Tutte le informazioni sulla Final Six di World League 2010

19/07/2010

Tutte le informazioni sulla Final Six di World League 2010
FINAL SIX WORLD LEAGUE 2010
 
FASE FINALE: 21-25 luglio a Cordoba
Vi partecipano le vincitrici delle quattro pool della fase intercontinentale: Brasile, Italia, Russia, Cuba, più la Serbia in quanto migliore seconda e l’Argentina che è il paese organizzatore.
Le sei squadre qualificate sono state suddivise in due gironi (pool E: Brasile, Argentina, Serbia e pool F: Italia, Russia, Cuba), terminati i quali la prima e la seconda classificata dei due raggruppamenti giocheranno le semifinali incrociate e le finali.

Ecco il programma delle gare prestabilito:
21.07.10: (Pool F) Ore 22.30 Italia-Russia
(Pool E) Ore 02.00 Brasile-Argentina
22.07.10: (Pool F) Ore 22.30 Russia-Cuba
(Pool E) Ore 02.00 Serbia-Brasile
23.07.10: (Pool F) Ore 22.30 Cuba-Italia
(Pool E) Ore 02.00 Argentina-Serbia
24.07.10: (Semifinali) Ore 22.30 1°class. E - 2°class. F
Ore 02.00 1°class. F - 2°class. E
25.07.10: (Finale 3°-4° posto) Ore 22.30
(Finale 1°-2° posto) Ore 02.00

La WORLD LEAGUE in TV
Sarà la Rai a trasmettere le telecronache della World League 2010 sul canale tematico RaiSport1. Questo il palinsesto delle gare degli azzurri nella fase finale: 21 luglio Italia-Russia diretta ore 22.30, 23 luglio Italia-Cuba diretta ore 22.30. Il programma degli altri incontri che verranno trasmessi dalla Rai: 22 luglio Brasile-Argentina differita ore 12.30, 23 luglio Serbia-Brasile differita ore 12, 24 luglio Argentina-Serbia differita ore 12.15. Gli orari delle semifinali e delle finali verranno comunicati in seguito.

