Trento vince il triangolare "Volley 4 Liguria"

27/11/2011

Un attacco vincente di Filippo LanzaUn attacco vincente di Filippo Lanza
Un attacco vincente di Filippo Lanza
Il PalaFerroli regala un altro successo, l’ennesimo di questa stagione appena cominciata, all’Itas Diatec Trentino. Dopo Mondiale per Club e Supercoppa Italiana la squadra gialloblù si assicura pure il triangolare “Volley 4 Liguria” superando sia Belluno sia Verona con identici 2-0 al termine della giornata di gare odierna.
Mai come in questo caso però il risultato può passare in secondo piano e lasciare la prima pagina ad un altro aspetto, decisamente più importante: a seguire le tre mini-partite a San Bonifacio erano infatti presenti quasi millecinquecento spettatori che così attraverso il prezzo del biglietto acquistato hanno potuto offrire il proprio contributo (oltre 8.000 euro) alla ricostruzione delle terre liguri colpite recentemente da una disastrosa alluvione.
Il pubblico accorso numeroso nel centro veronese ha potuto godersi uno spettacolo di primo livello anche perché la formazione di Stoytchev nemmeno in questo caso ha lasciato da parte la propria proverbiale fame di vittorie. Sia nella prima gara contro la Sisley sia nella seconda contro la Marmi Lanza i gialloblù hanno dettato legge, facendo diventare l’appuntamento una tappa comunque significativa in vista della ripresa ufficiale dell’attività agonistica, che avverrà giovedì 8 dicembre a Vibo Valentia (ottava giornata di Serie A1 Sustenium). In particolar modo hanno destato una buona impressione capitan Kaziyski (26 punti totali nelle due partite ed ottime percentuali in attacco), l’opposto Sokolov (decisivo nel match più tirato dei due, quello con Verona) e il baby Lanza, schierato titolare nella seconda sfida con ottime percentuali nei fondamentali di ricezione (75%) ed in attacco (62%). A riposo precauzionale invece l’attesissimo Juantorena, che ha visto il campo solo per un paio di scambi in seconda linea per ricezione e difesa.
La cronaca di Trento-Belluno. Stoytchev propone uno starting six assolutamente inedito per questa stagione, con Della Lunga che copre la diagonale assieme a Kaziyski e la coppia Brinkman-Burgsthaler al centro della rete. La partenza gialloblù è bruciante: in un attimo è subito 4-0 e poi 6-3 con la Sisley che sbaglia tanto (cinque palle out fra battute ed attacchi) e favorisce la fuga trentina. Due attacchi di Sokolov ed un’altra schiacciata fuori misura di Dolfo permettono a Trento di difendere il vantaggio (11-6); in pipe Kaziyski sigla il +6 (13-7). La squadra Campione del Mondo non si accontenta ed incrementa ulteriormente il proprio cospicuo bottino di break point (18-9 e 23-10) lasciando sfogare tutta la voglia di giocare di Brinkman (muro vincente su Szabo) e dello stesso Sokolov. Chiude sul 25-11 un attacco del neo entrato Lanza.
Belluno reagisce nella seconda frazione: con Szabo guadagna due lunghezze di vantaggio già sul 2-4; la premiata ditta bulgara Kaziyski (due attacchi) e Sokolov (ace) riporta però la situazione subito sui binari desiderati (7-5) con un parziale di 4-0. La fase centrale del set è combattuta punto a punto sino al 10-9 poi Trento pigia di nuovo sull’acceleratore con servizio e muro costringendo sovente all’errore gli avversari (13-10 e 16-12). Nel finale i veneti provano, a rialzarsi (18-15 con un ace di Szabo); Stoytchev chiama time out ma l’emorragia di punti non si ferma (18-17). Un muro di De Togni su Sokolov permette alla Sisley di rimettere il naso avanti sul 22-23; ci pensa allora Kaziyski a cambiare nuovamente l’inerzia e a chiudere sul 26-24 con due break point consecutivi.

