Vincenzo Nacci, dalla Puglia al Venezuela

13/04/2015

Vincenzo NacciVincenzo Nacci
Vincenzo Nacci
Dalla Puglia da Ostuni al Venezuela per un sogno chiamato Olimpiadi. E' questa la storia Vincenzo Nacci, tecnico di pallavolo con un passato da giocatore, ma che adesso è sotto i riflettori per il suo ruolo di commissario tecnico della Nazionale Venezuelana. Dopo gli ottimi risultati arrivati da tecnico delle squadre di club Corigliano Taranto, Matera, Nacci ha ricevuto la chiamata della Nazionale sudamericana. Il primo obiettivo era quello di ben figurare ai Mondiali e Nacci con un gruppo giovanissimo è andato ben oltre le più rosee aspettative,arrivando a giocarsi il passaggio alla seconda fase nell’ultima gara con l’Australia perdendo 3-2 . Adesso l’obiettivo è ancora più prestigioso e si chiama Olimpiade. Così la federazione del Venezuela ha rinnovato la fiducia a Nacci. La strada verso Rio 2016, però, è ancora lunga. Così la federazione del Venezuela, proprio a dimostrazione dell’interesse e dell’impegno verso questo grande obiettivo, sta organizzando proprio a Caracas una tappa di qualificazione per le Olimpiadi. Oltre al Brasile, ci sono due i posti disponibili. Prima ci sono dei passaggi intermedi che sono un torneo di qualificazione per World Cup in Giappone, che si terrà in Colombia in maggio, poi la World League (a giugno). "Il lavoro da fare è tanto e duro. Sappiamo - spiega Nacci - che sarà difficile, ma il fascino di poter arrivare alle Olimpiadi moltiplicherà gli sforzi e l’impegno. Iniziamo a lavorare con questo grande obiettivo. Importanti saranno i passaggi intermedi rappresentati dalla World Cup e dalla World League dove avremo la possibilità di confrontarci con squadre importanti e dovremo esprimerci ai livelli raggiunti al mondiale. Solo giocando con le Nazionali più forti riusciremo a crescere. Ripartiamo da quanto di buono fatto ai Mondiali. Il Venezuela mancava dalla World League da sei anni è stato importante rientrarci per tanti motivi il primo è quello di poter giocare fuori dal Venezuela ,dove in questo momento tutto anche le cose semplici sono complicate da ottenere per motivi di sicurezza. Per questo penso che lo sforzo della federazione e del ministero sia enorme nel darci la possibilità di organizzare il tutto nel miglior modo possibile e per questo li ringrazio".
In vista di questi impegni Nacci ha già un'idea di quella che sarà la rosa del Venezuela, infatti oltre all'ossatura della squadra che ha partecipato ai Mondiali saranno aggiunti in rosa altri giovani insieme a Ivan Marquez e Luis Diaz se deciderà di accettare la convocazione . Adesso non resta che buttarsi nel lavoro e coltivare il sogno che si chiama Rio 2016.
Sigla.com - Internet Partner