Uno sport visto dagli spalti

articolo di Tessa Donigaglia

30/09/2014

Uno sport visto dagli spalti
Se mi chiedete che sport faccio vi rispondo rugby, ma se mi chiedete il mio sport preferito vi rispondo pallavolo. Seguo la pallavolo femminile e sopratutto la nazionale da quando ho memoria; questo percorso è iniziato all'età di 5 anni quando mia sorella maggiore ha iniziato a giocare ed io ero sempre sugli spalti a vederla; adesso che ho 23 anni non è cambiato niente, continuo ad andare a vedere le sue partite ed in più non mi perdo mai una partita della nazionale femminile.
Ho toccato il picco della passione per le Olimpiadi di Pechino 2008, le partite delle ragazze erano sempre a notte fonda allora mi rimettevo la sveglia e via... a tifare le nostre ragazze, poi purtroppo è andata come è andata, ma rifarei quelle levatacce alle 4 di mattina ancora ed ancora, anche se alle 8, ovvero poche ore dopo, iniziavo a lavorare, ma ci entravo con un gran sorriso! Cosa si vuole di più che svegliarsi con le immagini delle nostre ragazze che lottano su ogni pallone per coronare un sogno!
Non ho mai praticato pallavolo a causa di carenze fisiche, ma forse forse a volte si suda di più sugli spalti  che in campo, ogni partita è una scarica di adrenalina e prima di ogni partita ho quel pizzico di ansia che ho tutte le volte che scendo su un campo da rugby, solo che nelle partite di pallavolo sono sugli spalti.
Da un paio di anni seguo anche il campionato italiano femminile e devo dire che ho avuto un colpo di fulmine con Conegliano, una società con atlete giovani che in pochissimo tempo si è rialzata ed è riuscita ad ottenere ottimi risultati.
Il 23 Settembre sono salita su una Frecciarossa da Milano a Roma, direzione Palalottomatica!! Non mi potevo perdere l'esordio delle nostre ragazze in questo mondiale "casalingo" ed è stata un'emozione unica, vederle tese ed emozionate, con il loro pubblico pronto a tifarle....
Da tifosa dico che la pallavolo non è solo quella in campo, ma anche quella sugli spalti... ogni partita è un'emozione unica, togliete il pubblico dalle tribune ed ecco che uno sport perde una parte di sè; quei cori, quelle bandiere e sopratutto quel fair play che contraddistingue questo sport fanno della pallavolo uno dei migliori sport al mondo!
Non so chi vincerà questo mondiale, ma so chi vorrei che lo vincesse... una cosa è certa però: la pallavolo ed il suo pubblico hanno già vinto in partenza.

Brava Tessa! Il tuo articolo è stato scelto come il più bello tra quelli inviati alla redazione del portale www.dallarivolley.com, riceverai un biglietto omaggio per seguire la fase finale dei Mondiali di pallavolo femminile in programma al Mediolanum Forum messo gentilmente a disposizione dal Comitato Organizzatore. Tu avrai l'onore di seguire il Mondiale in prima fila!
Sigla.com - Internet Partner