Tempo di convegni, mentre Perugia domina la SuperLega

21/02/2018

Quando ero giovane e studiavo al liceo sognavo di fare l'insegnante, perché mi è sempre piaciuto confrontarmi con i ragazzi, cercare di comprendere cosa e come pensano gli studenti: a loro c'è molto da insegnare ma da loro c'è anche molto da imparare. Poi la vita mi ha portato a percorrere altre strade, che peraltro hanno affinità con il compito del divulgatore del pensiero e dell'etica comportamentale (nel mio caso sportivo). Però quando me ne viene offerta l'opportunità sono davvero molto contento di potermi confrontare con i giovani, da cui devo ammettere attingo sempre qualche prezioso consiglio.
MENTI LICEALI. Parto da queste semplici riflessioni per arrivare al bellissimo incontro di lunedì con gli studenti del Liceo Allende di Milano dove è preside Alessandro Gullo, un carissimo amico con il quale ho condiviso momenti indimenticabili quando faceva il giornalista per il Corriere della Sera parlando, e bene, di pallavolo. Insieme a me per parlare di "Sport ed economia: l’organizzazione dello sport come prestazione lavorativa" c'erano due cari amici oggi ai vertici del mondo del calcio: Michele Uva, direttore generale della Federcalcio (nonché ex dirigente della squadra femminile di Matera vincitutto negli anni 90), e Alessandro Billy Costacurta, subcommissario della stessa Federazione. Decisamente molto interessante, per le riflessioni dei due relatori e per le domande argute di alcuni degli oltre 500 studenti presenti. Grazie a loro si è parlato in maniera mai banale di argomenti spesso trattati superficialmente, da quanto movimenta il mondo del calcio in termini economici alla considerazione che hanno all'estero del campionato italiano, dai diritti tv al dopo carriera dei giocatori, dalla scelta del nuovo ct della nazionale alle differenze tra il modella-calcio e gli altri sport in Italia. Davvero una bellissima giornata.
POLLICE SU, POLLICE GIU’. Undicesima e terzultima giornata di ritorno in Superlega. Meritato di nuovo il pollice su per Perugia, vincitrice per 3-1 di Latina e ormai prima al termine della regular season nonché qualificata per la prossima Champions League: davvero un cammino impressionante per gli umbri di Lorenzo Bernardi, che finora tra campionato, Supercoppa e Coppa Italia hanno perso solo due partite. Pollice su anche per Civitanova Marche, passata 3-1 a Padova su una Kioene che vede allontanarsi i play off dopo una stagione eccellente (Juantorena 17 punti). Pollice su e oscar per la sfortuna per Modena, capace di imporre la sua legge a Ravenna (3-0 con 19 punti del rientrante Earvin Ngapeth) ma costretta ad arricchire l’infermeria a causa dell’infortunio occorso nel terzo set a Daniele Mazzone. Pollice su per Trento, facile facile su una Vibo Valentia che quest’anno proprio non riesce a trovare il bandolo della matassa e pertanto si merita ancora inevitabilmente pollice giù (per la Diatec, quarta, Filippo Lanza ha firmato 12 punti), e per Verona, riuscita a piegare 3-1 Milano (nelle cui file si è rivisto Abdel Aziz, autore di 9 punti): per Nikola Grbic 24 punti di Jaeschke e 18 di Manavinezhad. La Calzedonia è stabilmente quinta. Affiancate al sesto posto con 40 punti sono la Revivre e la Wixo Lpr Piacenza, andata a espugnare il campo di Monza aggiudicandosi l’ennesimo tie break (per l’esattezza il settimo): è finita 15-8 al quinto set dopo che i brianzoli (pollice giù) si erano portati avanti 2-0. Per i biancorossi di Alberto Giuliani (prossimo allenatore della Gi Group?) 23 punti dell’eterno Fei e 21 del francese Clevenot, uomo-mercato. Pollice su infine per Sora, che nel posticipo di giovedì ha raggiunto Castellana Grotte (pollice giù) piegandola 3-1: desso sono appaiate a chiudere il gruppo a quota 10. Eccezionale Dusan Petkovic, che con i 30 punti realizzati ha consolidato il primato nella graduatoria dei migliori realizzatori con 475 punti. Per lui pollice su su. Domenica tutti i riflettori puntati sul match clou Modena-Perugia.
IMPIANTISTICA LOMBARDA. Fine settimana impegnativo. Sabato mattina importante convegno "Sport è futuro" che avrò il piacere di moderare insieme a Mario Pagliara al Teatro Nuovo di Milano. Argomento di grande attualità è l'impiantistica sportiva in Lombardia, relatori i candidati alle elezioni politiche regionali. Sarà davvero molto interessante sentire la loro opinione in prospettiva, nel rispetto delle varie discipline sportive che necessitano di location adeguate per poter essere praticate.
PINO FOREVER. Domenica sarò invece al Palasport di Verona per presentare alle 17.00 il libro dedicato a Pino Brumatti dal titolo "L'ultimo dei miei eroi". Con me tanti amici della guardia goriziana (Frosini, Zamberlan, Dalla Vecchia) che ha lasciato un segno indelebile tra quanti lo hanno conosciuto.
RIUNIONE ARBITRALE. Lunedì alle 20.30 avrò poi il piacere di parlare agli arbitri di volley del Comitato di Milano, Monza Brianza e Lecco presso la Sala Polivalente Kolbe in Viale Corsica 68 a Milano. Sarà una serata molto interessante, con un confronto che mi auguro fattivo e costruttivo con oltre 350 direttori di gara trattando come tema "Ma cosa ha visto? La percezione della figura dell'arbitro vista dall'esterno". Sono davvero molto curioso e motivato...
SOCIAL. Da tempo siamo attivi proponendovi news e interviste su youtube, Instagram e Facebook, dove vi invito a mettere mi piace nella pagina dallarivolley se non lo avete ancora fatto. Ci trovate news, curiosità, foto e interviste. Vi aspetto.
SNAI SPORTNEWS. Chiudo raccomandandovi di seguire i miei pronostici sulla Superlega e sul campionato femminile con le relative quote su snaisportnews. Ci vediamo anche lì!
Buona pallavolo a tutti!
Sigla.com - Internet Partner