La fase intercontinentali della World League 2010
Primo weekend
4 giugno Pool A: Brasile-Bulgaria 3-1; Pool B: Italia-Francia 3-0, Serbia-Cina 3-0; Pool C: Russia-Stati Uniti 3-0; Pool D: Cuba-Argentina 3-1.
5 giugno Pool A: Brasile-Bulgaria 3-2, Korea-Olanda 0-3; Pool B: Italia-Francia 3-2; Pool C: Russia-Stati Uniti 3-1, Finlandia-Egitto 2-3; Pool D: Germania-Polonia 3-1, Cuba-Argentina 3-2.
6 giugno Pool A: Korea-Olanda 0-3; Pool B: Serbia-Cina 3-1; Pool C: Finlandia-Egitto 3-1; Pool D: Germania-Polonia 3-0.
Secondo weekend
10 giugno; Pool B: Francia-Serbia 0-3;
11 giugno Pool B: Italia-Cina 3-0; Pool C: Russia-Egitto 3-1, Finlandia-Stati Uniti 1-3; Pool D: Cuba-Germania 3-0, Argentina-Polonia 1-3.
12 giugno Pool A: Brasile-Olanda 0-3 , Korea-Bulgaria 0-3; Pool B: Francia-Serbia 0-3; Pool C: Russia-Egitto 3-2, Finlandia-Stati Uniti 1-3; Pool D: Cuba-Germania 3-1, Argentina-Polonia 2-3
13 giugno Pool A: Brasile-Olanda 3-1, Korea-Bulgaria 0-3; Pool B: Italia-Cina 3-0;
Terzo weekend
18 giugno Pool A: Brasile-Korea 3-1; Pool B: Italia-Serbia 2-3, Francia-Cina 3-0; Pool C: Russia-Finlandia 3-0, Stati Uniti-Egitto 3-1; Pool D: Cuba-Polonia 3-2, Argentina-Germania 0-3
19 giugno Pool A: Olanda-Bulgaria 0-3, Brasile-Korea 3-0; Pool B: Francia-Cina 1-3; Pool C: Russia-Finlandia 3-1, Stati Uniti-Egitto 3-1; Pool D: Cuba-Polonia 0-3, Argentina-Germania 1-3.
20 giugno Pool A: Olanda-Bulgaria 0-3; Pool B: Italia-Serbia 3-2
Quarto weekend
25 giugno Pool B: Francia-Italia 3-2; Pool C: Egitto-Russia 0-3, Stati Uniti-Finlandia 2-3; Pool D: Germania-Cuba 1-3
26 giugno Pool A: Olanda-Brasile 1-3, Bulgaria-Korea 3-0; Pool B: Cina-Serbia 1-3; Pool C: Egitto-Russia 0-3, Stati Uniti-Finlandia 3-1; Pool D: Germania-Cuba 1-3, Polonia-Argentina 3-1.
27 giugno Pool A: Olanda-Brasile 2-3, Bulgaria-Korea 3-1; Pool B: Francia-Italia 1-3, Cina-Serbia 2-3; Pool D: Polonia-Argentina 3-1.
Quinto weekend
30 giugno Pool D: Germania-Argentina 3-1
1 luglio Pool D: Germania-Argentina 3-1
2 luglio Pool B: Cina-Italia 0-3, Serbia-Francia 3-1; Pool C: Finlandia-Russia 0-3, Egitto-Stati Uniti 2-3;
3 luglio Pool A: Korea-Brasile 1-3, Bulgaria-Olanda 3-0; Pool B: Cina-Italia 0-3; Pool C: Finlandia-Russia 3-1, Egitto-Stati Uniti 2-3; Pool D: Polonia-Cuba 0-3
4 luglio Pool A: Korea-Brasile 1-3, Bulgaria-Olanda 3-0; Pool B: Serbia-Francia 2-3; Pool D: Polonia-Cuba 1-3
Sesto weekend
7 luglio Pool B: Serbia-Italia 1-3; Pool C: Egitto-Finlandia 0-3;
8 luglio Pool A: Olanda-Korea 3-0, Bulgaria-Brasile 1-3; Pool B: Serbia-Italia 3-2; Pool C: Egitto-Finlandia 3-0; Pool D: Polonia-Germania 2-3, Argentina-Cuba 2-3
9 luglio Pool A: Olanda-Korea 3-1, Bulgaria-Brasile 2-3; Pool B: Cina-Francia 2-3; Pool C: Stati Uniti-Russia 3-0; Pool D: Polonia-Germania 3-1, Argentina-Cuba 0-3
10 luglio Pool B: Cina-Francia 2-3; Pool C: Stati Uniti-Russia 1-3.

Classifica
Pool A: Brasile 30, Bulgaria 26, Olanda 16, Korea 0.
Pool B: Italia 28, Serbia 26, Francia 12, Cina 6.
Pool C: Russia 29, Usa 23, Finlandia 12, Egitto 8.
Pool D: Cuba 29, Germania 21, Polonia 19, Argentina 3.

Il Montepremi
Il montepremi totale della World League 2010 è pari a 18.482.400.00 dollari, che verranno così ripartiti:
Per giorno, per partita e giocatore nella Fase Intercontinentale
Giocatore vincitore $800.00. Massimo per squadra (12 giocatori) $9.600.00
Giocatore perdente $400.00. Massimo per squadra (12 giocatori) $4.800.00
Massimo per match: $14.400.00
Totale partite (96) $1.382.400.00

Premi di squadra nella Fase Intercontinentale
1° posto: $ 1.000.000.00
2° posto: $ 950.000.00
3° posto: $ 900.000.00
4° posto: $850.000.00
Totale per girone: $3.700.000.00
Totale dei 4 gironi $14.800.000.00

