Un altro mondo

di Luciano Pedullà

20/12/2010

Un altro mondo
Fermate Villa Cortese e Parma: sono in un altro mondo! In A1 e A2 queste squadre stanno sbaragliando il campo e dopo poche giornate dall’inizio dei tornei il divario sulle avversarie è già pesante. Addirittura Villa Cortese è già tre punti avanti alla seconda, dopo solo quattro giornate, viaggia imbattuta perdendo … solo il primo set. Domenica ho avuto occasione di osservare la gara tra Novara e le lombarde di Abbondanza, ed ho potuto vedere una partita affrontata con grande sagacia tattica, da due bravi allenatori. Caprara ha giocato molto sul servizio e il suo rapporto con il muro, per mettere in difficoltà la capolista riuscendoci magistralmente nel 1° set, e, a tratti durante la disputa, grazie ai suoi battitori in salto. Villa Cortese ha preso le misure nel secondo parziale, piazzando molto bene la squadra in difesa e registrando il contrattacco; la partita è stata, per tanti momenti, molto divertente e bella. Di tutt’altro spessore tecnico la gara vista, in tv, sabato sera, tra Perugia e Pavia, partita costellata di errori con poche difese e giocatrici d’oltralpe che non impressionano per il loro rendimento. Ritengo lecita la nenia di disperazione, dell’allenatore di Perugia, riguardo all’aiuto d’imprenditori locali che possano aiutare le risorse della squadra, ma, in un campionato livellato verso il basso, non si poteva pensare di investire sul patrimonio italiano, risparmiando qualche euro, per straniere che non riescono a fare la differenza? Intanto zitta, zitta Busto Arsizio rimane l’unica inseguitrice di Villa Cortese, dopo aver fermato la corsa di Conegliano e Carmen Turlea. L’opposta rumena non ha potuto dare il suo utile apporto, terminando con solo nove punti al suo attivo, con il 19% di efficacia in attacco (0% di efficienza con sei muri subiti!). Busto, dopo il passo falso con Pesaro, sta ritrovando il suo rendimento, nonostante non abbia ancora potuto schierare Havelkova, ma con una Havlickova in gran spolvero. Domenica se la vedrà con una “acciaccata” (nei risultati) Modena e un’altra ex, Fernandinha, che dopo uno sfolgorante inizio ha dovuto pagare dazio contro un’Urbino che ricomincia dai sogni della passata stagione. Infine la sorpresa della settimana si chiama, ancora una volta, Castellana. Mi scuso con la formazione pugliese, la mia non vuole essere mancanza di fiducia nei confronti del team di Radogna, bensì un tributo, nei confronti della squadra e del suo tecnico che, sempre molto tenacemente, stanno conquistano i punti che serviranno di scorta, quando potrebbero calare la tenebre. Per ora sono due vittorie, pesanti, contro squadre che hanno investito per partecipare da protagoniste al campionato. Ora un’altra gara fondamentale per le baresi contro Villa Cortese, e sperare in un altro piccolo miracolo non è peccato. Per Paolo Tofoli e le campionesse d’Italia, invece, il problema si chiama Hooker, o, meglio, trovare l’equilibrio di squadra, con l’inserimento dell’americana; a Pavia, dopo Natale, sarà già emergenza punti. Tornando all’A2, il match clou tra Parma e Chieri ha visto la decima vittoria delle ducali, che hanno chiuso il conto in quattro set, e con solo qualche preoccupazione nei primi due; poi, la formazione di Napolitano, ha registrato battuta e muro, e la partita è terminata senza resistenza da parte delle piemontesi, che sono ancora alla ricerca del miglior rendimento delle proprie centrali. Il vantaggio di Parma è rassicurante, nove punti sulla seconda e addirittura quattordici dalla zona play off, alla quale molte squadre possono ancora pretendere, visto l’esiguo margine fra questa linea Maginot e il terz’ultimo posto. Nei prossimi giorni ci aspettano gare di grande interesse: tra lunedì e martedì si definirà la squadra più forte al mondo e Bergamo cercherà di conquistare il titolo, che ancora manca al suo palmares; poi, mercoledì, Pesaro e Villa Cortese, le due autentiche protagoniste della scorsa stagione, si affronteranno per contendersi la Supercoppa Italiana: sia ben chiaro, non sarà una rivincita, giacché Pesaro ha cambiato molti dei suoi pilastri, ma sicuramente vedremo una gara interessante, che ci potrà anticipare qualche primo responso di questa stagione.
Sigla.com - Internet Partner