2018

2018
La Volleyball Nations League femminile 2018

Saranno Eboli e Modena le prime sedi italiane della Volleyball Nations League, nuovo format che da quest’anno prenderà il posto di due storici appuntamenti quali World League e World Grand Prix. Ad aprire il torneo sarà la competizione femminile che si giocherà non più nei week end ma dal martedì al giovedì per cinque settimane consecutive. Le azzurre nella prima pool saranno impegnate negli Stati Uniti a Lincoln (15-17 maggio), poi faranno tappa a Suwon in Corea del Sud (22-24 maggio), Hong Kong (29-31 maggio) e Rotterdam (5-7 giugno). Nell’ultima pool le ragazze di Davide Mazzanti potranno contare sul calore de l pubblico campano, dal 12-14 giugno infatti tutte le attenzioni si concentreranno a Eboli (SA), dove oltre all’Italia scenderanno in campo Brasile, Belgio e Thailandia.

Volleyball Nations League Femminile: Italia, Brasile, Cina, Germania, Giappone, Korea, Olanda, Russia, Serbia, Thailandia, Turchia e Stati Uniti (squadre Fisse).
Argentina, Belgio, Repubblica Dominicana e Polonia sono i challenger teams.

Le Pools dell’Italia
15-17 maggio 2018
Pool 3 Lincoln, Usa
Italia, Stati Uniti, Polonia, Turchia.
22-24 maggio 2018
Pool 6 Suwon, Corea del Sud
Italia, Corea del Sud, Germania, Russia.
29-31 maggio 2018
Pool 12 Hong Kong
Italia, Argentina, Cina, Giappone.
5-7 giugno 2018
Pool 13 Rotterdam, Olanda
Italia, Olanda, Rep. Dominicana, Serbia.
12-14 giugno 2018
Pool 19 Eboli, Italia
Italia, Belgio, Brasile, Thailandia.
Finali, 27 giugno - 1 luglio 2018
Sede da definire

La Volleyball Nations League femminile 2018
 
È tutto pronto per la nuova attesissima Volleyball Nations League che da questa stagione prenderà il posto degli storici World Grand Prix e World League. Il via sarà dato dalla competizione femminile che si giocherà non più nei week end ma dal martedì al giovedì per cinque settimane consecutive. Le azzurre nella prima pool saranno impegnate negli Stati Uniti a Lincoln (15-17 maggio), poi faranno tappa a Suwon in Corea del Sud (22-24 maggio), Hong Kong (29- 31 maggio) e Rotterdam (5-7 giugno). Nell’ultimo turno le ragazze di Davide Mazzanti potranno contare sul calore del pubblico campano, dal 12-14 giugno infatti tutte le attenzioni si concentreranno a Eboli (SA), dove oltre all’Italia scenderanno in campo Brasile, Belgio e Thailandia.
 
La Formula
La Volleyball Nations League 2018 prevede la partecipazione di 16 nazionali e la fase preliminare avrà una durata di cinque settimane. Ogni turno di gare vi saranno 4 pool da 4 squadre ciascuna, per un totale di 20 pool e 120 match complessivi.
Come nell’ex World Grand Prix durante la fase preliminare le nazionali si affronteranno con la formula del round robin e al termine di tutte le gare verrà stilata la classifica generale, dalla quale le prime cinque squadre si qualificheranno alla Final Six, raggiungendo la Cina (paese organizzatore).
La Fase Finale del torneo avrà luogo a Nanchino (Cina) e si svolgerà con la formula dei due gironi da 3 squadre. Le prime due di ogni Pool daranno vita alle semifinali incrociate e poi alle finali per le medaglie.
 
Le Pool delle azzurre
 
Pool 3 Lincoln, Usa (15-17 maggio)
Italia, Stati Uniti, Polonia, Turchia.
 
Pool 6 Suwon, Corea del Sud (22-24 maggio)
Italia, Corea del Sud, Germania, Russia.
 
Pool 12 Hong Kong, Cina (29-31 maggio)
Italia, Argentina, Cina, Giappone.
 
Pool 13 Rotterdam, Olanda (5-7 giugno)
Italia, Olanda, Rep. Dominicana, Serbia.

Pool 19 Eboli, Italia (12-14 giugno)
Italia, Belgio, Brasile, Thailandia.

Il calendario delle azzurre
Notte tra il 15 e 16 maggio (Lincoln, Stati Uniti) Turchia-Italia (ore 24); notte tra il 16 e 17 maggio (Lincoln) Polonia-Italia (ore 24); 18 maggio (Lincoln) Usa-Italia (2.30).
22 maggio (Suwon, Corea del Sud) Italia-Russia (ore 8); 23 maggio (Suwon) Italia-Germania (ore 9); 24 maggio (Suwon) Corea del Sud-Italia (ore 12).
29 maggio (Hong Kong) Giappone-Italia (ore 12); 30 maggio (Hong Kong) Argentina-Italia (ore 12); 31 maggio (Hong Kong) Cina-Italia (ore 14.30).
5 giugno (Rotterdam) Italia-Serbia (ore 16.30); 6 giugno (Rotterdam) Olanda-Italia (ore 19.30); 7 giugno (Rotterdam) Rep. Dominicana-Italia (ore 16.30).
12 giugno (Eboli) Italia-Thailandia (ore 20); 13 giugno (Eboli) Italia-Belgio (ore 20); 14 giugno (Eboli) Italia-Brasile (ore 20).
 
Il calendario della VNL femminile (orari italiani)
 
Volleyball Nations League Femminile: Italia, Brasile, Cina, Germania, Giappone, Korea, Olanda, Russia, Serbia, Thailandia, Turchia e Stati Uniti (squadre Fisse). Argentina, Belgio, Repubblica Dominicana e Polonia sono i challenger teams.
 
