Trento in semifinale al Mondiale per Club

06/11/2009

Trento in semifinale al Mondiale per Club
Si giocano domani sera le semifinali del Mondiale per Club. La Trentino BetClic affronterà nella seconda gara della giornata il Payakan Teheran, secondo classificato nella Pool B. Il match è programmato all’Aspire Zone Hall di Doha per le ore 18 italiane (le 20 locali); chi vince vola in finale. Cronaca diretta verranno forniti sulle frequenze di Radio Dolomiti.

QUI TRENTINO BETCLIC Messasi alle spalle con un percorso netto la prima fase della manifestazione, la Trentino BetClic si trova ora davanti al primo match ad eliminazione diretta, da dentro o fuori. Il sogno di poter giocare la finale mondiale è ad un passo ma per centrare questo obiettivo (che fa seguito a due finali scudetto ed ad una finale di Champions League) bisognerà riuscire a battere il Paykan, vera sorpresa della Doha Club World Cup 2009.

La formazione trentina sulla carta appare favorita ma Stoytchev, che ieri dopo il 3-0 contro il Plataneros Corozal si è fermato all’Aspire Zone Hall proprio per vedere dal vivo gli iraniani, predica saggiamente prudenza. “Il Paykan ha assimilato molto meglio di tante altre squadre presenti a questa manifestazione il nuovo regolamento, perché ha avuto tempo e modo di prepararsi bene e questo è sicuramente un bel vantaggio – spiega il tecnico bulgaro - . E’ una delle poche squadre che gioca sistematicamente in velocità e predispone anche una sorta di primo tempo da seconda linea, proprio perché ha intese rodate già da diverse settimane su questo tipo di gioco. Superarli ed ottenere l’accesso alla finale non sarà quindi per nulla semplice; la chiave del match sarà riuscire a leggere bene il loro tipo di attacco e concentrarci attentamente sulle cose che abbiamo preparato dal punto di vista tattico per la gara. Vogliamo con tutte le nostre questo titolo: siamo consci delle attuali difficoltà del nostro gioco, ma sappiamo di avere dalla nostra tutte le carte in regola, non solo tecniche e tattiche ma anche mentali, per arrivare in finale”.

Prima del match la squadra, che in mattinata si è concessa un breve giro turistico all’interno della città vecchia di Doha, sosterrà una seduta tecnica nel tardo pomeriggio di oggi e una di rifinitura con molto spazio all’allungamento muscolare nella mattinata di domani. Stoytchev potrà contare su tutti i dodici effettivi presenti in Qatar; l’uscita dopo il primo set di Juantorena nella partita di ieri è stata infatti dovuta solo ad una semplice rotazione dei giocatori in campo e non ad un riacutizzarsi del dolore provato contro lo Zenit Kazan. La caviglia destra del cubano non presenta infatti particolari problemi e quindi Osmany sarà regolarmente della gara.

Nel match contro il Paykan il libero Andrea Bari (fino ad ora autore di un buon Mondiale, tanto da essere terzo nella speciale classifica di rendimento della manifestazione per tale ruolo) staccherà la 150^ presenza in maglia Trentino Volley. Nelle classifiche di rendimento della Doha Club World Cup 2009 da segnalare anche il terzo posto di Vissotto in quella dei bomber con 56 punti in tre gare, il secondo di Kaziyski in quella dell’attacco grazie ad una percentuale media del 50% e di Juantorena in quella degli ace realizzati. Con i 16 palloni messi a terra ieri lo schiacciatore bulgaro ha superato inoltre quota 1500 punti in maglia trentina: attualmente si trova a 1509 e la speranza è che già domani sera incrementi ulteriormente tale bottino.

Sempre per le statistiche, da sottolineare che domani la Trentino Volley giocherà la 320^ partita ufficiale della propria storia: il bilancio è di 184 vittorie e 132 sconfitte, l’ultima delle quali risalente ad oltre un mese fa. Dopo la sconfitta a Vibo Valentia del 4 ottobre (3-0), i gialloblu hanno infatti inanellato una striscia di nove successi consecutivi.