Premi di squadra nella Fase Finale
1° posto: $1.000.000.00
2° posto: $500.000.00
3° posto: $300.000.00
4° posto: $200.000.00
5° posto: $100.000.00
6° posto: $100.000.00
Totale $2.200.000.00
Premi individuali
Miglior realizzatore $20.000.00
Miglior attaccante $10.000.00
Miglior muro $10.000.00
Miglior servizio $10.000.00
Miglior libero $10.000.00
Miglior alzatore $10.000.00
MVP $30.000.00
Totale $100.000.00
Riepilogo
Premi individuali $1.482.400.00
Premi di squadra (compresi Bonus Pool) $17.000.000.00

TOTALE MONTEPREMI $18.482.400.00

Andrea ANASTASI
Fu soprannominato "Nano" dal tecnico Anderlini, ai tempi della nazionale juniores, per la sua altezza da uomo normale (181 centimetri) in un mondo di giganti. Alle spalle ha una lunga carriera come giocatore. Con la maglia azzurra ha giocato 141 partite (debutto l'8 febbraio 1981 Italia-All Stars) ed ha vinto il Mondiale 1990, gli Europei 1989 e la World League 1990, chiudendo la sua carriera in nazionale ad Atene con la vittoria nei Giochi del Mediterraneo 1991. Ha difeso i colori di molti club importanti giocando a Parma, Modena, Falconara e Treviso. Nel 1994 ha intrapreso la carriera di tecnico nel campionato di serie A2 con la Bipop Brescia. Dal 1995 fino all'incarico di tecnico della nazionale ha guidato la Gabeca Montichiari, con la quale ha sempre raggiunto i play off scudetto.
E' il 19mo tecnico a guidare la nazionale italiana. Ha esordito sulla panchina azzurra nel primo incontro della World League '99 a Sidney il 28 maggio. Esaltante il bilancio della sua prima stagione alla guida della nazionale: primo posto nella World League a Mar del Plata; primo posto ai Campionati Europei di Vienna; terzo posto, che ha garantito la qualificazione per i giochi di Sydney, nella Coppa del Mondo in Giappone. Nel 2000, seconda stagione alla guida della nazionale italiana, Anastasi ha vinto la World League a Rotterdam ed ha conquistato la medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Sydney. L'anno 2001 ha aggiunto due medaglie d'argento alla bacheca personale del tecnico mantovano: l'Italia infatti è giunta seconda sia alla World League che ai Campionati Europei di Ostrava. Ha lasciato la panchina dopo il quinto posto nei Mondiali del 2002 in Argentina.
Nel 2006 e 2007 ha guidato la nazionale della Spagna con cui si è laureato Campione d’Europa a Mosca 2007. Il 16 ottobre 2007 è stato richiamato come ct della nazionale azzurra maschile che guiderà sino ai prossimi Campionati Mondiali del 2010.
Nel giugno 2008 ha conquistato in Giappone la qualificazione ai Giochi Olimpici di Pechino 2008, dove la “sua” nazionale ha giocato da protagonista arrivando sino al quarto posto.
Nel 2009 ha sfiorato la qualificazione alla fase finale della World League (azzurri penalizzati dalla differenza set) ed ha partecipato ai Campionati Europei in Turchia.

