.
In quasi due ore di gioco, Piacenza si riprende dal brutto primo set e fa esultare il PalaBanca di che va in visibilio grazie a un sestetto d’oro capeggiato da Zlatanov, Fei, Holt, Simon e Papi che, a turno, combattono e cercano spazio in un territorio, quello di Macerata, impervio e difficile.
Il tutto diretto dalla doppia, precisa e pulita, conduzione De Cecco-Corvetta che serve alla perfezione Zlatanov e Papi, presente nei momenti decisivi e eletto MVP, e Vettori che, sul finale del quarto set, mette a terra 7 punti essenziali per la rimonta biancorossa.
A far la differenza, a fine partita, la battuta biancorossa (10 ace contro i 2 marchigiani), unita alla ricezione e all’attacco (56% e 58% per Piacenza contro il 48% e il 53% di Macerata). I marchigiani tentano di difendersi con un buon muro (9 a fine partita) ma negli ultimi 3 set, quelli necessari a Piacenza per conquistare la partita, si dimostra troppo imprecisa, fallosa in battuta (dall’unico errore del primo set, nei successivi ne commette 14) e, spesso, molto prevedibile. Travica, non in perfetta forma, riesce a mettere in luce in particolar modo Zaytsev (21 punti a fine gara); Savani e Podrascanin difficilmente trovano spazio e Giuliani, per riprendere terreno, tenta le carte di Kooy, Pajenk e Lampariello, senza grossi risultati.
In campo al fischio d’inizio per Piacenza e Macerata le due formazioni ufficiali.
Partenza in salita per la Copra Elior che viene bloccata dal muro marchigiano e presa a pallonate da Zaytsev in battuta (ace sullo 0-5) e da Parodi in attacco (3-10). Papi (4-10) e Zlatanov (7-13 e 9-14) tentano di recuperare la scia di Macerata che con l’ace di Stankovic segna nuovamente il terreno piacentino e il secondo time out tecnico sul 9-16. Monti cerca cambiamenti sostituendo la diagonale De Cecco-Fei con Corvetta-Vettori, ma nulla cambia e Macerata, con Zlaytsev (13-20) sempre vincente timbra le 7 solide lunghezze di vantaggio. Piacenza, nel pallone, subisce gli attacchi avversari: solo Zlatanov (15-22) e Fei (16-23) riescono a toccare il campo marchigiano. La chiusura spetta a Parodi sul 17-25.
Secondo set rivoluzionario: Piacenza, lasciato alle spalle il primo parziale, dimostra la sua caparbietà dalle prime battute con Papi (2-1) e Fei (4-3). Il capolavoro biancorosso arriva sull’8-6: Fei recupera un pallone impossibile e De Cecco lo mette a terra mandando in visibilio il PalaBanca. Macerata non ha più il terreno saldo sotto ai piedi e Piacenza tiene le distanze con il muro di Holt (10-7) e Papi. Parodi in battuta affianca i bancorossi sul 15-15 ma il pareggio ha breve vita: il sestetto di Monti è una valanga e con Simon sul 17-16 si porta in vantaggio per poi seminare i marchigiani sul 21-19 di Zlatanov. Finale di set a senso unico: l’ace di Holt, controllato al video check, dopo la richiesta di capitan Zlatanov, vale il 22-19; Fei conquista il 23-20 e l’ace del 24-20 e Zlatanov firma per il 25-20.
Terzo set simile al secondo: l’ace di De Cecco conquista il 2-1, Holt (4-3) e Fei, sull’8-5, allungano. Giuliani sostituisce Kooy per Savani ma la cosa non scalfisce Piacenza che vola grazie a De Cecco in battuta (ace 11-10) che lascerà poi la posizione solo sul 13-10. Giuliani, costretto a chiedere time out, trova risposte in Zaytsev (13-11) e Savani a muro (14-12). Ma Piacenza non ha più freni e con Simon (16-13) e Fei in battuta (ace 17-13) naviga spedita verso la chiusura: Macerata, inerme, non tocca più palla fino al 20-15 di Zaytsev; Podrascanin è in battuta ma manda in rete lasciando, da lì, spazio a Piacenza che conquista il parziale sul 25-17 grazie all’invasione a rete di Travica.
Combattuto l’avvio di quarto set: i due sestetti si sfidano sul punto a punto fino al 6-6 ma Piacenza poi ha il sopravvento e con i due ace consecutivi di Holt (8-6 e 9-6) e Simon (14-10) prende le distanze da Macerata che non cede e con Zaytsev si porta pari ai piacentini sul 16-16 per poi andare in vantaggio. Monti cambia Fei per Vettori e da quest’ultimo ha subito risposte positive sul 17-20. Holt apre la rimonta con l’ace del 18-20 ma il pareggio arriva solo sul 23-23 grazie a Vettori. Lo stesso Vettori si dimostra conquistatore del parziale: suoi il 24- 23, il 25-24 e il 27-26. Zaytsev riporta pari il parziale (27-27) ma la battuta marchigiana è fallosa (28-27) e il finale definitivo, questa volta, spetta ai vantaggi a Simon sul 29-27.

Luca Vettori (Copra Elior Piacenza): “Giocare questo ultimo set e contribuire alla vittoria di questa difficilissima gara è stata una grandissima emozione. I sentimenti che ora provo sono difficili da spiegare. Ora, giunti sull’1-1, dovremo andare a Macerata con la stessa convinzione e carica dimostrata questa sera”.

Luca Monti
(allenatore Copra Elior Piacenza): “La tensione iniziale ci ha decisamente frenati ma poi siamo riusciti a giocare alla pari e a rimettere in discussione il primo set. Dall’altra parte della rete c’è una squadra forte, anche più di noi che però questa sera, nonostante i numerosi cambi, ha commesso anche molti errori che hanno compromesso l’esito della partita. Con questa partita abbiamo sfatato i risultati della Regular Season ma dobbiamo anche ammettere che siamo molto cresciuti. Il video check? Ci ha aiutato quando avevamo dei dubbi”.

Dragan Stankovic (Cucine Lube Banca Marche Macerata): “Abbiamo trovato una squadra, la Copra Elior, che sa giocare molto bene. Dal canto nostro noi abbiamo iniziato questa gara nel modo giusto, senza commettere errori, poi ci siamo bloccati. Spero di vincere, sabato, tra le mura amiche”.

Linkem Cup Play Off A1 – SEMIFINALI Gara 2
Giovedì 11 aprile 2013, ore 20.30
Bre Banca Lannutti Cuneo (4a) – Itas Diatec Trentino (1a) Diretta RAI Sport 1
Diretta streaming su www.raisport.rai.it (Pasquali-Sampaolo)

Linkem Cup Play Off A1 – SEMIFINALI Gara 3
Sabato 13 aprile 2013, ore 17.30
A Osimo (AN)
Cucine Lube Banca Marche Macerata (2a) – Copra Elior Piacenza (3a) Diretta RAI Sport 1
Diretta streaming su www.raisport.rai.it

Domenica 14 aprile 2013, ore 17.30
Itas Diatec Trentino (1a) – Bre Banca Lannutti Cuneo (4a) Diretta RAI Sport 1
Diretta streaming su www.raisport.rai.it
Sigla.com - Internet Partner