Totò Ferraro saluta Vibo, sarà sostituito da Stefano Mignolo

24/09/2011

Antonio FerraroAntonio Ferraro
Antonio Ferraro
Dopo quattordici anni esatti Antonio Ferraro lascia la Volley Tonno Callipo. Autentica bandiera giallorossa, ha partecipato sempre da protagonista all’incredibile ascesa sportiva della società vibonese che da sconosciuta realtà di provincia, in meno di un decennio, è diventava punto di riferimento del volley nazionale. Antonio Ferraro, arrivato a Vibo Valentia grazie all'intuito della giovane dirigenza giallorossa nel settembre del 1997, ha da subito dato un grandissimo contributo ai successi che, da allora fino ai giorni nostri, la Tonno Callipo ha ottenuto. Uomo di carattere, lavoratore instancabile e persona di fiducia della società del presidente Pippo Callipo, è sempre stato un punto di riferimento per i tecnici e i giocatori che si sono avvicendati in questi anni. Sin dal luglio scorso gli era stata prospettata la possibilità di entrare a far parte dello staff della società ma, il buon Totò, ha pensato bene di prolungare la sua carriera di giocatore e da quest’anno tornerà a vestire la maglia della squadra della sua città, Lamezia Terme, con la quale ha mosso i suoi primi passi. Il suo potrebbe essere, quindi, un semplice “arrivederci”.

Questo il saluto che il presidente Pippo Callipo ha voluto riservargli: «Faccio un grandissimo “in bocca al tonno” a Totò Ferraro. Lui rappresenta a pieno titolo un pezzo di storia del nostro club, un professionista serio che ha dato tantissimo alla Tonno Callipo, sia in termini umani che sportivi. Quando vorrà rientrare in famiglia, perché questa squadra è diventata un po’ anche la sua famiglia, magari nello staff tecnico, troverà sempre le porte aperte. La sua grande esperienza sul campo e la sua formidabile caratura personale, saranno sicuramente un valore aggiunto per la nostra società. Intanto, visto che ha deciso di continuare a misurarsi sul campo, gli auguro di mietere ancora tanti successi con la squadra della sua città».

Ai saluti si è associato anche il supervisore generale Michele Ferraro che ha ripercorso le tappe della carriera in giallorosso dello storico libero: «Incontrai Totò Ferraro, unitamente al Ds Chico Prestinenzi, in una calda serata di quattordici anni fa a Lamezia Terme e capimmo da subito che con la sua presenza avremmo potuto fare un bel salto di qualità. E così fu, anche grazie a lui abbiamo vinto tanti campionati e siamo riusciti a portare la nostra società ai livelli attuali. Senza nulla togliere a tutti gli atleti che hanno indossato la nostra maglia, penso che Totò sia da considerare, per il tempo trascorso con noi e per la sua forte personalità, un’atleta che difficilmente potremo dimenticare. È toccato a me comunicargli la scelta della società e devo dire che prima di contattarlo ci ho impiegato un bel po’ di tempo. Lo ringrazio ancora per tutto quello che ci ha dato in questi anni e spero di poterlo professionalmente incontrare nei prossimi anni».

Sarà il giovanissimo Stefano Mignolo, classe 1990, prodotto del vivaio giallorosso, a sostituire Antonio Ferraro nel ruolo di secondo libero. L’atleta, molto forte nel fondamentale della difesa, lo scorso anno ha giocato da libero titolare nella Volley Paola conquistando la promozione in serie B1. A lui toccherà l’arduo compito di non far rimpiangere il suo predecessore. Queste le sue impressioni: «Ringrazio la società per avermi offerto questa grande opportunità e soprattutto i tecnici per avermi permesso di cimentarmi a questo livello. Spero di farmi trovare pronto nel momento in cui il coach deciderà di farmi assaporare questo campionato. Ringrazio, poi, i miei compagni per il grande aiuto che mi stanno offrendo e per avermi accolto nel migliore dei modi. Da parte mia ci sarà il massimo dell’impegno per sostenere il livello altissimo richiesto dalla serie A1. In questo momento posso solo dire di essere al massimo della felicità».
Sigla.com - Internet Partner