Sprint tricolore Civitanova-Perugia e Conegliano-Monza

08/05/2022

Siamo alla settimana decisiva per l’assegnazione dello scudetto maschile e di quello femminile: Civitanova tra gli uomini è avanti 2-1 nei confronti di Perugia e spera di chiudere il discorso mercoledì sera davanti al suo pubblico, Conegliano tra le donne conduce 2-1 su Monza e sogna di assaporare il tricolore martedì in Brianza. Prepariamoci a vivere a due bellissime partite, con la degna cornice del pubblico delle grandi occasioni

TUTTO ANCORA POSSIBILE? Domenica Perugia ha battuto Civitanova per 3-1 nel terzo atto della finale maschile e ha riaperto una serie che pareva ormai sbilanciata a favore di una Lube che però si trova ugualmente a un passo dalla conquista del settimo scudetto della sua storia. Come peraltro era prevedibile, la squadra di Nikola Grbic ha buttato in campo tutto quanto aveva ancora nel cuore e nella mente, consapevole del fatto che non ci sarebbero state prove d’appello: in un PalaBarton gremito di tifosi e di passione ha domato i marchigiani dopo 2 ore abbondanti di bella pallavolo trovando finalmente in Wilfredo Leon il suo principale terminale offensivo dopo che il fuoriclasse cubano era apparso sottotono nelle prima due sfide-scudetto. Nota di merito anche per Stefano Mengozzi , bravo nel controllare un Simon che finora è sempre stato semplicemente devastante ma che questa volta è stato costretto a realizzare solo 8 punti (con 1  muro). Per Chicco Blengini invece 11 punti a testa dai giovani Yant e Gabi Garcia (che ha ben sostituito uno Zaytsev ancora sottotono) e 10 per un Lucarelli che a sprazzi ha regalato giocate da campione. Gli umbri si trovano adesso sotto 2-1 e vorrebbero tornare davanti ai propri tifosi per giocarsi il titolo domenica prossime: per centrare questa impresa mercoledì sera all’Eurosuole Forum (esaurito) dovranno fare un autentico miracolo. Il popolo biancorosso si augura però che finita gara 4 possa iniziare la festa tricolore.

A UN PASSO DAL SOGNO. Alla luce della netta affermazione per 3-0 su Monza nel terzo atto della finale femminileConegliano si trova ad un passo dal quinto scudetto della sua storia. In un Palaverde che ha fatto registrare il record stagionale con 5344 tifosi, la squadra di Daniele Santarelli ha imposto il suo gioco e la sua forza a un’avversaria che ha dato tantissimo in quest’ultima parte di stagione e che non ha saputo trovare energie fisiche e mentali per cancellare in fretta il brutto passo falso casalingo di gara 2: trovarsi avanti 2-0 e arrendersi al tie break contro un’espertissima Imoco che ha spesso dimostrato di possedere killer instict ha determinato di certo nelle brianzole un problema difficile da metabolizzare in fretta. Le pantere, trascinate dalla regia perfetta dell’mvp Wolosz nonché dalla solita Egonu (17 punti), da Plummer (14) e De Kruijf (10 con 3 muri), si trovano adesso avanti 2-1 nella serie e martedì sera vorranno cercare di chiudere il discorso a Monza, dove però il sestetto di Marco Gaspari cercherà ovviamente di dare il 110% sfruttando anche il fattore-campo per tornare eventualmente a Treviso per gara 5 sabato prossimo. Le emozioni non sono ancora finite anche se la storia sta per essere scritta.

UN POSTO IN CHALLENGE. E’ Piacenza-Cisterna la finale dei play off maschili per il 5° posto che aprono le porte dell’Europa. La squadra di Lorenzo Bernandi ha superato nella semifinale in gara secca Verona per 3-1 (Lagumdzija e Russell 16 punti a testa, Edoardo Caneschi premiato mvp), stesso punteggio con il quale la formazione di Fabio Soli ha regolato Monza (Dirlic 17 punti, mvp Giacomo Raffaelli). La finale si gioca in gara unica al PalaBanca venerdì sera alle 20.45: chi vincerà il prossimo anno potrà difendere i colori della pallavolo italiana in Challenge Cup.

SOGNANDO LA SUPERLEGA. E’ Cuneo la prima finalista dei play off promozione della serie A2 maschile grazie al doppio successo colto dal sestetto di Roberto Serniotti contro Santa Croce: dopo essersi imposti per 3-1 in gara 1, i piemontesi hanno concesso il bis in gara 2 contro i toscani di Douglas Cezar battendoli 3-0 (con 29 punti di un micidiale Leo Andric). Tutto ancora possibile invece tra Bergamo e Reggio Emilia: in gara 1 l’hanno spuntata i lombardi di Gianluca Graziosi per 3-1, mentre in gara 2 il tie break se lo sono aggiudicati per 15-9 gli emiliani di Vincenzo Mastrangelo trascinati da un inarrestabile Diego Cantagalli (autore di ben 34 punti). Gara 3, decisiva, si gioca mercoledì sera a Bergamo. Bergamo e Reggio Emilia affronteranno Cuneo in finale, al meglio delle 5 partite, in palio un posto nel paradiso del volley.

OBIETTIVO A1. Nella prima sfida dei play off femminili per andare in A1 l’ha spuntata Macerata su Mondovì per 15-10 al tie break con 24 punti di un’eccellente Polina Malik. Le marchigiane di Luca Paniconi cercheranno di chiudere il discorso domenica pomeriggio in Piemonte, ma la formazione di Matteo Solforati non lascerà nulla di intentato pur di tornare al Fontescodella per l’eventuale e decisiva gara 3 in programma domenica 22. Intanto si è conclusa in maniera del tutto inattesa la Pool Salvezza per restare in A2: nella bagarre dell'ultima giornata ha festeggiato Aragona, che ha battuto Modica 3-1 e l’ha spuntata contro Vicenza - a parità di punti e vittorie - per il maggiore quoziente set. Determinanti ai fini della classifica le vittorie di Marsala contro il Club Italia (15-13 al quinto set), di Vicenza contro Sant’Elia (3-1) e di Catania contro Altino (3-0). Sorride dunque la pallavolo siciliana grazie pure alla salvezza di Marsala, allenata dall’ex azzurro Marco Bracci

FANTINI CLUB LIVE. Bellissima puntata di “Fantini Club Live” martedì alle 21.00 in diretta sui canali YouTube e Facebook di Oasport, Dallarivolley e FantiniClub: parleremo della stimolante esperienza di “Allenare all’estero” con grandi personaggi del calibro dell’ex ct azzurro Andrea Anastasi (ha allenato anche Polonia, Spagna e Belgio), di Alberto Giuliani (oggi sulla panchina dell’Olympiakos Atene), di Alessandra Campedelli (che martedì sera esordisce a Belgrado sulla panchina dell’Iran femminile) e di Simone Pianigiani, grande allenatore di basket che dopo aver vinto scudetti con Siena e Milano è andato in Turchia, in Israele e in Cina. Ci divertiremo, non mancate.

Buona pallavolo e buoni play off a tutti!

Sigla.com - Internet Partner