15-17 maggio 2018
Pool 1 Ekaterinburg, Russia
Russia, Olanda, Thailandia, Argentina.
15/5
Thailandia-Olanda 0-3 (20-25, 24-26, 13-25)
Russia-Argentina 3-1 (20-25, 25-13, 25-13, 25-22)
16/5
Argentina-Olanda 1-3 (25-22, 19-25, 8-25, 18-25)
Russia-Thailandia 3-1 (25-23, 13-25, 25-18, 30-28)
17/5
Argentina-Thailandia 0-3 (17-25, 17-25, 16-25)
Russia-Olanda 0-3 (22-25, 20-25, 25-27)

Pool 2 Ningbo, Cina
Cina, Corea del Sud, Belgio, Repubblica Dominicana.
15/5
Belgio Corea del Sud 3-0 (25-18, 25-22, 25-21)
Cina-Repubblica Dominicana 3-0 (25-17, 25-15, 25-11)
16/5
Repubblica Dominicana-Corea del Sud 2-3 (24-26, 27-25, 25-21, 14-25, 12-15)
Cina-Belgio 3-0 (25-14, 25-20, 25-13)
17/5
Repubblica Dominicana-Belgio 2-3 (16-25, 25-18, 18-25, 25-19, 7-15)
Cina-Corea del Sud 0-3 (15-25, 15-25, 13-25)

Pool 3 Lincoln, Usa
Italia, Stati Uniti, Polonia, Turchia.
15/5
Turchia-Italia 3-0 (25-21, 25-21, 25-20)
Turchia: Boz 17, Gunes 11, Dundar 10, Ozbay 7, Ismailoglu 6, Ercan 5, Akoz (L), Sahin. N.e. Orge, Caliskan, Arici, Alikaya, Kilic, Karakurt. All. Guidetti.
Italia: Malinov 3, Lubian 4, Guerra 13, Ortolani 7, Olivotto 5, Pietrini 5, Parrocchiale (L), Mingardi 3, Sylla 2, Cambi. N.e. Degradi, Fahr, Spirito, Berti. All. Mazzanti.

16/5
Usa-Polonia 3-1 (28-26, 25-22, 22-25, 25-15)

Polonia-Italia 3-2 (21-25, 25-14, 19-25, 25-17, 15-12)
Polonia: Plesnierowicz 1, Kakolewska 22, Efimienko 3, Grajber 10, Medrzyk 15, Smarzek 27, Witkowska (L), Nowicka, Lukasik 1, Polanska 4. N.e. Mucha, Stenzel, Bociek, Twardowska. All. Nawrocki.        
Italia: Malinov 2, Lubian 10, Guerra 19, Ortolani 16, Olivotto 1, Sylla 17, Parrocchiale (L), Mingardi 1, Pietrini 2, Cambi 1, Fahr. N.e. Degradi, Spirito e Berti. All. Mazzanti.        
Arbitri: Cespedes (Rep. Dom.) e Robb (Can).   
17/5
Usa-Turchia 2-3 (26-28, 19-25, 25-20, 26-24, 14-16)
Turchia-Polonia 3-0 (25-21, 25-17, 25-23)
18/5
Stati Uniti-Italia 3-0 (25-21, 25-18, 25-21)
Stati Uniti: Lloyd 4, Larson 8, Akinradewo 7, Murphy 11, Hill 11, Dixon 9, Robinson (L), Bartsch 2. N.e. Hancock, Wong-Orantes, Adams, Gibbemeyer, Drews, Benson. All. Kiraly.
Italia: Malinov 2, Lubian 9, Guerra 9, Ortolani 4, Olivotto 8, Sylla 3, Spirito (L), Cambi, Pietrini 6, Mingardi 9, Parrocchiale, Degradi. N.e. Fahr, Berti. All. Mazzanti.  
Arbitri: Cespedes (Rep. Dom) e Perez (Pur).   

Pool 4 Barueri, Brasile
Brasile, Serbia, Giappone, Germania.
15/5
Brasile-Germania 1-3 (25-15, 22-25, 18-25, 20-25)
Giappone-Serbia 0-3 (18-25, 17-25, 22-25)
16/5
Brasile-Giappone 3-1 (22-25, 25-18, 25-23, 25-11)
Germania-Serbia 0-3 (16-25, 21-25, 17-25)
17/5
Brasile-Serbia 3-1 (23-25, 25-22, 25-14, 25-21)
Germania-Giappone 1-3 (21-25, 23-25, 25-21, 17-25)

La classifica generale
Olanda (3v, 9p); Turchia (3v, 8p); Stati Uniti (2v, 7p); Serbia, Cina, Brasile e Russia (2v, 6p); Corea del Sud e Belgio (2v, 5p); Germania e Thailandia (1v, 3p); Giappone (1v, 3p); Polonia (1v, 2p); Rep. Dominicana (0v, 2p); Italia (0v, 1p); Argentina (0v, 0p).

22-24 maggio 2018
Pool 5 Toyota, Giappone
Giappone, Olanda, Belgio, Usa.
22/5
Belgio-Olanda  2-3 (25-21, 19-25, 25-23, 29-31, 10-15)
Giappone-Usa 0-3 (20-25, 16-25, 23-25)
23/5
Olanda-Usa 0-3 (19-25, 21-25, 23-25)
Giappone-Belgio 3-0 (25-19, 25-20, 25-19)
24/5
Belgio-Usa 0-3 (11-25, 18-25, 17-25)
Giappone-Olanda 0-3 (20-25, 10-25, 13-25)

Pool 6 Suwon, Corea del Sud
Italia, Corea del Sud, Germania, Russia.
22/5

Italia-Russia 0-3 (24-26, 12-25, 23-25)  
ITALIA: Malinov 2, Lubian 6, Guerra 3, Ortolani 14, Olivotto 4, Pietrini 5, Parrocchiale (L), Cambi 1, L. Bosetti 5, Fahr, Sylla 5. N.e. Mingardi, Spirito, Berti. All. Mazzanti.         
Russia: Efimova 7, Romanova 2, Fetisova 12, Voronkova 13, Malykh 12, Parubets 11, Talysheva (L), Malygina 1, Kotikova. N.e. Lazarenko, Kutiukova, Novik, Gorbacheva, Biryukova. All. Pankov.
Arbitri: Jiang (Cin) e Fai (Hkg).

