Vince Busto Arsizio in Champions e Piacenza in Challege Cup

05/02/2013

L'esultanza delle giocatrici di Busto ArsizioL'esultanza delle giocatrici di Busto Arsizio
L'esultanza delle giocatrici di Busto Arsizio
Un'altra perla nella collezione di serate da ricordare. La Unendo Yamamay Busto Arsizio supera 3-2 l'Azerrail Baku nell'andata dei Play Off 6 di CEV Champions League e si avvicina sensibilmente al fantastico traguardo della Final Four. Una vittoria ottenuta in rimonta, contro un avversario altalenante ma capace di picchi di rendimento difficilmente pareggiabili. E ottenuta grazie a protagoniste inattese: Maren Brinker, alter-ego di Faucette, scintillante nel tie-break (e non solo). E Gilda Lombardo, divenuta la donna delle occasioni importanti. Il suo ingresso fu decisivo nel derby con Villa Cortese in Campionato, lo è altrettanto in un contesto ancor più emozionante.
Il match segue una linea sinusoidale, alti e bassi che si susseguono spostando l'ago della bilancia da una parte e dall'altra. Il primo set è senza storia, a favore delle farfalle di Carlo Parisi: Arrighetti è strepitosa, Caracuta (sotto gli occhi di Lloyd, nemmeno in panchina) riesce spesso a disorientare il muro avversario e a favorire facili attacchi di Kozuch e Faucette. In più l'Azerrail commette molti errori, anche al servizio, una delle sue armi potenzialmente più pericolose.
Nel secondo cambia tutto. Megan Hodge - ex Villa Cortese - e Manon Flier diventano devastanti su palla alta, mentre le bustocche si perdono in errori banali. Le ragazze di Alessandro Chiappini prendono fiducia, Sorokaite compresa: l'italo-lituana ex Chieri Torino sale in cattedra in attacco e a muro. Parisi cambia le carte in tavola, inserendo Brinker per Faucette e Lombardo per Marcon, ma complici le imprecisioni al centro di Arrighetti e Bauer anche il terzo parziale scivola via.
Il prodigio la Unendo Yamamay lo compie in un quarto set di allucinante tensione, quando ogni farfalla pone il proprio mattone. Marmoreo muro a uno di Arrighetti sulla pipe di Flier (18-16), block-out di Kozuch (20-20), colpetto sotto rete di Leonardi (21-21), difesa incredibile di Bisconti e contrattacco di Faucette (23-22). L'Azerrail si fa tramortire da tale intensità e con due topiche manda il match al tie-break.
Dominato per tecnica e intensità dalle farfalle. Bauer partecipa alla festa con le sue braccia da airone, Lombardo non sbaglia una palla, Brinker colpisce con il servizio (tre ace alla fine) e con gli attacchi del 13-7, 14-7 e 15-8. Il Palayamamay esplode, il sogno continua. Fra 8 giorni, mercoledì 13 febbraio, il ritorno in Azerbaijan: Busto Arsizio può vincere anche in Oriente, pure senza doversi appellare al Golden Set.

CEV Champions League - Il tabellino:
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO - AZERRAIL BAKU 3-2 (25-17, 16-25, 20-25, 25-23, 15-8)

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Faucette 5, Brinker 16, Leonardi (L), Marcon 2, Bauer 14, Kozuch 17, Lombardo 6, Arrighetti 9, Caracuta 1, Bisconti. Non entrati Prandi, Pisani. All. Parisi.
AZERRAIL BAKU: Anzanello 5, Flier 18, Sorokaite 18, Radecka 1, Lehtonen, Hodge 24, Korotenko (L), Wensink 7, Karimova, Grbac. Non entrati Wilson, Carocci. All. Chiappini.
ARBITRI: Schurmann - Van Der Velden.
NOTE - Spettatori 2597, durata set: 23', 24', 27', 28', 15'; tot: 117'. Unendo Yamamay BUSTO ARSIZIO: Battute errate 6, Ace 6. Azerrail BAKU: Battute errate 14, Ace 2.