La cronaca di Verona-Trento. C’è Lanza al posto di Della Lunga in posto 4 fra le fila trentine, così come fra quelle scaligere Calderan sostituisce Meoni in cabina di regia. La Marmi Lanza sospinta dal pubblico di casa inizia bene con Kosmina e Patriarca subito in palla a firmare il 2-6. L’Itas Diatec Trentino prova a reagire con un muro di Burgsthaler su Ter Horst (5-8) ma poi bisogna aspettare sino all’11-13 per vedere un nuovo tentativo di rivalsa degli iridati, ispirato da Kaziyski. L’aggancio arriva sul 14-14 con un Sokolov d’autore sia in difesa sia in attacco; la squadra di Stoytchev si costruisce un mini-vantaggio (17-15) grazie al muro, a segno prima con Raphael e poi con Lanza. Per scrollarsi di dosso definitivamente l’avversario serve però tutta la potenza a rete di Kaziyski ed un errore in attacco di Kosmina (23-20). Chiude un ace del capitano che fissa il 25-21.
Il secondo set vive sul filo dell’equilibrio sino al 14-14, con le due squadre che mettono in bella evidenza Brinkman da una parte e Patriarca dall’altra e non guadagnano mai più di un punto di vantaggio sull’altra. Proprio un muro del centrale di scuola Lube su Sokolov ed uno di Kosmina su Lanza offrono il primo vantaggio significativo agli scaligeri (14-16); Trento si riporta subito sotto (18-19) sfruttando la buona vena realizzativa proprio di Lanza. Il rush finale è nel segno di Sokolov che firma prima il pareggio (20-20) e poi l’allungo (22-20 e 25-23) che pone fine al triangolare.
“Vincere fa sempre piacere, anche in tornei amichevoli come questo – ha spiegato al termine del triangolare Radostin Stoytchev – ; sono quindi soddisfatto dello spirito che la squadra ha messo in campo pur dovendo fare i conti con una preparazione ovviamente non mirata a questo appuntamento. In particolar modo mi è piaciuto come si è mosso Filippo Lanza, che contro Verona ha giocato la sua prima partita da titolare a questi livelli e lo ha fatto in maniera assolutamente positiva. Non poteva essere un test attendibile in vista della ripresa del campionato perché mancavano ancora troppi effettivi ma ci siamo comunque mossi bene; per la trasferta dell’8 dicembre a Vibo Valentia servirà però sicuramente un altro tipo di pallavolo; siamo ancora molto distanti da quello che voglio dai ragazzi per ben figurare in tutti gli impegni che ci attendono a dicembre”.
In vista della ripresa del campionato l’Itas Diatec Trentino disputerà un altro test match, questa volta di fronte al proprio pubblico. Venerdì 2 dicembre ad ore 19 a far visita al PalaTrento arriverà infatti la Copra Elior Piacenza in una amichevole compresa nel pacchetto di partite offerte con l’abbonamento stagionale 2011/12.

Di seguito i tabellini dei tre incontri giocati quest’oggi al PalaFerroli di San Bonifacio per “Volley 4 Liguria”

1ª gara
Marmi Lanza Verona-Sisley Belluno 2-1 (16-25, 25-20, 19-17)
MARMI LANZA: Popp 4, Patriarca 8, Kosmina 9, Ter Horst 9, Zingel 5, Meoni 2, Smerilli (L); Postiglioni, Casarin 1, Calderan. N.e. Centomo, Mazzi. All. Bruno Bagnoli.
SISLEY: Ogurcak 7, De Togni 5, Szabo 12, Antonov 9, Curti 5, Suxho 1, Farina (L); Bonetti, Dolfo 2. All. Roberto Piazza.
ARBITRI: Sorgato e Lorenzin di Vicenza.
DURATA SET: 22’, 24’, 21’; tot 1h e 17’.
NOTE: 1.500 spettatori. Marmi Lanza: 5 muri, 0 ace, 19 errori in battuta, 2 errori azione. Sisley: 5 muri, 2 ace, 14 errori in battuta, 9 errori azione.

2ª gara
Itas Diatec Trentino-Sisley Belluno 2-0 (25-11, 26-24)
ITAS DIATEC TRENTINO: Brinkman 3, Raphael 2, Della Lunga 1, Burgsthaler 3, Sokolov 11, Kaziyski 15, Colaci (L); Lanza. N.e. Coali, Juantorena e De Santis. All. Radostin Stoytchev.
SISLEY: Ogurcak, De Togni 5, Szabo 9, Antonov 2, Curti 4, Suxho 1, Farina (L); Dolfo 5. N.e. Bonetti. All. Roberto Piazza.
ARBITRI: Nardon di Vicenza e Gallo di Verona.
DURATA SET: 20’, 27’; tot 47’.
NOTE: 1.500 spettatori. Itas Diatec Trentino: 3 muri, 3 ace, 6 errori in battuta, 2 errori azione, 68% in attacco, 67% (41%) in ricezione. Sisley: 2 muri, 3 ace, 9 errori in battuta, 6 errori azione, 38% in attacco, 59% (30%) in ricezione.

3ª gara
Marmi Lanza Verona-Itas Diatec Trentino 0-2 (21-25, 23-25)
MARMI LANZA: Popp 3, Patriarca 9, Kosmina 6, Ter Horst 7, Zingel 1, Calderan 1, Smerilli (L); Casarin 1, Postiglioni 4, Mazzi. N.e. Meoni e Centomo. All. Bruno Bagnoli.
ITAS DIATEC TRENTINO: Lanza 6, Burgsthaler 2, Sokolov 11, Kaziyski 11, Brinkman 3, Raphael 1, Colaci (L); Juantorena. N.e. Coali, Della Lunga e De Santis. All. Radostin Stoytchev.
ARBITRI: Gallo di Verona e Sorgato di Vicenza.
DURATA SET: 25’ e 28’; tot 53’.
NOTE: 1.500 spettatori per un incasso di 8.000 euro. Marmi Lanza: 4 muri, 1 ace, 11 errori in battuta, 3 errori azione, 53% in attacco, 57% (29%) in ricezione. Itas Diatec Trentino: 6 muri, 2 ace, 7 errori in battuta, 4 errori azione, 58% in attacco, 76% (44%) in ricezione.
Sigla.com - Internet Partner