Corea del Sud-Germania 3-1 (23-25, 26-24, 25-16, 25-16)
23/5
Italia-Germania 3-0 (25-22, 25-18, 25-20)
ITALIA: Malinov 2, Lubian 12, Bosetti 7, Ortolani 13, Olivotto 2, Sylla 15, Parrocchiale (L) 1, Pietrini 2, Mingardi. N.e. Cambi, Fahr, Spirito, Berti, Guerra. All. Mazzanti.
GERMANIA: Brinker 8, Lippmann 15, Scholzel 8, Geerties 2, Hanke, Grunding 1, Durr (L), Poll 3, Stigrot 2, Wezorke 2, Imoudu. N.e. Drewniok, Vanjak, Pogany. All. Koslowski.    
Arbitri: Muranaka e Heung.  

Corea del Sud-Russia 3-0 (25-19, 25-14, 25-17)
24/5
Germania-Russia 1-3 (25-19, 21-25, 15-25, 23-25)

Corea del Sud - Italia 0-3 (17-25, 21-25, 21-25)
COREA DEL SUD: Kim H. 2, Lee H., Kim Y. 17, Kim S. 8, Yang 5, Lee J. 4, Yim (L), Kang 1, Park J. 6, Lee D. N.e. Na H, Lee N., Park E., Na H. All. Cha Haewon.         
ITALIA: Malinov 3, Lubian 9, Bosetti 14, Ortolani 18, Olivotto 2, Sylla 17, Parrocchiale (L), Cambi, Mingardi. N.e. Pietrini, Fahr, Spirito, Berti, Guerra. All. Mazzanti.                
Arbitri: Muranaka (Giap) e Liu (Cin). 

Pool 7 Macau, Cina
Cina, Serbia, Thailandia, Polonia.
22/5
Thailandia-Serbia 1-3 (18-25, 23-25, 25-19, 19-25)
Cina-Polonia 2-3 (25-18, 17-25, 18-25, 25-22, 12-15)
23/5
Polonia-Serbia  1-3 (25-20, 25-27, 24-26, 15-25)
Cina-Thailandia 3-1 (25-23, 26-24, 22-25, 25-17)
24/5
Polonia-Thailandia 2-3 (22-25, 25-21, 23-25, 25-21, 14-16)
Cina–Serbia 1-3 (25-21, 23-25, 21-25, 17-25)

Pool 8 Ankara, Turchia
Turchia, Repubblica Dominicana, Brasile, Argentina.
22/5
Argentina-Repubblica Dominicana 0-3 (24-26, 24-26, 19-25)
Turchia-Brasile 1-3 (17-25, 19-25, 25-23, 21-25)
23/5
Brasile-Argentina 3-0 (25-9, 25-21, 25-14)
Turchia-Repubblica Dominicana 3-1 (25-20, 17-25, 25-20, 25-19) 
24/5
Repubblica Dominicana-Brasile 0-3 (20-25, 10-25, 13-25)
Turchia-Argentina 3-0 (25-16, 25-16, 25-19)

29-31 maggio 2018
Pool 9 Apeldoorn, Olanda
Olanda, Brasile, Corea del Sud, Polonia.
29/5
Corea del Sud-Brasile 1-3 (11-25, 14-25, 33-31, 20-25)
Olanda-Polonia 3-0 (25-22, 25-22, 27-25)
30/5
Polonia-Brasile 0-3 (20-25, 20-25, 23-25)
Olanda-Corea del Sud 3-0 (25-18, 25-10, 25-12)
31/5
Corea del Sud-Polonia 0-3 (11-25, 15-25, 16-25)
Olanda-Brasile 1-3 (23-25, 24-26, 25-13, 22-25)

Pool 10 Kraljevo, Serbia
Serbia, Turchia, Belgio, Russia.
29/5
Belgio-Turchia 0-3 (19-25, 18-25, 24-26)
Serbia-Russia 3-0 (25-23, 25-19, 25-18)
30/5
Turchia-Russia 2-3 (23-25, 25-19, 25-23, 20-25, 11-15)
Belgio-Serbia 0-3 (20-25, 16-25, 14-25)
31/5
Russia-Belgio 3-1 (25-21, 25-20, 23-25, 25-18)
Turchia-Serbia 2-3 (20-25, 25-22, 25-18, 23-25, 12-15)

Pool 11 Bangkok, Thailandia
Thailandia, Usa, Germania, Repubblica Dominicana.
29/5
Germania-Usa 0-3 (18-25, 17-25, 17-25)
Thailandia-Repubblica Dominicana 0-3 (21-25, 22-25, 20-25)
30/5
Repubblica Dominicana-Usa 0-3 (20-25, 23-25, 21-25)
Thailandia-Germania 2-3 (23-25, 26-28, 25-23, 25-22, 10-15)
31/5
Repubblica Dominicana-Germania 1-3 (22-25, 15-25, 25-21, 12-25)
Thailandia-Usa 0-3 (10-25, 22-25, 16-25)

Pool 12 Hong Kong, Cina
Italia, Argentina, Cina, Giappone.
29/5
Giappone-Italia 3-2 (20-25, 25-23, 20-25, 25-23, 15-11)
GIAPPONE: Ishii 12, Shinnabe 3, Shimamura 8, Kurogo 16, Tashiro 4, Okumura 5, Inoue (L), Uchiseto 3, Tominaga 1. N.e. Koga, Iwasaka, Inoue, Akutagawa, Toe. All. Nakada.
ITALIA: Malinov 3, Bosetti 10, Chirichella 4, Egonu 25, Pietrini 4, Danesi 8, De Gennaro (L), Sylla 12, Mingardi, Cambi. N.e. Fahr, Lubian, Guerra, Parrocchiale. All. Mazzanti.
Arbitri: Fernandez (Spa) e Sung (Kor).

Cina-Argentina 3-0 (25-22, 25-16, 25-12)

30/5
ARGENTINA - ITALIA 0-3 (15-25, 16-25, 18-25)
ARGENTINA: Rodriguez 3, Sagardia, Tosi 9, Lazcano 1, Fortuna 6, Busquets 3, Rizzo (L), A. Tosi 2, Soria 1, Piccolo, Vidal. N.e. Franchi, Tapia, Zabala. All. Orduna.
ITALIA: Malinov 2, Bosetti 4, Chirichella 11, Egonu 8, Sylla 8, Danesi 8, De Gennaro (L), Mingardi 3, Cambi 1, Pietrini 3, Fahr. N.e. Lubian, Guerra, Parrocchiale. All. Mazzanti.
Arbitri: Sowapark (Tha) e Sung (Kor). 