I NUMERI DELLA TRENTINO VOLLEY NELLE COMPETIZIONI INTERNAZIONALI Quella di domani sarà la seconda semifinale di una manifestazione internazionale per la Società di via Trener, la quarta in totale considerando anche la presenza in due Final Four di Coppa Italia (2002 e 2006). L’unico precedente di simile importanza è quindi riferito alla sfida del 4 aprile scorso all’O2 Arena di Praga quando la squadra di Stoytchev affrontò e sconfisse per 3-0 Macerata nel penultimo atto della CEV Indesit Champions League 2009. La Trentino Volley arriva a questo storico appuntamento mondiale con un ruolino di marcia invidiabile in campo internazionale; la serie di partite senza sconfitta è infatti salita a quindici: le dodici di Champions 2008/09 e le tre della prima fase del Mondiale per Club. Il bilancio complessivo internazionale, tenendo conto anche della partecipazione alla Top Teams Cup e Coppa Cev della stagione 2004/05, è di 20 partite disputate: diciotto vittorie e tre sconfitte.

GLI AVVERSARI Squadra della capitale dell’Iran, il Paykan Teheran è una delle Società più prestigiose dell’intero panorama pallavolistico asiatico; a confermarlo, oltre a quanto fatto vedere nella prima fase di questa competizione, ci sono le tante e recentissime vittorie internazionali ottenute dalla formazione biancoblu allenata da Alireza Moameri.

Basti pensare che quattro dei nove titoli dell’Iranian Volleyball Super League che attualmente può vantare in bacheca sono stati vinti consecutivamente dal 2006 al 2009 e lo stesso discorso si può estendere anche all’AVC Club Championship, la Coppa Campioni Asiatica, che è proprietà riservata del Paykan dal giugno del 2006. Nell’ultima edizione del trofeo continentale, vinto già cinque volte, il Paykan ha superato in finale per 3-0 la squadra dell’Al-Hilal (Arabia Saudita).
I punti di forza di una squadra completamente autoctona (in rosa non è presente nemmeno uno straniero) sono sicuramente l’esperto palleggiatore Hosseini e i due giovani attaccanti di palla alta, lo schiacciatore di posto 4 Arash Kamalvand (classe 1987) e l’opposto Mohammad Kazem (classe 1985, quarto marcatore assoluto della prima fase del Mondiale con 55 punti). A livello di fondamentali è invece il muro, già letale al Cimed nella gara della prima giornata, a poter far cambiare marcia alla squadra iraniana che, con il sistema della Golden Formula, è una delle poche a proporre sistematicamente il primo tempo dei propri centrali da seconda linea.

Il cammino nella Doha Club World Cup 2009 - Pool B: Paykan Teheran-Cimed Florianopolis 3-1 (15-25, 28-26, 25-21, 25-22), PGE Skra Belchatow-Paykan Teheran 3-0 (25-22, 25-18, 25-17), Al-Arabi Doha-Paykan Teheran 0-3 (23-25, 19-25, 14-25). Secondo posto finale in classifica: cinque punti, due vittorie, una sconfitta, sei set vinti, quattro persi.

La rosa del Paykan Teheran: 2. Mojtaba Shaban (s) 3. Amir Hosseini (p) 4. Mohammad Mousavi Eraghi (c) 6. Hesam Baksheshi (c) 7. Ali Hosseini (l) 8. Ahsanollah Shirkavand (l) 9. Hossein Hassanpour (c), 11. Rahman Davoodi (s) 13. Mohammad Taher Vadi (u) 14. Arash Kamalvand (s) 18. Mohammad Mohammad Kazem (o). Allenatore Alireza Moameri.

PRECEDENTI Quello di domani sarà il primo incontro assoluto della storia delle due Società.

I PROBABILI SESTETTI Radostin Stoytchev dovrebbe schierare la formazione tipo; il probabile starting six vedrà quindi Raphael al palleggio, Vissotto opposto, Kaziyski e Juantorena in posto 4, Birarelli e Sala al centro, Bari libero.

Il Paykan dovrebbe invece rispondere con Hosseini in regia, Mohammad Kazem opposto, Shaban e Kamalvand schiacciatori, Bakhsheshi e Mousavi Eraghi centrali, Shirkavand libero.

GLI ARBITRI Anche in questo caso la FIVB renderà noti solo domattina i nomi dei due arbitri che dirigeranno l’incontro.
Sigla.com - Internet Partner