Gli AZZURRI
Emanuele BIRARELLI
E’ nato a Senigallia (AN) l’8 febbraio 1981 Altezza 200. Centrale. Gioca nella Itas Diatec Trentino. Con la maglia azzurra ha giocato i Giochi Olimpici di Pechino 2008 (4.). 60 presenze in nazionale.
Simone BUTI
E’ nato a Fucecchio (FI) il 19 settembre 1983. Altezza 208. Centrale. Gioca nella Acqua Paradiso Monza. 13 presenze in nazionale.
Matej CERNIC
E’nato a Gorizia il 13 settembre 1978. Altezza 192. Martello. Gioca nella RPA-LuigiBacchi.it Perugia. Con la maglia azzurra ha vinto la medaglia d’argento ai Giochi Olimpici 2004, il titolo europeo nel 2003 e nel 2005, i Giochi del Mediterraneo 2001. 190 presenze in nazionale.
Alessandro FEI
E’nato a Saronno (VA) il 29 novembre 1978. Altezza 204. Opposto. Gioca nella Sisley Treviso.Con la maglia azzurra: ha vinto il Mondiale 1998; l’argento ai Giochi Olimpici di Atene 2004 ed il bronzo ai Giochi Olimpici di Sydney 2000. Gli Europei 1999,2003, 2005. La World League 1999 e 2000. 294 presenze in nazionale.
Michal LASKO
E’ nato a Wroclaw (Polonia) l’ 11 marzo 1981. Altezza 202. Opposto. Gioca nella Marmi Lanza Verona. Con la maglia azzurra ha vinto gli Europei 2005. 91 presenze in nazionale.
Loris MANIA’
E’ nato a Gorizia il 27 gennaio 1979. Altezza 190. Libero. Gioca nella Trenkwalder Modena. 53 presenze in nazionale.
Davide MARRA
E’ nato a Praia a Mare (CS) il 12 marzo 1984. Altezza 180. Libero. Gioca nella Esse-Ti Carilo Loreto. 14 presenze in nazionale.
Gabriele MARUOTTI
E’ nato a Fregene (Roma) il 25 marzo 1988. Altezza 196. Martello. Gioca nella Sisley Treviso. Con la maglia azzurra ha vinto i Giochi del Mediterraneo 2009 a Pescara. 20 presenze in nazionale.
Luigi MASTRANGELO
E’nato a Mottola (TA) il 17 agosto 1975. Altezza 202. Centrale. Gioca nella Bre Banca Lannutti Cuneo. Con la maglia azzurra: ha vinto l’argento ai Giochi Olimpici di Atene 2004 ed il bronzo ai Giochi Olimpici di Sydney 2000. Gli Europei 1999,2003, 2005. La World League 1999 e 2000. 308 presenze in nazionale.
Simone PARODI
E’nato a San Remo (IM) il 16 giugno 1986. Altezza 196. Martello. Gioca nella. Bre Banca Lannutti Cuneo. 33 presenze in nazionale.
Andrea SALA
E’nato a Gallarate (VA) il 27 dicembre 1978. Altezza 202. Centrale. Gioca nella Itas Diatec Trentino. 79 presenze in nazionale.
Cristian SAVANI
E’nato a Castiglione delle Stiviere (MN) il 22 febbraio 1982. Altezza 194. Martello. Gioca nella Rpa LuigiBacchi.it Perugia. Con la maglia azzurra ha vinto gli Europei 2003 e 2005. 136 presenze in nazionale.
Dragan TRAVICA
E’ nato a Zagabria (Cro) il 28 agosto 1986. Altezza 200. Alzatore. Gioca nella Acqua Paradiso Monza. 55 presenze in nazionale.
Valerio VERMIGLIO
E’ nato a Messina il 1 marzo 1976. Altezza 189. Alzatore. Gioca nella Lube Banca Marche Macerata. Con la maglia azzurra ha vinto la medaglia d’argento ai Giochi Olimpici di Atene 2004, la World League 1999, gli Europei 2003 e 2005. Ha preso parte anche ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 (4.) 292 presenze in nazionale.