Cina-Giappone 3-0 (25-21, 25-19, 25-17)
31/5
Giappone-Argentina 3-0 (25-16, 25-21, 25-21)

CINA - ITALIA 1-3 (18-25, 14-25, 25-16, 18-25)
CINA: Zhu 12, Gong X. 2, Wang Y. 1, Yan N. 3, Duan F. 1, Ding X, Wang M. (L), Li Y. 5, Yang F. 11, Yao D. 2, Lin (L), Hu M. 8, Liu X. 7. N.e. Yang H. All. Lang Ping.
ITALIA: Malinov 2, Bosetti 5, Chirichella 9, Egonu 26, Sylla 21, Danesi 7, De Gennaro (L), Cambi, Pietrini 1, Lubian. N.e. Mingardi, Fahr. Guerra, Parrocchiale. All. Mazzanti.
Arbitri: Sowapark (Tha) e Fernandez (Spa).

La classifica generale         
Stati Uniti (8v, 25p); Brasile (8v, 24p); Serbia e (8v, 23p); Olanda (7v, 20p); Turchia (6v, 19 p); Russia (6v, 17p); Cina (5V, 16 p); Italia (4v e 14p); Corea del Sud e Giappone (4v, 11p); Polonia e Germania (3v, 8p); Rep. Dominicana (2v, 8p); Thailandia e Belgio (2v, 6p); Argentina (0v, 0p).

5-7 giugno 2018
Pool 13 Rotterdam, Olanda
Italia, Olanda, Rep. Dominicana, Serbia.
5/6
Serbia 3-2 (19-25, 25-21,25-21, 18-25, 15-13)
ITALIA: Malinov 3, Pietrini 14, Danesi 11, Egonu 24, Bosetti 12, Chirichella 8, De Gennaro (L), Mingardi, Guerra 2, Cambi 3, Lubian. N.e. Fahr, Sylla, Parrocchiale. All. Mazzanti.
SERBIA: Boskovic 28, Veljkovic 7, Rasic 19, Antonijevic 4, Milenkovic 4, Blagojevic 7, Popovic (L), Zivkovic 1, Stevanovic. N.e. Malesevic, Pusic (L), Bjelica, Aleksic, All. Terzic.
Arbitri: Rolf (Usa) e Burkiewicz (Pol).

Olanda - Repubblica Dominicana 3-0 (25-22, 25-21, 25-18)
6/6
Serbia - Repubblica Dominicana 3-0 (25-19, 25-20, 25-13)

Olanda - Italia 2-3 (25-18, 23-25, 25-19, 15-25, 8-15)
OLANDA: Sloetjes 24, Plak 10, Balkestein 8, Belien 10, Dijkema 3, Koolhaas 6, Schoot (L), Stoltenborg, Lohuis, Polder, Jasper. N.e. Knip, Buijs, Daalderop. All. Morrison.
ITALIA: Malinov 1, Pietrini 16, Danesi 15, Egonu 27, Bosetti 7, Chirichella 5, De Gennaro (L), Cambi 4, Mingardi, Lubian 1, Mingardi, Sylla, Fahr. N.e. Guerra, Parrocchiale. All. Mazzanti.
Arbitri: Ozbar (Tur) e Rolf (Usa).

7/6
REPUBBLICA DOMINICANA - ITALIA 0-3 (18-25, 15-25, 20-25)
REPUBBLICA DOMINICANA: Martinez B. 14, Eve 6, Pena Isabel 8, Martinez J 6, Arias 2, Marte, Binet (L), Lopez 2, Rodriguez, Fernandez (L). N.e. Vargas, Dominguez, Martinez N. Peralta. All. Kwiek.
ITALIA: Malinov 2, Pietrini 15, Danesi 4, Egonu 13, Bosetti 11, Chirichella 13, De Gennaro (L), Parrocchiale, Lubian 2. N.e. Mingardi, Sylla (L), Fahr, Guerra. All. Mazzanti.
Arbitri: Burkiewicz (Pol) e Ozbar (Tur).

Olanda - Serbia 3-2 (15-25, 19-25, 29-27, 25-17, 20-18)

Pool 14 Jiangmen, Cina
Cina, Usa, Russia, Brasile.
5/6
Russia - Usa 0-3 (14-25, 18-25, 18-25)
Cina - Brasile 2-3 (25-19, 23-25, 25-27, 25-10, 14-16)
6/6
Usa - Brasile 3-1 (25-23, 26-28, 25-21, 25-18)
Cina - Russia 3-0 (25-21, 25-19, 25-22)
7/6
Brasile - Russia 3-2 (15-25, 25-21, 25-20, 19-25)
Cina - Usa 0-3 (20-25, 22-25, 20-25)

Pool 15 Nakhon Ratchasrima, Thailandia
Thailandia, Turchia, Giappone, Corea del Sud.
5/6
Giappone - Turchia 1-3 (17-25, 23-25, 25-13, 11-25)
Thailandia - Corea del Sud 1-3 (16-25, 18-25, 25-20, 24-26)
6/6
Giappone - Corea del Sud 3-0 (25-22, 25-14, 25-20)
Thailandia - Turchia 1-3 (20-25, 28-30, 25-18, 19-25)
7/6
Corea del Sud - Turchia 0-3 (19-25, 21-25, 23-25)
Thailandia - Giappone 2-3 (25-19, 25-20, 17-25, 19-25, 20-22)

Pool 16 Bydgoszcz, Polonia
Polonia, Belgio, Germania, Argentina.
05/06
Germania - Belgio 3-1 (25-19, 25-21, 22-25, 25-23)
Polonia - Argentina 3-0 (25-11, 25-14, 25-20)
06/06
Belgio - Argentina 3-0 (25-22, 25-16, 25-14)
Polonia - Germania 3-1 (25-21, 21-25, 25-20, 25-9)
07/06
Argentina - Germania 0-3 (16-25, 13-25, 16-25)
Polonia - Belgio 3-1 (22-25, 25-22, 27-25, 25-14)

La classifica generale        
Stati Uniti (11v, 34p); Brasile (10v, 28p); Serbia e Turchia (9v, 28p); Olanda (9v, 26p); Italia (7v, 21p); Cina (6v, 20p); Russia (6v, 18p); Polonia (6v, 17p); Giappone (6v, 16p); Germania e Corea del Sud (5v e 14p); Belgio (3v, 9p); Rep. Dominicana (2v, 8p); Thailandia (2v, 7p); Argentina (0v, 0p).