CEV Champions League - Play Off 6 - Il programma delle gare di andata:

Dinamo Kazan (RUS) - Rabita Baku (AZE) 07/02, ore 16
Vakifbank Istanbul (TUR) - Eczacibasi VitrA Istanbul (TUR) 07/02, ore 18
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO - Azerrail Baku (AZE) 3-2 (25-17, 16-25, 20-25, 25-23, 15-8)

CEV Champions League - Play Off 6 - Il programma delle gare di ritorno:
Rabita Baku (AZE) - Dinamo Kazan (RUS) 14/02, ore 14
Eczacibasi VitrA Istanbul (TUR) - Vakifbank Istanbul (TUR) 14/02, ore 16
Azerrail Baku (AZE) - UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 13/02, ore 15

CEV Champions League - La formula:

Il sorteggio dello scorso 13 dicembre aveva già stabilito gli accoppiamenti dei Play Off 6 in base al principio di avere non più di due squadre dello stesso paese eventualmente qualificate alla Final Four. Le sfide dei Play Off 6 prevedono la disputa del Golden Set sul campo della gara di ritorno in caso di una vittoria a testa con qualsiasi risultato.
Prova di forza della Rebecchi Nordmeccanica Piacenza al Gymnane Maillan di Le Cannet. Le emiliane battono 3-1 in trasferta il Rocheville nell'andata dei quarti di finale di Challenge Cup e mettono una seria ipoteca sul passaggio del turno. Smarrito il primo set ai vantaggi, le ragazze di Davide Mazzanti gestiscono il match con tranquillità e brillantezza, imponendo il proprio enorme talento.
L'unico piccolo momento di difficoltà - nel terzo set quando le francesi si riavvicinano fino al -2 sul 17-19 - è risolto da Manuela Leggeri che infila un perfetto primo tempo e con il servizio infastidisce la ricezione avversaria. Guiggi, già calata nei nuovi schemi, firma il 24-20 e Meijners con il muro il punto numero 25. Nel quarto la Rebecchi Nordmeccanica conduce le danze con relativa facilità e respinge ogni tentativo di riavvicinamento della squadra di Riccardo Marchesi (la scorsa stagione primo allenatore proprio di Piacenza).
Top scorer è Floortje Meijners con 24 punti, farciti di 6 servizi vincenti e 2 muri. Strepitosa anche Carmen Turlea, che sigla 20 punti con il 64% in attacco. Tra le transalpine ottima prestazione della serba Sanja Bursac, capace di raccogliere 23 punti.
Per raggiungere le Top 4 della competizione europea, Piacenza dovrà necessariamente imporsi anche nella gara di ritorno, in programma al PalaBanca martedì 12 febbraio alle 20.30. In caso di sconfitta, con qualsiasi risultato, sarà il Golden Set a decretare il passaggio del turno.

Challenge Cup - Il tabellino:
ROCHEVILLE LE CANNET - REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 1-3 (27-25, 15-25, 20-25, 17-25)

ROCHEVILLE LE CANNET: Le Thuc 1, Decamp, Steux 3, Thibeault 7, Fedele 6, Lunghi (L), Melicharova, Bursac 23, Pinedo 9, Collar 15, Aguirre 8. Non entrati Orle. All. Marchesi.
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Leggeri 7, Turlea 20, Meijners 24, Secolo, Nicolini, Ferretti, Sansonna (L), Guiggi 10, Bosetti 14, Zilio. Non entrati Radenkovic. All. Mazzanti.
ARBITRI: Hojka - Juracek .
NOTE - Spettatori 452, durata set: 31', 24', 25', 23'; tot: 103'. Rocheville LE CANNET: Battute errate 14, Ace 7. Rebecchi Nordmeccanica PIACENZA: Battute errate 2, Ace 11.

Challenge Cup - Quarti di Finale - Il programma delle gare di andata:
Dinamo Krasnodar (RUS) - Ilbank Sports Club Ankara (TUR) 07/02, ore 16.30
Khimik Yuzhni (UKR) - LP Salo (FIN) 06/02, ore 17
Rocheville Le Cannet (FRA) - REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA 1-3 (27-25, 15-25, 20-25, 17-25)
Aurubis Hamburg (GER) - CSM Bucarest (ROU) 06/02, ore 21

Challenge Cup - Quarti di Finale - Il programma delle gare di ritorno:

Ilbank Sports Club Ankara (TUR) - Dinamo Krasnodar (RUS) 14/02, ore 17
LP Salo (FIN) - Khimik Yuzhni (UKR) 14/02, ore 18.30
REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA - Rocheville Le Cannet (FRA) 12/02, ore 20.30
CSM Bucarest (ROU) - Aurubis Hamburg (GER) 13/02, ore 19

Challenge Cup - La formula:

Tabellone ad eliminazione diretta, dai sedicesimi di finale alla Finalissima match di andata e ritorno con Golden Set sul campo della gara di ritorno in caso di una vittoria per parte con qualsiasi risultato.
Sigla.com - Internet Partner