Tempo di verdetti

02/04/2011

Babini e Corvetta, protagonisti della promozione di Ravenna in serie A1Babini e Corvetta, protagonisti della promozione di Ravenna in serie A1
Babini e Corvetta, protagonisti della promozione di Ravenna in serie A1
Tempo di verdetti nel campionato maschile, con Trento reginetta della regular season, San Giustino approdata ai play off scudetto e Ravenna promossa in A1.

LA RINCORSA AL TRICOLORE. Gli ultimi scontri hanno applaudito l'ingresso nei Play Off scudetto della RPA-LuigiBacchi.it San Giustino, protagonista di un campionato a dir poco fantastico viste le premesse, chiuso all'ottavo posto. L'Acqua Paradiso Monza Brianza ha terminato al quarto posto mettendo a segno l'impresa di vincere a Modena facendo lo sgambetto sia a Casa Modena (quarta) che alla Sisley Treviso, sconfitta dalla BCC-NEP Castellana Grotte e alla fine quinta. A festeggiare la salvezza è invece stata la Copra Morpho Piacenza, andata a vincere al tie break sul campo di Roma. Noti da tempo invece i nomi in griglia invece della prima della classe, ovvero l'Itas Diatec Trentino (per la quarta volta nella sua storia regina della Regular Season), seconda la Bre Banca Lannutti Cuneo, terza la Lube Banca Marche Macerata, e settima la Marmi Lanza Verona. Le sfide che porteranno al V-Day di Roma scatteranno mercoledì sera: ci divertiremo di sicuro.

RAVENNA IN A1. Coronando un sogno, la Marcegaglia ha festeggiato domenica contro Perugia la promozione tra le grandi della nostra pallavolo, impresa incredibile, messa a segno al termine di una stagione iniziata bene, poi caratterizzata da tanti infortuni che ne hanno condizionato il rendimento e infine dalla cavalcata trionfale che ha premiato il temperamento dell'eccellente squadra di Antonio Babini, per tutti quelli della pallavolo semplicemente il "Bab". Bravissimi tutti, tecnici, giocatori, dirigenti e tifosi, che tornano così a riassaporare la serie A1 dopo i fasti del Messaggero  (domenica alla festa era presente anche king Karch Kiraly). Il segreto? Vivere la stagione con serenità, anche nei momenti più tribolati, avere il coraggio di giocare a viso aperto a Padova, dove in palio c'era l'unico posto disponibile per realizzare l'impresa. Ricordo un pranzo di qualche anno fa a Marina di Ravenna con il presidente Luca Casadio, ottimo pediatra oltre che in passato valido giocatore, e con GianMarco Venturi: ero alle finali di Coppa Italia a Forlì, la Robur era ripartita con coraggio ma anche con idee chiare dai campionati minori, con l'intenzione di bruciare le tappe. In poco tempo è arrivata addirittura la serie A1: complimenti sinceri, a un'intera città innamorata di pallavolo. Intanto il Club Italia e Pineto sono retrocessi in B1 e mercoledì scattano i play off promzione, con le prima sfide tra Reggio Emilia-Isernia e Sora-Milano: in palio l'altro posto per il paradiso.

V-DAY A BOLOGNA. In occasione dell'incontro con gli arbitri, di cui vi parla a parte l'ottimo Adelio Pistelli (a proposito, complimenti sinceri a Ilaria Vaghi, a breve primo fischetto donna a difendere i colori dell'Italia e un abbraccio grande grande al mio amico Simone Santi, imminentemente - e con indubbio merito - fischietto Fivb), l'ad della Lega Volley maschile Massimo Righi ha confermato che la sfida scudetto andrà regolarmente in scena domenica 15 maggio. Da qualche giorno circolava la voce che l'appuntamento che avrebbe assegnato il tricolore avrebbe potuto essere anticipato a sabato 14 per la contemporaneità della finale del Torneo di Tennis in scena al Villaggio Olimpico, ma tutto è tornato alla normalità. Nonostante il Comitato Organizzatore locale che collaborerà nella realizzazione dell'Evento al PalaLottomatica con la Lega maschile tema che mancherà qualche politico. Fa lo stesso. L'importante è che non manchino il pubblico delle grandi occasioni e lo spettacolo sul campo. Anzi, meno politici si presenteranno all'Eur, meglio sarà, visto il penoso spettacolo che stanno offrendo in questi ultimi giorni al Bel Paese, manifestazioni continue davvero indegne per chi dovrebbe invece tenere un comportamente consono al ruolo che riveste (e mi rivolgo ovviamente ai vergognosi episodi verificatisi in Parlamento, che mi hanno indotto a fare un ragionamento profondo con i miei figli per spiegare loro che questa non è certo l'Italia che si meritano). E qui non stiamo parlando di schieramenti e/o di ideologie, stiamo parlando di elementare educazione senso civico, ormai dimenticati da tempo.  