I PROTAGONISTI DELLE FINALI DELLA WORLD LEAGUE 2010
Argentina
1 Gabriel Arroyo, 2 Javier Filardi, 3 Martín Blanco, 4 Lucas Ocampo, 5 Nicolás Uriarte, 6 Gustavo Scholtis, 7 Facundo Conte, 8 Demian Gonzalez, 9 Rodrigo Quiroga, 10 Alejandro Spajic, 11 Sebastian Solé, 12 Federico Pereyra, 13 Cristian Poglajen, 14 Guillermo Garcia, 15 Luciano De Cecco, 16 Alexis Gonzalez, 17 Pablo Meana, 18 Lucas Chavez, 19 Gaston Giani. All. Javier Weber
Cuba
1 Wilfredo Leon Venero, 2 Liancen Estrada Jova, 3 Gustavo Leyva, 4 Joandry Leal, 5 Leandro Macias, 6 Keibir Gutierrez, 7 Osmany Roberto, 8 Rolando Cepeda Abreu, 9 Sandy Andrade, 10 Yosvany Hernandez, 11 Gonzalez Raydel, 12 Henry Bell, 13 Robertlandy Simón, 14 Raydel Hierrezuelo Aguirre, 15 Darien Ferrer, 16 Isbel Mesa Sandobal, 17 Jorge Gonzalez Garcia, 18 Yoandri Díaz Carmenate, 19 Fernando Hernandez. All. Orlando Samuels Blackood
Brasile
1 Bruno Mossa, 2 Sandro Carvalho, 3 Eder Carbonera, 4 Wallace de Souza, 5 Sidnei dos Santos, 6 Leandro Vissotto, 7 Gilberto Godoy, 8 Murilo Endres, 9 Theo Fabricio, 10 Sérgio Dutra, 11 Thiago Soares, 12 Joao Paulo, 13 Tiago Barth, 14 Rodrigo Santana, 15 Mauricio Borges, 16 Lucas Saatkamp, 17 Marlon Muragati, 18 Dante Guimaraes Amaral, 19 Mario da Silva Pedreira. All. Bernardo Rezende
Russia
1 Dmitriy Ilinykh, 2 Semen Poltavskiy, 3 Dmitry Krasikov, 4 Taras Khtey, 5 Pavel Abramov, 6 Sergey Grankin, 7 Alexey Kazakov, 8 Denis Biryukov, 9 Alexey Cheremisin, 10 Yury Berezhko, 11 Alexander Yanutov, 12 Alexander Butko, 13 Dmitriy Muserskiy, 14 Anton Astashenkov, 15 Alexander Volkov, 16 Sergey Makarov, 17 Maxim Mikhaylov, 18 Dmitry Shcherbinin, 19 Valery Komarov. All. Daniele Bagnoli
Serbia
1 Nikola Kovacevic, 2 Uros Kovacevic, 3 Marko Ivovic, 4 Bojan Janic, 5 Vlado Petkovic , 6 Milos Terzic, 7 Dragan Stankovic, 8 Marko Samardzic, 9 Nikola Jovovic, 10 Milos Nikic, 11 Mihajlo Mitic, 12 Milan Rasic, 13 Tomislav Dokic, 14 Aleksandar Atanasijevic, 15 Sasa Starovic, 16 Milos Vemic, 17 Borislav Petrovic, 18 Marko Podrascanin, L 19 Nikola Rosic Rosic. All. Igor Kolakovic

ALBO D’ORO
1990 Italia; 1991 Italia; 1992 Italia; 1993 Brasile; 1994 Italia; 1995 Italia; 1996 Olanda; 1997 Italia; 1998 Cuba; 1999 Italia; 2000 Italia; 2001 Brasile; 2002 Russia; 2003 Brasile; 2004 Brasile; 2005 Brasile; 2006 Brasile; 2007 Brasile; 2008 Usa; 2009 Brasile.

