Sustenium guarda al pubblico del volley maschile

fonte SponsorNet.it

10/02/2011

Domenico Simone Direttore generale del Gruppo Menarini Domenico Simone Direttore generale del Gruppo Menarini
Domenico Simone Direttore generale del Gruppo Menarini
Domenico Simone, Direttore generale del Gruppo Menarini. "Il primo step di valutazione ha riguardato lo studio del client profile che utilizza questa tipologia di integratori. Lo sport che è risultato più vicino al nostro mondo è stato il volley... È stata una scelta coraggiosa, adesso dobbiamo capire quali sono i ritorni".
In Italia c’è un mondo di aziende, anche di grosse dimensioni, che non ha ancora sperimentato il ruolo di sponsor nello sport e che invece ambirebbe a farlo, se solo trovasse l’occasione giusta o gli interlocutori giusti. Ce lo dimostrano le considerazioni fatte dal Direttore generale del gruppo farmaceutico Menarini, Domenico Simone, che abbiamo incontrato a Verona in occasione delle final four di coppa Italia, teatro del loro debutto ufficiale come main sponsor dei campionati di volley maschile di A1 e A2. Anche per una grande azienda, l’investimento in una sponsorizzazione sportiva, diviene oggetto di studio dei risultati che se ne potranno ricavare. Da quest’anno il gruppo Menarini è sponsor della Lega volley. Qual è la vostra dimensione aziendale e quali i motivi alla base dell’accordo di sponsorship?
" I nostri prodotti vengono commercializzati in 110 paesi, metà dei quali attraverso agenti e licenze.
Il gruppo Menarini ha 13.000 dipendenti nel mondo e nell’anno appena trascorso ha registrato un fatturato di 3 miliardi di euro. Alla base dell’accordo con la Lega Volley, c’è una precisa scelta strategica da parte degli azionisti di incrementare il settore dei prodotti da banco. Quest’anno, anche per merito di un nuovo manager che ha la finalità di sviluppare il corporate business OTC, per la prima volta il gruppo Menarini ha associato il suo nome ad uno sport di livello professionistico. È stata una scelta coraggiosa, adesso dobbiamo capire quali sono i ritorni. Nel caso in cui registrassimo risultati positivi, siamo disposti a dare un seguito a questa partnership". La scelta di affiancarvi al mondo del volley, immagino sia stata ponderata: come avete valutato sport più di massa come il mondo del calcio? "Il primo step ha riguardato lo studio del client profile che utilizza questa tipologia di integratori. Lo sport che è risultato più vicino al nostro mondo è stato il volley. Per il calcio sono necessari budget diversi. Ma a parte l’aspetto economico, credo che il calcio non rispecchi totalmente il nostro posizionamento di prodotto. Ci sono fenomeni di contorno al calcio come gli ultras e gli episodi di violenza negli stadi che mal si conciliano con la nostra azienda. Sono convinto e contento della scelta fatta".
Avete legato la sponsorizzazione ad un prodotto, l’integratore Sustenium Plus. Quali obiettivi vi siete posti?
"Non ci poniamo obiettivi quantitativi. Di una sponsorizzazione è importante capire, nel breve periodo, se si sviluppa un trend. Siamo un’azienda finanziariamente solida per cui non ci interessa un ritorno immediato, dobbiamo capire se funziona la sponsorizzazione del prodotto nel medio e nel lungo termine".
Come vi ponete nei confronti dei competitors nel settore degli integratori? "Stiamo cercando di posizionare il nostro prodotto nel settore sportivo. Siamo convinti di avere dei plus di prodotto e riteniamo che associandoli allo sport, in particolare al volley, il posizionamento del prodotto verrà rafforzato".
Che budget è stato stanziato per la sponsorizzazione delle Lega volley? "Parliamo di un investimento importante! C’è un piano messo a punto con la Lega volley che prevede una serie di attività parallele che fanno parte dell’investimento". Secondo gli esperti è necessario stanziare un extra-budget per "attivare" le sponsorizzazioni. Avete già stabilito un planning per promuovere il prodotto presso il target di riferimento?
"Sto aspettando un piano da parte dei miei collaboratori che verrà attivato se e solo se questi lo riterranno utile e funzionale al nostro progetto".
Utilizzerete personaggi sportivi come testimonial per i vostri prodotti? "Una norma dei prodotti, venduti in farmacia, ci vieta di associare i prodotti a persone note". Quando verrà fatta una prima valutazione della sponsorizzazione? "Mensilmente analizzeremo il trend del prodotto nelle zone dove verranno organizzati determinati eventi o partite. Ci saranno poi tante altre attività di marketing che stiamo implementando, da lì trarremo le somme".
Sigla.com - Internet Partner