Terry Enweonwu a Conegliano

27/06/2019

Nel roster 2019/20 dell’Imoco Volley iniezione di talento e gioventù con l’arrivo di Terry Enweonwu, nata a Padova il 12 maggio del 2000, schiacciatrice e opposto proveniente dal Club Italia, attualmente impegnata con la Nazionale Under 20. Terry, origini nigeriane, viene da una famiglia di sportivi con il padre tennista e la mamma campionessa di atletica leggera ed è cugina di Paola Egonu, altro neo arrivo in casa gialloblù.
Da Padova in tenera età si spostò a Parma con la famiglia, e lì i primi passi nel volley fino alla Serie C nell’Energy Volley. Nel 2016 il grande salto con il Club Italia e l’esordio in A1 a 16 anni. L’anno successivo è in A2 con il Club Italia con cui poi è tornata in A1 la scorsa stagione. Nel frattempo gioca con le Nazionali: nel 2017 è argento all’Europeo Under 18 dove viene nominata Miglior Opposto e Miglior Giocatrice del torneo, e partecipa anche al Mondiale dove oltre alla medaglia di bronzo viene nominata Miglior Opposto.
L’abbiamo raggiunta nel ritiro azzurro al Centro Pavesi dove è impegnata in questi giorni, oltre che negli allenamenti con coach Bellano, anche nella preparazione degli esami di maturità (Liceo Sportivo, domani gli orali!): “Gli scritti sono andati, ora sotto con l’orale e poi finita la scuola avrò la possibilità di mettere tutto il focus sulla pallavolo, mi aspetta una stagione molto importante!” Terry, sarà la tua prima stagione “pro”, ti aspettavi di iniziare dal club campione d’Italia? “Non me l’aspettavo assolutamente, fatico ancora adesso a crederci, sono davvero contenta di iniziare la carriera professionistica in un grande club come l’Imoco. Dal di fuori la sensazione è quella dell’ambiente ideale per qualunque giocatrice, si percepisce una grande armonia in squadra e tra la squadra e lo staff, i risultati ne sono la testimonianza. Un sistema che funziona alla grande, mi entusiasma l’idea di farne parte e ringrazio molto la società per avermi dato questa fiducia e una grande opportunità.” Per una giovane come te avere l’esempio visivo di campionesse come quelle che ci sono tra le Pantere sarà importante: “Questo mi farà crescere tantissimo, ovvio che non arrivo a Conegliano con le aspettative di giocare molto, so che dovrò guadagnarmi lo spazio. Ma quello di cui sono certa è che ogni giorno potrò imparare tantissimo dalle mie compegna più esperte e crescere sia come giocatrice che sul piano umano, sono qui per apprendere il più possibile e diventare una giocatrice migliore.” Quali sono le tue caratteristiche? “Mi sento abbastanza sicura nell’attacco e nel servizio, invece devo migliorare tanto in ricezione, in questo caso avere davanti Monica De Gennaro sarà davvero molto utile!” C’è Paola Egonu, tua cugina: “Più che cugina è una mia sorella maggiore, abbiamo un rapporto speciale e adesso è fantastico ricongiungerci dopo due anni dall’esperienza con il Club Italia. Ci siamo sempre l’una per l’altra e sarà davvero bello ritrovarla all’Imoco. Poi conosco anche altre ragazze, con Fersino siamo qui insieme in ritiro con la Nazionale, e ho conosciuto in questi anni anche Folie e De Kruijf.”
Hai già giocato da avversaria al Palaverde, ti piace l’idea di avere il pubblico gialloblù dalla tua parte?“Guarda, davvero non vedo l’ora! Era coinvolgente d emozionante quando ci ho giocato da avversaria, una passione incredibile. Adesso avere tutta questa passione gialloblù dalla mia parte sarà veramente fantastico, sarà una grande esperienza e una carica pazzesca.”
Sigla.com - Internet Partner