I RISULTATI DELL’ITALIA NELLE FINALI DELLA WORLD LEAGUE
2006
Mosca RUS 23-Ago-06 Italia Francia 2-3
Mosca RUS 24-Ago-06 Italia Brasile 1-3
Mosca RUS 25-Ago-06 Italia Bulgaria 0-3
2004
Roma ITA 16-lug-04 Italia Serbia Montenegro 3-0
Roma ITA 17-lug-04 Italia Bulgaria 3-0
Roma ITA 18-lug-04 Italia Brasile 1-3
2003
Madrid ESP 08-lug-03 Italia Russia 2-3
Madrid ESP 09-lug-03 Itala Bulgaria 3-1
Madrid ESP 10-lug-03 Italia Brasile 1-3
Madrid ESP 12-lug-03 Italia Jugoslavia 1-3
2002
Belo Horizonte BRA 13-ago-02 Italia Francia 3-0
Belo Horizonte BRA 14-ago-02 Italia Polonia 3-1
Belo Horizonte BRA 15-ago-02 Italia Jugoslavia 3-2
Belo Horizonte BRA 17-ago-02 Italia Russia 1-3
Belo Horizonte BRA 18-ago-02 Italia Jugoslavia 1-3
2001
Katowice POL 30-giu-01 Italia Brasile 0-3
Katowice POL 29-giu-01 Italia Jugoslavia 3-2
Katowice POL 27-giu-01 Italia Cuba 3-0
Katowice POL 26-giu-01 Italia Olanda 3-1
Katowice POL 25-giu-01 Italia Russia 2-3
2000
Rotterdam NED 16-lug-00 Italia Russia 3-2
Rotterdam NED 15-lug-00 Italia Jugoslavia 3-2
Rotterdam NED 14-lug-00 Italia Olanda 1-3
Rotterdam NED 12-lug-00 Italia Brasile 3-0
Rotterdam NED 11-lug-00 Italia Russia 3-2
Rotterdam NED 10-lug-00 Italia Stati Uniti 3-1
1999
Mar del Plata ARG 17-lug-99 Italia Cuba 3-1
Mar del Plata ARG 16-lug-99 Italia Russia 3-1
Mar del Plata ARG 14-lug-99 Italia Argentina 3-1
Mar del Plata ARG 13-lug-99 Italia Brasile 2-3
1998
Assago ITA 21-lug-98 Italia Olanda 1-3
Assago ITA 20-lug-98 Italia Cuba 0-3
Assago ITA 19-lug-98 Italia Russia 2-3
1997
Mosca RUS 5-lug-97 Italia Cuba 3-0
Mosca RUS 4-lug-97 Italia Cuba 3-1
Mosca RUS 2-lug-97 Italia Bulgaria 3-0
Mosca RUS 1-lug-97 Italia Brasile 3-0
Mosca RUS 30-giu-97 Italia Olanda 1-3
1996
Rotterdam NED 29-giu-96 Italia Olanda 2-3
Rotterdam NED 28-giu-96 Italia Cina 0-3
Rotterdam NED 27-giu-96 Italia Russia 3-2
Rotterdam NED 25-giu-96 Italia Cuba 3-0
Rotterdam NED 24-giu-96 Italia Brasile 3-1
1995
Rio de Janeiro BRA 9-lug-95 Italia Brasile 3-1
Rio de Janeiro BRA 8-lug-95 Italia Russia 1-3
Belo Horizonte BRA 6-lug-95 Italia Brasile 3-2
Belo Horizonte BRA 5-lug-95 Italia Cuba 3-0
Belo Horizonte BRA 4-lug-95 Italia Corea del Sud 3-1
1994
Milano ITA 30-lug-94 Italia Cuba 3-0
Milano ITA 29-lug-94 Italia Bulgaria 3-0
Cuneo ITA 27-lug-94 Italia Olanda 3-2
Torino ITA 26-lug-94 Italia Brasile 0-3
1993
San Paolo BRA 31-lug-93 Italia Cuba 3-0
San Paolo BRA 30-lug-93 Italia Brasile 0-3
1992
Genova ITA 6-set-92 Italia Cuba 3-1
Genova ITA 4-set-92 Italia Stati Uniti 3-0
Firenze ITA 5-lug-92 Italia Olanda 2-3
Firenze ITA 3-lug-92 Italia Olanda 3-2
1991
Milano ITA 27-lug-91 Italia Cuba 3-0
Milano ITA 26-lug-91 Italia Olanda 3-2
1990
Osaka JPN 15-lug-90 Italia Olanda 3-0
Osaka JPN 14-lug-90 Italia U.R.S.S. 3-2