12-14 giugno 2018
Pool 17 Stoccarda, Germania
Germania, Olanda, Turchia, Cina.
12/6
Turchia - Olanda 2-3 (11-25, 29-31, 25-16, 25-20, 10-15)
Germania - Cina 2-3 (25-20, 27-25, 17-25, 23-25, 8-15)
13/6
Cina - Olanda 1-3 (24-26, 25-17, 17-25, 21-25)
Germania - Turchia 1-3 (16-25, 15-25, 25-20, 19-25)
14/6
Cina - Turchia 1-3 (26-28, 21-25, 25-20, 20-25)
Germania - Olanda 1-3 (21-25, 16-25, 26-24, 19-25)

Pool 18 Walbrzych, Polonia
Polonia, Russia, Repubblica Dominicana, Giappone.
12/6
Russia - Repubblica Dominicana 3-0 (25-21, 25-20, 25-16)
Polonia - Giappone 3-2 (18-25, 25-15, 25-16, 21-25, 16-14)
13/6
Repubblica Dominicana - Giappone 2-3 (15-25, 25-14, 25-21, 27-29, 13-15
Polonia - Russia 3-0 (25-21, 25-18, 25-15)
14/6
Russia - Giappone 3-2 (19-25, 25-14, 25-16, 23-25, 15-10)
Polonia - Repubblica Dominicana 1-3 (18-25, 25-16, 21-25, 20-25)

Pool 19 Eboli, Italia
Italia, Belgio, Brasile, Thailandia.
12/06
Brasile - Belgio 3-1 (25-15, 25-14, 21-25)

Italia - Thailandia 3-0 (25-11, 25-17, 25-15)
ITALIA: Bosetti 13, Chirichella 8, Egonu 9, Pietrini 14, Danesi 9, Malinov 5, De Gennaro (L), Fahr 1, Lubian. N.e. Ortolani, Degradi, Cambi, Mingardi, Parrocchiale. All. Mazzanti.
THAILANDIA: Kamlangmak, Kokram, Moksri 8, Bamrungsuk 4, Guedpard, Kongyot 5, Chaisri (L), Apinyapong, Tomkom, Srithong 5, Nunjam 3. N.e. Pannoy, Thinkaow, Sittirak. All. Sriwacharamaytakul.  
Arbitri: Gerothodoros(Gre) e Gradinski (Srb).

13/06
Brasile - Thailandia 3-1 (25-16, 25-22, 18-25, 25-13)

Italia - Belgio 3-0 (25-22, 25-18, 25-19)
ITALIA: Bosetti 12, Chirichella 1, Egonu 19, Pietrini 19, Danesi 6, Cambi 5, De Gennaro (L), Parrocchiale, Lubian 2, Ortolani 1. N.e. Fahr, Degradi (L), Malinov, Mingardi. All. Mazzanti.
BELGIO: Van Gestel 7, Van Avermaet 7, Goliat 4, Herbots 7, Janssens 13, Van De Vyver 1, Guilliams (L), Neyt (L), Strumilo. N.e. Van Sas, Lemmens, Grobelna, Valkenborg. All. Vande Broek.
Arbitri: Makshanov (Rus) e Gerothodoros (Gre).

14/06
Belgio - Thailandia 3-1 (26-24, 23-25, 25-20, 25-21)

Italia - Brasile 3-2 (22-25, 25-20, 17-25, 25-19, 15-12)
ITALIA: Bosetti 9, Chirichella 16, Ortolani 20, Mingardi 4, Danesi 16, Malinov 6, De Gennaro (L), Parrocchiale, Cambi, Egonu 17. N.e. Fahr, Degradi (L). All. Mazzanti.
BRASILE: Gabi 4, Adenizia 11, Monique 16, Amanda 11, Roberta 6, Beatriz 12, Suelen (L), Carol 1, Macris, Rosamaria 9, Leao, Gabriella. N.e. Tandara. All. Zè Roberto.
Arbitri: Goran Gradinski (Srb) e Evgeny Makshanov (Rus). 

Pool 20 Santa Fè, Argentina
Argentina, Corea del Sud, Serbia, Usa.
12/6
Serbia - Usa 3-1 (30-28, 23-25, 25-20, 25-18)

13/6
Argentina - Corea del Sud 3-0 (25-18, 26-24, 25-21)
Corea del Sud - Usa 0-3 (13-25, 23-25, 19-25)

14/6
Argentina - Serbia 0-3 (27-29, 13-25, 16-25)
Corea del Sud - Serbia 0-3 (17-25, 20-25, 11-25)

15/6
Argentina - Usa 0-3 (15-25, 14-25, 15-25)

La classifica generale         
Stati Uniti (13v, 40p); Serbia (12v, 37p); Brasile (12v, 35p); Olanda (12v, 34p); Turchia (11V, 35p); Italia (10v, 29p); Russia (8v, 23p); Russia (8v, 23p); Polonia (8v, 22p); Cina (7v, 22p); Giappone (7v, 20p); Germania (5v, 15p), Corea del Sud (5v, 14p); Belgio (4v, 12p); Rep. Dominicana (3v, 12p); Thailandia (2v, 7p); Argentina (1v, 3p).

Final Six
27 giugno - 1 luglio 2018 a Nanchino, Cina

2018   I RISULTATI DELLA FINAL SIX

POOL A -  FINAL ROUND – 27-29 GIUGNO 2018 - NANCHINO (CIN)
Cina–Olanda 3-1 (20-25, 25-21, 25-22, 25-18)
Brasile-Olanda 3-0 (25-16, 25-17, 25-23)
Cina–Brasile 0-3 (20-25, 22-25, 22-25)

Classifica della Pool A: Brasile (2v, 6p), Cina (1v, 3p), Olanda (0v, 0p).