MARMI LANZA A MONTICHIARI? Tiene banco in questi giorni sulle pagine del quotidiano L'Arena la polemica tra il presidente della Marmi Lanza Verona Sergio Destro e il comune scaligero, reo secondo il massimo dirigente gialloblù di non comprendere le reali necessità della sua squadra per restare sul massimo palcoscenico della pallavolo italian. E complice la non sensibilità dell'Amministrazione locale e dagli scarsi contributi assicurati (in effetti si tratta di riduzioni nelle spese del Palasport e di agevolazioni varie), la società minaccia di trasferirsi altrove. Dove? La meta più probabile è Montichiari, dove il Comune sta cercando una squadra di A1 per riempire il Palageorge. Cosa succederà non è dato sinceramente saperlo, anche se la situazione veronese pare ingarbugliarsi ogni giorno di più.

PALALIDO, NIENTE LAVORI. E sempre in tema di impianti, come avevamo anticipato da tempo, l'ampliamento del Palalido slitta ancora. Adesso si parla di metà aprile, ma sarà vero? I lavori avrebbero dovuto iniziare a novembre dello scorso anno, e intanto il costo è lievitato significativamente da 7 a quasi 8 milioni di euro. Non è sinceramente dato sapere cosa succederà a breve, e di conseguenza non sappiamo ancora dove dovrà giocare le proprie partite casalinghe nella prossima stagione il Vero Volley, confinato in questa stagione a Cinisello.

A TREVISO LA BOY LEGAUE. La Sisley ha vinto per la quarta volta il Trofeo Bazan, riservato agli Under 14, battendo in finale Padova. Terza Segrate, quarto il Vero Volley, quinta Catania e sesta Merate. E' una bellissima kermesse giovanile quella organizzata a Sestola dalla Lega maschile avvalendosi dell'eccellente collaborazione della Scuola di Pallavolo diretta da mio amicone Giobbe Giovenzana, una ghiottissima opportunità per vedere all'opera alcuni dei campioni di domani impegnati in una giorni all'insegna del divertimento e dell'agonismo. Complimenti a tutti e in particolare a Treviso, che continua a mietere successi con i giovani, sui quali continuerà peraltro ad investire anche in futuro.

STAFF AZZURRO. Chiudo con una nota dedicata alla nazionale maschile. Mauro Berruto in settimana ha reso noto il suo staff tecnico, nelle cui file svettano i nomi di Andrea Brogioni e di Andrea Giani, cui auguro davvero ogni bene per questa loro nuova avventura. Ve lo avevo anticipato tanto tempo fa, e mi fa piacere aver azzeccato i nomi dei due assistenti cui si affiderà il nuovo ct dell'Italia. Sì, perchè la fiducia è una cosa seria. Come quella che tutti i lettori ripongono non solo in me, ma anche in tutti gli altri amici che scrivono commenti su "dallarivolley.com", tutti affidabili e di primissimo rilievo in ogni settore specifico. Pertanto non possiamo permetterci, tutti noi, di scrivere inesattezze o ancor peggio stupidaggini, anche quando si tratta di anticipazioni (come ad esempio quelle sui giovani di cui abbiamo parlato qualche giorno fa, confermate in diretta tv proprio da Berruto).

Buona pallavolo a tutti!

P.s. Il ct della nazionale femminile Massimo Barbolini terrà un bellissimo corso di aggiornamento domenica 8 maggio al Palasport di San Lazzaro di Savena vicino a Bologna, argomento "Ricezione e attacco: tecnica, tattica e studio dell'allenamento". La mattinata sarà aperta agli allenatori di tutti i livelli e di tutte le categorie, non solo femminili, e la giornata - organizzata dal Comitato Provinciale Fipav di Bologna, si preannuncia di raro interesse. Per tutti gli interessati ad iscriversi la mail è bologna@defervolley.it, il telefono 051-355121.
Sigla.com - Internet Partner