La storia della World League
1990 – ITALIA. Gli azzurri di Velasco conquistano ad Osaka la vittoria nella prima edizione, battendo in finale l’Olanda. Il torneo, innovativo nella sua formula, conquista subito l’interesse del pubblico che corre in gran numero al richiamo della pallavolo, fresca vincitrice del titolo di campione d’Europa.
1991 – ITALIA. Dodici mesi dopo l’Italia si ripete vincendo ai danni di Cuba la finale, ma la grande impresa la compie in semifinale riprendendo per i capelli una partita già persa con l’Olanda, prima grande sfida di una serie interminabile. Le finali si svolgono al Forum di Assago, gremito nonostante si giocasse a fine luglio.
1992 – ITALIA. Ancora una vittoria azzurra, in casa a Genova, una vittoria agrodolce, perché ripaga soltanto in parte della delusione olimpica. La battuta d’arresto di Barcellona 92, brucia sulla pelle degli azzurri che siglano una piccola vendetta.
1993 – BRASILE. Arriva il primo stop ai trionfi italiani. In casa il Brasile di Ze’ Roberto prosegue la sua serie d’oro vincendo la World League dopo le Olimpiadi. Gli azzurri si devono accontentare del terzo gradino del podio.
1994 – ITALIA. Le finali tornano nella penisola e la squadra di Velasco si riprende il gradino più alto del podio. Si ripete la storia del 91, gli azzurri arrivano ad un passo dall’eliminazione in semifinale, ma recuperano miracolosamente ed al Forum di Assago impongono ancora una volta in finale la loro legge su Cuba.
1995 – ITALIA. E’ una delle vittorie più belle, perché davvero inattesa. Velasco decide di affidarsi a Giani ed ad un gruppo di giovani e sbaraglia egualmente la concorrenza zittendo due volte la torcida verdeoro prima a Belo Horizonte, poi a Rio.
1996 – OLANDA. Per la prima volta l’Italia perde una finale. A Rotterdam subisce, nell’atto decisivo, al tie-break la legge degli olandesi, è l’antefatto della sfortunata finale olimpica di Atlanta.
1997 – ITALIA. L’Italia non più di Velasco, ma di Bebeto conquista a Mosca la sua vittoria numero sei, ancora una volta in maniera rocambolesca. Il girone finale inizia male, ma si conclude con una esaltante doppia vittoria ai danni della solita Cuba.
1998 – CUBA. Le finali si giocano ancora una volta al Forum di Assago, ma gli azzurri non sono protagonisti. Bebeto, considerando che i Mondiali si giocano in novembre in Giappone ha fatto una preparazione particolare e la squadra nelle finali delude. Vince finalmente Cuba.
1999 – ITALIA. Il settimo sigillo arriva in Argentina, a Mar del Plata, dove il debuttante Anastasi guida gli azzurri (in formazione rinnovata) al successo. Russia e Cuba sono le favorite della vigilia, ma l’Italia nel momento decisivo impone la sua legge.
2000 – ITALIA. Si torna a giocare la fase finale a Rotterdam e questa volta l’Italia, guidata da un super Sartoretti, si vendica della sconfitta del 1996. Le rimonte con Yugoslavia e Russia offrono spettacolo ed emozioni. Sembra un buon viatico per le Olimpiadi, che si concluderanno ancora una volta in modo amaro.
2001 – BRASILE. La stagione dopo Sydney vede il ritorno di Bernardi a cui Anastasi affianca un gruppo di giovani talenti. L’Italia tra alti e bassi arriva alla finale di Katowice, un po’ scarica e si deve accontentare del secondo posto contro un dirompente Brasile.