POOL B -  FINAL ROUND – 27-29 GIUGNO 2018 - NANCHINO (CIN)
Usa–Turchia 3-2 (17-25, 21-25, 25-21, 25-15, 15-11)
Serbia–Turchia 2-3 (25-20, 21-25, 18-25, 25-19, 14-16)
Usa–Serbia 3-0 (29-27, 25-22, 25-19)

Classifica della Pool B: Usa (2v, 5p), Turchia (1v, 3p), Serbia (0v, 1p).

SEMIFINALI – 30 GIUGNO 2018 - NANCHINO (CIN)
Turchia-Brasile 3-0 (25-23, 25-23, 25-22)
Usa–Cina 3-1 (25-23, 25-20, 18-25, 25-18)

FINALE 3°-4° POSTO  - 1 LUGLIO 2018 - NANCHINO (CIN)
Cina-Brasile 3-0 (25-18, 25-22, 25-22)

FINALE 1°-2° POSTO  - 1 LUGLIO 2018 - NANCHINO (CIN)
Usa-Turchia 3-2 (17-25, 25-22, 26-28, 25-15, 15-7)

PREMI INDIVIDUALI
MVP: Michelle Bartsch (Usa)
Miglior palleggiatrice: Cansu Ozbay (Turchia)
Miglior opposta: Tandara Caixeta (Brasile)
Migliori schiacciatrici: Zhu Ting (Cina) e Michelle Bartsch (Usa)
Migliori centrali: Eda Erdem Dundar (Turchia) e Tetori Dixon (Usa)
Miglior libero: Suelen Pinto (Brasile)


Sistema di punteggio
Il sistema di punteggio prevede che nel caso in cui un match termini 3-0 o 3-1, alla squadra vincitrice verranno assegnati 3 punti, alla perdente 0. In caso di 3-2, verranno dati 2 punti alla vincente e 1 alla perdente. La classifica avrà come prima discriminante il numero di vittorie. In caso di parità (uguale numero di vittorie) le squadre verranno classificate in base al numero di punto, quoziente set, e in caso di ulteriore parità, prevarrà il quoziente punti.
 
La Volleyball Nations League in diretta su Rai Sport
Tutte le gare delle azzurre della nuova Volleyball Nations League 2018 saranno trasmesse su Rai Sport + HD, canale 57 del Digitale Terrestre. Di seguito il palinsesto completo.
 
Pool 3 Lincoln, Usa (15-17 maggio)       
Turchia - Italia 16/5 (Differita alle ore 00:50); Polonia - Italia 17/5 (Differita alle ore 00:50); Stati Uniti - Italia 17/5 (Diretta alle ore 2:20).
Pool 6 Suwon, Corea del Sud (22-24 maggio)
Italia - Russia 22/5 (Differita alle ore 14:50); Italia - Germania 23/5 (Differita alle ore 14:50); Korea - Italia 24/5 (Differita alle ore 00:50).
Pool 12 Hong Kong, Cina (29-31 maggio)       
Giappone - Italia 29/5 (Diretta alle ore 11:50); Argentina - Italia 30/5 (Diretta alle ore 11:50); Cina - Italia 31/5 (Diretta alle ore 14:20).
Pool 13 Rotterdam, Olanda (5-7 giugno)        
Italia - Serbia 5/6 (Diretta alle ore 16:20); Olanda - Italia 6/6 (Diretta alle ore 19:20); Rep. Dom. - Italia 7/6 (Diretta alle ore 16:20)
Pool 19 Eboli, Italia (12-14 giugno)        
Brasile - Belgio 12/6 (Diretta alle ore 16:50): Italia - Thailandia 12/6 (Diretta alle ore 19:50); Brasile - Thailandia 13/6 (Diretta alle ore 16:50), Italia - Belgio 13/6 (Differita alle ore 23:15), Belgio - Thailandia 14/6 (Diretta alle ore 16:50); Italia - Brasile 14/6 (Diretta alle ore 19:50).
 
Gli impianti di gioco delle azzurre nella Volleyball Nations League
Bob Devaney Sports Center (Lincoln, USA), 9.000 spettatori
Suwon Indoor Gym (Suwon, Corea del Sud), 4.507 spettatori
Hong Kong Coliseum (Hong Kong, Cina), 12.500 spettatori
Rotterdam Topsportcentrum (Rotterdam, Olanda), 2.500 spettatori
Pala Sele (Eboli, Italia), 8.000 spettatori
 

Lo Staff della Nazionale Femminile
Davide Mazzanti (1° allenatore e direttore tecnico)
Giulio Bregoli (vice allenatore)
Roberto Merli (ass. allenatore)
Simone Bendandi (ass. allenatore)
Alessandro Mattiroli (preparatore atletico)
Roberto Vannicelli (medico)
Moreno Mascheroni (fisioterapista)
Massimiliano Taglioli (scoutman)
Marcello Capucchio (team manager)
 