2002 - RUSSIA. L'Italia di Anastasi gioca una buona prima fase, facendo esperimenti in vista anche della rassegna iridata. Fei, spostato da centrale ad opposto mostra grandi potenzialità, ma deve rallentare (per infortunio) la preparazione alla vigilia delle finali in cui l'Italia deve fare a meno del libero titolare Corsano. Gli azzurri giocano bene il gironcino e battono la Jugoslavia,
ma in semifinale vengono bloccati dalla Russia (poi vincitrice). L'Italia conclude al quarto posto battuta dalla Jugoslavia nella finalina.
2003 – BRASILE. Sulla panchina italiana debutta Gian Paolo Montali. Gli azzurri affrontano la manifestazione senza una specifica preparazione, ma giocano gare di altissimo livello. Nella fase di qualificazione si tolgono la soddisfazione di battere due volte il Brasile campione del Mondo: prima in casa a Bologna e poi in trasferta a Brasilia. Le finali si giocano a Madrid: vince la seleçao guidata da Bernardinho, l’Italia torna sul podio. Per il nuovo ct la medaglia di bronzo è la prima della sua avventura azzurra.
2004 – BRASILE. Nella stagione di Atene 2004, l’Italia ha avuto l’onore di organizzare la fase finale, che si rivelerà un grande successo di pubblico ed una eccezionale promozione per la nostra disciplina. Gian Paolo Montali ed i suoi ragazzi, dopo una fase di qualificazione altalenante, giocano una grande Pallavolo nella due giorni romana, travolgono la Serbia in semifinale e conquistano l’argento alle spalle del Brasile.
2005 – BRASILE. Per la prima volta la Serbia & Montenegro ospita a Belgrado le fasi finali della World League. La Nazionale verde oro si posiziona per la terza volta consecutiva sul gradino più alto del podio battendo in finale i padroni di casa. Solo ottavi gli azzurri di Montali.
2006 – BRASILE. Nella stagione 2006 le finali vengono organizzate a Mosca e il Brasile difende il proprio primato con una vittoria per 3-2 sulla Francia. Nella gara per la medaglia di bronzo la Russia padrona di casa batte una forte Bulgaria grande rivelazione del torneo. L’Italia di Montali si posizionerà al sesto posto dopo aver avuto accesso alle fasi finali tramite una wild card.
2007 – BRASILE. Ancora un successo per i verdeoro di Bernardinho che nella finalissima di Katowice (Pol) hanno avuto la meglio sulla Russia. L’Italia, di Gian Paolo Montali ha affrontato il torneo con una squadra profondamente rinnovata e penalizzata da diversi infortuni, finendo con l’essere eliminata al termine della prima.
2008 – STATI UNITI. Questa edizione passerá alla storia per essere stata la prima vinta dagli Stati Uniti (che nella stessa estate poi trionferanno anche a Pechino). Si è cosí interrotta la serie dei trionfi del Brasile di Bernardinho. Gli Usa hanno vinto il trofeo superando nella finale di Rio de Janeiro per 3-1 la Serbia. L’Italia di Anastasi ha utilizzato la manifestazione per preparare i Giochi Olimpici e in campo pur opposta a squadre di livello si è tolta anche delle buone soddisfazioni.
2009 – BRASILE. La World League è stata vinta dal Brasile che in finale ha avuto la meglio sulla Serbia con il punteggio di 3-2 (22-25, 25-23, 25-22, 23-25, 15-12). Con la vittoria ottenuta a Belgrado i verdeoro sono saliti a quota otto successi, raggiungendo proprio gli azzurri. Medaglia di bronzo per la Russia che ha superato Cuba 3-0 (25-13, 26-24, 25-16).
Sigla.com - Internet Partner