Il tecnico azzurro Davide Mazzanti
Nato a Fano il 15 ottobre 1976, Davide Mazzanti ha mosso i primi passi nel mondo della pallavolo allenando le squadre giovanili della Volleyball Mondolfo (1997-2011) e Libertas Marotta (2001-2002). Nella stagione 2002-2003 ha svolto il ruolo di secondo allenatore in A2 sulla panchina della Gs Volley Corridonia, mentre l’anno successivo ha preso la guida della Galassia Volley Falconara in B1 (2003-2005).
Al 2005 risale il primo contatto con la nazionale azzurra seniores, un rapporto in qualità di componente dello staff tecnico che si è protratto sino al 2012, partecipando sia ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 che a quelli di Londra 2012.
A livello di club nella stagione 2005-2006 ha esordito da secondo in A1 con la Alfieri Volley Santeramo per poi sedersi sulla prestigiosa panchina della Teodora Ravenna (2006-2007). Nel biennio (2007-2009) ha ricoperto il ruolo di secondo a Bergamo. Conclusa l’esperienza bergamasca è stato nominato primo allenatore del gruppo juniores del Club Italia (2009-2010). L’anno successivo ha fatto ritorno a Bergamo, esordendo da primo allenatore in A1 e nelle due stagioni (2010-2012) alla guida della formazione lombarda ha ottenuto la vittoria dello Scudetto 2011 e della Supercoppa 2011.
Dopo una breve parentesi sulla panchina della River Volley Piacenza, nel 2013 è stato nominato responsabile del Club Italia e allo stesso tempo ha guidato la nazionale juniores azzurra (2012-2014).
Successivamente si è seduto sulla panchina di Casalmaggiore, e il suo arrivo ha coinciso con la vittoria del Campionato Italiano 2015.
Stesso risultato Mazzanti lo ha raggiunto il campionato successivo con l’Imoco Volley Conegliano, sua squadra attuale, che si è aggiudicata il tricolore 2016, la Supercoppa 2016 e la Coppa Italia 2017.
All’esordio sulla panchina italiana Mazzanti ha condotto le azzurre alla qualificazione ai Campionati Mondiali 2018. Nel World Grand Prix ottiene un fantastico secondo posto, eguagliando il miglior risultato dell’Italia nella storica manifestazione.
Ai Campionati Europei, disputati in Georgia e Azerbaijan, ha ottenuto con l’Italia il quinto posto.
Fuori dal campo Davide è sposato con l’azzurra Serena Ortolani, dalla quale ha avuto la sua primogenita Gaia.  
 
Davide Mazzanti sulla panchina azzurra
Esordio:
26 maggio 2017 (Apeldoorn), Olanda-Italia 3-1 (Amichevole).
Gare totali: 31 
Vittorie: 22
Sconfitte: 9
Percentuali vittorie: 71% 
Palmarès con le azzurre - 2017: Argento World Grand Prix

Le 21 azzurre per la Volleyball Nations League
 
N.1 Serena Ortolani: Nata a Ravenna, il 7 gennaio 1987. Altezza 187 cm. Opposto. Gioca nella Saugella Team Monza. 281 presenze in Nazionale.
In azzurro: Oro World Cup 2007, Oro Europei 2007, Argento Europeo 2005, Argento World Grand Prix 2005, Bronzo World Grand Prix 2007, Bronzo World Grand Prix 2008, Oro Universiadi 2009, Oro Europei 2009, Oro Grand Champions Cup 2009, Bronzo World Grand Prix 2010.
Partecipazione ai Giochi Olimpici: Pechino 2008.      
Esordio il 17 settembre 2004 a Baku, Italia-Ucraina 3-1.         

N.2 Alice Degradi: Nata a Pavia, 14 ottobre 1996. Altezza 182 cm. Schiacciatrice. Gioca nella Sab Volley Legnano. 2 presenze in Nazionale.       
Esordio il 7 maggio 2018 a Busto Arsizio, Italia-Giappone 1-3.
 
N.3 Carlotta Cambi: Nata a San Miniato, il 7 gennaio 1987. Altezza 187 cm. Alzatrice. Gioca nella mycicero Volley Pesaro. 15 presenze in Nazionale.  
Esordio il 9 giugno 2016 a Rio de Janeiro, Brasile-Italia 3-1.
 
N.4 Sara Bonifacio: Nata ad Alba, il 3 luglio 1996. Altezza 188 cm. Centrale. Gioca nell’Igor Gorgonzola Novara. 47 presenze in Nazionale.        
Esordio il 16 maggio 2014 a San Bonifacio Italia-Rep. Ceca 0-3.
 
N.5 Ofelia Malinov: Nata a Bergamo, il 29 febbraio 1996. Altezza 185 cm. Alzatrice. Gioca nella Foppapedretti Bergamo. 85 presenze in Nazionale. 
Esordio il 16 luglio 2014 a Costa Volpino Italia-Giappone 3-0.
 
N.6 Monica De Gennaro: Nata a Piano di Sorrento, l’8 gennaio 1987. Altezza 174 cm. Libero. Gioca nell’Imoco Volley Conegliano. 201 presenze in Nazionale. In azzurro: Oro World Cup 2011, Oro Giochi del Mediterraneo 2013.    
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Londra 2012, Rio de Janeiro 2016.
Esordio il 3 gennaio 2006 a Roma Italia-Siram Roma 3-1.
 
N.8 Alessia Orro: Nata a Oristano, il 18 giugno 1998. Altezza 180 cm. Alzatrice. Gioca nell’Unit E-Work Busto Arsizio. 70 presenze in Nazionale.
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Rio de Janeiro 2016.
Esordio il 23 giugno 2015 a Padova Italia-Big Ten Conference 3-0.
 
N.9 Rossella Olivotto: Nata a Trento, il 27 aprile 1991. Altezza 186 cm. Centrale. Gioca nella myCicero Volley Pesaro. 2 presenze in Nazionale.           
Esordio il 7 maggio 2018 a Busto Arsizio, Italia-Giappone 1-3.
 
N.10 Cristina Chirichella: Nata a Napoli, il 10 febbraio 1994. Altezza 194 cm. Centrale. Gioca nell’Igor Gorgonzola Novara. 136 presenze in Nazionale.       
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Rio de Janeiro 2016.        
Esordio il 29 maggio 2013 a Montreux, Italia-Giappone 2-3.

N.11 Anna Danesi: Nata a Brescia, il 20 aprile 1996. Altezza 198 cm. Centrale. Gioca nell’Imoco Volley Conegliano. 58 presenze in Nazionale. 
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Rio de Janeiro 2016.          
Esordio ad Ankara, 5 gennaio 2016, Italia-Russia 1-3.
 
N.12 Anastasia Guerra: Nata a Castelfranco Veneto, il 15 ottobre 1996. Altezza 197 cm. Schiacciatrice. Gioca nella Pomì Casalmaggiore. 37 presenze in Nazionale.         
Esordio il 23 maggio 2015 a Ravenna Italia-Cina 3-0.
 
N.13 Sara Fahr: Nata a Kulmbach (Germania), il 12 settembre 2001. Altezza 194 cm. Centrale. Gioca nel Club Italia Crai. 2 presenze in Nazionale.         
Esordio il 7 maggio 2018 a Busto Arsizio, Italia-Giappone 1-3.
 
N.14 Elena Pietrini: Nata a Imola, il 17 marzo 2000. Altezza 190 cm. Schiacciatrice. Gioca nel Club Italia Crai. 2 presenze in Nazionale.     
Esordio il 7 maggio 2018 a Busto Arsizio, Italia-Giappone 1-3.
 
N.15 Marina Lubian: Nata a Moncalieri, l’11 aprile 2000. Altezza 195 cm. Centrale. Gioca nel Club Italia Crai. 2 presenze in Nazionale.     
Esordio il 7 maggio 2018 a Busto Arsizio, Italia-Giappone 1-3.
 
N.16 Lucia Bosetti: Nata a Tradate, il 9 luglio 1989. Altezza 178 cm. Schiacciatrice. Gioca nella Savino Del Bene Scandicci. 227 presenze in Nazionale.        
In azzurro: Oro World Cup 2011, Oro Grand Champions Cup 2009, Oro Europei 2009, Oro Universiadi 2009, Bronzo World Grand Prix 2008 e 2010, Oro Giochi del Mediterraneo 2013. Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Londra 2012.       
Esordio il 27 agosto 2011 ad Anagni (FR) Italia-Bulgaria 3-2.
 
N.17 Miriam Sylla: Nata a Palermo l’8 gennaio 1995. Altezza 184 cm. Schiacciatrice. Gioca nella Foppapedretti Bergamo. 61 presenze in Nazionale. 
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Rio de Janeiro 2016.        
Esordio a Ravenna il 23 maggio 2015, Italia-Cina 3-0.
 
N.18 Paola Egonu: Nata a Cittadella, il 18 dicembre 1998. Altezza 193 cm. Opposto. Gioca nell’Igor Gorgonzola Novara. 76 presenze in Nazionale.         
Partecipazioni ai Giochi Olimpici: Rio de Janeiro 2016.
Esordio il 16 maggio 2014 a San Bonifacio (Verona), Italia-Rep. Ceca 0-3.
 
N.19 Camilla Mingardi: Nata a Brescia, il 19 ottobre 1997. Altezza 182 cm. Schiacciatrice. Gioca nella Liu Jo Nordmeccanica Modena. 2 presenze in Nazionale.
Esordio il 7 maggio 2018 a Busto Arsizio, Italia-Giappone 1-3.
 
N.20 Beatrice Parrocchiale: Nata a Milano, il 26 dicembre 1995. Altezza 168 cm. Libero. Gioca nel Bisonte Firenze. 48 presenze in Nazionale.       
Esordio il 23 maggio 2015 a Ravenna Italia-Cina 3-0.

N.21 Ilaria Spirito: Nata a Savona, il 20 febbraio 1994.  Altezza 174 cm. Libero. Gioca nell’Unit E-Work Busto Arsizio. 21 presenze in Nazionale.
Esordio a Ravenna, 23 maggio 2015, Italia-Cina Under 23 3-0.
 
N.23 Beatrice Berti: Nata a Padova, il 12 gennaio 1996. Altezza 193 cm. Centrale. Gioca nell’Unet E-Work Busto Arsizio. 2 presenze in Nazionale.    
Esordio il 7 maggio 2018 a Busto Arsizio, Italia-Giappone 1-3.
 
Il Montepremi
 
A partita
Squadra vincitrice: $ 9’000
Squadra perdente: $ 4’000
Totale per partita: $ 13’000
Totale fase a gironi (120 partite): $ 1.560.000
 
Premi di squadra nella fase finale
1° posto: $1'000’000
2° posto: $ 500’000
3° posto: $ 300’000
4° posto: $ 150’000
5° posto: $ 75’000
6° posto: $ 75’000
Totale: $ 2.100.000
 
Premi individuali
MVP Player: $ 30’000
Best Setter: $ 10’000
Best Opposite: $ 10’000
Best Outside Spiker: $ 10’000
Best Outside Spiker: $ 10’000
Best Middle Blocker: $ 10’000
Best Middle Blocker: $ 10’000
Best Libero: $ 10’000
Totale: $ 100.000
 
Albo d’oro del World Grand Prix
1993 Cuba, 1994 Brasile, 1995 Stati Uniti, 1996 Brasile, 1997 Russia, 1998 Brasile, 1999 Russia, 2000 Cuba, 2001 Stati Uniti, 2002 Russia, 2003 Cina, 2004 Brasile, 2005 Brasile, 2006 Brasile, 2007 Olanda, 2008 Brasile, 2009 Brasile, 2010 Stati Uniti, 2011 Stati Uniti, 2012 Stati Uniti, 2013 Brasile, 2014 Brasile, 2015 Stati Uniti, 2016 Brasile, 2017 Brasile.
 
I piazzamenti dell’Italia nel World Grand Prix
1994 (8°posto); 1997 (7°posto); 1998 (5° posto); 1999 (4°posto); 2000 (7°posto); 2003 (5°posto); 2004 (2°posto); 2005 (2° posto); 2006 (3°posto); 2007 (3°posto); 2008 (3°posto); 2010 (3° posto); 2011 (7° posto); 2012 (10° posto); 2013 (5° posto); 2014 (9° posto); 2015 (5° posto); 2016 (7° posto); 2017 (2°posto).
 
I precedenti con le avversarie
 
Turchia: 38 V, 10 S, 48 Tot
Polonia: 32 V, 34 S, 66 Tot
Stati Uniti: 30 V, 39 S, 69 Tot
Russia: 18 V, 48 S, 66 Tot
Germania: 45 V, 22 S, 67 Tot
Corea del Sud: 13 V, 15 S, 28 Tot
Giappone: 44 V, 35 S, 79 Tot
Argentina: 15 V, 0 S, 15 Tot
Cina: 24 V, 46 S, 70 Tot
Serbia: 15 V, 7 S, 22 Tot
Olanda: 53 V, 56, 109 Tot
Rep. Dominicana: 24 V, 5 S, 29 Tot
Thailandia: 12 V, 1 S, 13 Tot
Belgio: 29 V, 3 S, 32 Tot
Brasile: 14 V 60 S, 74 Tot
Sigla.com - Internet Partner